Alfonso Maruccia

C'è stata una grande moria di Bitcoin

I servizi di scambio per BTC continuano a finire gambe all'aria, mentre il software Bitcoin si aggiorna nel tentativo di arginare gli attacchi che hanno affossato i colossi del settore. E anche i worm maneggiano Bitcoin

Roma - La capitolazione e la successiva richiesta di avviare le procedure per la bancarotta di Mt.Gox era apparentemente solo l'inizio, e ora che uno dei "colossi" del settore Bitcoin è caduto tocca ai piccoli dover affrontare un momento, nella storia della criptomoneta più popolare, che definire critico sembra riduttivo.

Si parla infatti di possibile implosione anche per Vircurex, servizio di scambio BTC online costretto ad affrontare le conseguenze dei massicci prelievi avvenuti nelle scorse settimane: i fondi prelevati dal servizio sono talmente tanti (in proporzione al business) che ora la società ha deciso di bloccare le operazioni su tutti gli account attivi.

Vircurex, che in passato era già stata vittima di attacchi con la conseguente perdita di fondi degli utenti, dice ora di dover scegliere tra la chiusura del sito - con perdite economiche "irrecuperabili" per tutti - e la formulazione di una soluzione che permetta al servizio di continuare a operare pagando "gradualmente" le perdite.
Nel mutevole mondo dei BTC gli utenti-investitori sono costretti ad affrontare incertezze quasi imperscrutabili, e può persino capitare che il già citato Mt.Gox annunci di aver trovato 200mila Bitcoin "perduti" (115 milioni di dollari USA) in un account inutilizzato.

Più o meno altrettanta incertezza caratterizza Bitcoin sul fronte della sicurezza, con il software base della moneta virtuale che si aggiorna per porre rimedio al famigerato baco della transaction malleability - lo stesso alla base del sacco di Mt. Gox - e certi worm per Linux che sfruttano tutte le piattaforme disponibili (PC, apparati di rete, "Internet delle cose") per eseguire il mining di blocchi BTC.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia C'è stata una grande moria di Bitcoin
Ordina
  • MtGox è sempre stato "inaffidabile" a dir poco, secondo me.
    Bruteforce senza limiti su account che non venivano usati da tempo, trasferimenti immediati senza conferma via mail o senza possibilità di appello...
    Tra parentesi, il denominatore comune di tanti furti subiti dagli utenti si mtgox sembra proprio essere il fatto che l'account non venisse utilizzato da un po... il che mi ha sempre fatto sorgere dei dubbi...
    Io pure ho subito un furto, e mi sono sempre chiesto come sia stato possibile che qualcuno abbia indovinato non solo la mia pass ( bruteforce, ok ) ma pure il mio nome utente, diverso dagli altri usati e senza riferimenti al mio vero nome. Per inciso, non ho mai pubblicato il mio username che usavo su mtgox e il mio account non veniva utilizzato da mesi. Fare bruteforce su una password è credibile... farlo su nome utente e password no...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca Bianchetto
    > MtGox è sempre stato "inaffidabile" a dir poco,
    > secondo
    > me.
    mrgoat ormai e' storia...Sorride qua si parla del nuovo crash del giorno : Vircurex ... solito exchange hackato (dicono loro) 2 volte... ora riserve finite, fondi congelati.. ecc, ecc.
    Se le banche o i forex veri avessero il livello di affidabilita' di questi exchange, saremmo gia tornati al baratto da tempoCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • A me risulta che siano stati svuotati i wallet di MtGox direttamente , senza bisogno accedere agli accounts degli utenti.

    Chi ha trovato il suo wallet vuoto é perché MOLTO probabilmente ha il PC compromesso o usato nome utente e password anche su altri sito meno attendibili.

    Ma io resto convinto che quello che é successo a MtGox sia un "lavoro interno". Guarda caso hanno appena ritrovato un "vecchio" wallet con 200000 BTC.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > RIPCoin
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere(

    inseriamo nel pacchetto anche l'Oculus RIP In lacrime
    non+autenticato
  • - Piu che linux, router e AP bacati by OEM o coi default pw...
    - i bitcoin sono inminabili (senza ASIC) e sono passati ad altro

    Ma la cosa piu' carina e' : (...) network di 31000 devices were able to mine 42,438 Dogecoins and 282 Mincoins, worth approximately $46 and $150.

    uahah... praticamente se avessero profuso meta' dell' impegno che han messo nel cercare-violare i sistemi, scrivere/cfg il sw, in un'attivita' piu degna (come scrivere ifart per android + adsSorride ) avrebbero guadagnato molto di piu', senza cybercops alle calcagnaA bocca aperta
    non+autenticato
  • quanta elettricita si consuma per avere 46 $ di bitcoin?
    non+autenticato
  • - Scritto da: get the facts
    > quanta elettricita si consuma per avere 46 $ di
    > bitcoin?
    dipende MOLTO dal tipo di hw a disposizione ... per i suddetti geni, zero.

    In compenso avranno perso parecchie settimane per far la botnet, codare & co. ovviamente con pc/adsl accesi.

    Noto anche che 46$ li fa' un mendicante (specie se minore) o un posteggiatore abusivo bravino, al giornoSorride
    non+autenticato