P2P e Canada, quando il download è legale

Lo sostengono quelli dell'Ufficio copyright, secondo cui scaricare da internet non può essere considerato illegale. La cosa non va giù alle major che annunciano: non decide l'Ufficio, decideranno i tribunali. Ma il DMCA in Canada non c'è

P2P e Canada, quando il download è legaleRoma - Gli utenti internet canadesi che passino le loro giornate a scaricare musica, film e altri materiali protetti da diritto d'autore ingolfando dischi rigidi e supporti da masterizzare lo possono fare a cuor leggero perché nel loro paese scaricare è legale. Questo è quanto emerso nelle scorse ore dalla dichiarazione di uno dei vertici della Copyright Board of Canada, l'ente governativo che si occupa della gestione dei diritti di proprietà intellettuale nel paese.

Alcune ambiguità della legge canadese, nel corso di un dibattito sulle royalty e le imposte, hanno fatto emergere la questione e secondo Claude Majeau, segretario generale della Board, scaricare è effettivamente legale. Questo accade perché, secondo l'interpretazione che il suo ufficio dà alla normativa canadese, non solo l'utente ha il diritto di copia ma non gli è richiesto di accertarsi se la fonte di quanto copia sia autorizzata o meno. Come a dire, quindi, che l'utente non è responsabile se sui propri computer o CD finiscono canzoni protette da diritto d'autore o film che escono nelle sale.

Dichiarazioni pesanti per le major, dunque, per quanto "ammorbidite" dal fatto che la stessa Board ha chiarito come invece si possa considerare illegale l'upload, cioè il porre su internet materiali protetti o condividere musica e film nelle piattaforme di peering. In questo caso, infatti, la "fonte della copia" è l'utente stesso che, quindi, si assume responsabilità dirette.
Ma questo non basta alle major che hanno immediatamente replicato alle dichiarazioni di Majeau. Secondo Richard Pfohl, consigliere generale della Canadian Recording Industry Association, quello che dice la Board del Copyright ha poca importanza. "A nostro parere - ha dichiarato Pfohl - scaricare è illegale secondo la legge canadese. A dire che è legale è la Copyright Board ma saranno i tribunali a decidere la questione". E gli industriali americani della RIAA avevano già in passato criticato le leggi canadesi ritenendole non sufficientemente rigide.

una mappa del CanadaE' però senz'altro vero, e ciò viene fatto notare in queste ore da più parti, che gli utenti canadesi possono dormire sonni ben più tranquilli dei loro colleghi americani. In Canada, infatti, nonostante le pressioni dell'industria discografica, non è mai passato un DMCA o una EUCD, le severissime leggi sul copyright adottate negli Stati Uniti e nell'Unione Europea, Italia compresa.

Un approfondimento dedicato al tema da Cnet ricorda uno studio secondo cui lo sviluppo del tasso di adozione delle linee ad alta velocità da parte dei canadesi è più rapido che altrove. Su circa 31 milioni di abitanti, infatti, in Canada ci sono più di 4 milioni di utenti broad band e sono in forte crescita. Molti di questi sono evidentemente utenti dei sistemi di scambio sui network del peer-to-peer, una situazione che certo non va giù ai detentori dei diritti d'autore.

Ma proprio questi ultimi, invece, dovrebbero essere felici di una clamorosa decisione adottata proprio dalla Copyright Board canadese in materia di imposte sull'elettronica. Di seguito i dettagli.
TAG: hw
63 Commenti alla Notizia P2P e Canada, quando il download è legale
Ordina
  • Quasi quasi andrò ad emigrare in Canada!Ficoso
    Magari.Occhiolino

    ed è anke + pulito e tranquillo.Sorride
    non+autenticato
  • leggendo tutti i post di questa notizia si evince che non avete capito il significato di quanto scritto

    non si dice assolutamente che è legale scaricare file protetti da diritti d'autore o condividerli o venderli o prestarli o qualsiasi altro metodo di distribuzione

    qui si afferma che se una persona ha sul suo computer file protetti da diritti d'autore MA NON LI CONDIVIDE O DISTRIBUISCE non è punibile ..... tutto qui

    esistono fantastici corsi di Italiano nella mia città per extracomunitari(gratuiti) .... se volete vi passo il numero di telefono
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > non si dice assolutamente che è legale
    > scaricare file protetti da diritti d'autore

    Lo dice il titolo:
    "p2p e canada, quando il download è legale"

    Viene detto nelle prime righe dell'articolo:
    "Gli utenti internet canadesi che passino le loro giornate a scaricare musica, film e altri materiali protetti da diritto d'autore ingolfando dischi rigidi e supporti da masterizzare lo possono fare a cuor leggero perché nel loro paese scaricare è legale"

    e poco dopo:
    "secondo Claude Majeau, segretario generale della Board, scaricare è effettivamente legale"
    non+autenticato
  • Torno a dirvi che c'è un problema di base non da poco..
    Fumare una canna è(ra) legale ma non coltivare maria o comprarla/venderla.. quindi cosa cazzo la pago da fare la tassa sulle cartine per fare le canne che di fatto non posso avere e se ce le ho, ho commesso un reato e quindi mi tassano anche i reati adesso??
    E' un ipocrisia bella e buona! Posso downloadare cose che sono illegali da uploadare quindi di fatto pago una tassa per downloadare cose che non dovrebbero esistere.
    Insomma ma da dove salta fuori questo permissivismo a metà, da una parte si vogliono (purtroppo giustamente) far rispettare i diritti delle major, dall'altra secondo me c'è il mondo delle tlc che chiede di chiudere un'occhio per riuscire a saturare il bacino dei possibili utenti broadband.
    Sono questi i due pesi che fanno di volta in volta pendere l'ago della bilancia, non le libere e rivoluzionarie idee che circolano in internet. C'è sempre un margine d'illegalità in qualsiasi settore, quando però questo passa da una piccola nicchia ad un fenomeno di massa la causa è da ricercarsi in leggi sbagliate e in un'economia di mercato che ha perso ormai di vista i diritti del consumatore/utente perchè impegnata solamente sul fronte di incrementare il fatturato con tutti i mezzi possibili...

  • mi sembra una solluzione ottima, legalizziamo la pirateria e paghiamo l'hardware, non ci trovo nulla di strano, del resto è ciò che in alcuni settori è già successo....

    pensate ai giochi per PC, produzioni costosissime che non possono mantenersi su quei tre giochi che vendono, e allora voi vi chiederete come fanno?
    semplice sono stipendiati da nVidia e ATI i quali hanno interesse nella pirateria e nello sviluppo di giochi sempre più bisognosi di hardware che spacci il c*lo.

    ERGO,
    io non pagherò l'ultima release del mio gioco preferito, ma se vorrò giocarci come si deve mi dovrò comprare una ATI radeon 9800 (600 euro), e darò così il mio contributo allo sviluppo dei giochi.
    non+autenticato
  • Mah

    Io i giochi li compro SEMPRE originali per una questione di eticità basilare: se un gioco mi piace mi sembra giusto pagarne la licenza d'uso, che va ad alimentare la software house e le permette di produrre altri bei giochi per il mio divertimento.

    Chiaramente prima di fiondarmi sull'acquisto provo la demo, o provo il gioco al grande magazzino, dove spesso viene messo a disposizione del pubblico in prova, o leggo le recensioni.

    Mi sembra una cavolata che le sh vengano foraggiate così dai produttori di sk video. Anche perché molti si accontentano di giocare con i dettagli non al massimo.

    Chi magari può fregarsene della pirateria è Microsoft, perché in questo modo impone come standard de facto Windows e Office, che poi comprano le aziende.
  • - Scritto da: Anonimo
    > mi sembra una solluzione ottima,
    > legalizziamo la pirateria e paghiamo
    > l'hardware, non ci trovo nulla di strano,
    > del resto è ciò che in alcuni settori è già
    > successo....
    >
    > pensate ai giochi per PC, produzioni
    > costosissime che non possono mantenersi su
    > quei tre giochi che vendono, e allora voi vi
    > chiederete come fanno?
    > semplice sono stipendiati da nVidia e ATI i
    > quali hanno interesse nella pirateria e
    > nello sviluppo di giochi sempre più
    > bisognosi di hardware che spacci il c*lo.
    >
    > ERGO,
    > io non pagherò l'ultima release del mio
    > gioco preferito, ma se vorrò giocarci come
    > si deve mi dovrò comprare una ATI radeon
    > 9800 (600 euro), e darò così il mio
    > contributo allo sviluppo dei giochi.

    e poi come si fa a retribuire i musicisti?


    mi sono sempre battuto a favore del p2p, ma trovo triste che si applauda ad un surrogato della SIAE che in pratica non farà altro che intascarsi tasse sui lettori mp3, spartendoli solamente con loro stessi.

    per la buona coscienza degli acquirenti di lettori mp3 e piratatori che diranno "che volete? io il lettore l'ho pagato!"


    personalmente questa tassa sull'hardware non l'approvo proprio, a meno che non venga spiegato in maniera trasparente come questi fondi verranno ridistribuiti (verranno divisi in parti uguali tra i presenti nella top50 delle vendite???)
  • Il grafico che crea le illustrazioni per punto informatico è un mito, l'ho sempre dettoA bocca aperta
    non+autenticato
  • Mitico South Park the movie!A bocca aperta
    non+autenticato
  • Kazzarolaaaaaaaaa!!!
    mi fanno incazzare come un ape!!!

    Fan Linux
    Akiro
    1906

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il grafico che crea le illustrazioni per
    > punto informatico è un mito, l'ho sempre
    > dettoA bocca aperta

    8)
    troppo buoni,
    e poi il mito veramente e' SouthPark Occhiolino


  • - Scritto da: LucaSchiavoni
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Il grafico che crea le illustrazioni per
    > > punto informatico è un mito, l'ho sempre
    > > dettoA bocca aperta
    >
    > Ficoso
    > troppo buoni,
    > e poi il mito veramente e' SouthPark Occhiolino
    >
    obbeh, l'ho sempre pensato anch'io che sei un genio

    ma potresti rifare questa faccina:A bocca aperta che più che ridere sembra digrignare i denti?Perplesso

    (le altre sono ottime)
  • Anche negli USA (e in Italia) il download è legale o virtualmente tale!
    Perseguire una persona per puro download è un incubo legale in cui non sai bene come ne esci.
    Tant'è che la RIAA persegue solo chi uploada!!!!

    Cosa cambia con 'sta uscita???? Mah!
  • - Scritto da: Ekleptical
    > Anche negli USA (e in Italia) il download è
    > legale o virtualmente tale!
    > Perseguire una persona per puro download è
    > un incubo legale in cui non sai bene come ne
    > esci.
    > Tant'è che la RIAA persegue solo chi
    > uploada!!!!
    >
    > Cosa cambia con 'sta uscita???? Mah!

    la novità è che qualcuno l'ha detto chiaramente.

    (poi di sottecchi han pure detto "però vi tasseremo gli harddisk")

    e poi certa gente fa post come "civiltà". Come se tassare il "furto" sia una soluzione civile!


    ps: "furto" è volutamente scritto tra virgolette in quanto in realtà non lo reputo tale. Odio però chi lucra sulla pirateria.

  • > ps: "furto" è volutamente scritto tra
    > virgolette in quanto in realtà non lo reputo
    > tale. Odio però chi lucra sulla pirateria.

    Per me è furto, tutto quello che non mi appartiene e lo prendo senza autorizzazione è un furto. Puoi dire che i giochi costano cari,puoi dire che la musica costa cara, ma non è comunque per ciò lecito copiare e rubare musica, la musica o i film non sono beni di prima necessità (20 anni fa se ne comprava meno di oggi, sopratutto i film non si avevano nemmeno in videocassetta) non rubo la mercedes perchè non posso permetterla o perchè ho già comprato un'auto ma ne voglio altre.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > ps: "furto" è volutamente scritto tra
    > > virgolette in quanto in realtà non lo
    > reputo
    > > tale. Odio però chi lucra sulla pirateria.
    >
    > Per me è furto, tutto quello che non mi
    > appartiene e lo prendo senza autorizzazione
    > è un furto. Puoi dire che i giochi costano
    > cari,puoi dire che la musica costa cara, ma
    > non è comunque per ciò lecito copiare e
    > rubare musica, la musica o i film non sono
    > beni di prima necessità (20 anni fa se ne
    > comprava meno di oggi, sopratutto i film non
    > si avevano nemmeno in videocassetta) non
    > rubo la mercedes perchè non posso
    > permetterla o perchè ho già comprato un'auto
    > ma ne voglio altre.

    per me "furto" letteralmente rappresenta l'appropriazione indebita di un oggetto, con l'ovvia conseguenza che il legittimo proprietario non possa goderne.

    e se sapessi come fare ti farei volentieri downloadare la mia alfa146junior... non vedo che danno ne dovrei ricavare io...


  • > Per me è furto, tutto quello che non mi
    > appartiene e lo prendo senza autorizzazione
    > è un furto.

    Per me e' furto solo quando sottrai qualcosa a qualcun'altro..

    Se rubo una mela al supermercato e' un furto ed e' rubare

    Se pago l'assicurazione e' un furto (ma questo non c'entra con il discorso attuale)

    Se pago le tasse e' un furto (ops anche questo non c'entra senno come facciamo a finanziare la villetta del mafioso pentito di turno ? )

    Se compro un CD e' un furto ( ?! come cavolo fa a costare un CD 20 Euro !?? )

    Se compro una sedia a Rotelle per un portatore di handicap e' un furto ( costo sui 1500-2000 euro in vendita', costo reale con manodopera da un fabbro e realizata su misura massimo 400/500 euro)

    Se copio un CD e' una Copia , se RUBO un cd e' un Furto .... il resto e' propaganda ...


    Esiste una parola molto chiara si chiama COPIA che ha un significato diverso da FURTO

    Poi se vuoi farti influenzare dai media e da coloro che hanno gli interessi per considerare COPIA = FURTO .....

    Auguri


    non+autenticato

  • - Scritto da: Ekleptical
    > Anche negli USA (e in Italia) il download è
    > legale o virtualmente tale!
    > Perseguire una persona per puro download è
    > un incubo legale in cui non sai bene come ne
    > esci.
    > Tant'è che la RIAA persegue solo chi
    > uploada!!!!
    >
    > Cosa cambia con 'sta uscita???? Mah!

    Beh non è che sia proprio così lineare, in quanto se usi kazaa o altri p2p, quello che downloadi viene condiviso da altri..puoi disabilitare lo share, ma se tutti facessero così non si troverebbe più niente in giro. Può andar bene a logica con un sistema come bittorrent, che alla fine ha un padre il seeder (che uploada il file) e tanti leech che poi a loro volta fanno da seeder. Ma in generale quasi tutti i sistemi di p2p si basano sulla regola di più shari più downloadi (+ o - ) quindi....
  • - Scritto da: Ekleptical
    > Tant'è che la RIAA persegue solo chi
    > uploada!!!!

    Sei sicuro????
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)