Claudio Tamburrino

Laterza e gli ebook in streaming

In Italia i libri saranno accessibili online su abbonamento. L'editore pensa anche ai libri collaborativi, con gli utenti che contribuiranno ad aggiungere spunti per gli autori. Amazon, invece, acquista per leggere i fumetti

Roma - L'editoria cambia e come altri settori dell'industria dei contenuti sembra ora pronta ad abbracciare il digitale: mentre Laterza punto sullo streaming di libri, Amazon allarga la sua già consistente offerta di contenuti digitali acquistando per la divulgazione dei fumetti online.

Giuseppe Laterza, direttore della casa editrice Giuseppe Laterza & figli, ha presentato Lea (Libri ed altro), nuova piattaforma digitale che vuole coniugare libri e streaming. "La nostra idea di fondo - ha spiegato Giuseppe Laterza, direttore della casa editrice - è stata quella di sperimentare una modalità nuova di immaginare il concetto di libro stesso, in particolare pensando ad un pubblico composto sostanzialmente da giovani e giovanissimi".

Così, ricalcando il modello faticosamente sviluppato dal settore musicale, ed in particolare il modello di business di Spotify, la nuova piattaforma dell'editore italiano mette a disposizione dell'utente 300 testi, su un catalogo complessivo di 5mila, con 30 novità l'anno: saranno liberamente accessibili in streaming dagli utenti che sottoscriveranno l'abbonamento.
Dopo la prova gratuita il servizio sarà offerto agli utenti inizialmente con un abbonamento di lancio di 5,90 euro, per poi passare a 7,90 euro mensili.

Lea arriverà sul mercato a giugno: oltre al modello commerciale, che molto dipenderà dall'appetibilità dei titoli messi a disposizione e che in Italia è in parte già stato sperimentato grazie alla piattaforma di Bookliners, sarà interessante vedere le integrazioni multimediali messe a disposizione sulla piattaforma da Laterza. Le anticipazioni parlano di contenuti extra e vere e proprie colonne sonore suggerite per accompagnare la lettura.

Per esempio, la versione online di "La maschera democratica dell'oligarchia. Un dialogo", di Luciano Canfora e Gustavo Zagrebelsky, sarà arricchita di un'intervista video rilasciata dai due autori all'Auditorium di Roma ed un volume di Ernesto Assente e Gino Castaldo sui Beatles sarà corredato da materiali video e playlist suggerite dagli autori.

Interessante anche l'idea di "social editing" dell'editore Giuseppe Laterza, come spiega con l'esempio di uno dei primi titoli a disposizione per la nuova piattaforma: la prima parte del nuovo libro di Stefano Rodotà (che tratterà l'argomento dei diritti, ma che ancora non ha un titolo definitivo) uscirà in anteprima in streaming e solo in autunno la versione completa arriverà nelle librerie. Tra l'uscita in Rete e la pubblicazione cartacea l'opera sarà passibile di modifiche: i commenti degli utenti saranno prsi in considerazione dall'autore. Dunque, Lea si configura come uno spazio per "partecipare tutti insieme a un progetto culturale".

Verso questo impegno di creare una sorta di punto di riferimento culturale online, l'editore Laterza ha previsto anche il lancio di Eutopia, una webzine, nata dalla collaborazione con altri editori come S. Fischer Verlag in Germania, Debate in Spagna, Éditions du Seuilin Francia.

Nel frattempo dall'altra parte dell'oceano Amazon ha acquistato comiXology, app dedicata alla fruizione di fumetti su dispositivi mobile, che offre l'accesso ai titoli di Marvel e DC, ma anche di editori più piccoli IDW, Image, Fantagraphics e Archie.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessAmazon e il prezzo dello streamingIl 2 aprile ci sarà il debutto dell'offerta video dell'azienda di Seattle. Il Wall Street Journal sostiene sarà gratuita, sostenuta dalla pubblicità. Amazon smentisce, e rimanda alla prossima settimana per i dettagli
  • Diritto & InternetVKontakte deve cambiare musicaLa major passano alle maniere forti: il colossale social network russo già sequestrato in Italia dovrà rispondere della mancata vigilanza sui contenuti caricati dagli utenti. Il servizio, secondo le etichette, incoraggia la condivisione selvaggia
  • AttualitàAmazon infiamma la televisioneAnche il colosso degli store online entra sul mercato dei dispositivi dedicati alle app per l'intrattenimento mediato dal televisore e ai servizi di streaming
  • AttualitàBookliners, la terza via italiana dei libriNella terra di mezzo tra ebook e social network c'è un sito che parla torinese. E che, editori permettendo, è pronto a fare rete (e Rete) intorno ai contenuti
71 Commenti alla Notizia Laterza e gli ebook in streaming
Ordina
  • è ancora anni luce lontana dal potere sostituire il libro cartaceo ... in tutti i libri le pagine hanno un odore caratteristico che dipende dall'inchiostro utilizzato. Un libro non è solo vista della pagina, ma anche esperienza olfattiva e sensoriale, quest'ultima legata alla qualità della carta utilizzata.
    Poi se uno si vuole accontentare come si dice: chi si contenta godeA bocca aperta
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Penso che la cera sia migliore sia per il profumo sia perchè è facilmente riscrivibile. L'argilla è come i DVD non riscrivibili, ma con meno spazio disponibile.
    non+autenticato
  • parliamoci chiaro, l'unico vantaggio degli ebook rispetto ai libri cartacei, a parte lo spazio fisico liberato, è il fatto che si possono scaricare aggratis. personalmente, se anche quelli di carta si potessero trovare gratis e istantanemente senza muoversi da casa, sceglierei questi senza dubbio
    non+autenticato
  • - Scritto da: micky

    > parliamoci chiaro, l'unico vantaggio degli ebook
    > rispetto ai libri cartacei, a parte lo spazio
    > fisico liberato, è il fatto che si possono
    > scaricare aggratis.

    Aggiungici che puoi scegliere le dimensioni del font che preferisci, che un lettore pesa 300g e non 800 o oltre come alcuni libri, che in molti puoi attivare la retroilluminazione e leggerli al buio (in galleria o la sera in treno, per dirne due), che lo puoi leggere con una mano sola (prova a girare pagina con una mano sola), che puoi portarti solo il reader e avere dentro un centinaio di libri, invece di riempire la valigia lasciando a casa i vestiti, che li puoi leggere sull'ebook, sul tablet e/o sul telefono (a tua scelta) oltre che sul PC. Per ora non mi viene in mente altro, ma probabilmente ci sono altri vantaggi.

    Sì, ci sono anche svantaggi, ma non la puzza di carta o la polvere o lo spazio che occupano. Sto pensando più al fatto che serve corrente per ricaricare il lettore. Altri svantaggi non me ne vengono in mente.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > Ti possono cancellare i libri da remoto
    > (workaround, stai
    > disconnesso).
    > Possono controllare tutte le tue letture da
    > remoto (workaround, stai
    > disconnesso).
    > Possono chiudere lo store e le macchine di
    > autenticazione e tutti i tuoi acquisti spariranno
    > quando l'ultimo dei tuoi device autorizzato si
    > guasterà (workaround, prendere solo libri senza
    > DRM)

    se parliamo di questi da leggere online si.. i miei offline hanno le app di lettura sotto firewall per sicurezza.. sono cavoli miei cosa leggo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Shu
    > - Scritto da: micky
    >
    > > parliamoci chiaro, l'unico vantaggio degli
    > ebook
    > > rispetto ai libri cartacei, a parte lo spazio
    > > fisico liberato, è il fatto che si possono
    > > scaricare aggratis.
    >
    > Aggiungici che puoi scegliere le dimensioni del
    > font che preferisci, che un lettore pesa 300g e
    > non 800 o oltre come alcuni libri, che in molti
    > puoi attivare la retroilluminazione e leggerli al
    > buio (in galleria o la sera in treno, per dirne
    > due), che lo puoi leggere con una mano sola
    > (prova a girare pagina con una mano sola), che
    > puoi portarti solo il reader e avere dentro un
    > centinaio di libri, invece di riempire la valigia
    > lasciando a casa i vestiti, che li puoi leggere
    > sull'ebook, sul tablet e/o sul telefono (a tua
    > scelta) oltre che sul PC. Per ora non mi viene in
    > mente altro, ma probabilmente ci sono altri
    > vantaggi.
    >
    > Sì, ci sono anche svantaggi, ma non la puzza di
    > carta o la polvere o lo spazio che occupano. Sto
    > pensando più al fatto che serve corrente per
    > ricaricare il lettore. Altri svantaggi non me ne
    > vengono in
    > mente.

    io ne so uno.. almeno inizialmente con il tablet retroilluminato ho pianto per 3 giorni.. poi mi è passato.. temo che cmq gli occhi ne risentiranno in vecchiaia..
    ma i vantaggi sono davvero tanti
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > è ancora anni luce lontana dal potere sostituire
    > il libro cartaceo ... in tutti i libri le pagine
    > hanno un odore caratteristico che dipende
    > dall'inchiostro utilizzato. Un libro non è solo
    > vista della pagina, ma anche esperienza olfattiva
    > e sensoriale, quest'ultima legata alla qualità
    > della carta utilizzata.
    > Poi se uno si vuole accontentare come si dice:
    > chi si contenta gode
    >A bocca aperta

    L'odore che ti piace tanto sono tipicamente stafilococchi e miceti.
  • - Scritto da: prova123
    > è ancora anni luce lontana dal potere sostituire
    > il libro cartaceo ... in tutti i libri le pagine
    > hanno un odore caratteristico che dipende
    > dall'inchiostro utilizzato. Un libro non è solo
    > vista della pagina, ma anche esperienza olfattiva
    > e sensoriale, quest'ultima legata alla qualità
    > della carta
    > utilizzata

    No ti sbagli, un libro è SOLO lettura (e non "vista") della pagina, e lo scrittore è interessato SOLO al fatto che ai suoi lettori piaccia il testo che ha scritto. Il resto sono tue seg*e mentali.
    non+autenticato
  • Non è proprio così, lo scrittore è solo interessato che tu acquisti il suo libro, che poi tu lo legga o lo usi per accendere il camino non gliene può fregare di meno ... anzi se lo usi per accendere il camino potrebbere essere più contento perchè così potresti acquistarne un altro.
    non+autenticato
  • Musica e commenti?
    L'ennesima App per il telefonino?
    I lettori forti, che sono il mercato di un servizio così usano l'e-ink.
    Un libro a scadenza per il lettore ebook lo accetterei, l'app con la colonna sonora da leggere sul telefono, no.
  • - Scritto da: TuttoaSaldo
    > Musica e commenti?
    Il mio vecchio sony ha l'uscita per le cuffieOcchiolino
    non+autenticato
  • ... i fumetti digitali per come li fanno ora fanno pena. Jpeg di pessima qualità.
    Dato che in origine le tavole sono tutte in formato digitale e vettoriale, il fumetto digitale deve essere un formato vettoriale. Non come i cbr che fanno schifo. Provate a leggere qualche fumetto in lingua originale giapponese. E' semplicemente impossibile!
    non+autenticato
  • Un libro non ne' un gioco, un film o una canzone: mentre lo leggo lo posso ricopiare anche a bassa tecnologia: occhi, foglio e penna!
    450 Pagine per un tomo su "i promessi sposi" a 20Euro in formato digitale?
    No grazie, puoi fregare solo me: lo compro e poi lo ricopio, quanto di impiego, 3 paginette al giorno prendendomela molto calma? fanno 150 giorni, 5 mesi, dopodiche lo salvo in pdf e via, si invia a tutti gli amici.

    Sta per finire la pacchia degli editori grassi e pasciuti!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: ...
    > > lo posso ricopiare anche a bassa
    > > tecnologia: occhi, foglio e
    > > penna!
    >
    > guarda che nel peggiore dei casi basta uno
    > scanner e un programma di
    > OCR.

    no, nel peggiore serve proprio occhio, foglio e penna, come dicevo io.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: unaDuraLezione
    > > - Scritto da: ...
    > > > lo posso ricopiare anche a bassa
    > > > tecnologia: occhi, foglio e
    > > > penna!
    > >
    > > guarda che nel peggiore dei casi basta uno
    > > scanner e un programma di
    > > OCR.
    >
    > no, nel peggiore serve proprio occhio, foglio e
    > penna, come dicevo
    > io.

    no perchè nel peggiore dei casi metti l'e-book reader dentro uno scanner e poi vai di ocr, i reader hanno schermo e-ink che non emette luce quindi gli scanner riescono a scansionarli bene come fosse carta
    non+autenticato
  • - Scritto da: nonmidire
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: unaDuraLezione
    > > > - Scritto da: ...
    > > > > lo posso ricopiare anche a bassa
    > > > > tecnologia: occhi, foglio e
    > > > > penna!
    > > >
    > > > guarda che nel peggiore dei casi basta uno
    > > > scanner e un programma di
    > > > OCR.
    > >
    > > no, nel peggiore serve proprio occhio, foglio e
    > > penna, come dicevo
    > > io.
    >
    > no perchè nel peggiore dei casi metti l'e-book
    > reader dentro uno scanner e poi vai di ocr, i
    > reader hanno schermo e-ink che non emette luce
    > quindi gli scanner riescono a scansionarli bene
    > come fosse
    > carta

    no, il peggiore dei casi e' non avere lo scanner e dover andare con occhio, foglio e penna, come dicevo io.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: ...
    >
    > > no, il peggiore dei casi e' non avere lo
    > scanner
    > > e dover andare con occhio, foglio e penna,
    > come
    > > dicevo
    > > io.
    >
    > No. Nel peggiore dei casi non hai la carta e non
    > hai la penna, sei cieco e senza
    > mani.

    facciamo a sparare cazzate? ok. Il caso peggiore e' essere morti.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)