Contrappunti.it/ La tecnologia è stupida?

di M. Mantellini. Devo riservarle una attenzione particolare. Per una forma di rispetto alla sacralità della capacità di calcolo, al fascino della RAM, alla poeticità intrinseca del plug and play

Roma - La tecnologia è stupida? Voglio dire: insieme alla velocità con cui cambia e alle opzioni che ogni giorno crea, la tecnologia porta con se una quota di stupidità inevitabile? O siamo invece noi disposti ad accettare supinamente qualsiasi debolezza in cambio del nostro necessario aggiornamento tecnologico?

Nei personal computer, macchine complesse per definizione (qualche volta sembrerebbe quasi "complesse per ripicca"), è difficile non trovare manifestazioni di stupidità clamorosa. Indiscutibili e nello stesso tempo quasi del tutto ignorate.

Pensavo questo, qualche giorno fa, ascoltando il rombo del mio nuovo computer diffondersi in tutta la casa da sotto la scrivania dello studio.
Accendo il PC ed è come se accendessi il phon: un soffio fastidioso e continuo si sparge per l'ambiente circostante. Entrare nello studio (dove il computer resta acceso per molte ore al giorno) è ormai una esperienza acustica simile all'ingresso nel centro controllo della Nasa. Vi confesso: mia moglie non ne è entusiasta.

E ' colpa della ventola, mi dicono. Serve per raffreddare i bollenti spiriti di CPU dalle frequenze ormai ben oltre il gigahertz, mi dicono. Se non la vuole sentire si compri un Imac, mi dicono. Che la ventola non l'ha.

Così mi chiedevo: perché devo pagare a caro prezzo una macchina che produce un inquinamento acustico che farebbe saltare i nervi ad un santo quando è possibile senza troppi equilibrismi costruirne una che lavora nel più assoluto silenzio?

Sono più stupido io, consumatore fino ad oggi disinteressato al problema (ed in ogni caso il mio vecchio personal "urlava" molto meno di quello attuale) o lo sono di più quelli che questi computer-phon producono e vendono?

Altra piccola questione ugualmente significativa di una mentalità ormai partita per la tangente: per quale ragione per spegnere un PC non è sufficiente un bel bottone come su tutte le altre apparecchiature connesse alla rete elettrica? Non sono certo il primo che se lo chiede.

E ' come se qualcuno volesse dirmi che, poiché la macchina è complessa, poiché sa fare cose difficili, cose per intenderci che il mio phon nemmeno si sognerebbe, devo riservarle una attenzione particolare. Per una forma di rispetto alla sacralità della capacità di calcolo, al fascino della RAM, alla poeticità intrinseca del plug and play.

E non è un caso che quanti ignorano questo linguaggio tecnologico, quando devono spegnere il computer, pigino semplicemente il bottone più grosso che si trovano a tiro. Esattamente come fanno ogni qualvolta spengono un qualsiasi altro attrezzo elettronico.

Dopo aver mille volte imprecato all'indirizzo di mia figlia che per "spegnere" Monkey Island e precipitarsi in piscina spinge semplicemente il bottone grande sul case del PC, oggi ho la sensazione che questa piccola ribellione sia diventata tecnologicamente necessaria e che impugnare il mouse(1), premere start(2), premere chiudi sessione(3), selezionare "arresta il sistema"(4), premere OK (5), leggere "attendere: arresto del sistema in corso"(6), leggere "ora è possibile spegnere" (7) e finalmente premere il tasto di spegnimento(8) sia una operazione con un tasso di demenzialità inaccettabile. Anche per chi, come me, usa i PC da molti anni.

E ' una dittatura da combattere. E non è un caso che nel mio nuovo PC-phon spegnere semplicemente la macchina premendo il tasto power non sia più consentito. Semplicemente. Tu spingi il bottone e la macchina, cattiva e dispettosa, resta accesa. Come se volesse dimostrare la sua autonomia intellettuale nei tuoi confronti.

Il demone che ci vuole succubi del PC e delle sue insensate procedure continua così la sua opera: vorrà dire che quando anche questo computer, destinato come gli altri ad un invecchiamento velocissimo, passerà nella camera di mia figlia, per spegnere Monkey Island e precipitarsi in piscina diverrà per lei necessario sradicare con uno strattone la spina elettrica dal muro.

In nome di un utilizzo amichevole della tecnologia che tarda davvero a dare segno di sè. O in attesa della prossima contromisura taiwanese: una bella batteria tampone che mantenga la bestia attiva e frusciante nonostante tutto e tutti.

Massimo Mantellini
TAG: italia
60 Commenti alla Notizia Contrappunti.it/ La tecnologia è stupida?
Ordina
  • Si sa fin dagli anni 50 che il computer è semplicemente un cretino ad alta (forse ora altissima) velocità. Su questa considerazione, e anche sulla altra banale considerazione che quello che non c'è non si può guastare, non ci vuole un gran genio a supporre che man mano che l'aumento della tecnologia porta oggetti sempre più sofisticati, porta anche oggetti sempre più delicati e che richiedono cure per essere maneggiati. E' vero, alcuni di questi problemi possono essre evitati, ma a che prezzo?

    'Dicono' che l'iMac non abbia la ventola, è vero, ma quante altre 'caratteristiche' non possiede l'iMac? E' compatto, è vero, silenzioso, elegante... e chiuso: la dotazione di porte di I/O è limitata, non esistono slot di espansione e c'è un solo slot per Ram aggiuntiva, tutte cose che riducono il costo finale, ma non fanno altro che accorciare il già breve periodo oltre il quale il prodotto diventa obsoleto.

    Ora, cosa ci vuole per produrre un computer con le caratteristiche degli altri, ma anche silenzioso? I vari soloni che predicano contro la stupidità della tecnologia odierna provino a immaginare delle soluzioni, il loro costo, e provino a vedere se questo costo aggiuntivo verrebbe gradito dal mercato dei Pc. Ovviamente non dimentichino che nei Pc non ci sono solo le ventole, ma anche gli Hard Disk, che fanno anche loro il loro bravo rumore. Se su una macchina piccola come l'iMac è possibile annegare l'Hard Disk (uno solo) in modo che non faccia troppo rumore, in altre non è così facile.

    Parliamo seriamente dello spegnimento del sistema: non è una novità odierna il fatto che se si vuole poter spegnere in qualsiasi momento (Con l'interruttore) un elaboratore, occorre fare in modo che nel momento dello spegnimento il disco rigido sia in uno stato stabile, senza file aperti o altre situazioni che possono essere 'completate' solo con le informazioni presenti nella memoria del computer, mentre a posteriori si può fare solo un rattoppo (Leggasi Scandisk). Se nei Pc sotto Dos questi danni erano limitati dal fatto di avere sempre un solo programma in esecuzione alla volta, questo non significa che non ci fossero, né che le case consigliassero di spegnere la macchina con l'interruttore senza chiudere l'applicativo in esecuzione in quel momento. Che poi l'operazione debba essere compiuta in 3 comandi di mouse invece che con un pulsantino che avvii tutto il processo, non mi sembra un gran dramma, sono anche convinto che la bambina di 9 anni impara a fare lo shutdown del sistema molto prima del genitore (se poi per la fretta non ci pensa sono affari suoi). Proprio perché l'autore sostiene di essere un utente del Pc da vari anni non capisco perché l'operazione di spegnimento del sistema debba essere visto come un rito imposto da un demone cattivo e non come una necessità visto il tipo di macchina e l'architettura del software.

    Man mano che vado avanti negli anni, mi accorgo che imparare a usare 'bene' il computer non significa conosere a menadito tutte le voci dei menu di Word, ma capire come funzionano e come queste funzioni possano venire implementate nei vari programmi, capire insomma come lavora il computer. Questo, e non altro, fornisce la pratica necessaria per lavorarci bene, riuscire a trovare strade alternative quando qualcosa non va o non si riesce a trovare il modo giusto per fare una certa cosa, e rappresenta in tutti i casi una grande soddisfazione personale. E' un peccato che Mantellini, pur con i suoi lunghi anni di uso del Pc, manchi completamente questo obiettivo. O forse non lo manca affatto, ma crede che quello che scrive sia quello che il neofita, colui che del Pc ha veramente paura, vuole sentire.

    Questo non va bene per nessuno: il neofita viene portato a pensare che ci sia un motivo per i suoi fallimenti con il Pc e una 'scusante' per non progredire ulteriormente. Il meno neofita invece rimane irritato dalla superficialità delle affermazioni, avendo ormai superato la fase della paura o dello stupore davanti alla (citando testualmente) 'sacralità della capacità di calcolo, al fascino della RAM, alla poeticità intrinseca del plug and play'.

    Parlando meno seriamente, se si escludono le macchine DOS e gli altri micro degli anni 80, tutto il resto del mondo conosciuto ha sempre dovuto fare i conti con il fatto che uno spegnimento brutale della macchina portava problemi: ricordo un bellissimo (efficientissimo per i tempi) IBM S/38, di circa 15 anni fa... tuttora funziona bene (A parte l'affidabilità dell'hardware che è quella che è, per l'età e la mancanza di ricambi nuovi), peccato che se viene spento male richieda 4 ORE alla riaccensione per ricontrollare i dischi.

    Quell'S/38 è via di dismissione, se Mantellini lo vuole credo possa averlo anche regalato (purché paghi la Gru per tirarlo giù dal 3° piano dello stabile e attrezzi un'alimentazione trifase nel suo ufficio), non sarà velocissimo e i terminali sono solo a caratteri, ma ovviamente sono compresi i due metri lineari di documentazione originale IBM con le immancabili annotazioni autografe dei sistemisti e, usite udite, l'interruttore è a levetta ON/OFF e usando quello invece del sezionatore trifase sul quadro elettrico il sistema provvede a eseguire uno shutdown corretto prima di fermare i motori, in modo da richiedere, al successivo boot, SOLO 15 minuti, una vera scheggia.
    non+autenticato


  • - Scritto da: DPY
    > E' un peccato che
    > Mantellini, pur con i suoi lunghi anni di
    > uso del Pc, manchi completamente questo
    > obiettivo. O forse non lo manca affatto, ma
    > crede che quello che scrive sia quello che
    > il neofita, colui che del Pc ha veramente
    > paura, vuole sentire.

    tutt'altro caro DPY.
    Non si tratta di una concessione a nessuno. Si tratta piuttosto del tentativo, in atto un po' ovunque, di ragionare sulla razionalizzazione dell'elettronica in genere e dei PC in particolare. Come forse saprai esiste un ampio dibattito al riguardo che sembra dirigersi verso la parcellizzazione dei device (quelle che Norman definisce infoappliance) ......sul fatto che il PC sia oggi "troppo".......che contenga troppo e serva a fare troppe cose sono ormai un po' tutti d'accordo.....

    ma anche senza arrivare a discorsi tanto astratti e' abbastanza singolare che in tempi di nanotecnologie e clock a 2 giga nessuno sia interessato a problemi banali come rendere un PC, (un aggeggio che e' dentro la casa di piu' di meta' degli americani e che quindi e' a tutti gli effetti un normale eletrodomestico) piu' semplice da usare......lo fa apple da un po solo perche'si tratta di un valore aggiunto insito nel prodotto che vende.....

    la Compaq ha recentemente promesso che prossimamente ammortizzera' gli HD dei suoi prossimi PC (e comunque tutti i produttori oggi si chiedano se esista davvero un mercato per PC piu' silenziosi o se sia solo la "fissa" di quattro scienziati) , .....si studiano ventole intelligenti ma la grande maggioranza delle macchine escono assemblate oggi con rumorosita' impressionanti....nel disinteresse generale.....e anche gli interventi in questo forum mi pare confermino la sostanziale chiusura degli utenti dei PC verso un problema del genere.....

    e un interruttore che si occupi di terminare la sessione semplicemente (almeno per chi si aspetta che la tecnologia sia trasparente) e' ancora una chimera.....

    la sensazione e' che il "mood" di chi le macchine inventa e produce sia molto simile a quello di chi gli stessi apparecchi utilizza intensamente e con cognizione di causa.....il che ovviamente non esclude che proseguire sulla strada della "complicazione senza motivi" sia una miopia grande grossa e destinata prima o poi a trovare una correzione.

    saluti

    M.
    non+autenticato
  • Caro Mantellini.

    Il tuo PC e' un ATX. Prova a spegnerlo premendo lo stesso tasto che usi per accenderlo.
    Se il tuo computer e' stato configurato come si deve si spegnera' nel giro di 3 secondi.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Alex
    > Caro Mantellini.
    >
    > Il tuo PC e' un ATX. Prova a spegnerlo
    > premendo lo stesso tasto che usi per
    > accenderlo.
    > Se il tuo computer e' stato configurato come
    > si deve si spegnera' nel giro di 3 secondi.

    Non ho alcuna voglia adesso di sapere cosa vuol dire "configurato come si deve". Sto scrivendo una relazione, ho altro da fare, non mi interessa. Perche' mai il mio sistema Windows, senza tanti cazzi, non fa come un sistema Apple?
    Il design e' importante; io ne sono convinto anche se continuo a usare tranquillamente i sistemi Windows e i sistemi Linux.
    Sono uno smanettone da sempre ma a volte vorrei dedicarmi a qualcosa piu' interessante dello spegnimento del mio computer.
    Che cosa hai da rispondermi?
    non+autenticato
  • Io mi alzo e pigio il tasto di accensione spegnimento.. mentre mi avvio per uscire dalla mia stanza dove ho il computer... si spegne.. e dopo 1 secondo anche il monitor.

    Se il tuo non lo fa e per te e' anche un problema fare 5 semplici operazioni shutdown a mano, non oso immaginare quanto sia pesante per te respirare o peggio masticare.

    Se sei ignorante, nel senso che Ingori come si configura un computer, sono affari tuoi.
    Ti consiglio caldamente di prendere un bel Imac cosi il tuo problema sara' risolto.

    Un pc compatibile puo' essere una porcheria oppure una macchina splendida.
    E' talmente vario il mondo dei compatibili che e' necessario intendersene di computers per scegliere i prodotti migliori e piu' affidabili.
    Insomma.. ad ognuno il suo.

    - Scritto da: Stefano Calzetti
    >
    >
    > - Scritto da: Alex
    > > Caro Mantellini.
    > >
    > > Il tuo PC e' un ATX. Prova a spegnerlo
    > > premendo lo stesso tasto che usi per
    > > accenderlo.
    > > Se il tuo computer e' stato configurato
    > come
    > > si deve si spegnera' nel giro di 3
    > secondi.
    >
    > Non ho alcuna voglia adesso di sapere cosa
    > vuol dire "configurato come si deve". Sto
    > scrivendo una relazione, ho altro da fare,
    > non mi interessa. Perche' mai il mio sistema
    > Windows, senza tanti cazzi, non fa come un
    > sistema Apple?
    > Il design e' importante; io ne sono convinto
    > anche se continuo a usare tranquillamente i
    > sistemi Windows e i sistemi Linux.
    > Sono uno smanettone da sempre ma a volte
    > vorrei dedicarmi a qualcosa piu'
    > interessante dello spegnimento del mio
    > computer.
    > Che cosa hai da rispondermi?
    non+autenticato
  • > Non si tratta di una concessione a nessuno.
    > Si tratta piuttosto del tentativo, in atto
    > un po' ovunque, di ragionare sulla
    > razionalizzazione dell'elettronica in genere
    > e dei PC in particolare. Come forse saprai
    > esiste un ampio dibattito al riguardo che
    > sembra dirigersi verso la parcellizzazione
    > dei device (quelle che Norman definisce
    > infoappliance) ......sul fatto che il PC sia
    > oggi "troppo".......che contenga troppo e
    > serva a fare troppe cose sono ormai un po'
    > tutti d'accordo.....

    Nulla vieta di proporre dei sistemi alternativi, piu' limitati, piu' o meno chiusi, ma piu' facili da usare, ognuno dedicato ad un certo gruppo di applicazioni. Probabilmente e' il futuro, e c'e' chi preconizza un rapido declino dei sistemi 'general purpose' attuali (e quindi anche di Windows) in favore di questi device leggeri. IMHO sono periferiche con un loro mercato, perfettamente in grado di sostituire un Pc per usi specifici, assolutamente inadatte a sostituire i Pc in tutto e per tutto. Avranno sicuramente un
    grande futuro, ma rimarra' sempre uno 'zoccolo duro' di utenti, anche hobbisti, che preferira' la 'machina grossa', pesante, piu' difficile da
    usare, ma in grado di fare quasi tutto.

    > e' abbastanza singolare che in
    > tempi di nanotecnologie e clock a 2 giga
    > nessuno sia interessato a problemi banali
    > come rendere un PC, (un aggeggio che e'
    > dentro la casa di piu' di meta' degli
    > americani e che quindi e' a tutti gli
    > effetti un normale eletrodomestico) piu'
    > semplice da usare......lo fa apple da un po
    > solo perche'si tratta di un valore aggiunto
    > insito nel prodotto che vende.....

    A me pare invece che MS abbia fatto grandi sforzi per rendere i suoi prodotti facili da utilizzare. I risultati possono non essere giudicati all'altezza, e a mio parere sono state fatte delle scelte sbagliate, ma gli sforzi sono stati fatti. Apple invece tenta queste cose non 'da un po'', ma da almeno 15 anni, visto che le sue norme per costruire interfacce utente consistenti e facili da usare sono state via via scopiazzate da tutti.
    Semmai, e' proprio Apple che in questi ultimi anni sta facendo marcia indietro, proponendo interfacce molto piu' scenografiche, ma piu' difficili da padroneggiare, oppure perdendosi in scelte inesplicabili ai piu'. Valga per il primo caso il player Quick Time 4, la cui interfaccia e' stata
    duramente criticata (vedasi http://www.iarchitect.com/qtime.htm), ma nonostante questo Apple ha insistito costruendo i suoi Sherlock I e II con gli stessi dettami. Vedasi per il secondo caso il mouse rotondo, scomodissimo, che assieme alla tastiera ridotta ha infestato i nuovi modelli Apple per un paio di anni. Anche senza bisogno di retromarce clamorose, comunque il paradigma della facile utilizzazione e' annebbiato da un sistema operativo di impostazione antiquata, fragile e privo di una efficiente gestione del multitask. Paragonare un iMac a un Pc e' fuoriviante, perche' un iMac non ha le stesse potenzialita' di un Pc tradizionale, e' una macchina potente ma piu' chiusa: se l'utente ha esigenze tali da essere soddisfatte da un iMac, compri pure quello, purche' sappia cosa fa e non venga a lamentarsi dopo che la tal periferica non si puo' connettere, che il software XXX non e' compatibile, che non puo' collegare un monitor piu' grande, e cosi' via.
    Ah, e' vero, Apple ha un merito enorme: il mouse con un solo tasto, che evita le varie chiamate degli utenti verso i servizi di assistenza, chiamate dove si afferma che 'il tasto del mouse non funziona', salvo poi scoprire che da
    mezz'ora stanno tentando di usare il pulsante destro.

    > la Compaq ha recentemente promesso che
    > prossimamente ammortizzera' gli HD dei suoi
    > prossimi PC (e comunque tutti i produttori
    > oggi si chiedano se esista davvero un
    > mercato per PC piu' silenziosi o se sia solo
    > la "fissa" di quattro scienziati)

    Qui piu' che la chiusura degli utenti rispetto al problema della rumorosita' mi e' parso di vedere che la maggior parte dei commenti si sono incentrati sul pulsante di spegnimento perdendo di vista il problema complessivo. Anch'io sono comunque del parere che la rumorosita' non sia un problema sentito dalla maggioranza degli utenti, e per questo motivo non ritengo che il costo medio dei Pc debba essere aumentato da una tendenza generale all'aumento dell'insonorizzazione.

    > la sensazione e' che il "mood" di chi le
    > macchine inventa e produce sia molto simile
    > a quello di chi gli stessi apparecchi
    > utilizza intensamente e con cognizione di
    > causa.....

    La mia sensazione (da 'addetto ai lavori', ovviamente, e quindi fondamentalmente di parte) e' proprio quella contraria: se veramente lo sviluppo dei Pc venisse spinto dalle idee di chi li usa pesantemente, avremmo solo Windows NT, neanche W2000, che ha una GUI con troppi fronzoli, e sistemi operativi come Unix (Possiamo mettere in mezzo anche Linux, ma solo distribuzioni 'vechio stile' come Slackware, che guarda caso e' quella che utilizzo, e ovviamente BSD). Vengono aggiunti
    appesantimenti su appesantimenti (vedasi il caso classico dei 'foglietti che svolazzano' su Windows) per rendere il sistema comprensibile ai neofiti, senza accorgersi che questi sistemi appesantiscono il lavoro quotidiano e disturbano tutti coloro che non ne sentono il bisogno (vedasi lo stradiscusso 'assistente' di Office).

    Semmai e' proprio questo uno dei problemi: la corsa all'introduzione di automatismi sopra altri automatismi, atti a far si' che il sistema si
    configuri da solo senza l'intervento dell'utente, unita alla mania di aggiungere funzionalita' sopra altre funzionalita' per spingere il mercato
    verso i continui upgrade. Tutte queste operazioni mettono in secondo ordine l'altra attivita', parimenti fondamentale: quella di ottimizzazione del codice e rimozione dei bug. Invece i bug diventano paradossalmente l'argomento di marketing preferito durante il lancio di una nuova versione di un prodotto, momento in cui viene affermato
    con soddisfazione che sono stati corrette le varie migliaia di bug che infestavano la versione precedente (e ovviamente si tace su quelli nuovi). L'eventualita' che l'utente rimanga perplesso di fronte all'affermazione fatta di punto in bianco che il software che ha usato fino ad allora (oltre che, casualmente, profumatamente pagato, magari spinto dalle precedenti affermazioni del marketing che lo decantavano come il top) era un concentrato di problemi non viene neanche presa in considerazione. Al massimo si cerca di educare l'utente al fatto che 'gli errori sono inevitabili', come insegna il famoso caso della schermata blu durante una presentazione di Windows 98 alla presenza di Bill Gates, un falso storico visto che si nota chiaramente che la schermata blu viene 'emulata' in una finestra grafica, mentre le icone sottostanti rimangono visibili.

    In fin dei conti, su una cosa siamo d'accordo: i pc attuali hanno problemi. IMHO e
    non+autenticato
  • per ovviare alla terribile sequenza di spegnimento del computer che mantellini è riuscito a dividere in ben 8 parti che sembrano una più complicata dell'altra, basta un sistema ATX (che mantellini ha) e una tastiera con i tre tastini di funzionamenti (spegni, accendi, standby)... magari mantellini la ha ma non se ne è accorto.... a quel punto basta prendere il pulsante spegni ed è fatta.

    Per la rumorosità.. il mio computer emette un ronzio appena distinguibile.. ma se proprio i rumori lo terrorizzano basta scegliere con cura la ventolina e comprare dei rivestimenti da inserire all'interno del case...

    Se per queste due stronzate cmq mi venite a dire che la tecnologia è stupida.... vabbeh!
    non+autenticato
  • L'ironia proprio non passa eh?
    Sorride
    non+autenticato


  • > L'ironia proprio non passa eh?
    > Sorride
    + che ironia è parsa comicità demenziale
    non+autenticato
  • Un computer che sia silenzioso (perchè non ha bisogno della ventola) e che si spegne con un tasto solo?
    iMac lo è e lo fa!
    La tecnologia semplice esiste.
    Saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gualtiero Parlante
    > Un computer che sia silenzioso (perchè non
    > ha bisogno della ventola) e che si spegne
    > con un tasto solo?
    > iMac lo è e lo fa!
    > La tecnologia semplice esiste.

    ancora?
    E allora come mai i nuovi Cube sono piu' silenziosi se gia' gli iMAc lo erano?
    come fa una cosa ad essere piu' silenziosa del silenzio?
    iMac non e' un computer per usi professionali, e lo dice Apple, non io.

    per non parlare delle altre complicazioni che uno si troverebbe a dover affrontare solo per dar retta a te e prendersi una tecnologia di una casa che non a caso ha percentuali ridicole del mercato.

    e poi sul serio trovi semplice cliccare sul monitor su un icona a forma di melina per fare tutto o premere 3 tasti insieme per qualsiasi cosa dato che il mouse ha un solo enorme tasto?

    non+autenticato
  • - Scritto da: CrapX
    > - Scritto da: Gualtiero Parlante
    > > Un computer che sia silenzioso (perchè non
    > > ha bisogno della ventola) e che si spegne
    > > con un tasto solo?
    > > iMac lo è e lo fa!
    > > La tecnologia semplice esiste.
    >
    > ancora?
    > E allora come mai i nuovi Cube sono piu'
    > silenziosi se gia' gli iMAc lo erano?
    > come fa una cosa ad essere piu' silenziosa
    > del silenzio?
    > iMac non e' un computer per usi
    > professionali, e lo dice Apple, non io.
    >
    > per non parlare delle altre complicazioni
    > che uno si troverebbe a dover affrontare
    > solo per dar retta a te e prendersi una
    > tecnologia di una casa che non a caso ha
    > percentuali ridicole del mercato.
    >
    > e poi sul serio trovi semplice cliccare sul
    > monitor su un icona a forma di melina per
    > fare tutto o premere 3 tasti insieme per
    > qualsiasi cosa dato che il mouse ha un solo
    > enorme tasto?
    Con un solo enorme tasto arrivo a lavorare benissimo. Facciio tutto e bene! Per quanto riguarda il silenzio è vero. Il Cubo silenziosissimo. Non si parla di silenzio totale ecco perché una cosa può essere più silenziosa di un'altra!
    Ma la verità ti da tanto fastidio?
    Qui leggo che gli utenti PC possono scrivere quello che vogliono, gli utenti Apple, quando si fanno sentire dicendo la verità vengono criticati perché troppo presenzialisti.
    e quote di mercato poi! Sono quelle che fanno un buon computer! M$ ha un monopolio con la complicità dello Stato Italiano che usa quasi esclusivamente PC (e le cose vanno bene, verò?).
    Perché quando si parla di qualità di un computer voi utenti PC snocciolate il classico " ma noi siamo tanti e voi pochi!" che non significa nulla! Porta esempi, parla di tecnologia, di risultati pratici eseguiti su campo da test super partes. Allora parliamo chiaro altrimenti posso pensare che gli utenti PC sono solo un gregge dove "lo fanno tutti lo faccio anch'io". I commenti come i tuoi mi autorizzano a pensare ciò che ho scritto. Vorrei che qualcuno mi dimostrasse il contrario parlandomi di qualità fatta da Bill e che non abbia copiato da nessuno. La volta scorsa non ho avuto risposta, segno che una risposta non c'è.
    Se la verità ti da tanto fastidio... vivi nella menzogna e resta a guardare mentre la tecnologia va avanti!!! Apple fa computer silenzioni, li fa di qualità e li fa semplici da usare per aumentare la produttività. Se non ci credi il problema è tuo.
    non+autenticato
  • Scordavo:
    > E allora come mai i nuovi Cube sono piu'
    > silenziosi se gia' gli iMAc lo erano?
    > come fa una cosa ad essere piu' silenziosa
    > del silenzio?
    > iMac non e' un computer per usi
    > professionali, e lo dice Apple, non io.
    Già, è vero. Ma iMAc è cmq molto potente e quindi utilizzabile anche per lavoro. Ma cosa scrivo a chi usa ancora i dischetti da 1,4"?!!!
    non+autenticato

  • >.......Ma iMAc è cmq molto potente e
    > quindi utilizzabile anche per lavoro. Ma
    > cosa scrivo a chi usa ancora i dischetti da
    > 1,4"?!!!

    Laura, non credere a tutto quello che ti dicono!
    La semplicita' e l'innocenza con cui dici queste cose, a cui certamente credi, mi fa sorridereSorride.

    Prova per un attimo a mettere in discussione quello che ti e' stato detto e a cui credi, dopotutto gli evangelisti del mac esistono per davvero, e prova a pensare che forse tutti gli altri, intendo quelli che non usano un Imac, potrebbero non essere cosi stupidi.

    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex
    >
    > >.......Ma iMAc è cmq molto potente e
    > > quindi utilizzabile anche per lavoro. Ma
    > > cosa scrivo a chi usa ancora i dischetti
    > da
    > > 1,4"?!!!
    >
    > Laura,
    ???
    non credere a tutto quello che ti
    > dicono!
    > La semplicita' e l'innocenza con cui dici
    > queste cose, a cui certamente credi, mi fa
    > sorridereSorride.
    Uso Mac da 8 anni e ho un cugino cunsulente (uno con le p...e, ex programmatore di PC).
    > Prova per un attimo a mettere in discussione
    > quello che ti e' stato detto e a cui credi,
    > dopotutto gli evangelisti del mac esistono
    > per davvero, e prova a pensare che forse
    > tutti gli altri, intendo quelli che non
    > usano un Imac, potrebbero non essere cosi
    > stupidi.
    Non sono una fatina sognante. Sono un'utente libero-professionista che leavora 14 ore al giorno.
    non+autenticato

  • > Uso Mac da 8 anni e ho un cugino cunsulente
    > (uno con le p...e, ex programmatore di PC).

    Quindi?
    Io sono 21 anni che uso il computer per hobby e per lavoro. Non ho bisogno di cugini con le P...e.

    > Non sono una fatina sognante. Sono un'utente
    > libero-professionista che leavora 14 ore al
    > giorno.

    Mi dispiace sapere che lavori così tanto.
    Io sono diversi anni invece che riesco a lavorare in media 8 ore al giorno, 3 giorni su 7.
    Uso una workstation windows nt e faccio lavori che vedi tutti i giorni nelle televisioni senza problemi ed intoppi.
    Prendi anche me come esempio invece delle solite storielle sui floppy, winsozz, wintel, troll, bill e affini.

    Bye
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex
    >
    > > Uso Mac da 8 anni e ho un cugino
    > cunsulente
    > > (uno con le p...e, ex programmatore di
    > PC).
    >
    > Quindi?
    > Io sono 21 anni che uso il computer per
    > hobby e per lavoro. Non ho bisogno di cugini
    > con le P...e.
    Be per me fanno 15 se consideriamo il Commodore un computer!!! A me piace avere un parente con le p...e perché ho qualcuno con cui dialogare di fatti e non utopie e credenze popolari!
    > > Non sono una fatina sognante. Sono
    > un'utente
    > > libero-professionista che leavora 14 ore
    > al
    > > giorno.
    >
    > Mi dispiace sapere che lavori così tanto.
    Lavoro così tanto perché ho tanto lavoro!!!
    > Io sono diversi anni invece che riesco a
    > lavorare in media 8 ore al giorno, 3 giorni
    > su 7.
    > Uso una workstation windows nt e faccio
    > lavori che vedi tutti i giorni nelle
    > televisioni senza problemi ed intoppi.
    > Prendi anche me come esempio invece delle
    > solite storielle sui floppy, winsozz,
    > wintel, troll, bill e affini.
    Questo non dipende dal computer ma dalla quantità di lavoro che hai! Se avessi un PC ci metterei di più!!!
    Le storielle su floppy e compagnia, che ti piaccia o no, è cio su cui si basa la differenza dei nostri computer e della filosofia con cui noi li usiamo!!!
    Mizzega che permaloso!!!
    Fatto sta che a darmi dischetti sono solo utenti PC. Ciò significa che combatto ogni giorno con files compttati in 3/4 dischetti, lenti, spesso danneggiati spesso da buttare che mi portano solo via tempo!!!
    Lavoro con utenti (95% per PC) che mi chiedono un "bel" depliant con foto scaricate da Internet [ :-/ ] che faccio diventare decenti a suon doi porchi! Ecco come si lavora, ecco cosa sono gli intoppi miei. Con le macchine nessun problema se non uso Word, Office e fonts di dubbia origine (spesso tratte da siti in bilico con la legalità).
    Probabilmente lavoro tanto perché pago il pegno per essere una donna e nuova nel mercato della grafica (ti è venuto in mente?)
    Cmq quanto ho detto sul Mac sono pronta a sottoscriverlo con il sangue mett(endo la mano sul fuoco perché sono certa (per esperienze personali e non: vedessi un utente PC con un 386 al quale ho fatto vedere un LC630 Apple che faccia ha fatto... dopo 1 settimana si è cenduto il computer con tavoletta e monitor appena acquistati per prendersi un Mac). Vedi... la vita non sempre va come fa comodo ma anche come dovrebbe andare!
    >
    > Bye
    Bye, grazie di esistere: tieni viva la mia mia gioia: se tutti usassere Apple io con chi me la prenderei!!! Che vita noiosa!!!
    non+autenticato
  • > Bye, grazie di esistere: tieni viva la mia
    > mia gioia: se tutti usassere Apple io con
    > chi me la prenderei!!! Che vita noiosa!!!

    Se tutti usassero Apple oggi saremo fermi, come tecnologia, a 10 anni fa.
    Tu avresti un bel G4 a 133Mhz con 32 mega di ram.
    Ti sarebbe costato 15 milioni.
    Io avrei dovuto acquistare il modello base di una Silicon Graphics da 180 milioni. Il software sarebbe indietro anch'esso di parecchi anni.... e cosi' tutto il resto.
    Forse non ti sei accorta che il tuo Apple e' esattamente uguale a qualsiasi altro compatibile, hai il Bus PCI, AGP, usb seriali, parallela, la Ram, gli stessi Harddisk, Dvd, modem, scheda di rete, la scheda grafica. Ti ricordi quando espandere un mac costava il doppio che ha prendere la stessa identica roba non marchiata Apple? Le uniche due differenze sono ancora il Processore e MacOS. Oramai il MacOs sta finendo di esistere per far posto ad uno Unix che spero prendera' piede come si deve tra voi utenti della mela, non si spiegherebbe altrimenti il motivo di questa necessita' nel fare un "nuovo" sistema operativo come OSX, che tralaltro si basa su qualcosa che esiste da anni, che rendera' un Mac molto piu' simile a tutti gli altri sistemi operativi Unix o NT.
    Il processore invece sarà l'unica cosa che fara' la differenza, buono per far girare qualche filtro di photoshop come girerebbe sui processori x86 piu' potenti, ma sempre piu' indietro per soddisfare le esigenze di tutti quelli che non usano photoshop e usano software dove l'altivec non serve a nulla (oserei dire il 95% delle applicazioni).

    Bye
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex
    > > Bye, grazie di esistere: tieni viva la mia
    > > mia gioia: se tutti usassere Apple io con
    > > chi me la prenderei!!! Che vita noiosa!!!
    >
    > Se tutti usassero Apple oggi saremo fermi,
    > come tecnologia, a 10 anni fa.
    A che mi risulta, e mi ripeto, da anni uso cose che gli utenti PC scoprono adesso, solo che nel frattempo anche quelle che uso io si sono potenziate. MacOsX nasce dall'esigenza di dare qualcosa non di buono ma di migliore.
    > Tu avresti un bel G4 a 133Mhz con 32 mega di
    > ram.
    Ma che cazzo dici che le vere innovazioni le ha apportate la Apple. Se ancora insisti è perché non ti sei mai degnato di vedere le cose come stanno!!! Quando Apple fa qualcosa tutti gli altri gli vanno dietro come salami!!! Senza MacOs sarebbe esistito Windows giacché il secondo è una brutta copia del primo??? Apple ha azzardato, era avanti di 20 anni rispetto agli altri e buttare il disvchetto dalla finestra è un'ennesima idea per dire "cose vecchie fuori dalle p...e". Se Apple non ci fosse Bil andrebbe avanti con quel cazzuto di Dos, i dischetti, i nomi a 8 caratteri e quella schifezza di Windows che non era un'interfaccio ma solo una "carta velina" che nascondeva il Dos più bieco! Apple adesso a rapporto qualità/prezzo costa meno di un PC quindi finiscila, tu ma anche tutti gli altri, di dire cose she si rifanno ad una realtà del passato. Cmq ad alti costi Apple ha fornito alta tecnologia. Dopotutto mi chiedo perché se tutto in Apple è uguale ai PC (Alien ti benedica Iddio) Apple ha prestazioni più elevate (ribadisco per la N volta: non lo dico io ma i test di laboratori autorevoli ed indipendenti). Nei laboratori sono tutti pagliacci , vero?!
    > Ti sarebbe costato 15 milioni.
    > Io avrei dovuto acquistare il modello base
    > di una Silicon Graphics da 180 milioni. Il
    > software sarebbe indietro anch'esso di
    > parecchi anni.... e cosi' tutto il resto.
    > Forse non ti sei accorta che il tuo Apple e'
    > esattamente uguale a qualsiasi altro
    > compatibile, hai il Bus PCI, AGP, usb
    > seriali, parallela, la Ram, gli stessi
    > Harddisk, Dvd, modem, scheda di rete, la
    > scheda grafica. Ti ricordi quando espandere
    > un mac costava il doppio che ha prendere la
    > stessa identica roba non marchiata Apple? Le
    > uniche due differenze sono ancora il
    > Processore e MacOS. Oramai il MacOs sta
    > finendo di esistere per far posto ad uno
    > Unix che spero prendera' piede come si deve
    > tra voi utenti della mela, non si
    > spiegherebbe altrimenti il motivo di questa
    > necessita' nel fare un "nuovo" sistema
    > operativo come OSX, che tralaltro si basa su
    > qualcosa che esiste da anni, che rendera' un
    > Mac molto piu' simile a tutti gli altri
    > sistemi operativi Unix o NT.
    > Il processore invece sarà l'unica cosa che
    > fara' la differenza, buono per far girare
    > qualche filtro di photoshop come girerebbe
    > sui processori x86 piu' potenti, ma sempre
    > piu' indietro per soddisfare le esigenze di
    > tutti quelli che non usano photoshop e usano
    > software dove l'altivec non serve a nulla
    Lo abbiamo e funziona.
    Mac intanto usa ancora il 9.0 e il 7.5 cambiare macchina non significa cambiare OS, lo si fa se si vuole migliorare le prestazioni. E' una macchina versatile e... se non hai capito ancora le qualità di questo computer... non prenderlo mai, fammi il favore, non meriti di entrare nel futuro che non è certo PC: per numero, forse, ma non certo per qualità!!!
    E intanto Bill copia, così facendo non puù arrivare primo e i suoi utenti con lui!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anna
    etc.etc.etc.etc..

    Caspita! Non pensavo di parlare con una Evangelista cosi sfegatata! Rilassati! Riposati!
    Se hai troppo lavoro da fare, dai la possibilita' anche ad altri di poter lavorare! Dai un contributo anche tu a debellare la disoccupazione invece di pensare solo ad accumulare soldi!
    Magari sei anche di Sinistra....

    Ciao

    Ps.
    Ma tu alla favola delle prestazioni dei G4 ci credi ancora?

    non+autenticato
  • "Fai un programma che anche un stupido può usare e solo gli stupidi lo useranno"
    non+autenticato
  • - Scritto da: drizzt
    > "Fai un programma che anche un stupido può
    > usare e solo gli stupidi lo useranno"
    Infatti sul PC trovi gli stessi programmi per Mac e sul Mac puoi usare Windows!!! Ma io sono intelligente e Windows non lo compro!!!
    non+autenticato
  • Un articolo del genere non me l'aspettavo proprio da Mantellini (che di solito leggo sempre con grandissimo piacere e interesse).

    Queste lamentele sulle manchevolezze che un po' tutte le interfaccee sistemi prima o poi mostrano, mi hanno riportato un po' indietro nel tempo. Creare sistemi realmente non User-Friendly e' importante, ma secondo me non bisogna confondere e semplicita' d'uso, con la mancanza di buonsenso ed elasticita' mentale necessari per manipolare sistemi complessi che spesso certi ambiti tecnici richiedono: lamentarsi del fatto che si usi una ventola rumorosa piuttosto che un sistema ad azoto liquido o un dissipatore passivo grosso come una scatola di biscotti, penso che non serva molto a mettere in luce queste problematiche.

    Senza contare che il paragone con l'Imac mi sembra quanto mai fuorviante ed improprio.

    non+autenticato
  • Io non dovrei star qui.
    Ma si parla di iMac, e io ce l'ho.
    e' nel mio studio, ma a soli tre metri dal letto dove dormo, lui sta acceso sempre, viene spento una volta alla settimana per le pulizie.
    Ovviamente e' silenziosissimo, di piu': non emette suono, punto.
    Ovviamente consuma un nientesimo di elettricita'
    Ovviamente il processore da 600 MHz consuma 4 W
    Ovviamente fa qualsiasi cosa alla portata di un Pentium III
    Ovviamente non posso capire perche' qualcuno lo considera una scelta "fuorviante"
    Ovviamente ha un sistema operativo che permette di spegnerlo andando sul menu' "altro" e selezionando "Smetti" a quel punto e' gia' spento e questo vale per tutti i modelli di Mac da vent'anni a questa parte.
    Quindi, se lo fa UN sistema operativo, non si puo' dire che sia una cosa "impossibile tecnologicamente"
    Ovviamente non capisco perche' un PC con un processore Pentium III a 1.1 GHz
    debba essere considerato un "sistema complesso"
    costa solo 2 milioni ed e' alla portata di regalo per molti ragazzi, una videocamera costa esattamente come un PC e viene resettata molto piu' di rado. La differenza sostanziale tra le due cose e' la presenza del sistema operativo....non sara' questa la causa?

    non+autenticato
  • - Scritto da: Larry
    > Io non dovrei star qui.
    > Ma si parla di iMac, e io ce l'ho.
    > e' nel mio studio, ma a soli tre metri dal
    > letto dove dormo, lui sta acceso sempre,
    > viene spento una volta alla settimana per le
    > pulizie.
    > Ovviamente e' silenziosissimo, di piu': non
    > emette suono, punto.

    Già, peccato che sia poco flessibile, e molto meno espandibile degli altri sistemi presi qui come modello di paragone. Ora che ci penso, mi dicono che esistono altri modelli di Mac, più potenti, più espandibili, dei veri sistemi, non delle scatolette ove la minima cosa nuova non si può attaccare perché manca spazio, mancano gli slot, ecc ecc. Ma che peccato, hanno la ventola anche loro.

    > Ovviamente ha un sistema operativo che
    > permette di spegnerlo andando sul menu'
    > "altro" e selezionando "Smetti" a quel
    > punto e' gia' spento e questo vale per
    > tutti i modelli di Mac da vent'anni a questa
    > parte.

    A quel punto non è spento, in quanto deve ancora eseguire delle operazioni per una chiusura 'corretta', operazioni che a volte falliscono né più né meno che negli altri sistemi operativi. Tra l'altro, semmai si poteva dire del pulsante di spegnimento, più rispondente alle esigenze dell'estensore dell'articolo, pulsante che tuttavia fallisce comunque nel caso la macchina non funzioni correttamente in quel momento. La funzione Altro/Smetti è praticamente equivalente allo Start/Chiudi sessione di Windows, non riesco a vedere dove sia il vantaggio effettivo.

    non+autenticato
  • Punto uno: Parzialmente vero, non e' espandibile dentro, ma cio' non vuol dire che non sia espandibile.

    Al mio iMac sono collegati:
    Epson Stylus Color 3000 via Ethernet
    Epson Stylus color 875DC via USB,
    Agfa Duoscan F40 via Firewire,
    Letttore Floppy (vergogna Larry) via USB,
    lettore SmartMedia, CompactFlash, PCMCIA, modem ADSL via USB,
    subwoofer iSub via USB
    Iomega Zip 250 via USB
    Il masterizzatore ed il modem analogico sono interni.

    al centro di una rete FastEthernet con altri 2
    G3 Yosemite

    Certo, non posso aggiungere schede video per lavori speciali (postproduzione video realtime, grafica 3D, Audio professionale)
    che si possono sempre e comunque fare ad un livello amatoriale. D'altra parte le persone che usano i sistemi succitati, in Italia sono poche migliaia e non sono il pubblico dell'iMac. (direi che non c'e' neppure bisogno di scriverlo sulla confezione)
    per quanto riguarda il resto, ospita fino ad un Giga di RAM (molto piu' di un PC generico)
    e una quantita' illimitata di Hard Disk via Firewire.

    punto 2:
    Si, a voler essere precisi, esiste la possibilita' che (in seguito a problemi gravi ) col comando "smetti" il computer non si spenga ma e' piu' infrequente di uno sciopero dei Koala nelle vie di Milano.
    E non e' proprio come chiudere la sessione di Windows: in quel caso hai "terminato" il sistema operativo, ma la CPU e' ancora accesa.
    Quando selezioni "smetti" su Mac, si "termina" il sistema operativo (in mezzo secondo) e il computer e' completamente spento, compresi monitor hub USB etc.

    Punto 3:
    Per adesso solo l'iMac ed il Cube sono senza ventola, ma questo non vuol dire che Apple non possa estendere la cosa ad altri modelli.
    Il rischio e' che siano le schede interne "di terze parti" aggiunte successivamente che possano richiedere la presenza di una ventola.
    non+autenticato
  • Ciao Larry.

    Ti faccio un esempio di cosa non fa un Imac.
    Non ti permette di far girare gran parte di tutto il software videoludico scritto per windows. Imac andra' bene per scrivere lettere, mail, guardare siti, lavorare con photoshop (se ci riesci con il piccolo monitor che si ritrova).. ma per una bambina che pensa a giocare ed ha il diritto di divertirsi, la panoramica dei programmi disponibili e' inferiore.

    Secondo ma un Imac ha le caratteristiche di un PORTATILE senza essere portatile. Che pacco!
    Consuma poco, ha un piccolo monitor, non si possono cambiare le cose che ci sono dentro, quando si attaccano le periferiche assomiglia piu' ad un polpo che ad un computer.

    Il tuo imac probabilmente consumera' 25 Watt in meno di un pc con un duron 900Mhz e le stesse periferiche del tuo. Certo e' un po piu' rumoroso
    ma sicuramente tutto quello che c'e' dentro soffrira' meno il calore. Ma vuoi mettere la differenza? Adesso non stare a dirmi che i videogiochi sono stupidaggini.. perche' qui si parla di un Computer elettrodomestico e non di una stazione di lavoro. Solo un pazzo userebbe un IMAC per lavorare.

    Quando metto le mani sui due Imac delle segretarie che lavorano dove lavoro io mi prende lo sconforto. e' veramente, come dice Mantellini, un elettrodomestico.

    Credi che un Apple Power Mac G4 (733 MHz, 256MB, 60GB, DVD-R/CD-RW che consuma 338Watt si possa fare senza ventole.
    Anche io posso assemblarmi un PC con processori per i portatili a basso consumo, montare HD da 2.5 pollici per ridurre i watt e il rumore, montare una scheda grafica vecchia come la Ati Rage Pro che non scalda affatto.. ma non facevo prima a prendere un portatile?

    Infatti sto meditando di acquistare un Apple Titanium. Bel prodotto! Utile per le mie vacanze.
    Un bel LCD di qualita' utile per vedere e scaricare le foto fatte con la mia Nikon Coolpix 990, vedere i DVD in aereo e navigare tramite il cellulare per scaricare la posta e leggere qualche pagina su internet.

    Come vedi non sono contro Apple e Steve Jobs.

    non+autenticato
  • Bravo,
    adesso veniamo alle inesattezze.
    338 W non e' il consumo medio di un G4 a 733 MHz e' la capacita' max dell'alimentatore.
    lui (il G4) consuma mediamente - come esce dalla fabbrica - meno di 50 W .
    Certo che se il mio iMac consuma 25 W meno del PC col Duron, vuol dire che consuma la meta'.
    Software ludico: si, ce n'e' molto meno, ma non zero e neppure manca la varieta' ovvero quei pochi giochi spaziano tra i vari gusti.
    E comunque come e' tradizione dire in questi casi, mancano tutti quelli che non valgono un gran che' (o e' una leggenda metropolitana?)
    Senza contare che quando compri un iMac due giochi sono gia' dentro.

    l'iMac un portatile non portatile? Quanto costa un portatile... 2 milioni?

    Quando attacchi le periferiche ad un PC invece che ad un polpo assomiglia ad un groviglio demoniaco di cavi che e' meglio non toccare e questo non e' buono se non per un tecnico.

    l'iMac non soffre il caldo perche' come sicuramente tu sai, l'aria calda e' piu' leggera e tende a salire. l'iMac ha delle prese d'aria situate sulla base che aspirano aria fresca per l'effetto di risucchio creato da quella calda che esce dalla zona del maniglione superiore.
    E non esce neppure troppo calda!

    Le segretarie sono matte o non lavorano?
    Le segretarie sono tantissime piuttosto, e, per le loro esigenze un iMac e' persino troppo.
    Come sarebbe troppo anche per gli sportelli delle banche e per parecchi grafici pubblicitari
    che fanno lavori piuttosto semplici tipo bozze, lay-out, impaginati che poi solo il fotolitista trattera' con i file ad alta risoluzione.

    Piuttosto, alcuni software scarseggiano per certi impieghi...amministrazione, contabilita'
    ecc.

    Il monitor piccolo e' un limite ma, le prossime versioni avranno un CRT quasi 16/9, stessa altezza ma piu' largo.

    Certo che l'iMac e' un elettrodomestico...ma mica solo lui, pure il PC con l'Athlon lo e' infatti si compra nel reparto accanto a quello delle lavatrici e televisori di tutti i centri commerciali.

    Credo che il G4 top di gamma si possa fare senza ventole....anzi se provi a staccare il collegamento della ventola continua a funzionare. Certo che con una carrozzeria disegnata ad hoc, magari meglio.

    Bello il Titanium, potrei farci di piu' che scaricare e visionare le foto fatte con la MIA coolpix 990 tenendo conto che oggi con un vecchio G3 a 400 MHz manovravo in tempo reale file di photoshop da 195 MB (vabbe' con 512 MB di RAM...) e poi ha un LCD che non teme confronti!
    Oggi e' uscito il mini Titanium per 2.9 milioni di lire, corri a vederlo si chiama "nuovo iBook "

    E ne hanno venduti 32.000 in mezz'ora.
    alla faccia di Dell!

    ciao

    non+autenticato
  • > E ne hanno venduti 32.000 in mezz'ora.
    > alla faccia di Dell!
    >
    > ciao

    beh.. di certo non sara' la media annuale.

    I portatili apple sono prodotti MOLTO interessanti e ben costruiti con una durata di batterie eccezionale e dai costi competitivi con degli ottimi LCD oltre ad avere USB, DVD e firewire. La cosa che pero' non potrebbe fare e' per esempio far girare Baldur's Gate II (miglior RPG del 2000) o qualcosa come Black & White (sara' il miglior gioco del 2001 del suo genere). Non mi sembrano cose trascurabili e mi dispiace che tu non conosca il meraviglioso mondo dei videogiochi. Siamo un po' piu' avanti di space invaders per fortuna.

    Per me l'imac rimane sempre un prodotto con il quale la apple e' riuscita a centrare una fascia di clienti che vedono nel computer una moda, non a caso lo consiglio sempre a chi di computer non ne sa nulla e lo utilizzerebbe solo per navigare e scrivere qualche lettera.

    Ciao
    non+autenticato
  • Ammetto di conoscere poco niente del mondo dei videogiochi anche perche' non ne trovo molti che mi piacciano.
    comunque i videogiochi per Macintosh sono un po' come "doppiati" nel senso che prima escono per Windows, poi si fa il porting per Apple.
    Quindi passa un po' di tempo, ma non vuol dire che non escano....Mi risulta infatti che di giochi allo "stato dell'arte" per Mac qualcosa esista.... ho visto Oni e mi e' sembrato carino.

    Il sito Apple ha un database comprendente qualche migliaio di videogiochi
    hai il tempo per provarli tutti?
    non+autenticato
  • Di giochi belli ne escono 2 o 3 all'anno.
    E' un po come il mondo dei films.
    Di Blade Runner non ne escono tutti i giorni.. cosi per i videogiochi.

    http://sierrastudios.com/games/tribes2/
    http://www.bwgame.com

    questi li ho presi giusto una settimana fa.

    ONI Ratings
    Graphics: Three
    Sound: Three
    Playability: Three
    Gameplay: Four
    Overall: Three

    Oni sembra interessante, ma vedo dalle recensioni che ha preso 3 stelline su 5. Di solito prendo in considerazioni giochi con una media piu' alta visto che sui computer che posseggo posso far girare molto bene qualsiasi gioco anche quelli piu' esosi come potenza richiesta.

    Ciao

    non+autenticato
  • certo, sarebbe bello che ci fossero anche quei due ma se ci fossero solo quei due comunque la gente si lamenterebbe.

    Anche perche' i gusti della gente scavalcano qualsiasi giudizio dato da esperti o giornalisti.

    Pensa che per me il gioco piu' bello mai realizzato e' ProPinball Timeshock! (e il secondo: monopoly)

    ciao
    non+autenticato
  • Io invece lho trovato arguto e intrigante.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)