Lo smartphone Linux parla cinese

Una start-up cinese è pronta a lanciare anche sui mercati occidentali un nuovo modello di smartphone basato su Linux che in Cina, dove viene venduto da qualche mese, ha riscosso un discreto successo

Shanghai (Cina) - Al momento del suo rilascio sul mercato asiatico, avvenuto circa tre mesi fa, Motorola definì il suo telefono cellulare 3G A760 come il primo smartphone al mondo basato su Linux. Questo primato sembra tuttavia andare a E28, una piccola società cinese fondata, il caso vuole, proprio da un ex dirigente di Motorola.

Dall'inizio di agosto E28 commercializza in patria un modello di smartphone basato su Linux, chiamato E2800, lanciato negli scorsi giorni anche a Honk Kong. I suoi piani sono ora quelli di estendere la vendita del suo smartphone anche ai mercati occidentali, una mossa che la porrebbe dunque porre in diretta competizione con gli altri colossi che si spartiscono il lucroso mercato della telefonia mobile.

"Stiamo lanciando l'E2800 in altri paesi dell'Asia meridionale e abbiamo iniziato delle trattative con alcuni operatori della telefonia mobile per venderlo in USA ed Europa. Siamo inequivocabilmente i primi produttori di telefoni Linux-based nella regione", ha dichiarato Roger Kung, CEO e fondatore di E28.
Lo smartphone E2800 di E28Kung, che ha affermato di aver scelto Linux per la flessibilità offerta dal software open source, sostiene che la sua azienda ha già venduto 40.000 E2800 in Cina ad un prezzo compreso fra i 5.000 e i 6.000 yuan (circa 500-600 euro).

Per E28 potrebbero presto aprirsi delle opportunità di business anche in Giappone, dove NTT DoCoMo ha recentemente annunciato l'imminente introduzione dei primi telefoni cellulari FOMA basati su Linux.

L'E2800, che pesa 123 grammi e misura 98 x 59 x 26 mm, unisce alle tipiche funzionalità di un PDA quelle di un telefono cellulare GSM/GPRS di classe 10. Basato su di una versione embedded del kernel di Linux 2.4, lo smartphone di E28 adotta due processori ARM9, un display LCD touch-screen a colori da 240 x 320 punti, 32 MB di memoria ram flash e altri 32 MB di SDRAM, slot di espansione SD/MMC e fotocamera integrata da 110.000 pixel.

Il software dell'E2800 comprende un dizionario elettronico, un'agenda, un registratore di suoni, un software per il riconoscimento della scrittura, un client e-mail, un player MIDI e MP3, un browser WAP e Web, un programma per la sincronizzazione con il PC, e Java.
6 Commenti alla Notizia Lo smartphone Linux parla cinese
Ordina