Claudio Tamburrino

Google e NSA, relazioni pericolose

Mountain View, prima dell'esplosione del Datagate, intratteneva uno stretto rapporto con l'agenzia di sicurezza. Come altre aziende della Silicon Valley che, sottolineano, collaborano per migliorare la sicurezza degli utenti

Roma - Secondo una serie di email riservate ottenute da Al Jazeera, Google ed altre aziende ICT avrebbero avuto con la National Security Agency rapporti ben più stretti di quanto auspicabile.

Secondo lo scambio di email risalenti al periodo compreso tra gennaio e giugno 2012 tra il direttore generale dell'NSA Keith Alexander, Eric Schmidt e Sergey Brin (carteggio emerso da fonti ancora tutte da verificare), Google e l'agenzia federale sembrano avere un rapporto di reciproca collaborazione, relazione nella quale alcuni osservatori vedono del marcio, soprattutto rispetto alle forti critiche e prese di posizione delle aziende ICT (e di Mountain View in particolare) rispetto ai comportamenti dell'NSA svelati dai documenti dell'ex spia Edward Snowden.

Google ha rifiutato di entrare nel merito dei suoi rapporti con il Governo, ma si è limitata a specificare di "lavorare duramente per proteggere i nostri utenti dai cyberattacchi". Obiettivo per cui spesso è necessario consultarsi con "esperti di sicurezza, compresi quelli del governo".
D'altronde, suggeriscono anche esperti di sicurezza come Bruce Schneier, un ordinario scambio di email non consentirebbe di puntare inequivocabilmente il dito contro i giganti dell'ICT. Per esempio, secondo le missive, la mattina del 28 giugno 2012 Schimdt sarebbe stato invitato per discutere "argomenti riservati" legati alla questione delle minacce e della sicurezza delle comunicazioni mobile. L'incontro - ultima tappa di un dialogo già avviato - avrebbe visto come protagonisti "un piccolo gruppo di CEO" della Silicon Valley: un conclave che però - si legge - si è incontrato per raggiungere un accordo sui principi basilari relativi alla sicurezza delle comunicazioni.

Il problema sorge nel momento in cui - per esempio - in questa sede le parti hanno discusso, sempre secondo le email, anche della protezione dagli attacchi a livello BIOS perpetrati contro il sistema informatico statunitense: come hanno dimostrato i documenti rivelati da Snowden, la stessa NSA si sarebbe adoperata per sfruttare bug a livello BIOS a fini spionistici.

Claudio Tamburrrino
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Google e NSA, relazioni pericolose
Ordina
  • Ad oggi non esiste azienda con sede negli USA (e nei paesi stretti alleati) che non sia esposta a questo fenomeno. Alcune accettano passivamente; altre pubblicano comunicati stampa considerandosi indignate e negando qualunque associazione con l'NSA pur andandoci a braccetto o anche offrendo i loro algoritmi di ricerca per creare motori di ricerca per l'NSA. Google è il caso più eclatante ma non è solo un fornitore di servizi di intelligence. Google si sta preparando a diventare fornitore ufficiale del Dipartimento della Difesa USA con droni e altro. La sperimentazione in campo commerciale è solo il precursore di tecnologie che verranno poi impiegate in campo militare (a partire dalle auto che si guidano da sole fino ai robot). In un tale contesto, è difficile immaginare come Google non sia un partner preferenziale del governo USA. Microsoft è lo stesso, Yahoo pure, Facebook anche, Twitter idem e anche quelle migliaia di piccole startup che fanno applicazioni bacate per Android "gratis" come "bussola che richiede accesso a microfono e telecamera", "app di foto che vuole la lista dei tuoi contatti". I dati che tutti sono da sempre convinti vengano utilizzati per fini commerciali in realtà vengono utilizzati per intelligence commerciale e tradizionale, all'occorrenza. Ma non era necessario attendere Snowden. In realtà anche un asino capisce che è possibilissimo creare un OS come Android che non sia così aperto e garantisca più sicurezza, per dire. Semplicemente non è funzionale a determinati scopi.
    La realtà è che servirebbe una piattaforma interamente non USA per le comunicazioni con un "rubinetto generale" da aprire e chiudere tra l'Europa e l'altra sponda dell'Atlantico, con motori di ricerca proprietari, reti proprietarie, esclusione di fornitori non EU (o nazionali se il caso) ecc. Questo senza considerare la volontaria collaborazione dei governi locali (Italia e UK in primis) che spiano già parecchio senza alcuna richiesta da parte degli USA. Resta il fatto che aziende come Google sono un virus sotto tutti gli aspetti, al di la della funzionalità delle piattaforme che offrono. A parte questo, l'altro aspetto preoccupante è che negli USA non esiste un governo ma almeno tre. 1) Il governo tradizionale, 2) L'NSA che forma una struttura a sé, al punto da spiare anche il senato e il congresso (sarebbe illegale) e 3) Le corporation/lobby che alterano il corso del governo quasi utilizzando il governo come un mero fattorino delle loro decisioni. Vista in tale prospettiva l'idea di dare qualunque tipo di informazione (o lasciargliela in mano) a Google & Friends rappresenta una prospettiva inquietante, anche perché non si sa chi o come verranno utilizzati quei dati domani.
    non+autenticato
  • > Google è il caso più eclatante
    > ma non è solo un fornitore di servizi di
    > intelligence. Google si sta preparando a
    > diventare fornitore ufficiale del Dipartimento
    > della Difesa USA con droni e altro.

    Il dipartimento della difesa Usa ha bisogno di google per gli UAV, mezzi che usa fin dagli anni Sessanta? Una fonte?
    E cosa intendi per "altro"?



    > La realtà è che servirebbe una piattaforma
    > interamente non USA per le comunicazioni con un
    > "rubinetto generale" da aprire e chiudere tra
    > l'Europa e l'altra sponda dell'Atlantico, con
    > motori di ricerca proprietari, reti proprietarie,
    > esclusione di fornitori non EU (o nazionali se il
    > caso) ecc.

    C'è già: si chiama Baidu, ma non è europeo: è cinese. Fornisce la ricerca di termini in cinese e un'enciclopedia collaborativa. E poi c'è Youku, lo Youtube cinese, e Renren, il Facebook cinese.
    Come vedi i governi non sono così sprovveduti e ci hanno pensato per tempo: ma bisogna essere governi non alleati . Tutta l'Europa è sotto l'ombrello della Nato, a parte Stati che non possono fare le voce grossa come Irlanda, Austria, Finlandia, Svezia e Svizzera. Forse avevi dimenticato questo piccolo dettaglio.
  • Diciamo pure che NSA è l'azionista di maggioranza di Google, Facebook, Twitter, Yahoo, Amazon, Ebay, Dropbox, Apple, Microsoft, etc.etc.etc.
  • - Scritto da: sisko212
    > Diciamo pure che NSA è l'azionista di maggioranza
    > di Google, Facebook, Twitter, Yahoo, Amazon,
    > Ebay, Dropbox, Apple, Microsoft,
    > etc.etc.etc.

    Diciamo pure che gli utenti Android sono in buone mani, specie sapendo che Google legge la loro posta e tutti i loro documenti. Proprio in buone mani Rotola dal ridere
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: sisko212
    > > Diciamo pure che NSA è l'azionista di
    > maggioranza
    > > di Google, Facebook, Twitter, Yahoo, Amazon,
    > > Ebay, Dropbox, Apple, Microsoft,
    > > etc.etc.etc.
    >
    > Diciamo pure che gli utenti Android sono in buone
    > mani, specie sapendo che Google legge la loro
    > posta e tutti i loro documenti. Proprio in buone
    > mani
    > Rotola dal ridere

    Mentre la apple ha specifiche righe nell'EULA che indicano che cio' non accade ed i dati nei server sono criptati e al sicuro vero ?
    Me le indicheresti ?
    krane
    22544
  • C'é da dire che almeno tu hai un minimo di onestá per esserti presentato a difesa di Google.

    Mentre i soliti PR, Etype, e c@ssari vari che ripetono appena possono che NSA=Apple non si vedono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > C'é da dire che almeno tu hai un minimo di
    > onestá per esserti presentato a difesa di
    > Google.
    >
    > Mentre i soliti PR, Etype, e c@ssari vari che
    > ripetono appena possono che NSA=Apple non si
    > vedono.
    Capirai anche tu (ma anche no....) che un conto e' un fornitore di servizi con base e server in USA che rende disponibile all'NSA il contenuto dei server (grave) e un conto e' un produttore di ferro che, in base agli "accordi" con l'NSA, rende disponibile urbi et orbi i dati contenuti nei device che vende a caro prezzo (gravissimo).

    Perche' (ed e' questo che evidentemente non capite) un ferro insicuro e' tale per TUTTI
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trollollero
    > Capirai anche tu (ma anche no....) che un conto
    > e' un fornitore di servizi con base e server in
    > USA che rende disponibile all'NSA il contenuto
    > dei server (grave) e un conto e' un produttore di
    > ferro che, in base agli "accordi" con l'NSA,
    > rende disponibile urbi et orbi i dati contenuti
    > nei device che vende a caro prezzo
    > (gravissimo).

    Ecco, non capisco , spiegami le differenze, se vuoi, visto che Apple "é solo un assemblatore" di HW Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: ruppolo
    > > - Scritto da: sisko212
    > > > Diciamo pure che NSA è l'azionista di
    > > maggioranza
    > > > di Google, Facebook, Twitter, Yahoo,
    > Amazon,
    > > > Ebay, Dropbox, Apple, Microsoft,
    > > > etc.etc.etc.
    > >
    > > Diciamo pure che gli utenti Android sono in
    > buone
    > > mani, specie sapendo che Google legge la loro
    > > posta e tutti i loro documenti. Proprio in
    > buone
    > > mani
    > > Rotola dal ridere
    >
    > Mentre la apple ha specifiche righe nell'EULA che
    > indicano che cio' non accade ed i dati nei server
    > sono criptati e al sicuro vero
    > ?
    > Me le indicheresti ?
    ma SOPRATUTTO ,gia' dimenticato il "iPhone Users Are 'Zombies' And Steve Jobs Was 'Big Brother,' According To The NSA: Report" ?

    http://www.huffingtonpost.com/2013/09/09/nsa-steve...
    non+autenticato