Claudio Tamburrino

ONU: regole per i robot killer

Aperto il dibattito sulle macchine che possono uccidere senza l'intermediazione dell'uomo: una questione da regolamentare prima che diventi realtà

ONU: regole per i robot killerRoma - L'Organizzazione delle Nazioni Unite ha deciso di provare ad intervenire sull'utilizzo in guerra dei robot killer, quelle armi automatiche letali che in teoria possono selezionare obiettivi ed attaccarli senza il diretto intervento dell'uomo.

Naturalmente non si parla dei robot già esistenti, guidati dalla mano dell'uomo, ma dei possibili sviluppi di questa tecnologia, su cui stanno già lavorando diversi eserciti terrorizzando gli esperti di scenari futuri e distopici che paventano l'avvento di un'intelligenza artificiale in grado di prendere il potere minacciando l'esistenza stessa dell'umanità.

A lavorare alle pericolose macchine ci sarebbero in prima fila gli Stati Uniti, la Cina, la Russia, Israele, il Regno Unito e la Corea del Sud: quest'ultima - per esempio - già impiega i robot Samsung Techwin - in grado di individuare ed agganciare automaticamente possibili bersagli tramite le rilevazioni del calore corporeo via sensori infrarossi - per sorvegliare la zona demilitarizzata che la divide dalla Corea del Nord. Negli Stati Uniti, invece, l'azienda Northrop Grumman ha sviluppato il drone X-47B in grado di seguire rotte di volo programmate sotto la supervisione di un pilota; Israele, poi, starebbe lavorando ad Harop, un drone armato che può selezionare i bersagli attraverso uno speciale sensore. Non si tratta comunque di fantascienza ma di scottante attualità: è per questo motivo che c'è bisogno di raggiungerà subito un'intesa.
A scrivere all'ONU per intervenire tempestivamente sulla faccenda, una serie di figure di spicco e di personaggi insigniti dal Nobel, come l'arcivescovo Desmond Tutu del Sud Africa e l'ex presidente polacco Lech Walesa: "È inconcepibile - si legge nella lettera congiunta - che l'uomo stia intensificando la ricerca e lo sviluppo di armi letali destinate ad uccidere persone senza bisogno dell'intervento umano".

Inoltre, Human Rights Watch (HRW) ha già pubblicato un rapporto] dal titolo "Scuotere le fondamenta: il diritti dell'uomo e i Robot Killer" con cui chiede il bando delle prossime evoluzioni degli attuali robot militari attraverso un nuovo trattato internazionale, oppure una modifica della Convenzione sulle armi convenzionali di cui fanno già parte 115 Stati.

Così, nei prossimi giorni si terrà un incontro per discutere di questo argomento: la scelta non è naturalmente delle più facili, anche perché per ogni studio contro i robot killer ce n'è uno a favore.
Ronald Arkin dell'Istituto di Tecnologia della Georgia, per esempio, afferma che proprio i robot killer possono diminuire i danni collaterali e diminuire le vittime dei conflitti di guerra. Arriva anche a dire che i robot possono avere "comportamenti più etici dei soldati umani", che purtroppo si possono rendere protagonisti di terribili atrocità.

Nel frattempo, poi, è compatto il fronte che vorrebbe maggiore libertà per i droni commerciali, quelli da impiegare per le fotografie aree in primis: a guidare le fila, operatori dei media e studi cinematografici, interessati ad una regolamentazione che permetta di impiegarli con meno spese e che al momento si trovano costretti a confrontarsi con la dura disciplina di utilizzo prevista negli Stati Uniti dalla Federal Aviation Administration, preoccupata dei possibili incidenti che la liberalizzazione può causare.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
26 Commenti alla Notizia ONU: regole per i robot killer
Ordina
  • La prima legge di Asimov dice:

    "Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno."

    Se non si rispetta questa legge, allora tutto può succedere,
    compreso il fatto che un robot possa ritorcesi contro
    il suo stesso creatore ed ucciderlo.
  • - Scritto da: sentinel
    > La prima legge di Asimov dice:

    > "Un robot non può recar danno a un essere umano
    > né può permettere che, a causa del proprio
    > mancato intervento, un essere umano riceva
    > danno."

    > Se non si rispetta questa legge, allora tutto può
    > succedere, compreso il fatto che un robot possa
    > ritorcesi contro il suo stesso creatore ed ucciderlo.

    Serve un cervello positronico, altrimenti e' come incidere su un martello " non rompere teste " e sperare che se qualcuno ne vuole fare quell'uso il martello si ribelli.
    krane
    22544
  • Comunque, di qualche antifurto più "efficace" di un coso che suona inutilmente, ce ne sarebbe il bisogno!
    Non dovrebbe uccidere autonomamente, però, ma chiedermi una conferma sul cellulare! Occhiolino
    non+autenticato
  • e impostare la risposta di default su "Si"
    non+autenticato
  • > e impostare la risposta di default su "Si"

    Così la prossima volta qualcuno disabilita l'UAC, e non c'è neanche piu bisogno del consenso A bocca aperta
  • - Scritto da: sisko212
    > > e impostare la risposta di default su "Si"
    >
    > Così la prossima volta qualcuno disabilita l'UAC,
    > e non c'è neanche piu bisogno del consenso
    > A bocca aperta

    eh no, niente UAC, gli USA stanno migrando i droni a linux http://linuxgizmos.com/u-s-military-uav-control-sy.../

    non c'è trippa per windows Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > eh no, niente UAC, gli USA stanno migrando i
    > droni a linux
    > http://linuxgizmos.com/u-s-military-uav-control-sy
    >
    > non c'è trippa per windows Rotola dal ridere


    Azzeccato. Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > eh no, niente UAC, gli USA stanno migrando i
    > droni a linux
    > http://linuxgizmos.com/u-s-military-uav-control-sy

    ...da Solaris

    > non c'è trippa per windows Rotola dal ridere

    Nemmeno le teste d'uovo dei militari USA hanno mai pensato di mettere Windows ui droniA bocca aperta
    ...sulle navi da guerra si, pare, e hanno avuto un bel po' di problemi con uno spettacolare crash che ha inchiodato la nave nel bel mezzo della navigazione
    http://gcn.com/Articles/1998/07/13/Software-glitch...

    Ma poi si sono fatti furbi.
    http://arstechnica.com/information-technology/2013.../
    Funz
    12943
  • - Scritto da: Paolo

    > Comunque, di qualche antifurto più "efficace" di
    > un coso che suona inutilmente, ce ne sarebbe il
    > bisogno!

    Tu devi essere uno di quelli a sostegno delle scosse elettriche da 10,000 volts al posto dell'antifurto, giusto?
    Beh, che dire, mi trovi concorde. Speriamo solo che anche questa volta la natura non trovi un modo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: John Hammond
    > - Scritto da: Paolo

    > > Comunque, di qualche antifurto più "efficace" di
    > > un coso che suona inutilmente, ce ne sarebbe il
    > > bisogno!

    > Tu devi essere uno di quelli a sostegno delle
    > scosse elettriche da 10,000 volts al posto
    > dell'antifurto, giusto?
    > Beh, che dire, mi trovi concorde. Speriamo solo
    > che anche questa volta la natura non trovi un
    > modo...

    Mi raccontavano che una volta c'erano dei cannoncini monocolpo che potevi poggiare per terra e sparavano un colpo ad altezza stomaco nel caso si aprisse la porta senza sapere come disattivarlo. Poi un po' di bambini si son presti il proiettile in testa e son stati vietati.
    krane
    22544
  • mi aspetto a breve un progetto su kickstarter di droni suicidi che si schiantano contro i droni avversari per tirarli giu', o che si mettono sulla traiettoria avversaria dilaschiado dilmaneti di naylon che imbriglino i rotori facendolo precipitare.
    Ma anche "cannoni laser", in grado di friggere droni a centiania di mentri di distanza... si, meglio il cannone laser.
    insomma, fatta la malattia, trovata la cura.
    non+autenticato
  • "dilaschiado dilmaneti di naylon"

    Ma che è la supercazzola?
    non+autenticato
  • "Nel frattempo, poi, è compatto il fronte che vorrebbe maggiore libertà per i droni commerciali, quelli da impiegare per le fotografie aree in primis: a guidare le fila, operatori dei media e studi cinematografici, interessati ad una regolamentazione che permetta di impiegarli con meno spese e che al momento si trovano costretti a confrontarsi con la dura disciplina di utilizzo prevista negli Stati Uniti dalla Federal Aviation Administration, preoccupata dei possibili incidenti che la liberalizzazione può causare".

    A parte gli incidenti, che sono sempre possibili quando questi UAV sono giocattolini da pochi soldi e quando a pilotarli manualmente è una persona inesperta (quelli a guida automatica dovrebbero essere più sicuri), ci sono implicazioni sulla privacy notevolissime. Già oggi ci sono telecamere ad ogni angolo della città, se questa liberalizzazione davvero avrà luogo bisogna anche preoccuparsi di ciò che facciamo sul terrazzo di casa o in giardino? Bisogna mettere le tendine alle finestre anche quando si abita al 10° piano e non ci sono dirimpettai?
  • - Scritto da: Leguleio
    > se questa liberalizzazione davvero avrà
    > luogo bisogna anche preoccuparsi di ciò che
    > facciamo sul terrazzo di casa o in giardino?
    > Bisogna mettere le tendine alle finestre anche
    > quando si abita al 10° piano e non ci sono
    > dirimpettai?

    No, non e' necessario.
    Se vuoi mettere le tende le metti.
    Se non vuoi metterle non le metti.
    Non capisco che ti frega?

    Il concetto e' molto semplice: se fai qualunque cosa alla luce del sole non puoi lamentarti se qualcuno ti osserva.
  • > > se questa liberalizzazione davvero avrà
    > > luogo bisogna anche preoccuparsi di ciò che
    > > facciamo sul terrazzo di casa o in giardino?
    > > Bisogna mettere le tendine alle finestre
    > anche
    > > quando si abita al 10° piano e non ci
    > sono
    > > dirimpettai?
    >
    > No, non e' necessario.
    > Se vuoi mettere le tende le metti.
    > Se non vuoi metterle non le metti.
    > Non capisco che ti frega?
    >
    > Il concetto e' molto semplice: se fai qualunque
    > cosa alla luce del sole non puoi lamentarti se
    > qualcuno ti
    > osserva.

    Se mi osserva e basta magari no... insomma, dipende.
    Se mette il video su Youtube, oppure in streaming su cam4, invece sì.Deluso
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > se questa liberalizzazione davvero avrà
    > > > luogo bisogna anche preoccuparsi di ciò
    > che
    > > > facciamo sul terrazzo di casa o in
    > giardino?
    > > > Bisogna mettere le tendine alle finestre
    > > anche
    > > > quando si abita al 10° piano e non
    > ci
    > > sono
    > > > dirimpettai?
    > >
    > > No, non e' necessario.
    > > Se vuoi mettere le tende le metti.
    > > Se non vuoi metterle non le metti.
    > > Non capisco che ti frega?
    > >
    > > Il concetto e' molto semplice: se fai
    > qualunque
    > > cosa alla luce del sole non puoi lamentarti
    > se
    > > qualcuno ti
    > > osserva.
    >
    > Se mi osserva e basta magari no... insomma,
    > dipende.
    > Se mette il video su Youtube, oppure in streaming
    > su cam4, invece sì.
    >Deluso

    Che cosa cambia?
    Se tu fai qualcosa alla luce del sole, accetti la possibilita' che chiunque possa venirlo a sapere.

    Del resto mica ti viene vietato di mettere una tenda.

    Leggiti Asimov. Il racconto che parla del cronoscopio.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Leguleio
    > > > > se questa liberalizzazione davvero
    > avrà
    > > > > luogo bisogna anche preoccuparsi
    > di
    > ciò
    > > che
    > > > > facciamo sul terrazzo di casa o in
    > > giardino?
    > > > > Bisogna mettere le tendine alle
    > finestre
    > > > anche
    > > > > quando si abita al 10° piano
    > e
    > non
    > > ci
    > > > sono
    > > > > dirimpettai?
    > > >
    > > > No, non e' necessario.
    > > > Se vuoi mettere le tende le metti.
    > > > Se non vuoi metterle non le metti.
    > > > Non capisco che ti frega?
    > > >
    > > > Il concetto e' molto semplice: se fai
    > > qualunque
    > > > cosa alla luce del sole non puoi
    > lamentarti
    > > se
    > > > qualcuno ti
    > > > osserva.
    > >
    > > Se mi osserva e basta magari no... insomma,
    > > dipende.
    > > Se mette il video su Youtube, oppure in
    > streaming
    > > su cam4, invece sì.
    > >Deluso
    >
    > Che cosa cambia?
    > Se tu fai qualcosa alla luce del sole, accetti la
    > possibilita' che chiunque possa venirlo a
    > sapere.
    >
    > Del resto mica ti viene vietato di mettere una
    > tenda.
    >
    > Leggiti Asimov. Il racconto che parla del
    > cronoscopio.

    va beh, il cronoscopio... dai!
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Che cosa cambia?
    > Se tu fai qualcosa alla luce del sole, accetti la
    > possibilita' che chiunque possa venirlo a
    > sapere.
    Privacy, questa sconosciuta.
    non+autenticato
  • > Del resto mica ti viene vietato di mettere una
    > tenda.

    E dove ci si ferma? Metto una tenda e il drone con telecamera termica mi guarda dentro casa...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > Del resto mica ti viene vietato di mettere
    > una
    > > tenda.
    >
    > E dove ci si ferma? Metto una tenda e il drone
    > con telecamera termica mi guarda dentro
    > casa...

    L'infrarosso e' altamente rispettoso della privacy.
    E' un po' come fanno i giornali quando mettono le foto dei minori col volto quadrettato.
  • Comunque, se si avvicinano troppo sarà sempre bello fare il tiro al drone!
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > Del resto mica ti viene vietato di mettere
    > una
    > > tenda.
    >
    > E dove ci si ferma? Metto una tenda e il drone
    > con telecamera termica mi guarda dentro
    > casa...

    uuuhhhh, ma allora hai qualcosa da nascondereA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    > Se mette il video su Youtube, oppure in streaming
    > su cam4, invece sì.
    >Deluso

    Puoi sempre richiedere la rimozione o l'oscuramento del sito come farebbe qualunque altro leguleio.
    non+autenticato