Claudio Tamburrino

Google avanti tutta per le auto senza pilota

Spianata la strada davanti alle Google-car: invitati i giornalisti a provarle e avviato il dialogo con i produttori automobilistici per commercializzarle. La fantasia sarÓ presto realtÓ

Roma - Le automobili cui sta lavorando Google, per approntare un sistema di guida che non ha bisogno di un pilota umano, continuano a macinare chilometri: dopo circa 700mila miglia in piena autonomia (oltre 1 milione di chilometri), anche all'interno di un centro abitato, da ultimo Mountain View ha fatto salire a bordo delle sue macchine giornalisti ed osservatori per dimostrarne i progressi.

usb

Secondo gli speciali passeggeri, le Lexus bianche che - senza autista - li hanno accompagnati per le strade del campus di Google e dei suoi dintorni si sarebbero distinte per una guida assolutamente scattante, che non dimostra difetti legati all'eccessiva prudenza. Anzi.

Liz Gannes di Recode, per esempio, racconta che la Google Car con lei a bordo ha accelerato sul rettilineo, ha superato un camion accostato ed ha evitato un autobus che sembrava stesse per immettersi nella sua corsia.
Altri hanno poi raccontato come le automobili non superano mai il limite di velocità, a meno che non sia il passeggero a dare esplicitamente il consenso di accelerare fino a 10 miglia all'ora sopra di esso. Inoltre, per la sicurezza quanto meno psicologica del passeggero, al centro della console principale c'è un grande pulsante rosso per spegnere il sistema.

D'altronde quello che sembra solo un ambizioso ma futuristico progetto di ricerca è più vicino al mercato di quanto ci si potesse aspettare: è vero che manca ancora la seria mappatura di tutte le strade del mondo con la tecnologia necessaria ai movimenti delle auto, nonché un ragionamento legale sulle eventuali responsabilità associate ad un incidente, ma Mountain View ha già avviato il confronto con i produttori automobilistici per capire cosa manca per vendere la nuova tecnologia "chiavi in mano".

Claudio Tamburrino

fonte immagine: AFP
Notizie collegate
90 Commenti alla Notizia Google avanti tutta per le auto senza pilota
Ordina
  • Chi scrive è uno sviluppatore sw che lavora nel campo degli algoritmi di A.I. "classici" applicati alla pubblicità (google ne sai qualcosa tu? Occhiolino ). Per intenderci ciò che si studia in scienze dell'informazione.
    Beh, devo dire affascinante, ma... NON SALIREI MAI SU UN'AUTO controllata da un sistema sw. L'imponderabile esiste e fino a prova contraria la risposta meno scorretta ad un'evento non previsto la può dare solo l'essere umano. (Guardarsi il disastro di Ariane 5)

    Poi, avendo avuto modo di guardare sotto il "cofano" del S.O. android, mi auguro che il team di sviluppatori non sia lo stesso. Dai sorgenti si evince che non è proprio una perla di S.O. sotto il profilo del sw design. E se lo dico io che non sono un guru di OOP ma ho solo una decente esperienza...

    Bah...
    non+autenticato
  • Presentata l'auto Google senza né pedali né volante, solo due tasti da premere. E con design made in google. E che design!

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • Facile farle girare nel campus di Google.
    Sinceramente non credo nell'auto automatica nel traffico comune. Ma potrebbero essere predisposte autostrade o strade statali con 'ausili' per tali tipi di auto: cose tipo guide magnetiche nell'asfalto o particolare segnaletica più facilmente interpretabile dai software.

    Partirei da quello, comunque. Strade attrezzate per auto a guida automatica (ma utilizzabili anche da auto normali), prima di lanciarle nel traffico imprevedibile e caotico di una città.
  • "è vero che manca ancora la seria mappatura di tutte le strade del mondo con la tecnologia necessaria ai movimenti delle auto, nonché un ragionamento legale sulle eventuali responsabilità associate ad un incidente"

    Ma due cose da nulla, eh?!?
    Tra l'altro il sistema non solo deve avere una mappatura precisa e conforme agli standard di tutte le strade percorribili, ma deve essere anche costantemente aggiornato. Non saprei cosa farmene di un guidatore automatico che fa la strada più lunga perché ignora che hanno costruito una scorciatoia, o al contrario, che imposta un certo percorso per poi scoprire davanti a un cartello che la strada è chiusa al traffico per lavori da oltre un mese.
  • > Non saprei cosa
    > farmene di un guidatore automatico che fa la
    > strada più lunga perché ignora che hanno
    > costruito una scorciatoia, o al contrario, che
    > imposta un certo percorso per poi scoprire
    > davanti a un cartello che la strada è chiusa al
    > traffico per lavori da oltre un
    > mese.

    1 - Questo vale per qualsiasi navigatore, ma non per questo li si esclude.
    2 - Legato al precedente c'è il fatto che puoi caso fermare il sistema e guidare tu nei casi in cui lo reputi utile.

    Quello che nella vostra miopia continuate a non capire è il valore di una ricerca che ha magari un obiettivo troppo ambizioso, ma che può portare degli strumenti di AUSILIO alla guida finora impensabili. Con la precisione e la reattività che il miglior pilota SI SOGNA, in quanto umano.

    Come già detto altrove, il sistema non sarà infallibile, MA è probabilmente già molto più affidabile del guidatore medio.
    non+autenticato
  • > > farmene di un guidatore automatico che fa la
    > > strada più lunga perché ignora che hanno
    > > costruito una scorciatoia, o al contrario,
    > che
    > > imposta un certo percorso per poi scoprire
    > > davanti a un cartello che la strada è chiusa
    > al
    > > traffico per lavori da oltre un
    > > mese.
    >
    > 1 - Questo vale per qualsiasi navigatore, ma non
    > per questo li si
    > esclude.

    Non dico che sia necessario escluderli, ma un navigatore GPS è pur sempre un aiuto alla guida umana, non un sostituto. Il guidatore umano può sempre ascoltare "Cciss - Viaggiare informati" alla radio, il computer no. Nella peggiore delle ipotesi può chiedere ai passanti se sanno da che parte deviare, e di nuovo, il computer no.



    > 2 - Legato al precedente c'è il fatto che puoi
    > caso fermare il sistema e guidare tu nei casi in
    > cui lo reputi
    > utile.

    No, se non ho mai avuto la patente, oppure se sono infortunato a una gamba e non posso premere l'acceleratore e il freno.
    E la portata rivoluzionaria di un sistema che è cucito solo per chi sa già guidare mi sfugge. Sì, potrebbe essere un accessorio come quello che permette di parcheggiare in automatico, nulla di più.
    Davvero si sono visti articoli entusiastici sulle testate di mezzo mondo quando è stato introdotto l'IPAS e l'APGS? Io non lo ricordo.


    > Quello che nella vostra miopia continuate a non
    > capire è il valore di una ricerca che ha magari
    > un obiettivo troppo ambizioso, ma che può portare
    > degli strumenti di AUSILIO alla guida finora
    > impensabili.

    Ah ecco.A bocca aperta
    Chissà perché in questi articoli da fantascienza la parola "ausilio" non compare mai. Ma proprio mai.
    Il sospetto che siano fortemente "pompati" a fini pubblicitari non ti è mai venuto?


    > Con la precisione e la reattività
    > che il miglior pilota SI SOGNA, in quanto
    > umano.

    Questi due fattori li voglio vedere testati ufficialmente prima di pronunciarmi.
    Magari le gare di Formula 1 un giorno avranno piloti elettronici, per ora mi sembra che la prontezza di riflessi umana sia ancora superiore.


    > Come già detto altrove, il sistema non sarà
    > infallibile, MA è probabilmente già molto più
    > affidabile del guidatore
    > medio.

    Con la sottile differenza che il guidatore medio già può conseguire la patente, e da oltre un secolo. Questi sistemi ancora no, e non si sa se e quando potranno.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Magari le gare di Formula 1 un giorno avranno
    > piloti elettronici, per ora mi sembra che la
    > prontezza di riflessi umana sia ancora
    > superiore.

    Veramente se non fosse per i castranti regolamenti il pilota già ora non conterebbe poi così tanto rispetto all'elettronica. Sono i regolamenti a castrare l'elettronica nella F1.

    > > Come già detto altrove, il sistema non sarà
    > > infallibile, MA è probabilmente già molto più
    > > affidabile del guidatore medio.

    > Con la sottile differenza che il guidatore medio
    > già può conseguire la patente, e da oltre un
    > secolo. Questi sistemi ancora no, e non si sa se
    > e quando potranno.

    Non hai mai preso la patente ?
    L'esame di pratica sarebbe banale per queste macchine già ora.
    non+autenticato
  • > > Magari le gare di Formula 1 un giorno avranno
    > > piloti elettronici, per ora mi sembra che la
    > > prontezza di riflessi umana sia ancora
    > > superiore.
    >
    > Veramente se non fosse per i castranti
    > regolamenti il pilota già ora non conterebbe poi
    > così tanto rispetto all'elettronica. Sono i
    > regolamenti a castrare l'elettronica nella
    > F1.

    Sì, ma non parlavo di quello.
    Un computer è in grado di gestire efficacemente situazioni di emergenza in frazioni di secondo, e contemporaneamente di vincere la gara?
    Perché diversamente significa che non hanno una marcia in più rispetto al pilota umano: sanno fare bene solo certe cose.


    > > Con la sottile differenza che il guidatore
    > medio
    > > già può conseguire la patente, e da oltre un
    > > secolo. Questi sistemi ancora no, e non si
    > sa
    > se
    > > e quando potranno.
    >
    > Non hai mai preso la patente ?

    Io sì. La legge lo permette.
    Questo sistema di Google deve passare l'esame della motorizzazione Usa, prima. Che sono un filino più ardui dell'"esame" dei giornalisti.


    > L'esame di pratica sarebbe banale per queste
    > macchine già
    > ora.

    Loro dicono così. Io voglio vedere con i miei occhi, o meglio, con quelli di un ente certificatore indipendente.
  • - Scritto da: Leguleio

    > > Veramente se non fosse per i castranti
    > > regolamenti il pilota già ora non conterebbe
    > poi
    > > così tanto rispetto all'elettronica. Sono i
    > > regolamenti a castrare l'elettronica nella
    > > F1.

    > Sì, ma non parlavo di quello.

    Invece parlavi proprio di quello, solo che non hai le conoscenze per saperlo.

    > Un computer è in grado di gestire efficacemente
    > situazioni di emergenza in frazioni di secondo, e
    > contemporaneamente di vincere la gara?

    Meglio di un essere umano.

    > Perché diversamente significa che non hanno una
    > marcia in più rispetto al pilota umano: sanno
    > fare bene solo certe cose.

    ce l'hanno, ormai i tempi sono maturi.

    > > Non hai mai preso la patente ?

    > Io sì. La legge lo permette.

    Bene, allora non ricordi quanto fosse facile l'esame per uno che avesse un po' di esperienza ?
    Secondo te un tizio che sia stato in grado di guidare da Parma a Pechino supererebbe l'esame per la patente ?

    http://www.youtube.com/watch?v=K98wz4Av9S8

    > Questo sistema di Google deve passare l'esame
    > della motorizzazione Usa, prima. Che sono un
    > filino più ardui dell'"esame" dei giornalisti.

    Quello di Google si, quello di uniParma deve superare quello italiano, non me lo ricordo cosi arduo onestamente se hai un po' di esperienza.

    > > L'esame di pratica sarebbe banale
    > > per queste macchine già ora.

    > Loro dicono così.

    Ma loro chi ? Io mica parlo di Google, queste cose si stanno facendo in tutto il mondo.

    > Io voglio vedere con i miei
    > occhi, o meglio, con quelli di
    > un ente certificatore indipendente.

    Niente di più' semplice: fai un giretto a Parma e parla con i professori del progetto VisLab, sono molto disponibili.
    non+autenticato
  • > > Sì, ma non parlavo di quello.
    >
    > Invece parlavi proprio di quello, solo che non
    > hai le conoscenze per
    > saperlo.

    Parla per te.



    > > Un computer è in grado di gestire
    > efficacemente
    > > situazioni di emergenza in frazioni di
    > secondo,
    > e
    > > contemporaneamente di vincere la gara?
    >
    > Meglio di un essere umano.

    Link?


    > > Perché diversamente significa che non hanno
    > una
    > > marcia in più rispetto al pilota umano: sanno
    > > fare bene solo certe cose.
    >
    > ce l'hanno, ormai i tempi sono maturi.

    Link?
    Ente certificatore?



    > > > Non hai mai preso la patente ?
    >
    > > Io sì. La legge lo permette.
    >
    > Bene, allora non ricordi quanto fosse facile
    > l'esame per uno che avesse un po' di esperienza ?
    >
    > Secondo te un tizio che sia stato in grado di
    > guidare da Parma a Pechino supererebbe l'esame
    > per la patente
    > ?
    >
    > http://www.youtube.com/watch?v=K98wz4Av9S8

    Io sulla macchina da Parma a Pechino non c'ero.
    Rifacciamo lo stesso percorso con un testimone indipendente a bordo, ad esempio un ingegnere della motorizzazione civile, che prenda nota di tutte le volte che qualcuno deve intervenire manualmente, e in quali situazioni, e poi discutiamo di quello.



    > > Questo sistema di Google deve passare l'esame
    > > della motorizzazione Usa, prima. Che sono un
    > > filino più ardui dell'"esame" dei
    > giornalisti.
    >
    > Quello di Google si, quello di uniParma deve
    > superare quello italiano, non me lo ricordo cosi
    > arduo onestamente se hai un po' di
    > esperienza.

    All'epoca in cui l'ho sostenuto io era una stupidata; in seguito, a partire dagli anni Novanta, mi dicono che sono diventati più esigenti: non so se è vero.
    Verosimilmente lo faranno guidare per chilometri e chilometri in tutte le situazioni, asciutto, bagnato, neve, nebbia, montagna e strada fangosa con buche, prima di dare il permesso. Non sarà un semplice esame per neopatentati.




    > Ma loro chi ? Io mica parlo di Google, queste
    > cose si stanno facendo in tutto il
    > mondo.

    Certo, e da tutto il mondo arrivano annunci sul tipo "il mio sistema é più progredito del tuo", ma certificazioni indipendenti e con valore ufficiale nessuna.
    Aspetto queste ultime.


    > Niente di più' semplice: fai un giretto a Parma
    > e parla con i professori del progetto VisLab,
    > sono molto disponibili.

    Un'idea geniale: poi parlo con Andrea Rossi del suo e-cat e, se fosse ancora vivo, con il suo socio scientifico Sergio Focardi.
  • - Scritto da: Leguleio
    > " è vero che manca ancora la seria mappatura di
    > tutte le strade del mondo con la tecnologia
    > necessaria ai movimenti delle auto, nonché un
    > ragionamento legale sulle eventuali
    > responsabilità associate ad un
    > incidente
    "
    >
    > Ma due cose da nulla, eh?!?
    > Tra l'altro il sistema non solo deve avere una
    > mappatura precisa e conforme agli standard di
    > tutte le strade percorribili, ma deve essere
    > anche costantemente aggiornato. Non saprei cosa

    il sistema deve valutare le condizioni della strada intorno a sè e agire di conseguenza.
    Quale strada deve prendere è tutto un altro discorso, che non c'entra.
    Funz
    12975
  • Problemi che riguardano anche gli umani alla guida.
    Aleb
    429
  • > Problemi che riguardano anche gli umani alla
    > guida.

    No. Chi vuole prendere la patente oggi la prende. Chi conosce la strada a memoria la fa. Chi non la conosce, anche se il navigatore GPS non è aggiornato può chiedere ai passanti, può usare una cartina se ce l'ha in auto.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > Problemi che riguardano anche gli umani alla
    > > guida.
    >
    > No. Chi vuole prendere la patente oggi la prende.
    > Chi conosce la strada a memoria la fa. Chi non la
    > conosce, anche se il navigatore GPS non è
    > aggiornato può chiedere ai passanti, può usare
    > una cartina se ce l'ha in auto.

    Scusa ma credo sia molto più facile aggiornare in automatico un navigatore che una cartina cartacea stampata magari anni prima non credo tu faccia le modifiche a pennarello tutti i giorni sulla tua cartina Michelin, quanto ai passanti spero che tu incontri sempre persone gentili disponibili che non di mandino in direzione opposta, poi ti ci vedo di notte a chiedere indicazioni a ba..one e tos...i perchè ti sei perso-
    non+autenticato
  • ... uno degli ingegneri della squadra di progettazione di sto coso sia sempre con me, legato al sedile del passeggero, ammanettato in modo da impedirgli qualunque movimento. se c'e' da crepare a causa di un difetto, che venga con me nen rogo dell'incidente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ... uno degli ingegneri della squadra di
    > progettazione di sto coso sia sempre con me,
    > legato al sedile del passeggero, ammanettato in
    > modo da impedirgli qualunque movimento. se c'e'
    > da crepare a causa di un difetto, che venga con
    > me nen rogo dell'incidente.

    Ma non fai prima a far guidare direttamente lui allora ?
    Risparmi anche sull'elettronica.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: ...
    > > ... uno degli ingegneri della squadra di
    > > progettazione di sto coso sia sempre con me,
    > > legato al sedile del passeggero, ammanettato
    > in
    > > modo da impedirgli qualunque movimento. se
    > c'e'
    > > da crepare a causa di un difetto, che venga
    > con
    > > me nen rogo dell'incidente.
    >
    > Ma non fai prima a far guidare direttamente lui
    > allora
    > ?
    > Risparmi anche sull'elettronica.

    non era qeullo il senso del post.
    se accetta di essere in auto senza poter intervenire significa che si fida del suo lavoro, no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: ...

    > non era qeullo il senso del post.
    > se accetta di essere in auto senza poter
    > intervenire significa che si fida del suo
    > lavoro, no?

    Sono anni che gli ingenieri vanno in giro sulle loro auto, gli italiani son stati su una macchina automatica da parma fino in cina.

    http://www.innovitaly.eu/blog/2013/09/16/parma-pri.../
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: ...
    >
    > > non era qeullo il senso del post.
    > > se accetta di essere in auto senza poter
    > > intervenire significa che si fida del suo
    > > lavoro, no?
    >
    > Sono anni che gli ingenieri vanno in giro sulle
    > loro auto, gli italiani son stati su una macchina
    > automatica da parma fino in
    > cina.
    >
    > http://www.innovitaly.eu/blog/2013/09/16/parma-pri

    si, il tutto pilotato da un pentium 200Mhz, l'auto guidava ma non poteva ne superare ne cambiare corsia. diciamo una guida assistita, molto utile in autostrada.
    non+autenticato
  • > non era qeullo il senso del post.
    > se accetta di essere in auto senza poter
    > intervenire significa che si fida del suo lavoro,
    > no?

    Complimenti per il "ragionamento".
    Quindi, ad esempio, secondo te deve accompagnarti anche l'ideatore dell'ABS, sennò non compri l'auto...

    ...dopotutto come fai a fidarti di un congegno che interviene in automatico sui freni della tua auto? Facendo aprire le pinze tra l'altro!!! Pensa che abominio eh? Chissà quanta gente ucciderà questo ABS...!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > > non era qeullo il senso del post.
    > > se accetta di essere in auto senza poter
    > > intervenire significa che si fida del suo
    > lavoro,
    > > no?
    >
    > Complimenti per il "ragionamento".
    > Quindi, ad esempio, secondo te deve accompagnarti
    > anche l'ideatore dell'ABS, sennò non compri
    > l'auto...
    >
    > ...dopotutto come fai a fidarti di un congegno
    > che interviene in automatico sui freni della tua
    > auto? Facendo aprire le pinze tra l'altro!!!
    > Pensa che abominio eh? Chissà quanta gente
    > ucciderà questo
    > ABS...!

    l'abs non blocca le ruote, un meccanismo mooooooooooolto meno complesso di "guidare in autonomia". quindi no, non mi serve che il tipo dell'abs stia in auto con me e nemmeno l'ascensorista quando faccio su e giu' in ascensore. Ma per roba complessa ocme guidare allora se permetti ancora non mi fido di un sistema non umano. Non dico che non lo accetto in toto, dico solo "e' troppo presto".

    Se a destra attraversa un cane e a sinistra un uomo e non puoi frenare in tempo, chi decidi di mettere sotto? io metterei sotto il cane, un sistema robotizzato magari no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > l'abs non blocca le ruote, un meccanismo
    > mooooooooooolto meno complesso di "guidare in
    > autonomia". quindi no, non mi serve che il tipo
    > dell'abs stia in auto con me e nemmeno
    > l'ascensorista quando faccio su e giu' in
    > ascensore. Ma per roba complessa ocme guidare
    > allora se permetti ancora non mi fido di un
    > sistema non umano. Non dico che non lo accetto in
    > toto, dico solo "e' troppo
    > presto".
    >
    > Se a destra attraversa un cane e a sinistra un
    > uomo e non puoi frenare in tempo, chi decidi di
    > mettere sotto? io metterei sotto il cane, un
    > sistema robotizzato magari
    > no.

    Vai tranquillo, nel caso arrivassero a breve tali macchine, nessuno ti punterà addosso una pistola per obbligarti a comprarla. Fai così, se per tua sfortuna le case automobilistiche non offriranno l'opzione "ingegnere legato al tuo fianco", compra l'auto a tua suocera e manda avanti lei a "testarla" per teOcchiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 maggio 2014 15.04
    -----------------------------------------------------------
    Prozac
    5034
  • ma hai mai visto la precisione dei radar delle Google car prima di parlare?

    Il sistema ha dei tempi di reazione migliaia di volte più veloci di un essere umano (che si può distrarre), quindi non ci arrivi proprio alla condizione che il sistema deve scegliere chi buttare sotto perché si è già accorto di un potenziale pericolo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ... uno degli ingegneri della squadra di
    > progettazione di sto coso sia sempre con me,
    > legato al sedile del passeggero, ammanettato in
    > modo da impedirgli qualunque movimento. se c'e'
    > da crepare a causa di un difetto, che venga con
    > me nen rogo
    > dell'incidente.

    Stai pur certo che un sistema automatico fa molti meno danni della guida umana.
    Non è infallibile, ma ancor meno lo è la TUA guida (o quella di chi ti sta attorno), che tu te ne renda conto o meno.

    E' una questione di percezione, si chiama "outrage factor".
    E alle volte è anche un po' di pregiudizio o, peggio, ignoranza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > - Scritto da: ...
    > > ... uno degli ingegneri della squadra di
    > > progettazione di sto coso sia sempre con me,
    > > legato al sedile del passeggero, ammanettato in
    > > modo da impedirgli qualunque movimento. se c'e'
    > > da crepare a causa di un difetto, che venga con
    > > me nen rogo
    > > dell'incidente.
    >
    > Stai pur certo che un sistema automatico fa molti
    > meno danni della guida
    > umana.
    > Non è infallibile, ma ancor meno lo è la TUA
    > guida (o quella di chi ti sta attorno), che tu te
    > ne renda conto o meno.
    >
    > E' una questione di percezione, si chiama
    > "outrage factor".
    > E alle volte è anche un po' di pregiudizio o,
    > peggio, ignoranza.

    Veramente mi sembra che tu sovrastimi proprio tecnicamente le possibilità di un sistema automatico, l'outrage factor non c'entra nulla. L'efficacia di un sistema elettronico in casi relativamente semplici di azione-reazione, come quello dell'ABS che hai citato, non è in discussione. Un circuito può reagire in un microsecondo, un umano no.
    Se però si tratta di "capire" situazioni complesse, con centinaia di variabili non semplicemente quantificabili, il discorso cambia e di molto. La mia guida non è infallibile, certo, ma con la tecnologia attuale mi fido comunque più di lei che di un'automobile a guida completamente automatica.
    Izio01
    4027