Luca Annunziata

Adobe Cloud, 24 ore di passione

Il sistema di autenticazione per l'accesso alla Creative Suite nelle nuvole si blocca. In molti lamentano l'impossibilità di usare il software. Adobe si scusa e risolve il problema

Roma - Adobe si è scusata con i suoi clienti per il disservizio che ha colpito la sua Creative Suite Cloud: un problema ai sistemi di autenticazione ha di fatto messo KO l'intero corredo di applicazioni dedicate alla grafica e alla produzione multimediale, creando per oltre 24 ore parecchi grattacapi a chi ha sottoscritto un abbonamento al pacchetto. Senza accesso al servizio online è di fatto impossibile lavorare: una volta individuato l'errore l'azienda l'ha risolto nel più breve tempo possibile, e ha cercato di rasserenare gli infiammati animi riversatisi su Twitter per lamentarsi dell'accaduto.




A partire dalla nottata di mercoledì, chi avesse effettuato il logout dal proprio account si è visto impossibilitato dal riprendere il lavoro: i fortunati che avevano ancora a disposizione delle ore o dei giorni residui del periodo di prova del software hanno potuto approfittarne per cominciare a lavorare, gli altri non hanno potuto fare altro che attendere e rimandare le scadenze fissate. In taluni casi era possibile avviare il software mettendo il computer offline, ma lo stratagemma non ha funzionato per tutti allo stesso modo.
Oltre alle scuse, Adobe ha anche fornito una spiegazione per quanto avvenuto: durante le normali procedure di manutenzione si è generato un problema al database del servizio di autenticazione, creando a cascata le difficoltà a tutti i prodotti inseriti nella Creative Cloud. Sebbene non sia stato chiarito quale sia l'errore intervenuto, Adobe assicura di aver compreso appieno l'incidente e di aver intrapreso le iniziative necessarie ad evitare che possa ripetersi. Una promessa che vale molto, visto che di fatto l'autenticazione è un passaggio chiave a garantire la funzionalità di un software a sottoscrizione che necessità dell'autorizzazione fornita online per funzionare. (L.A.)


35 Commenti alla Notizia Adobe Cloud, 24 ore di passione
Ordina
  • Sarebbe interessante calcolare i danni subiti dall'economia: quante giornate di lavoro perse a quale prezzo per le aziende che hanno comunque dovuto pagare i dipendenti? Quanti danni per consegne non rispettate? Quante ore di straordinario inutili per rimediare?
    E presentare il conto alla Adobe e agli evangelizzatori che stanno sulla nuvoletta...
    Funz
    12946
  • Beh, qui Creative Suite CS6, e mi sto guardando le unghie ridacchiando sotto i baffi...
    non+autenticato
  • Ma possibile che ogni volta ci debba essere gentaglia come voi che sputa su servizi ed altro ?
    Noi abbiamo una casa di produzione video e questa cosa è accaduta, ma non spaliamo merda su Adobe.

    Negli ultimi anni hanno fatto un gran lavoro sia a livello software, di interazione e di cio' che offre.
    Noi siamo in 6 e 6 abbonati alla suite.

    L'Italia va male per gente come voi che sa solo lamentarsi e aspetta il modo di lamentarsi senza fare un cazzo. 3/4 di voi sono invidiosi perchè non possono permetterselo nemmeno al mese, quindi spalate merda.
    Io vi garantisco che sono stato uno di quelli che lo ha usato piratato fino alla CC, poi avendo delle responsabilità (cosa che a quanto pare voi non avete) ho deciso di dare questi 360 € annuali e sono sicuro che i miei soldi contribuiranno anche a miglioramenti futuri di questo software, perchè ragiono da imprenditore e non da Italiano medio come tutti i commenti qui sopra.
    non+autenticato
  • Ma no. Non è vero.
    In Italia è pieno di gente che ammira gli imprenditori italiani che pagano per lasciare i loro dati sui server americani direttamente a casa della nsa e quindi al servizio della concorrenza usa (dato che governo e multinazionali usa di fatto sono la stessa cosa)
    Certo, può darsi che invece questi imprenditori siano piccoli e rivolti ad un piccolo mercatino locale, ma in questi casi, se il livello è fare concorrenza al ragazzino smanettone, usi gli stessi mezzi del ragazzino smanettone.
    non+autenticato
  • Ahahah il "ragazzino smanettone".

    Certo, peccato che nello studio in cui sono (di queste 6 persone) avrai visto spot anche TV e molto altro.

    Sempre grazie ad Adobe, già cazzo dimenticavo anche il ragazzino James Cameron con Avatar, mi pare sia passato da Adobe... ma cosi per farsi un giro.

    Ste storie dei dati, ste storie da anarchici, bisogna smetterla.
    Siete nel sistema comunque, che vogliate o no, dal momento in cui paghi il gas e la luce, fai parte di un cazzo di sistema, non fate gli ipocriti.
    non+autenticato
  • Non penso proprio che Cameron abbia lasciato i dati di Avatar sui server della Adobe a disposizione di chiunque abbia o possa ordinare di avere le chiavi di accesso (per quanto, essendo multinazionali usa, magari sono protette dalle loro stesse leggi che non valgono per gli stranieri).
    Se facessi spot per telecicciodisopra forse potrei pensarci, ma sarebbe cmq. antieconomico
    non+autenticato
  • Adobe si è fatta fregare il codice di Photoshop (e, pare, anche del framework su cui gira il suo software) dai server. Figurarsi se un'azienda seria possa lasciare a loro dati riservati. Capisco il piccolo spot pubblicitario da TV locale, ma di sicuro non il grosso progetto preparato con un anno di anticipo o la documentazione del progetto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: AxAx
    > Non penso proprio che Cameron abbia lasciato i
    > dati di Avatar sui server della Adobe

    Per essere precisi, i dati rimangono nel server dell'utente. Ma Adobe ha accesso in qualsiasi momento, altrimenti il programma potrebbe non funzionare. Naturalmente, il patto è che Adobe non legga e non rivenda i dati. Naturalmente, sappiamo benissimo quanto ci sia da fidarsi dei patti stipulati con aziende di proprietà dei peggiori squali, mascherati dietro inaccessibil scatole cinesi.
    non+autenticato
  • TrollTroll occhiolinoTroll chiacchieroneTroll occhi di fuoriTroll di tutti i colori

    Non hai e non hai mai avuto una casa di produzione video, e non sei un professionista.

    Un vero professionista non si renderebbe ridicolo sbraitando in questo modo (o lo farebbe, ma sotto falso nome)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Samuele Dalo

    >
    > Io vi garantisco che sono stato uno di quelli che
    > lo ha usato piratato fino alla CC, poi avendo
    > delle responsabilità (cosa che a quanto pare voi
    > non avete) ho deciso di dare questi 360 € annuali
    > e sono sicuro che i miei soldi contribuiranno
    > anche a miglioramenti futuri di questo software,
    > perchè ragiono da imprenditore e non da Italiano
    > medio come tutti i commenti qui
    > sopra.

    Per la Gdf di Milano sarebbe interessante calcolare la data di uscita della CC e la data di creazione della "Alphetto Filmmaker", per Sua stessa dichiarazione.

    ... un passato da craccone di console e affini come ce ne sono a migliaia ovunque ... niente degno di nota come al solito Annoiato

    Adesso entriamo nel merito della questione:
    Io ho sempre lavorato con Per il mio lavoro ho acquistato tools da 10/15 mila euro, non cazzatine da qualche centinaio di euro. A tal proposito dubito che nella Sua attività utilizzi solo CC, sicurtamente utilizzaerà anche altri tools regolarmente licenziati.

    Qui l'unico italiano medio che alla parola cloud si illumina ed applaude è Lei ... gli altri fortunatamente hanno capito/stanno iniziando a capire che cosa sia il cloud.

    >...
    >e sono sicuro che i miei soldi contribuiranno anche a miglioramenti futuri di questo software
    >...

    Lei sta parlando del futuro di qualcosa che nell'era informatica si colloca nel paleozoico ... ma vada "a ciapà i rat" (sicuro che sarà in grado di comprendere!)
    non+autenticato
  • > L'Italia va male per gente come voi che sa solo
    > lamentarsi ...
    > 3/4 di voi sono invidiosi perchè
    > non possono permetterselo nemmeno al mese, quindi
    > spalate merda ...
    > Io vi garantisco che sono stato uno di quelli che
    > lo ha usato piratato fino alla CC, poi avendo
    > delle responsabilità

    Non so perché, ma il tono isterico e il lessico un po' alleviano danno tutto fuorché l'idea di qualcuno che abbia responabilità aziendali. Poi, si sa, la comunicazione commerciale non è il forte degli italiani moderni.
    non+autenticato
  • Il paradiso dei fessi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe Rossi
    > Il paradiso dei fessi!

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • Non riesco a capacitarmi di come gli utenti possano permettere l'esistenza di immondizia di questa portata.
    Shiba
    3709
  • - Scritto da: Shiba
    > Non riesco a capacitarmi di come gli utenti
    > possano permettere l'esistenza di immondizia di
    > questa
    > portata.

    Cioè io dovrei dipendere da terzi in questo modo per il mio lavoro ? Adobe risarcirà per le perdite subite per queste 24 ore ?
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > - Scritto da: Shiba
    > > Non riesco a capacitarmi di come gli utenti
    > > possano permettere l'esistenza di immondizia di
    > > questa
    > > portata.
    >
    > Cioè io dovrei dipendere da terzi in questo modo
    > per il mio lavoro ? Adobe risarcirà per le
    > perdite subite per queste 24 ore
    > ?


    > Cioè io dovrei dipendere da terzi in questo modo
    > per il mio lavoro ? Adobe risarcirà per le
    > perdite subite per queste 24 ore
    > ?

    Dopo una veloce ricerca ho trovato questo nel loro contratto:

    6.3 Adobe farà quanto possibile per rendere disponibili i Servizi 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Tuttavia, si potranno verificare occasioni esulanti dal suo controllo in cui il Servizio sarà interrotto per manutenzione, aggiornamenti e riparazioni, oppure a causa di guasti ai collegamenti delle telecomunicazioni e alle attrezzature. Adobe assumerà misure opportune per ridurre al minimo tali interruzioni, nel limite di quanto ricade ragionevolmente sotto il suo controllo. Alcuni Servizi potrebbero non essere disponibili in tutte le lingue.

    6.4 Adobe potrà modificare o interrompere, in maniera temporanea o permanente, i Servizi o i Materiali, o qualsivoglia parte di essi, con o senza preavviso. In questo caso, Adobe non sarà responsabile nei confronti dell’Utente o di chiunque altro.

    14.1 IN NESSUN CASO ADOBE, I SUOI FUNZIONARI, AMMINISTRATORI, DIPENDENTI, PARTNER, LICENZIATARI O FORNITORI SARANNO RESPONSABILI NEI CONFRONTI DELL’UTENTE O DI TERZI PER EVENTUALI DANNI SPECIALI, INCIDENTALI, INDIRETTI, CONSEQUENZIALI O PUNITIVI DI QUALSIASI TIPO, COMPRESI QUELLI RISULTANTI DALLA PERDITA DI USO, DATI O PROFITTI, PREVEDIBILI O MENO, E INDIPENDENTEMENTE DAL FATTO CHE ADOBE FOSSE STATA INFORMATA CIRCA LA POSSIBILITÀ DI TALI DANNI, O IN BASE A EVENTUALI PRESUNZIONI DI RESPONSABILITÀ, COMPRESE LA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO O DELLA GARANZIA, COLPA O ALTRA AZIONE ILLECITA O ALTRI TIPI DI RECLAMO RISULTANTI DA O IN CONNESSIONE CON L’USO O L’ACCESSO AL SITO, AI SERVIZI O AI MATERIALI. NESSUN ELEMENTO DEI TERMINI LIMITERÀ O ESCLUDERÀ LA RESPONSABILITÀ DI ADOBE IN CASO DI COLPA GRAVE O ILLECITO INTENZIONALE DI ADOBE O DEI SUOI DIPENDENTI O IN CASO DI MORTE O LESIONI PERSONALI.

    14.2 LA RESPONSABILITÀ COMPLESSIVA DI ADOBE E DEI SUOI AFFILIATI, LICENZIATARI E FORNITORI IN VIRTÙ O IN RELAZIONE CON IL PRESENTE ACCORDO SARÀ LIMITATA A $100 O ALL’IMPORTO COMPLESSIVO PAGATO DALL’UTENTE PER AVER ACCESSO AL SERVIZIO DURANTE IL PERIODO TRIMESTRALE PRECEDENTE ALL’EVENTO CHE HA DATO ORIGINE A DETTA RESPONSABILITÀ, A SECONDA DI QUALE SOMMA SIA MAGGIORE. LA SUCCITATA LIMITAZIONE RESTERÀ APPLICABILE ANCHE SE ADOBE È STATA AVVISATA DELLA POSSIBILITÀ DEL VERIFICARSI DI DANNI E ANCHE IN CASO DI INEFFICACIA DELLO SCOPO ESSENZIALE DI EVENTUALI RIMEDI LIMITATI.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Puffo inventore
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > - Scritto da: Shiba
    > > > Non riesco a capacitarmi di come gli utenti
    > > > possano permettere l'esistenza di immondizia
    > di
    > > > questa
    > > > portata.
    > >
    > > Cioè io dovrei dipendere da terzi in questo modo
    > > per il mio lavoro ? Adobe risarcirà per le
    > > perdite subite per queste 24 ore
    > > ?
    >
    >
    > > Cioè io dovrei dipendere da terzi in questo modo
    > > per il mio lavoro ? Adobe risarcirà per le
    > > perdite subite per queste 24 ore
    > > ?
    >
    > Dopo una veloce ricerca ho trovato questo nel
    > loro
    > contratto:
    >
    > 6.3 Adobe farà quanto possibile per rendere
    > disponibili i Servizi 24 ore al giorno, 7 giorni
    > su 7. Tuttavia, si potranno verificare occasioni
    > esulanti dal suo controllo in cui il Servizio
    > sarà interrotto per manutenzione, aggiornamenti e
    > riparazioni, oppure a causa di guasti ai
    > collegamenti delle telecomunicazioni e alle
    > attrezzature. Adobe assumerà misure opportune per
    > ridurre al minimo tali interruzioni, nel limite
    > di quanto ricade ragionevolmente sotto il suo
    > controllo. Alcuni Servizi potrebbero non essere
    > disponibili in tutte le
    > lingue.
    >
    > 6.4 Adobe potrà modificare o interrompere, in
    > maniera temporanea o permanente, i Servizi o i
    > Materiali, o qualsivoglia parte di essi, con o
    > senza preavviso. In questo caso, Adobe non sarà
    > responsabile nei confronti dell’Utente o di
    > chiunque
    > altro.
    >
    > 14.1 IN NESSUN CASO ADOBE, I SUOI FUNZIONARI,
    > AMMINISTRATORI, DIPENDENTI, PARTNER, LICENZIATARI
    > O FORNITORI SARANNO RESPONSABILI NEI CONFRONTI
    > DELL’UTENTE O DI TERZI PER EVENTUALI DANNI
    > SPECIALI, INCIDENTALI, INDIRETTI, CONSEQUENZIALI
    > O PUNITIVI DI QUALSIASI TIPO, COMPRESI QUELLI
    > RISULTANTI DALLA PERDITA DI USO, DATI O PROFITTI,
    > PREVEDIBILI O MENO, E INDIPENDENTEMENTE DAL FATTO
    > CHE ADOBE FOSSE STATA INFORMATA CIRCA LA
    > POSSIBILITÀ DI TALI DANNI, O IN BASE A EVENTUALI
    > PRESUNZIONI DI RESPONSABILITÀ, COMPRESE LA
    > VIOLAZIONE DEL CONTRATTO O DELLA GARANZIA, COLPA
    > O ALTRA AZIONE ILLECITA O ALTRI TIPI DI RECLAMO
    > RISULTANTI DA O IN CONNESSIONE CON L’USO O
    > L’ACCESSO AL SITO, AI SERVIZI O AI MATERIALI.
    > NESSUN ELEMENTO DEI TERMINI LIMITERÀ O ESCLUDERÀ
    > LA RESPONSABILITÀ DI ADOBE IN CASO DI COLPA GRAVE
    > O ILLECITO INTENZIONALE DI ADOBE O DEI SUOI
    > DIPENDENTI O IN CASO DI MORTE O LESIONI
    > PERSONALI.
    >
    > 14.2 LA RESPONSABILITÀ COMPLESSIVA DI ADOBE E DEI
    > SUOI AFFILIATI, LICENZIATARI E FORNITORI IN VIRTÙ
    > O IN RELAZIONE CON IL PRESENTE ACCORDO SARÀ
    > LIMITATA A $100 O ALL’IMPORTO COMPLESSIVO PAGATO
    > DALL’UTENTE PER AVER ACCESSO AL SERVIZIO DURANTE
    > IL PERIODO TRIMESTRALE PRECEDENTE ALL’EVENTO CHE
    > HA DATO ORIGINE A DETTA RESPONSABILITÀ, A SECONDA
    > DI QUALE SOMMA SIA MAGGIORE. LA SUCCITATA
    > LIMITAZIONE RESTERÀ APPLICABILE ANCHE SE ADOBE È
    > STATA AVVISATA DELLA POSSIBILITÀ DEL VERIFICARSI
    > DI DANNI E ANCHE IN CASO DI INEFFICACIA DELLO
    > SCOPO ESSENZIALE DI EVENTUALI RIMEDI
    > LIMITATI.

    Che fico ! Voglio scriverlo anche sulla mia patente e sul libretto della macchina e poi guidare come un pazzo dopo aver bevuto !
    krane
    22544
  • > Che fico ! Voglio scriverlo anche sulla mia
    > patente e sul libretto della macchina e poi
    > guidare come un pazzo dopo aver bevuto!

    Che, tra l'altro, a volte si ha l'impressione che sia quello che fanno i programmatori Adobe, di fronte a certi bug ormai millenari.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Puffo inventore
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > - Scritto da: Shiba
    > > > Non riesco a capacitarmi di come gli utenti
    > > > possano permettere l'esistenza di immondizia
    > di
    > > > questa
    > > > portata.
    > >
    > > Cioè io dovrei dipendere da terzi in questo modo
    > > per il mio lavoro ? Adobe risarcirà per le
    > > perdite subite per queste 24 ore
    > > ?
    >
    >
    > > Cioè io dovrei dipendere da terzi in questo modo
    > > per il mio lavoro ? Adobe risarcirà per le
    > > perdite subite per queste 24 ore
    > > ?
    >
    > Dopo una veloce ricerca ho trovato questo nel
    > loro
    > contratto:
    >
    > 6.3 Adobe farà quanto possibile per rendere
    > disponibili i Servizi 24 ore al giorno, 7 giorni
    > su 7. Tuttavia, si potranno verificare occasioni
    > esulanti dal suo controllo in cui il Servizio
    > sarà interrotto per manutenzione, aggiornamenti e
    > riparazioni, oppure a causa di guasti ai
    > collegamenti delle telecomunicazioni e alle
    > attrezzature. Adobe assumerà misure opportune per
    > ridurre al minimo tali interruzioni, nel limite
    > di quanto ricade ragionevolmente sotto il suo
    > controllo. Alcuni Servizi potrebbero non essere
    > disponibili in tutte le
    > lingue.
    >
    > 6.4 Adobe potrà modificare o interrompere, in
    > maniera temporanea o permanente, i Servizi o i
    > Materiali, o qualsivoglia parte di essi, con o
    > senza preavviso. In questo caso, Adobe non sarà
    > responsabile nei confronti dell’Utente o di
    > chiunque
    > altro.
    >
    > 14.1 IN NESSUN CASO ADOBE, I SUOI FUNZIONARI,
    > AMMINISTRATORI, DIPENDENTI, PARTNER, LICENZIATARI
    > O FORNITORI SARANNO RESPONSABILI NEI CONFRONTI
    > DELL’UTENTE O DI TERZI PER EVENTUALI DANNI
    > SPECIALI, INCIDENTALI, INDIRETTI, CONSEQUENZIALI
    > O PUNITIVI DI QUALSIASI TIPO, COMPRESI QUELLI
    > RISULTANTI DALLA PERDITA DI USO, DATI O PROFITTI,
    > PREVEDIBILI O MENO, E INDIPENDENTEMENTE DAL FATTO
    > CHE ADOBE FOSSE STATA INFORMATA CIRCA LA
    > POSSIBILITÀ DI TALI DANNI, O IN BASE A EVENTUALI
    > PRESUNZIONI DI RESPONSABILITÀ, COMPRESE LA
    > VIOLAZIONE DEL CONTRATTO O DELLA GARANZIA, COLPA
    > O ALTRA AZIONE ILLECITA O ALTRI TIPI DI RECLAMO
    > RISULTANTI DA O IN CONNESSIONE CON L’USO O
    > L’ACCESSO AL SITO, AI SERVIZI O AI MATERIALI.
    > NESSUN ELEMENTO DEI TERMINI LIMITERÀ O ESCLUDERÀ
    > LA RESPONSABILITÀ DI ADOBE IN CASO DI COLPA GRAVE
    > O ILLECITO INTENZIONALE DI ADOBE O DEI SUOI
    > DIPENDENTI O IN CASO DI MORTE O LESIONI
    > PERSONALI.
    >
    > 14.2 LA RESPONSABILITÀ COMPLESSIVA DI ADOBE E DEI
    > SUOI AFFILIATI, LICENZIATARI E FORNITORI IN VIRTÙ
    > O IN RELAZIONE CON IL PRESENTE ACCORDO SARÀ
    > LIMITATA A $100 O ALL’IMPORTO COMPLESSIVO PAGATO
    > DALL’UTENTE PER AVER ACCESSO AL SERVIZIO DURANTE
    > IL PERIODO TRIMESTRALE PRECEDENTE ALL’EVENTO CHE
    > HA DATO ORIGINE A DETTA RESPONSABILITÀ, A SECONDA
    > DI QUALE SOMMA SIA MAGGIORE. LA SUCCITATA
    > LIMITAZIONE RESTERÀ APPLICABILE ANCHE SE ADOBE È
    > STATA AVVISATA DELLA POSSIBILITÀ DEL VERIFICARSI
    > DI DANNI E ANCHE IN CASO DI INEFFICACIA DELLO
    > SCOPO ESSENZIALE DI EVENTUALI RIMEDI
    > LIMITATI.
    In breve: pigliatevelo in del cloudA bocca aperta
    non+autenticato
  • > In breve: pigliatevelo in del cloudA bocca aperta

    Carino il giuoco di parole.
    Quando si dice contratti asimmetrici... ci si riferisce al sesso dei due contraenti. All'uso delle parti anatomiche, più precisamente.
  • E la gente paga, capisci? Non solo lo usa, quando la sanità mentale dovrebbe obbligarti a evitarlo pure se fosse gratis, da loro pure dei soldi! Evidentemente qualcosa è andato storto nella testa di molti nell'ultimo decennio.
    Shiba
    3709
  • - Scritto da: Shiba
    > E la gente paga, capisci? Non solo lo usa, quando
    > la sanità mentale dovrebbe obbligarti a evitarlo
    > pure se fosse gratis, da loro pure dei soldi!
    > Evidentemente qualcosa è andato storto nella
    > testa di molti nell'ultimo
    > decennio.

    A me Adobe fa sempre più schifo anno dopo anno, ma se devi lavorare da professionista a Photoshop e Illustrator, purtroppo, non puoi rinunciare, perché non ci sono valide alternative.

    A tutti gli altri pezzi della suite esistono software concorrenti validi (open o closed non importa) ma a Photoshop e Illustrator non ci sono GIMP, Inkscape o Pixelmator che tengano il confronto.

    Noi siamo rimasti alla CS6 e speriamo di tenerla il più a lungo possibile.
  • - Scritto da: FinalCut
    > - Scritto da: Shiba
    > > E la gente paga, capisci? Non solo lo usa,
    > quando
    > > la sanità mentale dovrebbe obbligarti a
    > evitarlo
    > > pure se fosse gratis, da loro pure dei soldi!
    > > Evidentemente qualcosa è andato storto nella
    > > testa di molti nell'ultimo
    > > decennio.
    >
    > A me Adobe fa sempre più schifo anno dopo anno,
    > ma se devi lavorare da professionista a Photoshop
    > e Illustrator, purtroppo, non puoi rinunciare,
    > perché non ci sono valide alternative.
    >
    >
    > A tutti gli altri pezzi della suite esistono
    > software concorrenti validi (open o closed non
    > importa) ma a Photoshop e Illustrator non ci sono
    > GIMP, Inkscape o Pixelmator che tengano il
    > confronto.
    >
    ma a parte il fatto che "sono abituato cosi" ed "e' quello che usano tutti", VERAMENTE mi vuoi dire che non ci sono alternative commerciali a photoshop e illustrator ?? (w32, mica c'e' solo macacos... )
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > ma a parte il fatto che "sono abituato cosi" ed
    > "e' quello che usano tutti", VERAMENTE mi vuoi
    > dire che non ci sono alternative commerciali a
    > photoshop e illustrator ?? (w32, mica c'e' solo
    > macacos...
    > )

    Neanche lontanamente, anche perché Adobe si è comprata tutta la concorrenza.
    È però vero che non è sempre necessario disporre dell'ultimissima versione. Credo che già da diversi anni questi software siano molto più che adeguati al 99% e oltre delle esigenze, anche professionali.