Alfonso Maruccia

Surface Pro 3, il nuovo laptop-tablet di Microsoft

Redmond presenta la nuova iterazione di Surface, gadget dal cuore di PC (x86) che vorrebbe sostituire un portatile con uno schermo touch e la tastiera opzionale. Costa più di un tablet, ma vuole misurarsi coi laptop

Roa - A non molta distanza dal debutto di Surface Pro 2 (settembre 2013), Microsoft è già pronta a lanciare sul mercato il nuovo modello di tablet x86: Surface Pro 3 monta uno schermo touch da 12 pollici e processori Intel Core di quarta generazione, caratteristiche che assieme agli accessori e al design sottile e ricercato ne farebbero un candidato ideale a sostituire il tradizionale computer portatile per gli utenti che lavorano in mobilità.


Surface Pro 3 possiede infatti "tutta la potenza, le performance e la portabilità di un laptop in una forma incredibilmente leggera e versatile", sostiene Microsoft: la CPU è selezionabile tra Intel Core i3, i5 e i7, la RAM è di 4 oppure 8 gigabyte, il sistema operativo è ovviamente Windows 8.1 e non mancano porte di espansione (1 USB 3.0, 1 microSD), uscite video esterne (mini DisplayPort), videocamere fronte-retro da 5 megapixel, speaker e microfoni integrati.

Il nuovo Surface comprende una stilo digitale prodotta da N-trig al posto di quella Wacom dei modelli precedenti, come rinnovati risultano anche le cover con tastiera integrata (Type Cover) e il cavalletto che è ora possibile "bloccare" con un angolo massimo di 150 gradi per l'uso del dispositivo in ogni genere di posizione.
Migliorata anche la durate della batteria, ora superiore del 15-20 per cento per una durata media complessiva di 9 ore prima di necessitare di una ricarica. Per meglio vendere il concetto di "sostituto" di un laptop per utenti produttivi e creativi, Microsoft si è avvalsa poi della collaborazione di Adobe che è ora al lavoro su una versione di Photoshop CC ottimizzata per l'uso con gli schermi touch.


Surface Pro 3 è una via di mezzo tra un tablet e un laptop ma non supera nessuna delle due categorie di dispositivi nei loro punti forti, mentre laddove il nuovo tablet conquista il podio è sicuramente sul fronte dei prezzi: la versione base di Surface Pro 3 con CPU Core i3, 64 GB di storage e 4 GB di RAM costa $799 (819 euro in Italia il prezzo annunciato), mentre il modello di punta (Core i7, 512GB e 8GB) arriva a $1.949.

Nondimeno Microsoft si dice particolarmente orgogliosa del nuovo Surface, e per quanto riguarda il Surface Mini - un modello di dimensioni ridotte con SoC ARM di cui si attendevano notizie in questi giorni - i piani alti della corporation (cioè il CEO Satya Nadella e il vicepresidente esecutivo Stephen Elop) hanno confermato la sua esistenza ma hanno rimandato a data da destinarsi il debutto di un dispositivo che al momento non sarebbe al pari con le aspettative del pubblico.

L'avvio della commercializzazione di Surface Pro 3 è previsto per questi giorni, e Microsoft ha anche confermato di voler continuare a vendere il modello precedente (Surface 2 e Surface Pro 2) con un prezzo di partenza superiore a quello del modello base del nuovo gadget.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • SicurezzaWindows 8.1 e Surface, i bug di NataleMicrosoft sospende la distribuzione di un aggiornamento per la nuova versione del suo tablet e promette novità dopo le feste. Nel mentre, gli utenti di Windows 8.1 si lamentano dei malfunzionamenti su SkyDrive
410 Commenti alla Notizia Surface Pro 3, il nuovo laptop-tablet di Microsoft
Ordina
  • Secondo me il prezzo della Microsoft di $1949,00 per i surface con processore core i7,512 GB di storage e 8 GB di RAM è assolutamente un furto, gli elaboratori Alienware hanno caratteristiche tecniche molto superiori rispetto a quello dei surface e costano molto meno, poi che la Microsoft ha il coraggio di battersi con i laptop allora, vabbè magari quelli ordinari e non da gaming A bocca storta...
  • - Scritto da: Il Punto
    > Secondo me il prezzo della Microsoft di $1949,00
    > per i surface con processore core i7,512 GB di
    > storage e 8 GB di RAM è assolutamente un furto,
    > gli elaboratori Alienware hanno caratteristiche
    > tecniche molto superiori rispetto a quello dei
    > surface e costano molto meno, poi che la
    > Microsoft ha il coraggio di battersi con i laptop
    > allora, vabbè magari quelli ordinari e non da
    > gaming
    >A bocca storta...

    Posto che sono oggetti completamente diversi, quantifica il molto perché un laptop alienware con ssd da 256 costa minimo 1600 USD.
    non+autenticato
  • Ma vuoi mettere virus, malware e l'antivirus inclusi nel prezzo?
    Ti sentirai veramente a casa su uno di questi tablet.
    iRoby
    7594
  • What Microsoft doesn't get about the tablet revolution

    http://www.vox.com/2014/5/21/5738560/what-microsof...

    "Anyone who needs the power of a PC can and should just buy a PC. The point of buying a tablet is that it's cheaper, smaller, lighter, simpler, and more power-efficient than a traditional PC. Those advantages are only possible because tablets don't try to be all things to all people."

    nella review su theverge sono molto più neutrali
    http://www.theverge.com/2014/5/23/5743416/microsof...

    ma la conclusione è che l'esperienza d'uso è spesso frustrante

    "the core problem is that Windows 8.1 seems to ask us to learn and manage too many different ways of working [...] at the end of the day, I still just wish there weren’t two browsers, two sets of settings, and above all two wildly inconsistent experiences that just don’t mesh together all that well."
  • - Scritto da: bertuccia
    > What Microsoft doesn't get about the
    > tablet revolution

    >
    >
    > http://www.vox.com/2014/5/21/5738560/what-microsof
    >
    > "Anyone who needs the power of a PC can and
    > should just buy a PC. The point of buying a
    > tablet is that it's cheaper, smaller, lighter,
    > simpler, and more power-efficient than a
    > traditional PC. Those advantages are only
    > possible because tablets don't try to be all
    > things to all
    > people."

    Infatti strumenti come il Surface Pro 3 o il mio Asus TransformerBook NON sostituiscono e NON vogliono sostituire un PC. Il mercato in cui entrano è quello degli ultrabook come l'Apple Air ad esempio. Stiamo parlando di un prodotto che ti permette di avere tutta la potenza e le capacità di creare contenuti in mobilità. Dove è presente un ultrabook può essere presente un prodotto come questo.

    Rispetto a un ultrabook, però, un prodotto come questo ha una seconda faccia. Tale seconda faccia NON è per nulla inferiore alla prima. Quando gli togli la tastiera divente in tutto e per tutto un tablet. UN VERO tablet come lo sono i tablet Android o l'iPad Air.

    L'errore che questo "Timothy B. Lee" fa è quello di identificarlo in un TabletPC. E, vedendo l'immagine che ha postato, lo identifica in quello che erano i TabletPC all'epoca di Windows XP for Tablet. Idea interessante ma implementata molto male. Alla fine era sempre e soltanto un notebook che svolgeva compiti da notebook. Di differente dagli altri notebook è che potevi utilizzare un pennino al posto del mouse. Utile in alcuni settori di nicchia (dove effettivamente ha avuto il suo perché) ma che non dava nessun vantaggio a chi volesse solamente usufruire di contenuti e basta.

    Comunque non mi sorprende più di tanto che questo "Timothy B. Lee" non abbia capito questa tipologia di prodotti... Ha fatto lo stesso errore quando è uscito l'iPad... L'ha confrontato con i notebook e non ha capito quale fosse la sua natura. Ora sta rifacendo lo stesso errore. Sta confrontando questa NUOVA tipologia di dispositivi con l'esistente senza capirne la natura.
    Ruppolo e, leggendoti, pure tu, state facendo lo stesso errore di questo "Timothy B. Lee"...

    > nella review su theverge sono molto più neutrali
    > http://www.theverge.com/2014/5/23/5743416/microsof
    >
    > ma la conclusione è che l'esperienza d'uso è
    > spesso
    > frustrante
    >
    > "the core problem is that Windows 8.1 seems to
    > ask us to learn and manage too many different
    > ways of working [...] at the end of the day, I
    > still just wish there weren’t two browsers, two
    > sets of settings, and above all two wildly
    > inconsistent experiences that just don’t mesh
    > together all that
    > well."

    Quindi, alla fine, quello che dice "The Verge" è che hai DUE dispositivi in uno. Un ultrabook con interfaccia desktop e un tablet con interfaccia touch. Questo dimostra che NON siamo di fronte a un TabletPC (quello che Ruppolo e tu continuate, mentendo, a dichiarare qui sul forum).

    Non ho capito per quanto tempo il recensore di The Verge abbia tenuto con se il Surface. Da quello che ho capito dall'articolo l'ha provato per una giornata, tanto per testarne il comportamento. Di questi oggetti bisogna capirne la filosofia. Se mi serve creare qualcosa, attacco la tastiera, entro nel desktop e utilizzo le classiche applicazioni da desktop. Se, invece, sono in soggiorno e ho voglia di fruire contenut, prendo il tablet, tappo con le dita e "fruisco".

    Non condivido la conclusione sui browser. È normale che se lo sto utilizzando come tablet, utilizzo la versione touch (modern) del browser mentre se sono sul desktop e ho tastiera e mouse, utilizzo la versione classica... La cosa è fatta apposta per darti la miglior esperienza in base al tipo di approccio che tu stai avendo. Secondo me è normale, anche, che ci siano impostazioni diverse per le due anime del browser. Una è fatta per un utilizzo touch (e quindi ho bisogno di particolari impostazioni) l'altra è fatta per un utilizzo desktop (con tutt'altra tipologia di impostazioni).

    Io penso che se il recensore di The Verge si tenesse il dispositivo per qualche tempo, alla fine cambierebbe idea sulle sue conclusioni e si renderebbe conto che il fatto di entrare in due mondi, è perché il dispositivo ti permette di godere di entrambi i mondi.

    Poi che il sistema (software) sia migliorabile lo penso pure io... Ci sono ancora un bel po' di cose da sistemare per migliorare l'esperienza utente. Ma vedo che con i vari aggiornamenti Microsoft sta lavorando proprio in questa direzione. Già da 8 a 8.1 Update 1 sono stati fatti dei grossissimi passi avanti e il sistema si adatta sempre di più al tipo di input l'utente sta utilizzando in quel momento.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 maggio 2014 13.35
    -----------------------------------------------------------
    Prozac
    5034
  • Forse sono io che interpreto male, ma cosa intende nell'articolo per "x86"? I processori devono per forza essere a 64bit altrimenti non sarebbero motivati 8 gb di ram
    non+autenticato
  • Intende genericamente che è compatibile X86 anche se è ha 64 bit,lo si dice per differenziarli da quelli a base ARM
    non+autenticato
  • Tutto tempo sprecato, non serve a nulla. Il mondo era migliore quando non c'erano questi obbrobri tecnologici, almeno la gente si abituava a pensare e non erano tutti marionette in mano alla tecnologia. L'unica cultura vera è quella dei libri, leggere su uno schermo magari è divertente ma NON è cultura.
    non+autenticato
  • Parzialmente vero,ma puoi benissimo leggere lo stesso contenuto del libro su uno schermo,la cultura sempre quella è ....i vantaggi sono l'estrema portabilità e la quantità,la ricerca interna al documento,non doverti portare appresso un grosso volume,l'ingombro,il risparmio sulla carta,i costi,ecc
    non+autenticato
  • I contro i DRM, la mancanza di sensazioni tipiche del libro.

    Tra i vantaggi il fatto che se non è protetta da DRM, la cultura diventa universalmente accessibile ed esisterà finché ci sarà Internet.
    iRoby
    7594
  • - Scritto da: Etype
    > Parzialmente vero,ma puoi benissimo leggere lo
    > stesso contenuto del libro su uno schermo,la
    > cultura sempre quella è ....i vantaggi sono
    > l'estrema portabilità e la quantità,la ricerca
    > interna al documento,non doverti portare appresso
    > un grosso volume,l'ingombro,il risparmio sulla
    > carta,i
    > costi,ecc

    Ma gli rispondi pure? Deluso
    non+autenticato
  • > L'unica cultura vera è quella dei
    > libri, leggere su uno schermo magari è divertente
    > ma NON è
    > cultura.

    Interessante questa cosa, quindi la cultura viene dal mezzo, non dal contenuto? E se mi sto leggendo Shakespeare su un lettore ebook? Non vale vero? Bisogna leggerlo per forza dalla carta...

    Poverini anche tutti quegli studenti che studiano dalle dispense in pdf fatte dai loro professori o, anche, dai libri di testo universitari che si trovano anche in pdf, non acquisiscono cultura, che tempo che stanno perdendo...
  • Un Faraone direbbe lo stesso:
    Chi non legge sui papiri.....non è uno di cultura.
    ...e pensa l'uomo delle caverne! Perché non leggere su una pietra scolpita?Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Santi
    > Un Faraone direbbe lo stesso:
    > Chi non legge sui papiri.....non è uno di cultura.
    > ...e pensa l'uomo delle caverne! Perché non
    > leggere su una pietra scolpita?
    >Sorride

    allo stesso modo nel futuro compatiranno quelli che leggevano sul wc tablet piastrellato
    non+autenticato
  • Ha il problema di tutti gli ultrabook ovvero un prezzo astronomico ma almeno questo ha il pennino e lo schermo tattile cosa che l'air di Apple non possiede.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Puffo inventore
    > Ha il problema di tutti gli ultrabook ovvero un
    > prezzo astronomico

    Tutti ? Il MacBook Air ti sembra abbia un prezzo astronomico ?

    > ma almeno questo ha il
    > pennino e lo schermo tattile cosa che l'air di
    > Apple non
    > possiede.

    Essendo questo SOPRATTUTTO un tablet é normale che ci abbiano messo lo schermi touch come é normale che il MBA (non potendo girare lo schermo) non abbia lo schermi touch.

    Hai mai provato l'inutilità di avere lo schermo touch su un notebook "classico" ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Hai mai provato l'inutilità di avere lo schermo
    > touch su un notebook "classico" ?

    Io si ci ho giochicchiato un po'. Mi veniva da vomitare...
    Però ripensandoci forse forse si possono unire il mondo desktop con quello tablet.

    Però su un laptop, accade che mentre lo tieni sulle gambe, per toccarlo lo spingi in terra. Stessa cosa sulla scrivani che lo fai cadere all'indietro.

    Per non parlare di che succede se lo tocchi dopo avere mangiato i panzerotti fritti.
    iRoby
    7594
  • - Scritto da: iRoby
    > Per non parlare di che succede se lo tocchi dopo
    > avere mangiato i panzerotti
    > fritti.

    Succede che non ti serve il digitizer per acquisire il panzerotto fritto.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > - Scritto da: iRoby
    > > Per non parlare di che succede se lo tocchi
    > dopo
    > > avere mangiato i panzerotti
    > > fritti.


    > Succede che non ti serve il digitizer per
    > acquisire il panzerotto
    > fritto.

    Penso che sia stato abbastanza chiaro è sufficiente leggere: non ha scritto che voleva acquisire il panzerotto ma di mangiare i panzerotti. E' inutile avere un correttore ortografico quando si hanno gravi problemi di lettura.
    non+autenticato
  • Io non ho capito cosa voleva dire.
    La mia era una battuta, nel senso che il touch è figo, ma dopo aver mangiato i panzerotti diventa una fetenzia...

    Ma da un Apple-Fan non è che mi aspetti molta perspicacia...
    iRoby
    7594
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: Puffo inventore
    > > Ha il problema di tutti gli ultrabook ovvero
    > un
    > > prezzo astronomico
    >
    > Tutti ? Il MacBook Air ti sembra abbia un prezzo
    > astronomico
    > ?
    >
    > > ma almeno questo ha il
    > > pennino e lo schermo tattile cosa che l'air
    > di
    > > Apple non
    > > possiede.
    >
    > Essendo questo SOPRATTUTTO un tablet é normale
    > che ci abbiano messo lo schermi touch come é
    > normale che il MBA (non potendo girare lo
    > schermo) non abbia lo schermi touch.
    >
    >
    > Hai mai provato l'inutilità di avere lo schermo
    > touch su un notebook "classico"
    > ?

    Non voglio fare come la signora della pubblicita' che si tiene il suo fustino di detersivo in cambio di due, se questo portatile ha due funzioni in piu', una e' quella di poter essere occasionalmente utilizzato come tablet e la seconda di poter usufruire del pennino per i programmi di grafica, visto che a parita' di processori e memoria i prezzi sono molto simili, per logica tra i due un potenziale cliente acquista quello MS.

    (ho scritto cliente non fanboy adepto ecc ecc per loro ha gia' deciso qulcun altro)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Puffo inventore
    > Non voglio fare come la signora della pubblicita'
    > che si tiene il suo fustino di detersivo in
    > cambio di due, se questo portatile ha due
    > funzioni in piu', una e' quella di poter essere
    > occasionalmente utilizzato come tablet e la
    > seconda di poter usufruire del pennino per i
    > programmi di grafica, visto che a parita' di
    > processori e memoria i prezzi sono molto simili,
    > per logica tra i due un potenziale cliente
    > acquista quello
    > MS.

    Certo, non sapendo della pressoché totale assenza di software (presente e futura) per usarlo in modalità touch.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Certo, non sapendo della pressoché totale assenza
    > di software (presente e futura) per usarlo in
    > modalità
    > touch.

    Bugia.
    (visto che ci tieni al fatto che ti si segnali quando menti)
    Prozac
    5034
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Puffo inventore
    > > Non voglio fare come la signora della
    > pubblicita'
    > > che si tiene il suo fustino di detersivo in
    > > cambio di due, se questo portatile ha due
    > > funzioni in piu', una e' quella di poter
    > essere
    > > occasionalmente utilizzato come tablet e la
    > > seconda di poter usufruire del pennino per i
    > > programmi di grafica, visto che a parita' di
    > > processori e memoria i prezzi sono molto
    > simili,
    > > per logica tra i due un potenziale cliente
    > > acquista quello
    > > MS.
    >
    > Certo, non sapendo della pressoché totale assenza
    > di software (presente e futura) per usarlo in
    > modalità
    > touch.


    le piastrelle ha cosa servono?
    Chi spende quelle cifre per giocare a banana kong ? Si compra un tablet da 200 e 300 euro per quello non spende 1000 o 2000 euro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Certo, non sapendo della pressoché totale assenza
    > di software (presente e futura) per usarlo in
    > modalità
    > touch.

    Ti sembrerà strano, ma è da Win7 che esiste il touch a livello di API.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)