Claudio Tamburrino

Spotify, 10 milioni di utenti paganti

Basteranno per far diventare la piattaforma redditizia? Mentre sembra vicino il suo esordio in borsa, gli analisti studiano l'efficacia del suo modello di business e i concorrenti iniziano ad incalzare

Roma - Spotify ha raggiunto la soglia di 10 milioni di utenti paganti: poco meno del doppio dei 6 milioni che il servizio musicale registrava a marzo 2013.

A questi si aggiungono 30 milioni di persone che ascoltano gratuitamente ed un totale di 5 milioni di nuove playlist create od aggiornate ogni giorno.

Il CEO Daniel Ek, dunque, ha riferito di aver raggiunto il suo primo obiettivo, portare la gente ad ascoltare musica in streaming.
Ora, grazie all'offerta di abbonamento a 10 dollari al mese, conta di estendere sempre di più la portata di coloro che sono interessati al servizio premium: "Penseranno che 10 dollari non sono nulla, come due birre".
Il punto nodale per Spotify è l'economia di scala su cui potrà basarsi: il servizio di streaming assicura un pagamento delle royalty proporzionale, legato ai reali ascolti degli utenti e basato sul 70 per cento del suo fatturato, perciò all'aumento della base di utenti, il 30 per cento rimanente dovrebbe diventare più che sufficiente per coprire i costi restanti e portare l'azienda in positivo.
Secondo un rapporto pubblicato da Generator Research a novembre, tuttavia, l'attuale modello di business adottato da Spotify sarebbe "intrinsecamente non redditizio".

Certo, all'orizzonte c'è anche l'acquisto di Beats da parte di Apple - che a proposito di economie di scala avrebbe il vantaggio di partire dalla base di iTunes, nonché il dato, raccolto dalla società di analisi PrivCo, secondo cui Spotify ha già perso 200milioni di dollari.

Nonostante ciò, Spotify sembra ora vicina a definire una offerta pubblica iniziale per il suo sbarco in borsa.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessApple, acquisti per lo streaming?Indiscrezioni vorrebbero Cupertino ad un passo da Beats Electronics. Per cui sarebbe disposta a spendere pių di 3 miliardi di dollari
  • BusinessLaterza e gli ebook in streamingIn Italia i libri saranno accessibili online su abbonamento. L'editore pensa anche ai libri collaborativi, con gli utenti che contribuiranno ad aggiungere spunti per gli autori. Amazon, invece, acquista per leggere i fumetti
20 Commenti alla Notizia Spotify, 10 milioni di utenti paganti
Ordina
  • Io dal 2005 sono stato abbonato a diversi servizi di streaming musicale, l'ultimo dei quali è stato Spotify, e vi assicuro che non sono un imbecille né ho soldi da buttar via. Semplicemente mi piace molto ascoltare musica di ogni genere e non posso permettermi di comprare tutti dischi che mi interessano. Mi piacerebbe anche capire a quale alternativa gratis e legale si riferisce l'utente che ha scritto qualche commento prima del mio. Se intende la versione free rispondo che non è la stessa cosa, perché c'è la pubblicità, la musica non si può scaricare e sul telefono le playlist si possono ascoltare solo in modalità casuale. Se intende scaricare musica da siti pirata o ascoltarla su YouTube caricata illegalmente allora rispondo che io non sono un ladro. In ogni caso è davvero deprimente vedere come in Italia, a differenza degli altri stati, le persone, giovani compresi, non abbiano il minimo rispetto della legalità e del lavoro altrui, salvo poi lamentarsi dei politici. La musica è un'arte che costa soldi e sacrificio a chi la pratica. La Coca Cola secondo voi si dovrebbe rubare invece di pagarla solo perché viene prodotta da una grande multinazionale? Se siete contro le major dovreste esprimere il vostro disappunto non ascoltandone la musica, non ascoltandola "a sbafo". Se no siete comunque solo dei ladri. Una volta le proteste i giovani le facevano così, adesso son capaci solo di nrubare nascondendosi dietro delle finte questioni di principio. Per fortuna che poi i ladri son sempre gli altri...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Clauerouges
    > Una volta le proteste i giovani le facevano
    > così, adesso son capaci solo di nrubare
    > nascondendosi dietro delle finte questioni
    > di principio. Per fortuna che poi i ladri
    > son sempre gli altri...

    Ma cosi come ?
    Ci si scambiava in mondo di cassette a scuola, forse non ricordi ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Ma cosi come ?
    > Ci si scambiava in mondo di cassette a scuola,
    > forse non ricordi
    > ?

    Cambia solo il numero delle copie. Quando ero piccolo le passavo a 3-4 amici , ora lo passi a milioni di persone.

    Non é propriamente la stessa cosa, tralasciando poi il fatto della diffusione dei virus che si portano dietro con il download.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: krane
    > > Ma cosi come ?
    > > Ci si scambiava in mondo di
    > > cassette a scuola, forse non
    > > ricordi ?

    > Cambia solo il numero delle copie. Quando
    > ero piccolo le passavo a 3-4 amici , ora
    > lo passi a milioni di persone.

    Beh, io direi centinaia, a tutti quelli della tua classe che lo volevano, poi qualcuno lo portava in classe di fianco e cosi' via. I successi che piacevano a quell'eta' ciscrolavano con una capillarita' degna delle migliori piacce di spacciatori.

    > Non é propriamente la stessa cosa, tralasciando
    > poi il fatto della diffusione dei virus che si
    > portano dietro con il download.

    Se e' per questo da ragazzino preparai una cassetta con un pezzo di carta vetro ad un certo punto del nastroA bocca aperta
    krane
    22544
  • > Cambia solo il numero delle copie. Quando ero
    > piccolo le passavo a 3-4 amici , ora lo passi a
    > milioni di
    > persone.

    Ognuno dei 3-4 amici li passava a altri 3-4 amici, in poco tempo raggiungevi numeri enormi comunque.

    >
    > Non é propriamente la stessa cosa, tralasciando
    > poi il fatto della diffusione dei virus che si
    > portano dietro con il
    > download.

    Un virus in un mp3? Mica è un eseguibile.
    non+autenticato
  • > Se intende scaricare musica da siti pirata o
    > ascoltarla su YouTube caricata illegalmente
    > allora rispondo che io non sono un ladro.

    Non lo saresti comunque; che avresti rubato? Nulla!

    > In ogni
    > caso è davvero deprimente vedere come in Italia,
    > a differenza degli altri stati, le persone,
    > giovani compresi, non abbiano il minimo rispetto
    > della legalità e del lavoro altrui

    Quale lavoro? Il lavoro magari di 10 anni prima... o addirittura di persone morte da 70 anni ?


    > Se siete contro le major
    > dovreste esprimere il vostro disappunto non
    > ascoltandone la musica, non ascoltandola "a
    > sbafo".

    Se non ti interessa la musica, non ti poni proprio il problema.

    Se ti interessa ma non vuoi pagarla puoi decidere se piratare (ma allora prima o poi smetteranno di produrla, e in futuro non potrai più ascoltare musica nuova), o farne a meno (quindi, non ascoltarla già adesso ); quale vantaggio ci sarebbe a rinunciarci subito? Nessuno... quindi nessuno lo fa.


    > Se no siete comunque solo dei ladri.

    Un ladro sottrae qualcosa, che dopo non è più al suo posto. La musica è ancora al suo posto? Sì. In tal caso, chiamando "ladro" qualcuno commetti reato di calunnia.

    > Una
    > volta le proteste i giovani le facevano così,

    Davvero? Quando? Puoi citarmi un solo caso?
    non+autenticato
  • ok, la prova che uno su quattro e' un cretino... BISOGNA APPROFITTARNE AL MASSIMO!!!!
    non+autenticato
  • CVD il problema non é mai stato il prezzo alto del brano ma che questo abbia un prezzo.

    Basta con le balle che "il Italia non ci sono alternative a basso costo" , dite che volete tutto gratis che ci fate piú bella figura.

    Stessa cosa succederà con Netflix.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > CVD il problema non é mai stato il prezzo alto
    > del brano ma che questo abbia un
    > prezzo.

    Il problema è il paywall: non puoi accedere se non paghi (non importa quanto). Questo non è compatibile con il concetto di file, che si può trasferire senza spesa da un computer a un altro. Se io ho un file sul mio computer, posso volerlo passare a un mio amico: come fai a farti pagare dal mio amico? La risposta è: copyright e drm... ed è questo il problema, non il prezzo.

    >
    > Stessa cosa succederà con Netflix.

    Spero proprio di sì, altrimenti rischiamo di avere un altro sky.
    non+autenticato
  • 10 milioni di IMBECILLI che rimpinguano le tasche di chi è già scandalosamente ricco.

    SHIT
    non+autenticato
  • Gli imbecilli sono quelli che scaricano alla grande musica aggratisse ben rimpinguata di virus.
    Gli stessi imbecilli se ne sbattono perché, usando Linux, non si accorgono che dei virus , essendo innocuo per il loro sistema.

    Il problema si pone quando questi imbecilli fanno i fighi con gli amici ... "ti presto un HD con millemila canzoni" e si prestano alla diffusione dei virus su macchine contagiabili.

    Questi imbecilli da una parte se la prendono con i sistemi MS perché affetti da virus dall'altra sono i primi a diffonderli.

    Imbecilli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Gli imbecilli sono quelli che scaricano alla
    > grande musica aggratisse ben rimpinguata di
    > virus.

    http://community.norton.com/t5/Norton-Internet-Sec...

    There is no way a virus can be attached to an mp3 file because it is a standardised file format and hence can only be played as MUSIC, as that is what an mp3 file is. If the mp3 file is a virus masquerading as an mp3 file, the media player will NOT play it because it does not recognise it as a coded media file.
    krane
    22544
  • Guarda che i virus negli mp3 non esistono.
    non+autenticato
  • "Spotify ha raggiunto la soglia di 10 milioni di utenti paganti"[...]
    "A questi si aggiungono 30 milioni di persone che ascoltano gratuitamente"

    Una proporzione allettante, non c'è che dire.Sorride
  • - Scritto da: Leguleio
    > "Spotify ha raggiunto la soglia di 10
    > milioni di utenti
    > paganti
    "[...]
    > "A questi si aggiungono 30 milioni di
    > persone che ascoltano
    > gratuitamente
    "
    >
    > Una proporzione allettante, non c'è che dire.Sorride

    in pratica 3:1, è ancora troppo poco, chi paga per una cosa che può LEGALMENTE avere GRATIS un emerito piece of shit
    non+autenticato
  • E quale sarebbe il modo geatuito e legale?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eugenio
    > E quale sarebbe il modo geatuito e legale?
    Forse si riferisce agli utenti che utilizzano la versione gratuita di Spotify.

    Io non uso Spotify, ma credo che la versione gratuita funzioni tipo una radio: scegli il tipo di musica che vuoi ascoltare, ma non puoi scegliere di ascoltare esattamente un certo brano in un certo momento. E tra un brano e l'altro devi sentire della pubblicità.
    Suppongo che la versione a pagamento elimini queste limitazioni, quindi direi che può avere senso scegliere di pagare qualcosa...
    non+autenticato
  • No, non funziona così: la versione gratis., come quella a pagamento, ti consente di creare e ascoltare le tue playlist, ma ha altre limitazioni. Ad esempio c'è della pubblicità ogni tanto fra i brani, la qualità audio è inferiore e su cellulare puoi ascoltare solo in modalità casuale (ma sempre all'interno di una tua playlist). Inoltre non puoi scaricare le canzoni ma devi ascoltare sempre in streaming.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > "Spotify ha raggiunto la soglia di 10
    > milioni di utenti
    > paganti
    "[...]
    > "A questi si aggiungono 30 milioni di
    > persone che ascoltano
    > gratuitamente
    "
    >
    > Una proporzione allettante, non c'è che dire.Sorride
    in effetti e' una cifra davvero notevole... si vede che c'e' molta gente con soldi da scialaquare... e lo fa, se la robba e' servita nel giusto modoSorride e le major che non ci credevano...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > " Spotify ha raggiunto la soglia di 10
    > milioni di utenti
    > paganti
    "[...]
    > " A questi si aggiungono 30 milioni di
    > persone che ascoltano
    > gratuitamente
    "
    >
    > Una proporzione allettante, non c'è che dire.Sorride

    Si puo' spiegare anche con una striscia di Dilbert.

    Clicca per vedere le dimensioni originali