Claudio Tamburrino

Cina, l'hacking č guerra

Un'azienda statunitense impegnata nel settore della sicurezza alza il tiro delle accuse contro Pechino: in un documento ricostruisce le dinamiche dietro certi attacchi condotti nei confronti dell'industria aerospaziale di mezzo mondo

Roma - CrowdStrike, azienda statunitense che si occupa di sicurezza, ha divulgato un corposo documento che punta il dito contro una unità di cyberwarrior operante da Shanghai, presumibilmente per conto dell'Esercito di Liberazione Popolare cinese.

L'accusa arriva in uno dei momenti più critici per i rapporti commerciali e quelli relativi alla cybersicurezza tra Pechino e Washington: da un lato gli Stati Uniti prestano il fianco a tutte le accuse legate alle rivelazioni dell'ex agente dell'NSA Edward Snowden, un vaso di Pandora pieno di atti di sorveglianza massiva illegale che ha preso il nome di Datagate, dall'altro il Grand Jury del distretto ovest della Pennsylvania ha accusato cinque esperti informatici dell'esercito cinese per azioni illegali di hacking, spionaggio a sfondo economico ed altre offensive che avrebbero coinvolto sei cittadini statunitensi operanti nell'industria nucleare, dei metalli e dell'energia solare. Un'accusa che ha spinto la Cina ad una serie di ritorsioni nei confronti delle aziende a stelle e strisce che operano entro i suoi confini.

Secondo la nuova accusa mossa dagli Stati Uniti, invece, il gruppo di hacker conosciuto con il nome Putter Panda, presumibilmente al soldo dell'esercito di Pechino, avrebbe condotto attacchi informatici contro le agenzie della difesa e l'industria satellitare e aerospaziale degli Stati Uniti, del Giappone e dell'Europa.
Nel rapporto viene identificato il 35enne Chen Ping - conosciuto con il nickname cpyy - come il proprietario del dominio legato al malware utilizzato da Putter Panda, così come di quella che è stata individuata come sede primaria del gruppo.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàCybersicurezza, rappresaglia cineseControlli prima di accettare in Cina i prodotti destinati ad essere utilizzati da organi pubblici. Cisco, IBM, Microsoft e e le altre aziende statunitensi che lavorano con Paese tremano
  • AttualitàUSA: la Cina ci spiaGli States chiamano sul banco degli imputati dei membri dell'esercito cinese: avrebbero condotto attacchi informatici per appropriarsi di informazioni a sfondo tecnologico e economico. Le due grandi potenze non si risparmiano le accuse
20 Commenti alla Notizia Cina, l'hacking č guerra
Ordina
  • Pure in famiglia si spia, figuriamoci tra stati non alleati.
    Fa un po' ridere gli usa che soppravvivono di intelligence e spionaggio di massa accusare altri di spionaggio lol.
    Forse perche' vogliono una contropartita dalla Cina perché stanno perdendo qualcosa? Lol
    non+autenticato
  • Guerra contro la Cina ? Newbie, inesperto

    In genere quando l'America inizia a fare questi discorsetti è per creare l'ennesimo nemico comune spargendo odio contro l'avversario e rastrellando consensi di tutto l'occidente in previsione di un futura guerra.

    Un pò come ha fatto nei mesi scorsi con l'Ucraina,la Russia è cattiva e va punita l'America è grande,gloriosa,giusta e protegge i deboli...

    C'è qualcuno che nacora crede a questa storiella già vista ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ti prego evitiamo i complottismi... Ma con chi "stai"? Ti devo ricordare che facciamo parte della NATO.
    Comunque nessuno parla di guerra, per fortuna, anche perché sarebbe l'ultima.
    non+autenticato
  • > Ti prego evitiamo i complottismi... Ma con chi
    > "stai"? Ti devo ricordare che facciamo parte
    > della NATO.
    bisognera' spiegarlo anche alla popolazione quando ci sara' la mobilitazione generale

    > Comunque nessuno parla di guerra, per fortuna,
    > anche perché sarebbe l'ultima.
    c'e anche chi pensa di poterla vincere con perdite accettabili...e gia' questo dice tutto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: aaaaa
    > c'e anche chi pensa di poterla vincere con
    > perdite accettabili...e gia' questo dice
    > tutto...

    ...Pura follia...
    non+autenticato
  • A proposito di buoi e asini...
    un conto è fare lotta al terrorismo, un altro è rubare informazione di altissimo livello (per una nazione l'ingegneria aerospaziale è la punta di diamante in termini di tecnologia). Ora sta diventando sempre più chiaro come una nazione come la Cina abbia potuto passare dalle coltivazioni di riso a lanciare rover sul suolo lunare e sviluppare caccia di 5° generazione (dicono loro). Ovviamente tutto a scapito delle aziende occidentali che si sono costruite il know-how in decenni se non secoli di ricerca...

    Sempre più amareggiato. Scusate lo sfogo.
    non+autenticato
  • Ma ti va di scherzare ?

    secondo te in Cina ci sono solamente contadini che raccolgono riso e basta ?
    Vuoi che non abbiano la tecnologia che hanno altri Paesi ?
    non+autenticato
  • comincerei col dire che gli USA in quanto a spionaggio industriale non sono secondi a nessuno ( esempio banale: il famoso/famigerato F35 è la copia malriuscita del russo Yak-141 )

    detto ciò, è ovvio che la Cina sfrutti le sue risorse spionistiche anche e soprattutto per sviluppare la propria industria militare ( sai com'è, è questione di vita e di morte )

    inoltre, molto del know-how che i cinesi oggi posseggono, gli è stato generosamente regalato dai nostri capitalisti, i quali ( per diventare sempre più schifosamente ricchi ) hanno delocalizzato in quei Paesi ( e sai com'è, i cinesi imparano in fretta )

    a ciò aggiungo che anche i russi hanno venduto e/o regalato tecnologie ai cinesi, in previsione di un'alleanza contro il nemico comune

    infine, non è che i cinesi siano idioti eh!?! il 60% della ricerca scientifica made in USA è realizzata da cinesi ed indiani!!

    e infatti scopriamo che i cinesi hanno un'arma esclusiva, ovvero una testata EM tattica ipersonica, costruita appositamente per distruggere con facilità le portaerei ( chi è il bersaglio designato, è facile immaginarlo )
    non+autenticato
  • Ti prego non dire eresie, l'F-35 non centra nulla con lo YAK-141, te lo dice un ingegnere aerospaziale, fidati!

    Quanto ai cinesi non ho certo detto che siano meno intelligenti di noi, ma neppure di più, sono tutto fuorché razzista (60% della ricerca da parte di cinesi e indiani in USA? mah, mo' sono dei geni?).

    Per concludere, sono perfettamente d'accordo con voi che parte della colpa dell'attuale situazione va ricercata entro le mura di casa, e anche che il grosso del merito sia dei russi, ma da qui a dire che il cyberspionaggio cinese sia normale e tollerabile ne passa...
    Come fate a non alterarvi di fronte a tutto questo? Vi ricordo che chi ci rimette, ora e soprattutto in futuro, è l'occidente, cioè noi.

    P.S. Io non parlavo di innovazione nel motociclo (con tutto il rispetto delle due ruote) ma di ricerca aerospaziale, sono cose un tantino diverse.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano
    > Ti prego non dire eresie, l'F-35 non centra nulla
    > con lo YAK-141, te lo dice un ingegnere
    > aerospaziale,
    > fidati!

    Mi fido, grazie dell'opinione, eventualmente invito collione a postare qualche link.

    > Come fate a non alterarvi di fronte a tutto
    > questo? Vi ricordo che chi ci rimette, ora e
    > soprattutto in futuro, è l'occidente, cioè
    > noi.

    Personalmente io sto sclerando, tra un po' dovremo passare dai thor di turno per esprimere le nostre opinioni nei forum !
    non+autenticato
  • > Ti prego non dire eresie, l'F-35 non centra nulla
    > con lo YAK-141, te lo dice un ingegnere
    > aerospaziale, fidati!
    quello che forse si intendeva dire che e l'f35 (o almeno una delle varianti) riprende colladuati concetti di funzionamento dello yak-141 (forse dovuti anche alla collaborazione con gli ingegneri russi dello yak?????)
    non+autenticato
  • Be' gli ingegneri della Lockheed (come consuetudine nei progetti aeronautici) prima di mettersi al lavoro hanno fatti ampie indagini sulle varie tecniche di decollo verticale possibili. Hanno fatto questo studiando i grandi esempi del passato, primo fra tutti l'Harrier e perché no, anche lo YAK. Ma ricordate che sono aerei di generazioni molto diverse, si parla solo di "brainstorming". Se questo lo chiamate copiare non so...
    non+autenticato
  • > inoltre, molto del know-how che i cinesi oggi
    > posseggono, gli è stato generosamente regalato
    > dai nostri capitalisti, i quali ( per diventare
    > sempre più schifosamente ricchi ) hanno
    > delocalizzato in quei Paesi ( e sai com'è, i
    > cinesi imparano in fretta )
    in realta' il "piano" prevedeva che l'occidente avrebbe gestito la complessita' prima di andare fuori a bere l'aperitivo e in cina si sarebbero ammazzati di lavoro con turni da 12 ore...quanto l'idea in se' era idiota lo poteva comprendere chiunque (tranne l'occidente a quanto pare)

    questo spiega anche grande parte della disoccupazione giovanile in quanto il sistema "educativo" e' stato concepito su questa base...il risultato ad oggi, oltre a nessuna complessita' da gestire, e' che almeno 3 o 4 generazioni in occidente non sarebbero comunque in grado di gestire la complessita'...
    non+autenticato
  • Ahimè non posso che darti ragione...Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano
    > Ovviamente tutto a scapito delle
    > aziende occidentali che si sono costruite il
    > know-how in decenni se non secoli di
    > ricerca...
    >
    > Sempre più amareggiato. Scusate lo sfogo.

    Puttanate.
    Facciamo un esempio, salone del ciclo e motociclo, 8 anni fa.
    Padiglione intero dedicato ai cinesi, ai produttori nuovi insomma.
    Quelli a cercare di procacciare affari erano tutti imprenditori nostrani, atratti dalla mano d'opera a 5$/giorno.
    Idem per la moda.
    Idem per la tecnologia.
    Vuoi dare una colpa? Vai a cercare gli imprendotori che hanno insegnato loro il mestiere.
    Il resto è storia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano
    > A proposito di buoi e asini...
    > un conto è fare lotta al terrorismo, un altro è
    > rubare informazione di altissimo livello (per una
    > nazione l'ingegneria aerospaziale è la punta di
    > diamante in termini di tecnologia). Ora sta
    > diventando sempre più chiaro come una nazione
    > come la Cina abbia potuto passare dalle
    > coltivazioni di riso a lanciare rover sul suolo
    > lunare e sviluppare caccia di 5° generazione
    > (dicono loro). Ovviamente tutto a scapito delle
    > aziende occidentali che si sono costruite il
    > know-how in decenni se non secoli di
    > ricerca...
    >
    > Sempre più amareggiato. Scusate lo sfogo.

    Giovane ed ingenuo piu' che atrlo.
    krane
    22544
  • che da del cornuto all'asino...
    non+autenticato
  • in genere quando starnazzano così è perchè stanno perdendo
    non+autenticato