Alfonso Maruccia

E3 2014, Nintendo punta sulla tradizione

La corporation nipponica presenta i suoi nuovi prodotti videoludici, con i soliti nomi noti rinnovati in salsa Wii U (Mario, Zelda e altri) e nuove action figure capaci di interagire in maniera dinamica con il software

Roma - Dopo l'ubriacatura di grafica "next-gen" e brand videoludici altisonanti mostrati da Sony e Microsoft nelle rispettive conferenze-show in quel di Los Angeles, all'E3 2014 mancava solo l'apporto (a distanza) di Nintendo per chiudere il cerchio dei tre grandi player attualmente impegnati nel mercato delle console domestiche e non.

E Nintendo non si è fatta attendere, con una nuova edizione dello show in streaming Direct, dove gli alti papaveri della corporation (in Asia come in Nordamerica) hanno presentato un gran numero di novità sia per i giochi che per i gadget sicuramente destinati a far parte della collezione di ogni fan di Mario (o Zelda, o Donkey Kong, o...) che si rispetti.

I titoli su cui la corporation nipponica punta per il rilancio del suo business videoludico includono quindi il nuovo Super Smash Bros. per Wii U, brawler a incontri dove i principali protagonisti della storia di Nintendo e non solo seguiteranno a darsele di santa ragione tra combo, mosse speciali e attacchi in coppia.

Super Smash Bros. sarà uno dei primi titoli a trarre vantaggio dagli "Amiibo", nuova linea di action figure di personaggi Nintendo dotati di supporto dati e interfacciabili alla Wii U tramite lettore NFC integrato nel GamePad con schermo touch della console. Ogni Amiibo è diverso dall'altro, spiega Nintendo, le possibilità di interazione con i giochi sono infinite e nel caso di Super Smash Bros. le action figure dovrebbero servire da "power-up" per i personaggi selezionati dai giocatori.

La tecnologia base degli Amiibo non è nuova ed è già stata adottata da Disney per l'universo Infinity, ma Nintendo ha dalla sua una scuderia di mascotte e protagonisti dotati di sicuro appeal presso un vasto pubblico di videogiocatori vecchi e nuovi.

Sempre per Wii U Nintendo ha in programma la commercializzazione (nel 2015) di Mario Maker, promettente editor/engine di livelli personalizzati ambientati nel tradizionale mondo 2D dei platform di (Super) Mario, con la possibilità di scegliere se usare lo stile grafico classico dell'era NES o quello più moderno delle console Wii/Wii U.


E Legend of Zelda? Naturalmente ci saranno anche Link e gli altri protagonisti dell'action-RPG nipponico nel futuro prossimo di Nintendo, e questa volta la casa giapponese promette di offrire ai giocatori un'ambientazione "open world" completamente aperta all'esplorazione, dove tutte le location sono accessibili.

Altri titoli di richiamo presentati in occasione dello streaming Nintendo Digital comprendono poi Hyrule Warriors - variante "action" di combattimento che prende in prestito i personaggio del succitato Zelda - il folle Bayonetta 2 (con allegata la conversione Wii U del primo gioco della serie), i mecha combattenti di Xenoblade Chronicles X (sempre per Wii U) e altro ancora.

Nonostante l'assenza da Los Angeles che si protrae negli anni, insomma, Nintendo è impegnata a rinnovarsi e a spronare i suoi cavalli di battaglia nel tentativo di restare competitiva in un mondo dell'intrattenimento molto diverso rispetto al recente passato. Che gli sforzi fatti riescano nello scopo è un fatto tutto ancora da verificare sul mercato nel corso dei prossimi anni.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaSony va in bianco all'E3PlayStation sbianca per una nuova offerta in bundle. Si torna a parlare del servizio di streaming PlayStation Now, mentre fa capolino anche la TV della casa giapponese
  • TecnologiaMicrosoft, l'E3 di Xbox è tutto giocosoLa kermesse losangelina di Xbox One risplende di luce videoludica dopo l'incubo del debutto infarcito di DRM e always-on. La nuova console Microsoft č la console ideale per giocare, parola di Microsoft
2 Commenti alla Notizia E3 2014, Nintendo punta sulla tradizione
Ordina