Claudio Tamburrino

UK: in Rete, libera intercettazione

L'intelligence del Regno Unito spiega le proprie policy e gli appigli legali delle sue azioni: intercettare i cittadini britannici attraverso Google, Facebook e via dicendo non richiede prove e sospetti

Roma - Le forze antiterrorismo britanniche sono state costrette a rivelare la politica segreta governativa in materia di intercettazioni.

Ad ottenere le rivelazioni è stata l'azione legale portata avanti da una serie di organizzazioni nazionali di pressione per le libertà civili tra cui Privacy International, Liberty, Amnesty International, American Civil Liberties Union (ACLU) e la Pakistana Bytes for All. In particolare, Charles Farr, Direttore generale dell'Office for Security and Counter Terrorism di Sua Maestà, ha spiegato che le intercettazioni indiscriminate di ogni utente Facebook, Twitter, YouTube e Google nel Regno Unito sono permesse in quanto considerate "comunicazioni esterne".

╚ la prima giustificazione del quadro legale del programma di intercettazione TEMPORA messo in atto dal controspionaggio della Regina, svelato dalle rivelazioni dell'ex spia NSA Edward Snowden: dato che si tratta di comunicazioni che passano attraverso piattaforme web con base negli Stati Uniti - si legge nel comunicato di Farr - sono considerate "esterne" anche se chiamano in causa solo cittadini britannici.
Si tratta di una distinzione fondamentale in quanto secondo il Under theRegulation of Investigatory Powers Act (RIPA), la legge che nel paese regola i poteri di intercettazione delle istituzioni, per le comunicazioni interne le autorità hanno bisogno di un mandato specifico e legato ad una singola persona o indirizzo, nonché a delle prove, cioè ragioni sufficienti per un sospetto.

Al contrario, per le intercettazioni esterne tali paletti non ci sono e possono essere condotte intercettazioni indiscriminate, anche in assenza di prove preliminari.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia UK: in Rete, libera intercettazione
Ordina
  • Ancora con questa scusa demenziale del terrorismo ?

    Ma si allarghiamo ancora di più il tecnocontrollo,tanto con una bella scusa si giustifica tutto...mancano le prove e non ci sono motivi particolari? Non importa t'intercetto lo stesso in maniera preventiva...

    S'incomincia con un Paese e poi man mano si estende l'approccio ad altri,un bel controllo di massa....eh ma se lo pensi sei un complottista ehA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Ancora con questa scusa demenziale del terrorismo
    > ?

    SI

    > Ma si allarghiamo ancora di più il
    > tecnocontrollo,tanto con una bella scusa si
    > giustifica tutto...mancano le prove e non ci sono
    > motivi particolari? Non importa t'intercetto lo
    > stesso in maniera preventiva...

    > S'incomincia con un Paese e poi man mano si
    > estende l'approccio ad altri,un bel controllo di
    > massa....eh ma se lo pensi sei un complottista eh
    >A bocca aperta

    Tu cosa fai per dare un segnale contro il controllo ?

    Cripti le tue email ? Le tue chat ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > SI

    E c'è ancora qualcuno che ci crede ?A bocca aperta

    > Tu cosa fai per dare un segnale contro il
    > controllo
    > ?

    rifornisco le mie truppe Pirata

    > Cripti le tue email ? Le tue chat ?

    No,invio Stinger ..... Pirata
    non+autenticato
  • Quello che stupisce non è la realtà del controllo, che è inevitabile. ╚ che sentano ancora il bisogno di giustificarlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > Quello che stupisce non è la realtà del
    > controllo, che è inevitabile. È che sentano
    > ancora il bisogno di giustificarlo.

    A me stupisce quanto facilmente la gente si faccia controllare.
    Soprattutto le aziende ed i governi dai governi esteri.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > A me stupisce quanto facilmente la gente si
    > faccia
    > controllare.
    > Soprattutto le aziende ed i governi dai governi
    > esteri.

    A me no. La privacy va in secondo piano quando si parla di terrorismo.
    non+autenticato
  • > > A me stupisce quanto facilmente la gente si
    > > faccia
    > > controllare.
    > > Soprattutto le aziende ed i governi dai governi
    > > esteri.
    >
    > A me no. La privacy va in secondo piano quando si
    > parla di
    > terrorismo.

    Poi ci sono quelli fortunati che si beccano entrambi (inteso: la violazione della privacy e il terrorismo). Citofonare partecipanti alla Maratona di Boston 2013.
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: krane

    > > A me stupisce quanto facilmente la gente
    > > si faccia controllare.
    > > Soprattutto le aziende ed i governi dai
    > > governi esteri.
    >
    > A me no. La privacy va in secondo piano
    > quando si parla di terrorismo.

    E quando si usa il tettorismo come scusa per fare spionaggio industriale ?
    krane
    22544