Gaia Bottà

Opera 24 torna a Linux

Dopo l'accantonamento dell'engine Presto, Opera aveva sospeso lo sviluppo del proprio browser per sistemi operativi Linux. Ora, nel canale dedicato agli sviluppatori, è disponibile la prima build per Linux basata su Chromium

Roma - È trascorso oltre un anno da quando Opera ha comunicato l'abbandono dell'engine Presto prima per dispositivi mobile, poi per il tradizionale browser desktop: a partire dalla release 15.0, la prima sviluppata a partire da Chromium, la prima ad includere il layout engine Webkit (seguito da Blink, in parallelo alla scelta di Google), Opera ha accantonato lo sviluppo per Linux. Ma una versione del browser basata su Chromium, Opera 24, si è ora affacciata sul canale dedicato agli sviluppatori.

Opera 24 Linux

"È bello poter apprezzare di nuovo i più recenti sviluppi di Opera su Linux", scrive l'azienda norvegese nel proprio blog: è così che Opera dedica le novità del proprio browser anche a coloro che "non possono permettersi le ultime macchine che montano sistemi operativi Apple o Windows", a coloro che "non desiderano utilizzare sistemi proprietari", a coloro che "amano usare Linux". Il ritorno al supporto di Linux del browser si inquadra nella prospettiva di Opera di "dare forma a un mondo aperto e connesso".

Opera 24, già disponibile per i download nel canale dedicato agli sviluppatori, ritenuta abbastanza stabile ma da utilizzare con le precauzioni del caso, è stata testata su Ubuntu 64 bit in ambiente Unity o GNOME Shell: gli sviluppatori ritengono possa funzionare con altre configurazioni e promettono di lavorare al supporto per altre piattaforme.
È così che gli utenti dei sistemi operativi Linux potranno fruire dei più recenti aggiornamenti apportati alla tecnologia di compressione Opera Turbo e alla funzione Speed Dial, insieme a Stash e Discover, lanciati con Opera 15, dopo la sospensione del supporto ai sistemi operativi del Pinguino. (G.B.)
Notizie collegate
  • TecnologiaOpera Next diventa Opera 15La transizione verso Webkit è completata. Ora il browser norvegese condivide con Chrome e Safari il motore. E mutua dalla concorrenza anche parecchie trovate estetiche
  • TecnologiaOpera Next, il browser per computerLa software house norvegese distribuisce la versione 15 del suo software di navigazione per computer, riprogettato a partire da un nuovo engine (in attesa di Blink) e con nuove funzionalità
  • TecnologiaOpera mette Webkit per motoreLa software house norvegese annuncia l'adozione di un nuovo engine per il browser omonimo. E contribuirà attivamente allo sviluppo open source. Mentre si riaffacciano le chiacchiere su una sua possibile acquisizione
8 Commenti alla Notizia Opera 24 torna a Linux
Ordina