Gaia Bottà

Groupon non licenzia, assume

I lavoratori lamentano un clima pesante e scioperano contro la prospettiva di trasferimento delle attività all'estero. Groupon Italia respinge le accuse e assicura di voler continuare ad investire sulle persone

Roma - Nessun piano di ridimensionamento, nessun licenziamento all'orizzonte: Groupon Italia assicura invece che le assunzioni continuano, e che l'azienda continuerà ad offrire ai propri dipendenti garanzie e il pieno rispetto dei diritti sul posto di lavoro. Ma i dipendenti hanno in programma, presso la sede milanese dell'azienda, uno sciopero di 8 ore per la giornata di domani.

Il comunicato emesso da Cgil e Cisl con cui lo sciopero è stato indetto descrive una situazione spinosa in un contesto finanziario che, pur in linea con le aspettative dell'azienda, secondo gli osservatori stenta a consolidarsi. I lavoratori lamentano "un approccio di contrasto verso le rappresentanze, e di intimidazione verso i lavoratori", i quali verrebbero "colpevolizzati del trend negativo dei risultati, anche se le responsabilità non sono attribuibili a loro ma a scelte strategiche aziendali". I sindacati parlano di "provocazioni aziendali" e di lavoratori definiti dall'azienda alla stregua di "corpi infetti da eliminare": nel comunicato si denuncia come Groupon starebbe minacciando di "licenziare coloro che non sono performanti" sotto la pressione della prospettiva di "portare tutto all'estero dove il costo del lavoro è inferiore".

Ma la replica di Groupon non si è fatta attendere, a smentire quanto affermato dai sindacati: l'azienda "ha sempre riconosciuto la piena esplicazione dei diritti sindacali, mantenendo un sereno e costante confronto con le rappresentanze sindacali aziendali, nel rispetto delle relative previsioni di legge", si spiega. "Abbiamo sempre privilegiato il sistema meritocratico e in quattro anni abbiamo assunto 400 giovani di talento con pieni diritti - assicura l'azienda - Respingiamo con fermezza le accuse relative a frasi svilenti e offensive nei confronti delle nostre persone e riteniamo che quanto comunicato non rispecchi i valori di Groupon e la realtà dei fatti".
Piuttosto, ricorda Groupon, "i piani di assunzione procedono: l'azienda sta infatti assumendo nuove figure professionali in diversi dipartimenti aziendali". (G.B.)
7 Commenti alla Notizia Groupon non licenzia, assume
Ordina
  • Ho lavorato con Groupon una volta: si sono presi il 50 percento della transazione e, udite udite, anche sui buoni che non sono stati venduti.
    Doppio demerito.
    Gente senza principi, come purtroppo sta diventando la norma.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lime
    > Ho lavorato con Groupon una volta: si sono
    > presi il 50 percento della transazione
    e,
    > udite udite, anche sui buoni che non sono stati
    > venduti.
    > Doppio demerito.
    > Gente senza principi, come purtroppo sta
    > diventando la
    > norma.

    Se i margini sono così ingiustificatamente alti, perchè non nascono siti meno esosi e la gente si "offre" lì? In fondo Groupon è solo una vetrina
    non+autenticato
  • - Scritto da: Surak 2.0
    >
    > Se i margini sono così ingiustificatamente alti,
    > perchè non nascono siti meno esosi e la gente si
    > "offre" lì? In fondo Groupon è solo una vetrina

    Su "La Stampa" spiegano quello che è l'errore dei commercianti:
    "Gli esercenti, poi, non hanno mai capito davvero il meccanismo. «Con sconti che arrivano anche al 90% guadagnare è impossibile. Avrebbero dovuto sfruttare il portale come una forma di pubblicità: attiro il cliente, lo tratto al meglio possibile e lui tornerà ». Peccato che spesso sia successo il contrario: appuntamenti posticipati all’infinito, alberi di Natale che sono arrivati in primavera, vacanze fantasma".
    Che poi, al di là dell'approccio autodistruttivo di chi tratta come pezzenti gli acquirenti dei coupon, quello che leggendo qua e là sembra sia emerso è che proprio il sistema Groupon non funzioni. L'esercente vende in perdita e la gente compra i coupon, ma poi non torna, perché il bene/servizio a prezzo pieno non le interessa. Ci sono ristoratori che hanno trattato bene gli "avventori a prezzo scontato" ma non hanno avuto comunque un ritorno, o almeno così raccontano alle varie testate.
    Probabilmente, come diceva qualcuno in un altro commento, quella di Groupon è una bolla che sta scoppiando.

    EDIT: banale correzione di una frase
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 giugno 2014 10.25
    -----------------------------------------------------------
    Izio01
    3896
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Surak 2.0

    > L'esercente vende in perdita e la gente
    > compra i coupon, ma poi non
    >
    torna, perché il bene/servizio
    > a prezzo pieno non le interessa.

    Esattamente.
    non+autenticato
  • Ormai è scoppiata la bolla...
    Hanno già cominciato a chiudere (http://www.prezzofelice.it/) e sarà presto una moria.

    Tutti questi siti che offrono sconti esorbitanti ora dovranno fare i conti con la cattiva fama che si è fatto questo tipo di marketing grazie a:
    1) prezzi gonfiati per far sembrare gli sconti più vantaggiosi
    2) fregature da parte di chi deve erogare il servizio (ristorante, albergo, estetista ecc..)
    3) scarsa assistenza da parte di Groupon & C.

    Groupon ancora resiste perchè ha i soldi che vengono dall'America...
    non+autenticato
  • Quando si arriva a questo punto si guarda altrove e si butta via l'acqua sporca non sono io che mi devo preoccupare di un eventuale bambino. Anche se personalmente il guardare prima altrove l'ho considerato opzionale. Sono sopravvissuto e bene quando il mondo mi dava del pazzo, alla fine il mondo si è dovuto ricredere ... sono i risultati quelli che contano.
    Se tirarsi la zappa sui piedi significa a chi ti sta di fronte perdere istantaneamente gambe e braccia mi spiace per lui, avrebbe dovuto pensarci prima. C'est la vieSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Quando si arriva a questo punto si guarda altrove
    > e si butta via l'acqua sporca non sono io che mi
    > devo preoccupare di un eventuale bambino. Anche
    > se personalmente il guardare prima altrove l'ho
    > considerato opzionale. Sono sopravvissuto e bene
    > quando il mondo mi dava del pazzo, alla fine il
    > mondo si è dovuto ricredere ... sono i risultati
    > quelli che
    > contano.
    > Se tirarsi la zappa sui piedi significa a chi ti
    > sta di fronte perdere istantaneamente gambe e
    > braccia mi spiace per lui, avrebbe dovuto
    > pensarci prima. C'est la vie
    >Sorride
    E tradotto in italiano tutto questo significa........ ???
    non+autenticato