Alfonso Maruccia

Top500, supercomputer senza sorprese

Pubblicata la nuova lista dei sistemi più potenti in circolazione: ora come sei mesi fa a dominare incontrastato è l'apparato cinese con un nome astronomico. Nel mentre Intel presenta i chip per i supercomputer del futuro

Roma - La versione aggiornata della classifica TOP500 incorona ancora una volta Tianhe-2 come il supercomputer più potente al mondo, una posizione stabilmente detenuta nelle ultime tre edizioni della lista dal supersistema cinese, dotato delle potenzialità per continuare a restare al top ancora a lungo.

Ma i 33,86 petaflops di potenza di Tianhe-2 (come registrati dal benchmark Linpack) non sono l'unica conferma della 43esima lista TOP500, visto che la classifica dei 10 supercomputer più potenti risulta sostanzialmente identica a quella precedente tranne che nel caso dei 3,14 petaflops del sistema Cray XC30 in dotazione a un sito "segreto" del governo statunitense.

I nomi e le sigle dei supersistemi più performanti non cambiano ma cambia la proporzione dei diversi paesi coinvolti nella corsa ai teraflops, con gli USA che scendono da 265 sistemi totali a 233 e la Cina che cresce dai 63 di novembre 2013 agli attuali 76. Seguono a ruota Regno Unito (30), Giappone (30) Francia (27) e Germania (23).
Un altro trend qualificante della 43esima TOP500 è rappresentato dal rallentamento nell'aumento di performance generali dei supercomputer, un incremento che in precedenza arrivava al 90 per cento anno su anno (per i sistemi classificati nelle parti non di testa della lista) e che ora è sceso al 55 per cento.

Per preparare il futuro dei supercomputer e dei sistemi HPC (High Performance Computing), Intel ha presentato la "next generation" della piattaforma Xeon Phi incarnata nel progetto Knights Landing: si tratta, ha anticipato Chipzilla, di un upgrade sostanziale che trasforma i chip Xeon Phi in vere e proprie CPU x86 indipendenti e tutto-incluso, diversamente dall'approccio da "acceleratore" di calcolo adottato in passato.

Knights Landing sarà dotato di "almeno" 61 core basati su microarchitettura Silvermont - la stessa delle CPU a basso consumo della linea Atom - sarà realizzato con processo produttivo a 14 nanometri, includerà tecnologie all'avanguardia come un nuovo materiale produttivo chiamato Omni Scale, 16 Gigabyte di memoria RAM integrati (4 volte la banda dei banchi DDR4) e arriverà sul mercato nella seconda metà del 2015.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • HardwareIntel Xeon Phi, la GPU per supercomputerArriva sul mercato Larrabee/Knights Ferry/Knights Corner, una tecnologia di accelerazione x86 venduta sotto forma di scheda di espansione e indirizzata al mercato HPC
  • TecnologiaTop500, i soliti supercomputerLa classifica aggiornata dei supercomputer più potenti al mondo è una fotografia dalla lista precedente, almeno nelle posizioni al top. Per i fornitori di chip vincono Intel e NVIDIA, che si pavoneggia presentando la nuova Tesla
143 Commenti alla Notizia Top500, supercomputer senza sorprese
Ordina
  • Bravi. Clap ClapSorride.
    non+autenticato
  • 1) e perchè di grazia?
    2) lo stanno ancora costruendo (Utah) ma di macchine usate dalla NSA in lista ce ne sono state parecchie compreso "Jaguar".
    3) e finiamola con queste "mitologie del piffero" anche in NSA ci metteranno un pochino prima di costruirsi il "Bacchett-Magic" per il momento gli tocca di andare come possono!

    Occhiolino
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: tucumcari
    > > 1) e perchè di grazia?
    >
    > Perchè hanno più fondi ed interesse di tutti gli
    > altri messi insieme (esclusi gli analoghi
    > cinesi).
    >
    Cosa c'entrano i fondi col fatto che sia furbo o razionale (posto che sia possibile dato che qualche etaro di datacenter è piuttosto ben visibile) tenere "segreto" (di pulcinella) un supercomputer?

    > Le macchine pubblicate chiaramente fumo negli
    > occhi, non sono così ingenui da dire a tutti
    > quanto è grande/piccola la loro potenza di
    > calcolo.
    Insisto perchè?
    Risposte reali e sensate non mitologiche please...
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > hanno tenuto fallito a tenere segreto per anni che intercettavano
    > praticamente tutto il traffico internet
    A bocca aperta
    Il fatto che se ne parli da sempre è sicuramente un "clamoroso successo" o no?
    Rotola dal ridereRotola dal ridere

    >
    > ...ma il possesso di un supercomputer meglio non
    > tenerlo nascosto perchè è bello partecipare alle
    > classifiche. Hai ragione tu,
    > scusa.
    Beh veramente si sanno pure gli obbiettivi (vogliono superare la barriera degli exaflops) e ripeto qualche ettaro di datacenter (si vede e pure benino) nello Utah.
    Quindi (ripeto) a parte i soliti luoghi comuni sulla ipotetica e divina onnipotenza della NSA hai altri miti e leggende al tuo arco?
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > vabbè, fai finta di non capire.
    No io capisco benissimo (i fatti) non capisco le leggende.

    > > Beh veramente si sanno pure gli obbiettivi
    > > (vogliono superare la barriera degli
    > exaflops)
    >
    > si sa quello che vogliono che si sappia, salvo
    > fughe.

    No si sa quello che sono gli obiettivi che sono costretti a dichiarare se vogliono i soldini!
    È diverso ... molto diverso!

    > Fughe non ce ne sono state a riguardo, quindi si
    > sa solo la versione ufficiale. La versione
    > ufficiale id NSA rigaurdo a un mare di cose non
    > ha mai avuto nulla a che fare con la
    > realtà.
    Non hanno certo a che fare con la realtà le bacchette magiche!
    E dulcis in fundo i primi (come è facile scoprire dai documenti che sono venuti alla luce) sono proprio loro i primi ad alimentare "miti e leggende" sulla loro presunta onnipotenza ti sei mai chiesto il perchè?
    Occhiolino

    > Quindi si prende come dato assodato che ciò che
    > affermano è
    > falso.

    Si prende per assodato il budget il data center gli obiettivi (su cui venono verificati perchè altrimenti glielo riducono come è già successo più volte).
    Oltre che ovviamente ciò che si viene a sapere perchè i segreti condivisi fra più di 2 persone restano tali per pochissimo tempo!
    A bocca aperta
    È una regola che vale fin dai tempi dei sacerdoti egizi!

    > Avresti deriso chiunque ti avesse parlato di
    > intere nazioni sotto il totale controllo
    > telefonico, prima che si scoprisse che avviene
    > davvero.
    Veramente che si sa di echelon sono diverse decine di anni.
    Snowden ha solo confermato i fatti e le evoluzioni del sistema (come è ovvio).
    Quelli che fanno finta di averlo scoperto ieri temo che rientrano in 2 categorie.
    1) quelli che hanno tutto l'interesse a alimentare il fud perchè sono e erano in malafede coinvolti "a loro insaputa" (da noi sappiamo che ci sono autentici campioni della "insaputa".
    2) quelli che immaginano che forse biancaneve potrebbe davvero essersi svegliata col bacio del principe azzurro e hanno ancora il sospetto che babbo natale sia sempre stato vestito di rosso anche prima che la coca cola se lo inventasse con quell'aspetto.

    Mi sei simpatico duraleziò ma su queste cose (perdonami la franchezza e senza offesa...) ti vedo tra quelli che pensano a babbo natale vestito di rosso.
    Occhiolino
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: tucumcari
    >
    > > No si sa quello che sono gli obiettivi che
    > sono
    >
    > > costretti a dichiarare
    > se
    > > vogliono i
    > > soldini!
    > > È diverso ... molto diverso!
    >
    > In ambiente militare e simili ciò che dichiarano
    > lo deve sentire solo il presidente e pochi
    > altri.
    > Non lo dicono certo a te o alla stampa.
    > Ti ricordo che alcuni membri del congresso USA
    > hanno provato a chiedere spiegazioni riguardo ad
    > alcuni aspetti venuti fuori col datagate e sono
    > stati
    > rimbalzati.
    > Membri del congresso eletti, non cittadini comuni.

    In ambiente militare come in qualunque ambiente per allocare vagonate di soldi ti tocca dire cosa vorresti fare con quei soldi,
    Altrimenti non te li danno!
    Questo non è un film.
    Il data center in utah è DARPA-Founded.
    Capisci po vuoi insistere con chiacchere indimostrate e indimostrabili da film?

    > E allora perchè non hanno detto che monitorano
    > ogni singola comunicazione anche parte di quella
    > protetta da crittografia (vedi skype o google in
    > https per cui avevano
    > workaround)?

    Non lo hanno detto? ma sei fuori?
    Guardati la conferenza del generale Alexander a Defcon (con tanto di slides) non solo lo hanno detto hanno anche spiegato (secondo le loro logiche ovviamente) perchè lo ritengono indispensabile e perchè ritengono utile intensificare lo sforzo in quella direzione.

    Ripeto non è un film!

    > certo.
    > Dal 2001 al 2013 (gran parte della documentazione
    > di snowden si riferisce a questo periodo) è un
    > battito di
    > ciglia.
    > I documenti di snowden li conoscevano tutti da
    > sempre, ma nessuno li avesse pubblicati.
    > Chiaro.

    I documenti di Snowden no non li conoscevano ma che ci fosse il sistema e come funzionava era stranoto!
    La cosa ha "fatto il botto" solo perchè il povero Snowden non era tra quelli (era un semplice contractor) che avrebbe dovuto poter mettere le mani su certe cose e ha (cosa gravissima per loro e le loro poltrone) messo in luce grandi falle nei meccanismi di "clearance" e "accountabilty" che loro hanno.
    Per la serie "i segreti ben custoditi" sono saltate molte sedie importati dopo l'affare Snowden e che ce la abbiano con lui mi parrebbe un tantinello scontato o no?

    > Ne è piena ogni città durante le feste natalizie.
    > Forse sei tu a non averlo mai notato.
    Io lo ho notato ma so anche perchè ora è vestito di rosso (da poco più di 70 anni) e prima no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: unaDuraLezione
    > Io lo ho notato ma so anche perchè ora
    >
    è vestito di rosso (da poco più di 70
    > anni) e prima
    > no.
    Hai fatto una petizione online alla UE per saperlo.
    non+autenticato
  • \begin{applefan thinking}

    Nessuno di questi supercomputer usa il Sistema Operativo Migliore Dell'Universo? Tutti con il SO cantinaro?

    http://s.top500.org/static/lists/2014/06/TOP500_20...

    Questi pezzenti non apprezzano l'eleganza e lo stile e la facilità d'uso che solo un Mac può dare etc. etc. (seguono rantoli rabbiosi con contorno di bave)

    \end{applefan thinking}

    Stai a vedere che quando servono stabilità ed affidabilità *sul serio* le soluzioni cantinare son le migliori, con buona pace dei minus habens macachi. Il link seguento è dedicato a loro, affinchè si consolino:

    http://goo.gl/tM0ho
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 giugno 2014 10.08
    -----------------------------------------------------------
  • Io di rabbioso ci leggo solo il tuo commento.

    Il commento di Mura é il piú intelligente fin'ora.

    Anche i sassi sanno che :

    SuperComputer -> *nix
    MissionCritical -> *nix
    Aziende -> MS + *nix (+ qualche sporadica distro Linux qua e lá)
    Tutto il resto del mondo -> Ms + OSX (+ qualche rara distro Linux qua e lá)
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Anche i sassi sanno che :
    >
    > SuperComputer -> *nix (in larga misura Linux)
    > MissionCritical -> *nix (qualche sporadica distro Linux)
    > Aziende -> MS + *nix (+ qualche sporadica
    > distro Linux qua e
    > lá)
        (Linux a ruota nell'embedded)
    > Tutto il resto del mondo -> Ms + OSX (+
    > qualche rara distro Linux qua e
    > lá)

    Fixed.
  • Guarda debbo contraddirti.
    Vai a Telecom, e vedrai quanti Linux sono in Mission Critical.
    Ovvio hanno anche molti *NIX, che sono la maggioranza nel complesso; ma dopo c'è Linux (Red Hat al 92%).
  • - Scritto da: BSD_like
    > Guarda debbo contraddirti.
    > Vai a Telecom, e vedrai quanti Linux sono in
    > Mission
    > Critical.
    > Ovvio hanno anche molti *NIX, che sono la
    > maggioranza nel complesso; ma dopo c'è Linux (Red
    > Hat al
    > 92%).

    Non lo sapevo. Grazie per la precisazioneSorride
  • Conosco una banca che ha quasi tutti Windows, ed ha procedure di riavvio remoto per non fargli decadere le prestazioni con l'uso.
    Bbbrrrrr....
    iRoby
    6904
  • e vabbè s'era dimenticato del mobileA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Tutto il resto del mondo -> Ms + OSX (+
    > qualche rara distro Linux qua e
    > lá)

    Il 91% dei PC usa Windows poichè preinstallato,il 4% OSX

    Commercialmente parlando OSX non ha neanche voce in capitolo....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: aphex_twin
    > > Tutto il resto del mondo -> Ms + OSX (+
    > > qualche rara distro Linux qua e
    > > lá)
    >
    > Il 91% dei PC usa Windows poichè preinstallato,il
    > 4%
    > OSX
    >
    > Commercialmente parlando OSX non ha neanche voce
    > in
    > capitolo....

    Come la Ferrari...
    ruppolo
    33147
  • Ma infatti non è un prodotto "commerciale". Si tratta di prodotti di nicchia.
    Il suo fatturato e i suoi ricavi sono piccoli rispetto ai colossi mainstream, anche di una FIAT qualsiasi. Che possiede Ferrari solo per una questione di immagine che per guadagnare.
    I soldi si fanno da milioni di Punto e Panda.
    iRoby
    6904
  • E vai con i film mentali....
    non+autenticato
  • Linux
    Linux
    Linux
    Linux
    Linux
    Linux
    Linux
    AIX
    Linux
    Linux
    Linux
    CentOS
    Linux
    Linux
    Linux
    Linux
    Linux
    Linux
    ...
    ...
    ...
    ...
    ...
    Windows Azure!!!!


    Uno! Ce n'e' uno...
    Casualmente il meno performante.
  • E quindi ?
    Che linux scali meglio su soluzioni come queste è ovvio, la specifica unix è nata per i mega server, senza contare che la sua natura open lo rende personalizzabile all'inverosimile per situazioni come questa.
    Tutto ciò però non lo rende nè meglio nè peggio di altri, in alcuni ambiti eccelle in altri arranca così come windows e macos.
    Il punto è scegliere la soluzione migliore per l'uso che se ne deve fare tralasciando fanatismi da bar.
    mura
    1615
  • - Scritto da: mura
    > E quindi ?
    > Che linux scali meglio su soluzioni come queste è
    > ovvio, la specifica unix è nata per i mega
    > server, senza contare che la sua natura open lo
    > rende personalizzabile all'inverosimile per
    > situazioni come
    > questa.
    > Tutto ciò però non lo rende nè meglio nè peggio
    > di altri, in alcuni ambiti eccelle in altri
    > arranca così come windows e
    > macos.
    > Il punto è scegliere la soluzione migliore per
    > l'uso che se ne deve fare tralasciando fanatismi
    > da
    > bar.

    Concordo, ma c'e' gente in questo forum (tipo massimino) che pensa che linux sia a prescindere un cattivo sistema operativo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ogekury

    > c'e' gente in questo forum (tipo
    > massimino) che pensa

    Cerchiamo di non esagerare con l'ottimismo, please.
  • - Scritto da: Elrond
    > - Scritto da: Ogekury
    >
    > > c'e' gente in questo forum (tipo
    > > massimino) che pensa
    >
    > Cerchiamo di non esagerare con l'ottimismo,
    > please.
    +1Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: mura
    > E quindi ?

    Niente, cosi', una banale constatazione.

    > Che linux scali meglio su soluzioni come queste è
    > ovvio,

    E' ovvio a chi di informatica ci capisce, il che esclude gran parte dei commentatori di PI.

    > la specifica unix è nata per i mega
    > server,

    La specifica unix e' nata per i computer, siano essi megaserver o minitower.

    > senza contare che la sua natura open lo
    > rende personalizzabile all'inverosimile per
    > situazioni come
    > questa.

    Oh yes!

    > Tutto ciò però non lo rende nè meglio nè peggio
    > di altri, in alcuni ambiti eccelle in altri
    > arranca così come windows e
    > macos.

    In questo ambito c'e' il top del top, e nella lista dei sistemi operativi utilizzti c'e' solo un nome.

    > Il punto è scegliere la soluzione migliore per
    > l'uso che se ne deve fare tralasciando fanatismi
    > da bar.

    Ma qui siamo nel forum di PI e quindi il fanatismo da bar e' necessario.
  • - Scritto da: mura
    > Tutto ciò però non lo rende nè meglio nè peggio
    > di altri, in alcuni ambiti eccelle in altri
    > arranca così come windows e macos.
    > Il punto è scegliere la soluzione migliore per
    > l'uso che se ne deve fare tralasciando fanatismi
    > da bar.

    E' vero, ma il problema è che il 90% e più degli utenti fa coincidere identifica il sistema operativo con la sua interfaccia grafica. Non è infatti insolito leggere recensioni iperboliche e mirabolanti di sistemi operativi incentrate esclusivamente sulla belleza grafica e funzionale delle rispettive UI.

    Dove l'interfaccia grafica non c'è "by design", e rimane solo il kernel e poco più, le sole soluzioni all'altezza sono *nix.
  • Tecnicamente non trovo punti deboli dove *NIX (nel complesso UNIX*+Linux) arranchino.
    L'unico punto a farli arrancare sono le persone.
    La quasi totalità non riuscirebbe a scrivere un txt senza aprire un word processor; quando basterebbe già aprire un'editor testuale come nano o pico (non parlo di vi) che sono (giustamente) user friendly.
    Beh per la quasi totalità degli "usatori" di pc nano è ostico!!!!
    E questi in alcuni casi sono persone che debbono interfacciarsi a sistemi TOP: bisogna dargli per forza un sistema (anche intermediario) che giudicano friendly (parlo per vecchia esperienza) e altrettanto spesso l'hw house di turno per fare questo sistema utilizza win*z.
  • - Scritto da: BSD_like
    > E questi in alcuni casi sono persone che debbono
    > interfacciarsi a sistemi TOP: bisogna dargli per
    > forza un sistema (anche intermediario) che
    > giudicano friendly (parlo per vecchia esperienza)
    > e altrettanto spesso l'hw house di turno per fare
    > questo sistema utilizza win*z.

    Che immancabilmente avrà dei virus che intercettano file di configurazione o input da tastiera di Filezilla e Putty o altri tool di accesso remoto ed FTP ai server.

    Ancora una volta se Unix ha rogne, vengono sempre da Winzozz
    iRoby
    6904
  • dipende da cosa s'intende per arrancare

    driver? ho appena dovuto disabilitare il dpm perchè altrimenti la scheda video scazza

    c'è oggettivamente un problema di qualità dei driver, al 90% nel settore home computing

    e collegato a ciò c'è la mancanza di software per il settore in questione

    ma tutto ciò dipende esclusivamente dal fatto che nessuno ha seriamente puntato su linux come sistema per computer soho e home, per cui ci si è lasciati vivere ( almeno fino al datagate, quando molti si sono accorti di essere nudi )
    non+autenticato
  • I driver saranno sempre un problema su sistemi open e closed, finché i produttori useranno le solite politiche di chiusura.

    Mi spiego meglio. Tutto è chiuso, brevettato nascosto.

    Ciò obbliga i produttori a scrivere i driver. Spesso non hanno risorse economiche, bravi programmatori, ma anche la sola voglia di supportare sistemi meno diffusi.

    Ci furono petizioni importanti in passato. Dato che i produttori non rilasciano specifiche pubbliche sempre per quest'idiozia della paura di essere copiati (o di scoprire che loro stessi copiano), si è arrivati nella community opensource di proporre di rilasciare le specifiche dietro NDA.
    Ma ciò purtroppo poi se i driver risultanti dal lavoro di sviluppo sono opensource, farà intuire come funziona l'hardware e quindi copiarlo. IDIOZIE! Ma il mondo industriale è uno schifo proprio per queste convinzioni o paure ingiustificate.

    Tanto le basi della tecnologia sono ormai arcinote, e se uno fa un apparecchio che fa nuove cose, altre aziende ne potranno fare uno identico senza passare dal reverse engineering. Si va dai medesimi fornitori di componenti e si riscrive la parte logica di controllo.
    iRoby
    6904