MPEG-7 catalogherà i volti

Il prossimo standard MPEG per la descrizione dei contenuti multimediali includerà una tecnologia di riconoscimento facciale. Per ricercare un volto all'interno di grandi database di video o di immagini

Tokyo (Giappone) - Nonostante l'infanzia di questa tecnologia sia stata costellata da molti flop, il riconoscimento facciale non ha cessato di essere considerata una promessa nel campo della sicurezza, soprattutto quella civile, e un'interessante opzione per i motori di ricerca sul Web e i servizi di archiviazione video. A confermarlo è stato il comitato tecnico del Moving Picture Experts Group (MPEG) che ha deciso di includere, nelle specifiche dello standard MPEG-7, una tecnologia di riconoscimento facciale sviluppata congiuntamente da NEC e Samsung Advanced Institute of Technology (SATI).

Lo standard MPEG-7, la cui nuova evoluzione verrà pubblicata nella primavera del 2004, è formalmente chiamato "Multimedia Content Description Interface" e fornisce un insieme standard di specifiche e strumenti per la descrizione, attraverso metadati, di contenuti di tipo multimediale: l'obiettivo del neo standard è quello di facilitare l'identificazione, il filtraggio, la ricerca, il reperimento e la gestione dei dati multimediali, siano essi file audio, filmati o immagini.

La tecnologia sviluppata da NEC e SATI, chiamata MPEG-7 AFR (Advanced Face Recognition Descriptor), diverrà la specifica di riferimento del neo standard per la ricerca e il confronto di volti all'interno di immagini statiche o di video. L'MPEG sostiene di aver scelto AFR a causa dell'ottima accuratezza in fase di riconoscimento, della velocità e delle contenute dimensioni dei dati facciali (253 bit per singolo volto).
NEC ha spiegato che, rispetto al precedente standard, la tecnologia AFR in media riduce i falsi positivi del 12,5% e, grazie all'ottimizzazione del motore di riconoscimento, è in grado di cercare la faccia di una persona in un video di 24 ore nel giro di un secondo.

NEC a SATI affermano che l'adozione della tecnologia AFR all'interno del prossimo standard MPEG incoraggerà la nascita di nuovi servizi che permetteranno di utilizzare come chiave di ricerca i dati codificati di una faccia.
TAG: mercato
17 Commenti alla Notizia MPEG-7 catalogherà i volti
Ordina
  • con il coding video?
    ma che schifezze fanno?
    cosa centra il riconoscimento facciale con l' encoding audio/video?

    perchè allora non hanno incluso anche i buoni del dixan ?
    sarebbero stati molto piu utili.

    Che roba!
    sono incredulo.

    domani scrivo un nuovo protocollo informatico altamente innovativo e tecnologico in grado di integrare le piu recenti tecnologie per lagestione bancaria ed includo in esso anche l'indispensabile gioco x bambini dei volti fatti con la patata (potato)
    hahaha..

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > con il coding video?
    > ma che schifezze fanno?
    > cosa centra il riconoscimento facciale con
    > l' encoding audio/video?
    >

    Nell'articolo e' detto malissimo.
    In realta' il riconoscimento facciale e' un effetto "secondario" dell'algoritmo di compressione che appunto riconosce "forme" e le codifica con un codice, riducendone enormemente le dimensioni (e' una compressione elevata per video su linee telefoniche per esempio)
  • Mi pare che e' da un pezzo che l'mpeg 7 esiste come standard ufficiale e incorpora il riconoscimento dei volti.. non so di cosa si stia parlando qui.. una nuova release? una press release pubblicitaria?
    non+autenticato
  • L'MPEG-7 è stato approvato come standard ufficiale a settembre 2002 e ci ho sviluppato anche la tesi sopra.....
  • Già che ci sei, mi spieghi il numero 7?
    Io ero fermo al 4
    non+autenticato
  • Ciao, ti posso dire molto semplicemente che MPEG-7 non ha concettualmente molto in comune con MPEG-1,2,4 perchè mentre questi standard riguardano la compressione video, lo standard MPEG-7 riguarda la descrizione di queste compressioni. Tutta la descrizione è fatta in XML, quindi questo standard è basato su questo formato. Puoi immaginare che ad ogni file multimediale ci sia una descrizione XML associata che comprende informazioni che vanno dai singoli frame, ai colori, a chi l'ha creato, dove, ecc.
    Le cose da dire sarebbero molte comunque puoi creare database di video, immagini e media in generale in cui si possono fare ricerche avanzate. Puoi cercare tutte le immagini che hanno una barca oppure tutti i video con un certo particolare che si muove oppure riconoscimento facciale. Le possibilità sono moltissime....

    Ciao. Giovanni

  • - Scritto da: gpozza
    > Ciao, ti posso dire molto semplicemente che
    > MPEG-7 non ha concettualmente molto in
    > comune con MPEG-1,2,4 perchè mentre questi

    grazie, però mi sono espresso male, intendevo dire perchè il numero 7? Visto che non ho mai sentito parlare di 5 e 6.
    non+autenticato
  • è una pura questione di nomi perchè l'MPEG prende il nome dal numero del gruppo che ci sta lavorando. Non è detto che debbano essere in ordine crescente.

    Ciao.
  • beh la cosa veramente interessante è sapere da chi e come vengano catalogate tutte queste informazioni.
    Per me mancano ancora le basi per poter dare in pasto ad un programma una collezione di video e ritrovarseli poi dopo catalogati secondo vari criteri..figuriamoci riconoscere un volto.. Saranno quasi tutti falsi positivi e magari in mezzo ci sarà anche quello che stai cercando..
    non+autenticato
  • Hai ragione, in effetti si tratta di un'evoluzione delle specifiche MPEG-7. Abbiamo corretto la notizia.
    Grazie della segnalazione, ciao!

    - Scritto da: Anonimo
    > Mi pare che e' da un pezzo che l'mpeg 7
    > esiste come standard ufficiale e incorpora
    > il riconoscimento dei volti.. non so di cosa
    > si stia parlando qui.. una nuova release?
    > una press release pubblicitaria?
  • Dovessero mai funzionare davvero ed essere rilasciati liberamente questi software saranno di valido aiuto per la criminalita' organizzata. Un bel database delle foto dei poliziotti d'italia ed addio alla pratica dell'infiltrare agenti sottocopertura.
    Quasi diventa secondario l'incubo dell'essere riconosciuto e tracciato ovunque tu vada (si fa per dire ovviamente)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dovessero mai funzionare davvero ed essere
    > rilasciati liberamente questi software
    > saranno di valido aiuto per la criminalita'
    > organizzata. Un bel database delle foto dei
    > poliziotti d'italia ed addio alla pratica
    > dell'infiltrare agenti sottocopertura.
    > Quasi diventa secondario l'incubo
    > dell'essere riconosciuto e tracciato ovunque
    > tu vada (si fa per dire ovviamente)

    Ehilà! Il paranoico di turno!Sorpresa

  • - Scritto da: Avion
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Dovessero mai funzionare davvero ed essere
    > > rilasciati liberamente questi software
    > > saranno di valido aiuto per la
    > criminalita'
    > > organizzata. Un bel database delle foto
    > dei
    > > poliziotti d'italia ed addio alla pratica
    > > dell'infiltrare agenti sottocopertura.
    > > Quasi diventa secondario l'incubo
    > > dell'essere riconosciuto e tracciato
    > ovunque
    > > tu vada (si fa per dire ovviamente)
    >
    > Ehilà! Il paranoico di turno!Sorpresa


    Non è paranoico. Ha ragione. Il primo utilizzo dell mpg7 sarà criminale.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Avion
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Dovessero mai funzionare davvero ed
    > essere
    > > > rilasciati liberamente questi software
    > > > saranno di valido aiuto per la
    > > criminalita'
    > > > organizzata. Un bel database delle foto
    > > dei
    > > > poliziotti d'italia ed addio alla
    > pratica
    > > > dell'infiltrare agenti sottocopertura.
    > > > Quasi diventa secondario l'incubo
    > > > dell'essere riconosciuto e tracciato
    > > ovunque
    > > > tu vada (si fa per dire ovviamente)
    > >
    > > Ehilà! Il paranoico di turno!Sorpresa
    >
    >
    > Non è paranoico. Ha ragione. Il primo
    > utilizzo dell mpg7 sarà criminale.


    Ow, non avevo letto bene. E' che mi era tornato in mente un manifesto visto in una università romana in cui si accusava la Polizia o i docenti di infiltrare gente tra i ragazzi per prendere nota di chi fa il "cattivo"...
  • Bhe ... funzionerebbe anche al contrario no?Te l'immagini una telecamera in un negozio agganciata ad un sistema che controlla e verifica chi entra?Appena entra un delinquente suona l'allarme ed il tizio viene indicato da un raggio laser coloratoSorride (certo fa un po' Grande Fratello...)
    non+autenticato

  • ...
    >Appena entra
    > un delinquente suona l'allarme
    ...
    Scusa ma come fai a sapere che quello e' un delinquente? Al limite se tira fuori un'arma? Oppure uno che e' stato condannato ed e' fuori per buona condotta entra in un negozio e viene subito additato come "delinquente" non e' molto bello... Cmq esistono le maschere facciali e i delinquenti veri diventeranno un po "attori" ....
    Ciao
    non+autenticato
  • ALLUNGHERÃ? LE FILE AGLI SPORTELLI POSTALI.
    non+autenticato