Gaia Bottà

UK, i cinema temono i Google Glass

Una delle più importanti associazioni di categoria decide di estrometterli dalle sale: per tutelare la privacy delle platee, per tutelare il diritto d'autore. Anche se gli occhiali di Google sono poco adatti a registrare in segreto

Roma - Poco importa che la durata della batteria non consenta registrazioni di video di lunga durata, poco importa che la qualità del girato non sia probabilmente in grado di soddisfare le aspettative di coloro che si accontentano di fruire di file pirata catturati a mezzo camcording: a pochi giorni dal lancio nel Regno Unito, i cinema locali hanno già vietato l'ingresso ai Google Glass.

"Nel rispetto degli altri membri del pubblico, e per prevenire il furto dei film, chiediamo agli spettatori di non accedere al cinema muniti di "tecnologie indossabili" in grado di registrare immagini", questa la raccomandazione che ha iniziato a figurare fra le policy che governano numerose sale del Regno Unito: a chi violerà questa disposizione potrà essere chiesto di riporre i gadget e potrà essere allontanato dai cinema che aderiscono all'iniziativa di CEA (Cinema Exhibitors' Association), che rappresenta l'industria di settore.

Poiché i dispositivi indossabili sarebbero secondo CEA più difficili da individuare nel buio delle platee, complici gli aggiustamenti operati da coloro che non intendono rinunciarvi, poiché uno dei timori dell'associazione, echeggiando i dubbi espressi dalle istituzioni britanniche, riguarda la privacy di chi li frequenta, i gestori dei cinema che diffidino della buona educazione dei loro utenti potranno chiedere agli spettatori di non indossarli, anche prima dell'inizio del film in proiezione.
Ma la motivazione che mobilita con più foga i gestori dei cinema, così come osservato di recente negli Stati Uniti, sarebbe da individuare nella repressione dei comportamenti pirata: Phil Clapp, a capo della Cinema Exhibitors' Association, è consapevole del fatto che i Google Glass soffrano di limiti che potrebbero naturalmente ostacolare le registrazioni pirata, quali la durata della batteria e la scarsa qualità del girato, ma si mostra ugualmente preoccupato del fatto che i più incorreggibili sostenitori della condivisione illegale possano collaborare e ricostruire i contenuti montando spezzoni catturati da soggetti diversi.

Google, nel frattempo, invita nuovamente alla riflessione: "Parlando in generale, pensiamo che sia meglio avere una esperienza diretta e di prima mano con i Glass prima di creare della policy che li riguardano - ha dichiarato un portavoce della Grande G - Il fatto che siano visibili sul naso di chi li indossa e che la luce che hanno sullo schermo si accenda nel momento in cui sono attivi li rende dei dispositivi evidentemente inadatti a registrare in segreto".

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • Digital LifeCala il buio, calino i Google GlassIndossarli è ora esplicitamente proibito in certe sale cinematografiche statunitensi: agevolerebbero la pirateria mediata dal camcording. Anche se la durata della batteria dei dispositivi in registrazione non raggiunge l'ora
  • AttualitàGoogle Glass, belli e buoniMountain View tenta di convincere il mondo riguardo ai suoi occhialetti intelligenti: non sono votati alla distrazione e alla sorveglianza, e presto saranno anche piacevoli alla vista
  • Digital LifeGoogle Glass, tremano le autoritàGli explorer che inforcano gli occhiali intelligenti di Mountain View stanno incontrando non pochi problemi: dal cinema alla guida, c'è chi ha timore della nuova tecnologia
17 Commenti alla Notizia UK, i cinema temono i Google Glass
Ordina
  • ...spettatori dotati di microspie nascoste per evitare che possano raccontare nei minimi dettagli la trama del film una volta usciti dal cinema ai loro amici che non lo hanno visto.
  • <chiediamo di non accedere al cinema muniti di "tecnologie indossabili" in grado di registrare immagini> ... e tutti i palmari vari? (cell,tablet,pda ecc ecc), camcorder & co, ip cam ecc.. ?
    ... non si comprende sta fissazione per i g.Glass e affini... un CCD ce l'hanno gia' tutti, anche se non indossato, registra ugualmenteCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > <chiediamo di non accedere al cinema muniti di
    > "tecnologie indossabili" in grado di registrare
    > immagini> ... e tutti i palmari vari?
    > (cell,tablet,pda ecc ecc), camcorder & co, ip cam
    > ecc.. ?
    > ... non si comprende sta fissazione per i g.Glass
    > e affini... un CCD ce l'hanno gia' tutti, anche
    > se non indossato, registra ugualmente
    >Con la lingua fuori

    Pure i pacemaker vanno lasciati fuori !
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: bubba
    > > <chiediamo di non accedere al cinema
    > muniti
    > di
    > > "tecnologie indossabili" in grado di
    > registrare
    > > immagini> ... e tutti i palmari vari?
    > > (cell,tablet,pda ecc ecc), camcorder & co,
    > ip
    > cam
    > > ecc.. ?
    > > ... non si comprende sta fissazione per i
    > g.Glass
    > > e affini... un CCD ce l'hanno gia' tutti,
    > anche
    > > se non indossato, registra ugualmente
    > >Con la lingua fuori
    >
    > Pure i pacemaker vanno lasciati fuori !
    e' pur sempre "atto o adattabile a registrare immagini" ,no?A bocca aperta
    non+autenticato
  • ...si mostra ugualmente preoccupato del fatto che i più incorreggibili eroici sostenitori della condivisione illegale possano collaborare...

    Fixed

    La Condivisione del Sapere è un bene per il Progresso della Civiltà, non c'è nulla da correggere.

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: W la Pirateria
    > ...si mostra ugualmente preoccupato del fatto
    > che i più incorreggibili eroici
    > sostenitori della condivisione illegale ladroni possano
    > collaborare...

    >

    Fixed! Indiavolato

    >
    > La Condivisione del Sapere è un bene per il
    > Progresso della Civiltà, non c'è nulla da
    > correggere.
    >
    Questo lo dici tu! Indiavolato
    non+autenticato
  • Intanto siamo n a 0 per i condivisoriOcchiolino fattene una ragione.
    buon noleggio dvdA bocca aperta
    non+autenticato
  • E per beccare quelli che si sono infilati i Google Glass appena prima dell'inizio del film come faranno? Eseguiranno delle interruzioni improvvise del film accendendo tutte le luci della sala e prendendo a manganellate tutti i sospetti? Ma per cortesia!
    Se qualcuno vuole registrare a tutti i costi un film al cinema lo fa senza grossi problemi, con o senza G-Glass
  • - Scritto da: Skywalkersenior
    > E per beccare quelli che si sono infilati i
    > Google Glass appena prima dell'inizio del film
    > come faranno? Eseguiranno delle interruzioni
    > improvvise del film accendendo tutte le luci
    > della sala e prendendo a manganellate tutti i
    > sospetti?

    Se può servire a contrastare la pirateria, allora ben venga! La pirateria va fermata con qualsiasi mezzo! Anonimo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > - Scritto da: Skywalkersenior
    > > E per beccare quelli che si sono infilati i
    > > Google Glass appena prima dell'inizio del film
    > > come faranno? Eseguiranno delle interruzioni
    > > improvvise del film accendendo tutte le luci
    > > della sala e prendendo a manganellate tutti i
    > > sospetti?

    > Se può servire a contrastare la pirateria, allora
    > ben venga! La pirateria va fermata con qualsiasi
    > mezzo!
    > Anonimo

    Lo si dice fin dall'antica Grecia pensa...
    krane
    22544
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > - Scritto da: Skywalkersenior
    > > E per beccare quelli che si sono infilati i
    > > Google Glass appena prima dell'inizio del film
    > > come faranno? Eseguiranno delle interruzioni
    > > improvvise del film accendendo tutte le luci
    > > della sala e prendendo a manganellate tutti i
    > > sospetti?
    >
    > Se può servire a contrastare la pirateria, allora
    > ben venga! La pirateria va fermata con qualsiasi
    > mezzo!
    > Anonimo

    Se, per assurdo, una cosa del genere venisse attuata, secondo me si avrebbe un drastico calo di un'altra cosa: il numero di spettatori.
    Quando sono in una sala mi da già fastidio se il vicino di poltrona ciancica popcorn o se quello di fronte controlla ogni 2x3 il cellulare illuminando a giorno i posti vicini. Se mi mettessero anche i "raid" antipirateria, sarebbe la volta buona per dire definitivamente addio alle sale
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    >
    > ma per carità, non farti nemmeno venire i dubbi:
    > NON andare e basta. Non vedi che gente
    > è?

    La tecnologia dell'home video sarà anche diventata più abbordabile negli anni, ma ci sono film che si DEVONO vedere al cinema. A meno di non avere una costosissima sala proiezioni personale tipo quella di George Lucas allo Skywalker Ranch, nessun enorme televisore o proiettore casalingo ti restituirà le stesse sensazioni che si hanno in una buona sala cinematografica (guardati un film in Sala Energia all'Arcadia di Melzo, poi ne riparliamo).
    Chiaramente il prezzo da pagare è quello di non essere da soli e, se si è sfortunati, ti può capitare il vicino particolarmente molesto, ma entro certi limiti è ancora accettabile. Basta non esagerare.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Skywalkersenior
    > > - Scritto da: unaDuraLezione
    >
    >
    > > La tecnologia dell'home video sarà anche
    > > diventata più abbordabile negli anni, ma ci
    > sono
    > > film che si DEVONO vedere al cinema.
    >
    > no guarda, andare in un posto dove ti danno del
    > ladro ancora prima di entrare esula dalle mie
    > abitudini.
    > Falliscano tutti e quando l'isteria del copyright
    > si sarà placata riapriranno con tanto di
    > tappetino rosso all'ingresso e noleggio google
    > glass incluso nel prezzo del
    > biglietto.

    Si, e ti inviteranno a vedere l'ultima web-series amatoriale perché di grandi film non ne faranno più, non avendo soldi per farli.
    Protestare per un sovraprezzo ingiusto è sacrosanto, l'estremismo no.
    Per quanto mi riguarda me ne strabatto degli spot antipirateria. Vado al cinema a vedere film che mi interessano molto, raramente li scarico (troppe volte ho beccato delle sonore schifezze e ormai mi sono rotto di star dietro ai continui cambiamenti), al massimo li guardo in streaming se ho voglia ma se un film mi piace, compro il Blu-Ray (di solito c'è dentro anche il DVD, che regalo a mia sorella...)
  • contenuto non disponibile
  • Presto probabilmente, l'ingresso dei glass che danno informazioni sui prodotti reclamizzati nei film sarà persino favorito dalle major di Hollywood. Sono dei bolliti!