Alfonso Maruccia

Chrome 36, notifiche e update vari

Google rilascia una nuova versione stabile del suo browser con novità per funzionalità, design, performance e sicurezza. Mountain View è sempre più decisa a disegnare un Web a propria immagine e somiglianza

Roma - Google Chrome arriva alla versione stabile 36.0.1985.122, una release ricca di novità soprattutto per quel che riguarda i sistemi operativi per computer (Windows, OS X, Linux). Ma il browser fa notizia anche per motivi diversi dai ritmi di aggiornamento imposti da Mountain View, e non si tratta necessariamente di notizie positive.

Chrome 36 chiude prima di tutto 26 vulnerabilità di sicurezza, con "tanti" aggiornamenti "sotto il cofano" utili a migliorare la stabilità e le performance complessive del software. Migliorato risulta inoltre il sistema di "Rich Notification" integrato, mentre la scheda di apertura della modalità "incognito" è stata ridisegnata per aderire maggiormente ai principi del nuovo design Material.

Una ulteriore novità interessante di Chrome 36 per computer è infine l'inclusione di un "App Launcher" su Linux, mentre la release del browser per gadget Android è pensata soprattutto per migliorare il rendering del testo sui siti non ottimizzati per i terminali mobile.
Google non conosce mezze misure quando si tratta di salvaguardare la difesa degli utenti di Chrome, al punto di non farsi problemi a bloccare il download di un popolarissimo software di P2P come uTorrent, e la "guerra" ad Adobe Flash - supposta ragione di tutti i mali, osteggiato da chi incensa HTML5 come il nuovo messia della multimedialità su Web - viene ora condotta anche tramite il servizio di ricerca online con l'identificazione di quei siti basati sul popolare plug-in e per questo non in grado di funzionare a dovere sui terminali mobile.

Chrome protegge, salva il mondo da Flash ma a quanto pare prosciuga la batteria dei PC portatili basati su Windows come un'idrovora, un fenomeno dovuto all'alta frequenza di "risveglio" del processore centrale impostata su 1,000 millisecondo contro i 15,625 ms raccomandati da Microsoft e seguiti alla lettera dai browser della concorrenza (IE e Firefox).

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaChrome, l'era 64bitGoogle inizia la conversione: si parte dalle alpha per Windows, seguiranno gli altri OS. Più stabilità e velocità il mantra ripetuto per convincere ad aggiornare il browser
  • TecnologiaIl nuovo Android è MaterialAlla conferenza I/O Google mette in mostra le novità del futuro prossimo di Android, un futuro che include un nuovo standard di interfaccia e una nuova virtual machine per far girare le app. Tutto come previsto
3 Commenti alla Notizia Chrome 36, notifiche e update vari
Ordina
  • Mi sembra strano che Google osteggi Adobe Flash, quando Chrome è l'unico browser ad avere il flash player integrato, anche nella sua versione portable USB. O hanno tolto anche questo plugin?
    Comunque sul PC mi tengo SRWare Iron 35, basato su chrome ma senza tanti tracciamenti googoliani.
    non+autenticato
  • Ormai è diventata tra le più evil di tutte le compagnie.
    non+autenticato
  • Chrome è un ottimo browser, ovviamente come tutti gli altri tira l'acqua la mulino del suo creatore.
    La salvaguardia della privacy è attuata molto seriamente, come l'articolo rimarca, verso tutti coloro che non si chiamano Google.
    Google ha creato e sta rinforzando un sistema di oonipresenza globale, confortevole ma solo se segui le sue regole, altrimenti sei bannato, e anche se gli fai causa, ormai i danni sono fatti e si accumulano.
    Per quanto mi riguarda, il monopolio e l'oligopolio mi richiamano in mente la tirannia, per quanto vellutata e persino utile.
    Purtroppo negli anni ho imparato che le masse sono teleguidate da chi sa manipolarle, e sono loro a decidere, mentre la minoranza che pensa con la propria testa vede più chiaro ma ha poca voce in capitolo...
    non+autenticato