Alfonso Maruccia

Datagate, lo sguardo indiscreto della NSA

Nuove rivelazioni-scandalo di Snowden sull'attività di tecnocontrollo digitale della NSA, un'agenzia che tiene sotto scacco i servizi di cloud storage più popolari, spia i nodi Tor tedeschi e fa circolare le foto osé raccolte online

Roma - Dal suo esilio forzato in Russia, Edward Snowden continua a rivelare nuovi, inquietanti dettagli sulle attività di tecnocontrollo e spionaggio digitali messe in atto dalla National Security Agency (NSA) americana. Dettagli scabrosi che includono anche la circolazione di foto con nudi tra gli agenti dell'agenzia, a mo' di "premio" per il buon lavoro svolto in difesa della sicurezza nazionale dalle minacce di chiunque possa essere definito terrorista.

In una delle sue ultime interviste, Snowden chiama direttamente in causa i servizi di cloud storage come Dropbox definendoli "ostili alla privacy" degli utenti. Dropbox, sottolinea l'ex-analista della CIA, ha persino assunto il politico americano più anti-privacy che esista (Condoleezza Rice), quindi è pacifico considerare il servizio come un buco nero in cui qualsiasi file salvato o "sincronizzato" dall'utente finisce direttamente sui server della NSA tramite il programma PRISM.

Molto meglio fanno società come Spideroak, spiega ancora Snowden, servizi cloud che diversamente dal più famoso e popolare Dropbox preservano la riservatezza dell'utente archiviando i dati (gratuitamente fino a 2 Gigabyte di spazio online) già criptati dall'utente sul client.
La NSA è quel tipo di organizzazione che non si fa alcun problema a mettere sotto controllo i nodi della rete Tor di proprietà altrui, rivela il Chaos Computer Club tedesco, quindi non stupisce che la seconda rivelazione-bomba della settimana di Snowden parli di foto a sfondo sessuale scambiate tra gli analisti dell'agenzia.

Le foto sono naturalmente degli utenti finiti nella rete del tecnocontrollo americano, e gli agenti della NSA se le scambiano dopo averle catturate e individuate online. L'agenzia ha risposto a quest'ultima accusa di Snowden parlando di "forza lavoro altamente qualificata", "tolleranza zero per le violazioni" dei suoi standard professionali e altre genericità simili.

Altri guai per la NSA arrivano infine dalle Nazioni Unite, che in un rapporto dettagliato classificano la sorveglianza di massa praticata dall'intelligence statunitense come una plateale violazione delle leggi internazionali e dei diritti umani. Persone come Snowden che contribuiscono a denunciare l'esistenza di tali violazioni vanno protette e non processate, si è spinto a dichiarare il commissario ONU per i diritti umani Navi Pillay.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàDatagate, spioni contro l'IslamEnnesima bomba nello scandalo delle intercettazioni illegali di NSA, agenzia apparentemente focalizzata sulla persecuzione (a mezzo tecnocontrollo) di personalità pubbliche integerrime, ma di religione islamica
7 Commenti alla Notizia Datagate, lo sguardo indiscreto della NSA
Ordina
  • Spideroak ha lo stesso problema di dropbox: è una società USA.

    Cosa ci assicura che non abbiano già ricevuto una letterina dal FISA che non può essere divulgata e che gli intima di dare accesso tramite backdoor allo lor cloud ?

    Per essere ragionevolmente sicuri serve un cloud gestito ed hostato in un paese con leggi che tutelino veramente la privacy
    .poz
    200
  • La "crociata" di Snowden è sacrosanta.
    C'è da dire però che gli "ammerikani" non sono gli unici "cattivoni". Ce ne sono molti altri che spiano con altrettanta invadenza ma NESSUNO lo può rivelare... ad esempio i simpatici ospiti dello stesso Snowden.
    Sarebbe meglio ricordarlo, ogni tanto...
    non+autenticato
  • Noooooooooo!
    Gli americani hanno una democrazia di facciata a dirla con un uefemismo vomitevole. Hanno detto peste e corna del muro di Berlino e poi ne hanno alzato uno con il Messico, anche Israele ne ha alzato uno con i palestinesi ... però siccome lo fanno loro il giornalismo occidentale guarda altrove e ti da solo le notizie che fanno comodo a loro: ovvero i cowboy sono sempre e comunque i buoni e gli indiani sono i cattivi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: jack
    > La "crociata" di Snowden è sacrosanta.
    > C'è da dire però che gli "ammerikani" non sono
    > gli unici "cattivoni". Ce ne sono molti altri che
    > spiano con altrettanta invadenza ma NESSUNO lo
    > può rivelare... ad esempio i simpatici ospiti
    > dello stesso
    > Snowden.
    > Sarebbe meglio ricordarlo, ogni tanto...
    +1
    uno dei pochi siti russi (ma in inglese) che conosco, sulle porcate di FSB e agenzie correlate e' http://agentura.ru/english/

    Ovviamente fare cio' non e' un lavoro molto salubre in russiaCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: jack
    > La "crociata" di Snowden è sacrosanta.
    > C'è da dire però che gli "ammerikani" non sono
    > gli unici "cattivoni". Ce ne sono molti altri che
    > spiano con altrettanta invadenza ma NESSUNO lo
    > può rivelare... ad esempio i simpatici ospiti
    > dello stesso Snowden.
    > Sarebbe meglio ricordarlo, ogni tanto...

    Tu ricordi di usare pgp ? E tor ? E messanger criptati ?
    Altrimenti sei complice.
    krane
    22544
  • mah, i russi non possono fare quello che fa la NSA, perchè i backbone di internet non passano per la Russia, ergo non hanno provato gli strumenti per farlo

    e comunque i russi non hanno il patriot act, ovvero una legge che autorizza il Presidente a dichiarare chiunque gli va "enemy combatant" con tutte le conseguenze del caso

    vorrei far notare che Putin chiese l'autorizzazione al Parlamento per poter dispiegare l'esercito, Obama lo fa autonomamente, bypassando il Congresso

    addirittura Dick Cheney ha dichiarato che Obama ha abusato ampiamente del meccanismo degli ordini presidenziali

    insomma, i russi spiano, certo, ma non sappiamo fino a che punto, possiamo solo speculare

    dello spionaggio americano invece conosciamo tutto, con tanto di prove documentali

    e comunque noi viviamo in un Paese dominato dall'impero americano, lo spionaggio russo non ci tange minimamente
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > mah, i russi non possono fare quello che fa la
    > NSA, perchè i backbone di internet non passano
    > per la Russia, ergo non hanno provato gli
    > strumenti per
    > farlo
    nel 1980 forse... mai visto il colosso russo Rostelcom? e i megaaccordi e intrecci societari con telenor, teliasonera, tele2 russia, ecc? solo per rimanere nella 'europa canonica' (svezia,norvegia,finlandia)... poi ci sono i paesi baltici..
    (ovvio che in certi posti il 'gioco' ha 2 facce... american tapping nella amica svezia di teliasonera, ma anche russian tapping per via della cogestione )

    > e comunque i russi non hanno il patriot act,
    > ovvero una legge che autorizza il Presidente a
    > dichiarare chiunque gli va "enemy combatant" con
    > tutte le conseguenze del
    > caso
    patriot act no... hanno il SORM-1 e seguenti...

    > vorrei far notare che Putin chiese
    > l'autorizzazione al Parlamento per poter
    > dispiegare l'esercito, Obama lo fa autonomamente,
    > bypassando il Congresso
    putin pero' abita al parlamento da quando obama aveva i calzoni corti... niente di strano?Con la lingua fuori

    > insomma, i russi spiano, certo, ma non sappiamo
    > fino a che punto, possiamo solo
    > speculare
    >
    > dello spionaggio americano invece conosciamo
    > tutto, con tanto di prove
    > documentali
    e cio non pone alcuna domanda? a parte quella di imparare il russoCon la lingua fuori

    > e comunque noi viviamo in un Paese dominato
    > dall'impero americano, lo spionaggio russo non ci
    > tange
    > minimamente
    fossimo a new york sarebbe vero... "sfortunatamente" alle repubbliche ex-sovietiche siamo attaccati... quindi un po ci tange..Con la lingua fuori
    non+autenticato