Gaia Bottà

Copyright, licenza di promuovere

Una star di YouTube ha fatto conoscere a milioni di utenti la musica che ha sincronizzato con i propri tutorial. L'etichetta che detiene i diritti sui brani la denuncia. Ma gli artisti attaccano l'etichetta: i soldi si fanno liberando la musica

Roma - Dispensa consigli per imbellettarsi al meglio, istruisce le folle a tramutarsi in Barbie o in Barbie zombie, il suo canale YouTube vanta 6.724.484 iscritti e 977.393.917 di visualizzazioni: Michelle Phan ha costruito il proprio successo sulla freschezza dai propri tutorial, ma c'è un'etichetta che sostiene che il merito sia della musica che li accompagna, utilizzata senza licenza.

A denunciare Michelle Phan sono Ultra Records LLC e Ultra International Music Publishing LLC: l'etichetta e il distributore collegato, partner di Sony, accusano la giovane star di YouTube di aver abusato dei brani musicali di cui Ultra detiene i diritti.

Phan, si spiega nei documenti presentati da Ultra, monetizza lautamente i propri video con l'advertising su YouTube e sul proprio sito, e ha guadagnato una popolarità tale da essere coinvolta in una campagna pubblicitaria di YouTube e in campagne pubblicitarie di terze parti, e da lanciare un libro e una linea di makeup con il proprio nome. La giovane, però, "senza licenza, autorizzazione o permesso", si sarebbe resa responsabile di una "violazione su larga scala delle composizioni e delle registrazioni" di cui Ultra detiene i diritti: avrebbe "copiato e sincronizzato le composizioni e le registrazioni, per intero o in parte, per creare dei contenuti audiovisivi (i video non autorizzati)" che ha messo a disposizione del pubblico in Rete. Sono circa cinquanta gli esempi di evidente violazione portati da Ultra in tribunale: "l'analisi è preliminare - si spiega nei documenti - e la reale entità delle violazioni di Phan sono ancora da determinare".
Ultra avrebbe dapprima agito approfittando dei canali messi a disposizione da YouTube: alle richieste di rimozione dei contenuti, però, Phan avrebbe contrapposto una controdenuncia, accettando di discutere il caso di fronte a un tribunale per sostenere l'esistenza di un accordo volto a "promuovere altri artisti, creando una piattaforma per le loro opere, da mostrare a un pubblico internazionale". L'etichetta chiede un risarcimento di 150mila dollari per ogni violazione, oppure di una cifra fissata sulla base dei reali guadagni di Phan e della fetta di guadagni che Ultra non si è potuta ritagliare.

Ma se Ultra denuncia mancati guadagni per la presunta mancata licenza negoziata con la celebre star di YouTube, alcuni degli autori dei brani che Phan ha adottato e adattato ai propri video sono di tutt'altro parere.


Ne è un esempio Kaskade, riconosciuto ed etichettato anche da YouTube come autore dei brani di numerosi video confezionati da Michelle Phan: rivela pubblicamente di non avere nulla a che vedere con la denuncia intentata dall'etichetta a cui ha assicurato le proprie opere e di non poter fare altro per Phan se non supportare la sua causa e il suo operato, poiché "non è possibile amare (e comprare) la musica che non si è mai sentita".





Kaskade lo spiegava già tempo fa, quando la denuncia nei confronti di Phan non era ancora stata depositata: "Quando ho firmato con Ultra, ho detto addio per sempre al diritto di possedere la mia musica. Lo detengono loro". Addio ai mashup, dunque, addio alle rielaborazioni, addio ai remix non autorizzati: non solo per i creatori indipendenti che reinventano la musica di Kaskade, che l'artista ritiene indispensabili negli ingranaggi della promozione più delle artificiose campagne social orchestrate dalle etichette, ma anche per Kaskade stesso. "Liberate la musica - suggerisce piuttosto l'artista - e i soldi verranno da sé".




Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàBitTorrent e il Nemico PubblicoIl collettivo hip-hop Public Enemy sceglie il nuovo servizio Bundle per il lancio gratuito del nuovo singolo Get Up Stand Up. Con succulento materiale extra, per una diversa visione del mercato discografico
  • AttualitàDi pirati, negozi musicali e remix sospettiUn musicista statunitense che ha offerto gratuitamente le sue opere contro i colossi della distribuzione legale, accusati di aver ignorato la sua richiesta di rimozione di un plagio. Il profitto avrebbe sempre la meglio sugli artisti
  • AttualitàCreative Commons, esplosione nel TuboCon 4 milioni di filmati con licenza CC BY, la piattaforma di video sharing gode di una collezione invidiabile. E invita gli utenti a sfruttare i principi del remix per reinventare i filmati
116 Commenti alla Notizia Copyright, licenza di promuovere
Ordina
  • basta andare indietro un centianio di anni e ci sono carrettate di musiche: eleganti, marziali, poetiche, arie liriche... Perche usare roba ancora sotto copyright? non capisco...
    non+autenticato
  • Non a tutti piace la musica classica (purtroppo).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Non a tutti piace la musica classica (purtroppo).

    Non è questione di piacere o meno.
    Anche quando piace, non è adatta a quasiasi genere di scena o di film.
  • - Scritto da: Fulmy(nato)
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Non a tutti piace la musica classica
    > (purtroppo).
    >
    > Non è questione di piacere o meno.
    > Anche quando piace, non è adatta a quasiasi
    > genere di scena o di
    > film.

    Costui la pensa diversamente:
    http://www.spotifyclassical.com/2010/08/classical-...
    immagino abbia fatto qualche film più di te...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > basta andare indietro un centianio di anni e ci
    > sono carrettate di musiche: eleganti, marziali,
    > poetiche, arie liriche...

    Per fare cosa?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > basta andare indietro un centianio di anni e ci
    > sono carrettate di musiche: eleganti, marziali,
    > poetiche, arie liriche... Perche usare roba
    > ancora sotto copyright? non
    > capisco...
    già
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > - Scritto da: ...
    > > basta andare indietro un centianio di anni e
    > ci
    > > sono carrettate di musiche: eleganti,
    > marziali,
    > > poetiche, arie liriche... Perche usare roba
    > > ancora sotto copyright? non
    > > capisco...
    > già

    Ma che discorso demenziale è? La musica classica mica va sempre bene come colonna sonora per qualsiasi scena in qualsiasi film! Ma con che coraggio tirate fuori argomenti tanto insulsi? E vi dite pure amanti del cinema... ma per favore!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: 2014
    > > - Scritto da: ...
    > > > basta andare indietro un centianio di anni
    > e
    > > ci
    > > > sono carrettate di musiche: eleganti,
    > > marziali,
    > > > poetiche, arie liriche... Perche usare roba
    > > > ancora sotto copyright? non
    > > > capisco...
    > > già
    >
    > Ma che discorso demenziale è? La musica classica
    > mica va sempre bene come colonna sonora per
    > qualsiasi scena in qualsiasi film! Ma con che
    > coraggio tirate fuori argomenti tanto insulsi? E
    > vi dite pure amanti del cinema...
    Vero, c'è pure il cinema mutoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: 2014
    > > - Scritto da: ...
    > > > basta andare indietro un centianio di anni
    > e
    > > ci
    > > > sono carrettate di musiche: eleganti,
    > > marziali,
    > > > poetiche, arie liriche... Perche usare roba
    > > > ancora sotto copyright? non
    > > > capisco...
    > > già
    >
    > Ma che discorso demenziale è? La musica classica
    > mica va sempre bene come colonna sonora per
    > qualsiasi scena in qualsiasi film! Ma con che
    > coraggio tirate fuori argomenti tanto insulsi? E
    > vi dite pure amanti del cinema... ma per
    > favore!
    P.S. c'è musica classica persino in una delle colonne sonore più famose di tutti i tempi:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Saturday_Night_Fever_...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014

    > P.S. c'è musica classica persino in una delle
    > colonne sonore più famose di tutti i
    > tempi:
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Saturday_Night_Fever_

    Intendi per caso "A Fifth of Beethoven"?
    A spanne direi che si tratta di un pezzo moderno liberamente ispirato ad un pezzo classico.
    Ad ogni modo, almeno metà della colonna sonora di quel film è dei Bee Gees.
  • - Scritto da: Fulmy(nato)
    > - Scritto da: 2014
    >
    > > P.S. c'è musica classica persino in una delle
    > > colonne sonore più famose di tutti i
    > > tempi:
    > >
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Saturday_Night_Fever_
    >
    > Intendi per caso "A Fifth of Beethoven"?
    > A spanne direi che si tratta di un pezzo moderno
    > liberamente ispirato ad un pezzo
    > classico.

    "liberamente"

    > Ad ogni modo, almeno metà della colonna sonora di
    > quel film è dei Bee
    > Gees.

    Più della metà, e ps un altro brano è "liberamente" ispirato ad un pezzo classsico
    non+autenticato
  • Questo dimostra come il sistema attuale del diritto d'autore sia una piaga sociale da estirpare con forza, non si tutelano gli artisti, quest'ultimi vengono DEPREDATI dei loro diritti da dei colletti bianchi che non solo si fottono la paternità dell'operato altrui, ma si mettono a far CAUSE LEGALI al solo scopo di avere "il trimestrale su".

    Quelli che difendono tale sistema, li considero nemici dell'umanità.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Questo dimostra come il sistema attuale del
    > diritto d'autore sia una piaga sociale da
    > estirpare con forza, non si tutelano gli artisti,
    > quest'ultimi vengono DEPREDATI dei loro diritti
    > da dei colletti bianchi che non solo si fottono
    > la paternità dell'operato altrui, ma si mettono a
    > far CAUSE LEGALI al solo scopo di avere "il
    > trimestrale
    > su".
    >
    > Quelli che difendono tale sistema, li considero
    > nemici
    > dell'umanità.

    Molto più semplicemente, quelli come te che vorrebbero tutto libero, se ne fregano degli artisti e sono nemici della musica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito

    > Molto più semplicemente, quelli come te che
    > vorrebbero tutto libero, se ne fregano degli
    > artisti e sono nemici della
    > musica.


    I veri nemici della musica sono coloro che l'hanno trasformata in un business!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Free Internet
    > - Scritto da: Allibito
    >
    > > Molto più semplicemente, quelli come te che
    > > vorrebbero tutto libero, se ne fregano degli
    > > artisti e sono nemici della
    > > musica.
    >
    >
    > I veri nemici della musica sono coloro che
    > l'hanno trasformata in un
    > business!

    Guarda che pure se andiamo nel 1700 la musica era un business. Credi che Beethoven vivesse facendo lo spazzino?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    >
    > Guarda che pure se andiamo nel 1700 la musica era
    > un business. Credi che Beethoven vivesse facendo
    > lo
    > spazzino?

    No, ma la legislazione che é stata messa in piedi per tutelare quattro canzonette é una barzelletta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Free Internet
    > > - Scritto da: Allibito
    > >
    > > > Molto più semplicemente, quelli come te che
    > > > vorrebbero tutto libero, se ne fregano degli
    > > > artisti e sono nemici della
    > > > musica.
    > >
    > >
    > > I veri nemici della musica sono coloro che
    > > l'hanno trasformata in un
    > > business!
    >
    > Guarda che pure se andiamo nel 1700 la musica era
    > un business. Credi che Beethoven vivesse facendo
    > lo
    > spazzino?

    no, ma pagato lo spartito dell'opera commissionata, poi la potevano suonare tutti. Voleva la carrozza suova? sotto con un altra opera.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: Free Internet
    > > > - Scritto da: Allibito
    > > >
    > > > > Molto più semplicemente, quelli come te che
    > > > > vorrebbero tutto libero, se ne fregano degli
    > > > > artisti e sono nemici della
    > > > > musica.
    > > >
    > > >
    > > > I veri nemici della musica sono coloro che
    > > > l'hanno trasformata in un
    > > > business!
    > >
    > > Guarda che pure se andiamo nel 1700 la musica
    > era
    > > un business. Credi che Beethoven vivesse facendo
    > > lo
    > > spazzino?
    >
    > no, ma pagato lo spartito dell'opera
    > commissionata, poi la potevano suonare tutti.
    > Voleva la carrozza suova? sotto con un altra
    > opera

    Infatti tutto vero, per carità, ma "i bei tempi in cui la musica non era un business" semplicemente (se sono mai esistiti) di certo non si riferiscono a nessuna epoca moderna. Poi va anche da se che quando erano in giro Beethoven, Mozart, Bach, e compagnia venivano pagati loro, non qualcuno che rivendeva i loro spartiti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: Free Internet
    > > > - Scritto da: Allibito
    > > >
    > > > > Molto più semplicemente, quelli come te che
    > > > > vorrebbero tutto libero, se ne fregano degli
    > > > > artisti e sono nemici della
    > > > > musica.
    > > >
    > > >
    > > > I veri nemici della musica sono coloro che
    > > > l'hanno trasformata in un
    > > > business!
    > >
    > > Guarda che pure se andiamo nel 1700 la musica
    > era
    > > un business. Credi che Beethoven vivesse facendo
    > > lo
    > > spazzino?
    >
    > no, ma pagato lo spartito dell'opera
    > commissionata, poi la potevano suonare tutti.
    > Voleva la carrozza suova? sotto con un altra
    > opera.

    Ma guarda.
    Anche l'idraulico deve montare un lavello al giorno se vuole la carrozza nuova.
  • contenuto non disponibile
  • Io non sono uno scarrrrrricone, come vengono definiti, ma semplicemente trovo ABBERRANTE che un artista venga DEPREDATO della sua musica grazie al editore, che dovrebbe fare i suoi interessi, mentre qui vediamo che si fa il contrario.

    I veri nemici della musica sono loro, altro che pippe.
  • "Quando ho firmato con Ultra, ho detto addio per sempre al diritto di possedere la mia musica. Lo detengono loro".
    Che razzo vuole, mica glielo ha ordinato il dottore di firmare, o no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > "Quando ho firmato con Ultra, ho detto addio per
    > sempre al diritto di possedere la mia musica. Lo
    > detengono
    > loro".
    > Che razzo vuole, mica glielo ha ordinato il
    > dottore di firmare, o
    > no?
    andrebbe pero' abolita tutta la (finta) retorica sul "tutto cio' e' per sostenere la creatività dell'artista" e trasformarla in un piu' realistico "siamo un gruppo di avvocati che tradano licenze"
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: 2014
    > > "Quando ho firmato con Ultra, ho detto addio per
    > > sempre al diritto di possedere la mia musica. Lo
    > > detengono
    > > loro".
    > > Che razzo vuole, mica glielo ha ordinato il
    > > dottore di firmare, o
    > > no?
    > andrebbe pero' abolita tutta la (finta) retorica
    > sul "tutto cio' e' per sostenere la creatività
    > dell'artista" e trasformarla in un piu'
    > realistico "siamo un gruppo di avvocati che
    > tradano
    > licenze"
    Va bene, ma se firmi un contratto qualsiasi e non sai leggere, non ti lamentare dopo...
    non+autenticato
  • Veramente a lamentarsi non pare essere lui ma gli avvocati che di musica non parrebbero averne composta granchè.
    Naturalmente il tutto è a sostegno della creatività dell'artista giusto?
    non+autenticato
  • argomento dell'uomo di paglia pagliaglia
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: 2014
    > > "Quando ho firmato con Ultra, ho detto addio per
    > > sempre al diritto di possedere la mia musica. Lo
    > > detengono
    > > loro".
    > > Che razzo vuole, mica glielo ha ordinato il
    > > dottore di firmare, o
    > > no?
    > andrebbe pero' abolita tutta la (finta) retorica
    > sul "tutto cio' e' per sostenere la creatività
    > dell'artista" e trasformarla in un piu'
    > realistico "siamo un gruppo di avvocati che
    > tradano
    > licenze"
    Senza produttori, non ci sarebbe musica, i giovani rimarrebbero per tutta la vita a suonare in cantina.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: 2014
    > > > "Quando ho firmato con Ultra, ho detto addio
    > per
    > > > sempre al diritto di possedere la mia musica.
    > Lo
    > > > detengono
    > > > loro".
    > > > Che razzo vuole, mica glielo ha ordinato il
    > > > dottore di firmare, o
    > > > no?
    > > andrebbe pero' abolita tutta la (finta) retorica
    > > sul "tutto cio' e' per sostenere la creatività
    > > dell'artista" e trasformarla in un piu'
    > > realistico "siamo un gruppo di avvocati che
    > > tradano
    > > licenze"
    > Senza produttori, non ci sarebbe musica, i
    > giovani rimarrebbero per tutta la vita a suonare
    > in
    > cantina.

    In cantina con una telecamera che riversa direttamente su YT.
    Se hanno talento arrivano le visualizzazioni e poi le chiamate dai locali per andarsi ad esibire.

    Senza alcun bisogno di intermediari parassiti.
  • come al solito la fai semplice. vivi nella valle dei castori ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: scappa via
    > come al solito la fai semplice. vivi nella valle
    > dei castori
    > ?

    Ti crea qualche problema se io mi autoproduco a costo zero per me e senza bisogno di alcun intermediario parassita?

    Se la risposta e' si, allora vuol dire che ho fatto bene.
  • - Scritto da: scappa via
    > come al solito la fai semplice. vivi nella valle
    > dei castori
    > ?
    vicino alle marmotte, quelle della cioccolataA bocca aperta
    non+autenticato
  • Dal sito SIAE a casaccio

    " Sostenere i giovani e la loro creatività è tra gli obiettivi che SIAE ... infatti, sono stati consegnati numerosi Premi SIAE alla Creatività ad artistà"

    "CREATIVITA': MOTORE CULTURALE ED ECONOMICO DEL NOSTRO PAESE ... fondamentali per compensare (appunto) gli autori, artisti ..."

    " musica è un’iniezione di energia per tutti noi e per le giovani generazioni di compositori ed esecutori (cut)
    La creatività parte certo dalla ricerca dell’autore sui propri sentimenti, ma poi, attraverso un’oggettivazione materiale, tali sentimenti vanno resi condivisibili, e a volte arrivano misteriosamente, per vie seduttive, al cuore di coloro che fruiscono dell’esecuzione dell’opera"

    Nell'attivita' dei dragasaccocce menzionati nell'articolo, NON mi sembra di vedere questi "sentimenti e energie creative" di cui parla la SIAESorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > Dal sito SIAE a casaccio
    >
    > " Sostenere i giovani e la loro creatività
    >
    è tra gli obiettivi che SIAE ... infatti,
    > sono stati consegnati numerosi Premi SIAE alla
    > Creatività ad
    > artistà"
    >
    > "CREATIVITA': MOTORE CULTURALE ED
    > ECONOMICO DEL NOSTRO PAESE ... fondamentali per
    > compensare (appunto) gli autori,
    > artisti
    >
    ..."
    >
    > " musica è un’iniezione di energia per
    > tutti noi e per le giovani generazioni di
    > compositori ed esecutori
    > (cut)
    > La creatività parte certo dalla ricerca
    > dell’autore sui propri sentimenti, ma poi,
    > attraverso un’oggettivazione materiale, tali
    > sentimenti vanno resi condivisibili, e a
    > volte arrivano misteriosamente, per vie
    > seduttive, al cuore di coloro che fruiscono
    > dell’esecuzione
    > dell’opera"
    >
    > Nell'attivita' dei dragasaccocce menzionati
    > nell'articolo, NON mi sembra di vedere questi
    > "sentimenti e energie creative" di cui parla la
    > SIAE
    >Sorride
    Il fatto che tu non riesca a vedere una cosa, non è provato che non ci sia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    ..........
    > Il fatto che tu non riesca a vedere una cosa, non
    > è provato che non ci
    > sia.

    Perchè, tu ce la vedi questa sublime nobilissima motivazione nei meschini sanguisugatori di cui sopra?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: bubba
    > > Dal sito SIAE a casaccio

    > Il fatto che tu non riesca a vedere una cosa, non
    > è provato che non ci
    > sia.
    si la conosco questa... e' un famoso esperimento quantistico... detto "paradosso dell'Allibito di Schrodinger" ... non vedo l'ora di provarlo.. ci entri nella scatola?
    non+autenticato