Microsoft spara al cuore dell'open source

L'azienda fa fuoco sul software open source e prende di mira la licenza GPL, la stessa di Linux, accusata di minacciare la proprietà intellettuale delle aziende. Risponde per le rime Eric S. Raymond

Microsoft spara al cuore dell'open sourceNew York (USA) - I concetti legati alla filosofia open source sono nati verso la fine degli anni '70. Nell'84 nacque il movimento del Free Software, fondato da Richard Stallman. Nel '91 fu la volta di Linux, ed i tempi erano abbastanza maturi perché la sua venuta desse fuoco alle polveri.

Oggi, varcata la soglia del ventunesimo secolo, l'open source è divenuto una seria e temibile minaccia per tutto il mondo del software proprietario, così temibile che ormai da molti mesi sembra diventato una vera e propria fissa per il gigante Microsoft.

Dopo le pepate accuse di Bill Gates, che descrisse Linux ed il modello open source come "non competitivi", dopo i commenti di Steve Ballmer, che definì l'open source "comunista", dopo le profezie di sventura di Doug Miller, che ha previsto la morte di Linux entro l'anno, ed infine dopo i turbamenti di Allchin, che dichiarò Linux "anti americano", pochi giorni fa è stata la volta di Craig Mundie, vice presidente e stratega di Microsoft.
Mundie, parlando presso la Stern School of Business della New York University, ha ridato voce a quella che il New York Times ha definito "una grande campagna" di Microsoft contro "la distribuzione gratuita e la condivisione del codice dei software".

Difendendo a spada tratta le politiche commerciali del big di Redmond, Mundie ha accusato l'open source di insidiare le proprietà intellettuali di aziende e intere nazioni, prendendosela poi in particolare con la General Public License (GPL), la licenza adottata da Linux e promossa dalla Free Software Foundation.

La GPL, come viene definita dalla traduzione italiana della licenza, garantisce "che ciascuno abbia la libertà di distribuire copie del software libero (e farsi pagare per questo, se vuole), che ciascuno riceva il codice sorgente o che lo possa ottenere se lo desidera, che ciascuno possa modificare il programma o usarne delle parti in nuovi programmi liberi e che ciascuno sappia di poter fare queste cose".

Questi concetti sono stati duramente contestati da Mundie: ecco le accuse nel dettaglio.
606 Commenti alla Notizia Microsoft spara al cuore dell'open source
Ordina
  • Sviluppatori, non pensate che il
    software libero sia una minaccia
    per il vostro lavoro!

    Anzi col software libero si può anche
    guadagnare. Invece di mandare i
    soldini alla MicroSoft, si pagano
    sviluppatori che configurano ed
    adattano il software libero per
    gli usi particolari che se ne
    possono fare.

    La licenza GPL non
    ti obbliga a rendere pubbliche
    le modifiche, ma se lo fai
    devi rispettarla.

    Inoltre sviluppando
    software libero si può essere
    pagati e in più nessuno dirà:
    "il codice che hai sviluppato è mio
    e non puoi ridistribuirlo o
    riutilizzarlo". Può sembrare un
    paradosso ma il programmatore è
    veramente padrone del suo codice
    e può modificarlo e rivenderlo come
    vuole.

    E poi perché reinventare la ruota?
    La libertà offerta dalla GPL permette
    ad un programmatore di beneficiare di
    molte librerie libere che facilitano
    il suo lavoro. Più il software libero
    cresce e si diffonde e più queste
    librerie diventano potenti e numerosi.

    Nessun sistema operativo proprietario
    è più ricco dei sistemi operativi
    liberi, anzi molti che utilizzano OS
    proprietario hanno bisogno di molto
    software libero, perché mamma Sun o
    HP o IBM non è in grado di fornirti tutto
    anche a pagarlo a peso d'oro.

    E sto pensando a Bind, ad Apache, a Squid
    a Sendmail: software liberi che hanno
    dato un grande contribuito allo sviluppo
    di internet.

    Non è meglio che i soldi vadano
    nelle nostre tasche anziché in
    "licenze" e "royalties"??

    Il software è una brutta bestia. Può essere craccato e piratato con grande facilità. E' impossibile controllarne l'uso e difatti la pirateria del software proprietario fiocca. Farsi pagare per ogni copia del software è innaturale, quasi come farsi pagare per una boccata d'aria. Ci sarà sempre chi ruberà l'aria.

    Qui parla uno che deve al software libero gran parte di quello che guadagna. Saluti.
    non+autenticato
  • Con il rilascio di Samba 2.2 (software ferocemente GPL) e l'implementazione delle nuove feature di Domain Controller, Andrew Tridgell ha dato una solenne mazzata agli interessi di Microsoft nel mondo UNIX: così, oltre a vedere la progressiva diminuzione delle quote di mercato low-end, la software-sewer di Redmond rischia il tracollo sui prodotti high-end per le piattaforme UNIX.
    Di questo passo, zio Bill chiederà l'abolizione di POSIX.1 e la standardizzazione di Open32 (documento che definisce l'architettura di Chicago, o Windows/9x che dir si voglia)!
    non+autenticato
  • il pinguino sta mordendo le natiche al gigante grasso, e Polifemo reagisce così, che encomiabile esempio di stile. Sto studiando per riuscire almeno nel tempo libero ad emanciparmi dal Micropolipo, che viva linux
    non+autenticato


  • - Scritto da: michele
    > il pinguino sta mordendo le natiche al
    > gigante grasso,

    PURE BRUTTI E PELATI SONO I PRETORIANI DI REDMOND....

    e Polifemo reagisce così,
    > che encomiabile esempio di stile. Sto
    > studiando per riuscire almeno nel tempo
    > libero ad emanciparmi dal Micropolipo, che
    > viva linux

    IN EFFETTI NON HANNO PROPRIO NESSUN STILE ......
    ED HANNO LA FACCIA TOSTA DI PARLARE DELLA MIA "netiquette"......., MA TI RENDI CONTO?!!

    non+autenticato
  • Finalmente qualcosa di serio contro il dittatore!
    Fratelli uniamoci per distruggere lo strapotere di quel nazista di Bill Gates!
    non+autenticato
  • pubblicita'?

    - Scritto da: PRETORIANO DI REDMOND
    > http://www.diff.org/diff/rubriche/posta.shtml
    >
    > vai vai...leggi leggi
    >
    non+autenticato


  • - Scritto da: francesco porta - roma
    > pubblicita'?
    >
    > - Scritto da: PRETORIANO DI REDMOND
    > >
    > http://www.diff.org/diff/rubriche/posta.shtml
    > >
    > > vai vai...leggi leggi

    CI SONO ANDATO, MA SE SCRIVO IO LA' MI SBATTONO SUBITO FUORI, MI SEMBRANO TUTTI PROFESSORONI CON LA PUZZA SOTTO IL NASO.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | Successiva
(pagina 1/19 - 93 discussioni)