Marco Calamari

Cassandra Crossing/ L'Internet delle lavatrici

di M. Calamari - Sanno già come le usiamo, quanto e quando le carichiamo. Profilano le nostre abitudini al bucato, presto ci profileranno come individui?

Roma - Chissà perché quando si parla di Internet delle Cose si citano sempre conigli e frigoriferi. In effetti questi oggetti già esistono, anche se in numero sparuto, nella inquietante (per usare un eufemismo) Internet delle Cose. Già alcuni frigo sono stati usati da una botnet per inviare spam.

Ma il caro amico Diego mi ha oggi raccontato una storia di vita vissuta che rivela chi sarà (o forse già è) il prossimo membro impiccione di questa nuova Internet, la nostra lavabiancheria. Cedo volentieri quindi a lui la parola.
In questo momento il tecnico della lavatrice sta trafficando per capire com'è che non finisce il lavaggio. Nei primi 5 minuti di presenza ha collegato un computer palmare di diagnostica.

La lavatrice è del 2007, quindi neppure un modello nuovissimo o particolarmente tecnologico. Però ha già un sistema di autoregolazione dell'acqua in funzione del carico, quindi in qualche modo pesa il bucato.
Il tecnico ha collegato il computer e lì si è avviato il discorso:
Tecnico: Sì, voi fate un uso alternato.

Utente: Eh?

Tecnico: Tendete a fare più bucati lo stesso giorno, poi per qualche giorno sta a riposo. Ma va bene, non è che dia problemi.

Utente: In effetti essendo solo in due, e spesso fuori casa, tendo ad accumulare un po' di roba, poi il pomeriggio che sono a casa faccio un po' di giri per i vari tipi.

Tecnico: Sì, infatti vedo che solo il cotone resistente viaggia quasi a pieno carico (infatti la riempio con lenzuola, federe ed asciugamani), i delicati non vanno nemmeno a metà. Il programma sintetici invece non lo usate mai. Poi a maggio c'è un carico pesante, probabilmente le coperte (esatto!).
Lo mette l'anticalcare? Perché qui l'acqua è di durezza media, quindi bisogna metterne ogni tanto, ma non sempre (ci ha azzeccato, lo metto, ma non sempre). Comunque il detersivo che mette va bene, ci sono tanti che esagerano, può anche metterne un po' meno per i delicati.

Questo, però, il tecnico lo ha detto dopo aver iniziato a smontare, credo lo abbia più dedotto dall'esame visivo, anche perché il detersivo dei delicati lo metto sempre nella pallina, se ci fosse un misuratore nella vaschetta non potrebbe sentirlo.
Infine mi ha detto che devo fare delle centrifughe più veloci. Ma quello lo ha capito dalle spazzole del motore, perché se non la si manda mai al massimo dei giri tendono a fare un po' di bava.
Le conclusioni - totalmente condivisibili - di Diego sono che fra dati registrati e qualche osservazione alla Sherlock Holmes, la lavatrice ed il palmare del tecnico lo hanno profilato in pieno.

Il prossimo modello, che sarà ovviamente connesso ad Internet e quindi membro a pieno titolo dell'Internet delle Cose, potrà anche esaminare il colore e la taglia dei vestiti, notare tramite scansione delle foto pubblicate su Facebook nel profilo del proprietario se si intona con la sua figura, suggerire nuovi acquisti, ovviamente sponsorizzati.

Con i modelli più evoluti potranno rilevare forse la taglia delle mutande ed aggiungere l'esame del colesterolo dalle tracce organiche.

E magari inviare al proprietario un SMS se qualcuno dovesse lavare mutande da uomo di una taglia diversa dalla sua!

Marco Calamari, con la preziosa collaborazione di Diego Giorio
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
L'archivio di Cassandra/ Scuola formazione e pensiero
Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ L'Internet delle lavatrici
Ordina
  • Ma non è che le lavatrici siano collegate in remoto con l'NSA? Deluso

    Scusi Calamari, anche lei addesso fa parte della folta cerchia dei complottisti o l'articolo è solo una burla? In questo caso complimenti. Sorride

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Ma non è che le lavatrici siano collegate in
    > remoto con l'NSA?
    >Deluso

    tutto quello che può essere utile alla causa verrà utilizzato.
    E' sempre stato così e sempre sarà.
    SE salterà fuori un motivo valido per fare hacking da remoto della lavatrice, verrà fatto.
    E' già successo con le stampanti HP in dotazione ai 'nemici'.
    E no, non gli hanno fatto stampare 'bubusettete', hanno tratto vantaggio dal fatto che erano collegato in rete per fare hacking degli altri dispositivi collegait, PC importanti compresi.

    I complottisti c'erano prima del datagate, ora abbiamo visto che avevano ragione (erano perfino ottimisti) e sono rimasti solo un po' di ingenui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Ma non è che le lavatrici siano collegate in
    > > remoto con l'NSA?
    > >Deluso
    >
    > tutto quello che può essere utile alla causa
    > verrà
    > utilizzato.
    > E' sempre stato così e sempre sarà.
    > SE salterà fuori un motivo valido per fare
    > hacking da remoto della lavatrice, verrà
    > fatto.

    Se sei un sospetto terrorista ti verrà iniettato da remoto un virus che ti manda fuori giri la centrifuga, distruggendoti lavatrice, lavanderia e tutti gli hijab e djellaba che aveviCon la lingua fuori

    > E' già successo con le stampanti HP in dotazione
    > ai
    > 'nemici'.

    E anche con altri tipi di centrifuga in Iran...

    > E no, non gli hanno fatto stampare 'bubusettete',
    > hanno tratto vantaggio dal fatto che erano
    > collegato in rete per fare hacking degli altri
    > dispositivi collegait, PC importanti
    > compresi.

    Pensa che in Iran erano pure su una rete separata da Internet...

    > I complottisti c'erano prima del datagate, ora
    > abbiamo visto che avevano ragione (erano perfino
    > ottimisti) e sono rimasti solo un po' di
    > ingenui.

    Verissimo, NSA raccoglie TUTTO quello che può e trattiene quello che gli pare. Se NSA può accedere alla tua lavatrice, lo fa.
    Funz
    12943
  • soprattutto la battuta finale sulle mutande
    non+autenticato
  • Forse confondi il "gratis" col fatto che paghi i contenuti che scarichi in profumati eurucci!
    Altrimenti lo schermo del tuo Kindle rimane bello bianco!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    Ma la lavatrice non ha contenuti a pagamento.
    Il "gratis" non esiste prova a vedere chi ti da il 3g gratis e torna quando lo avrai trovato ma gratis davvero!
    non+autenticato
  • - Scritto da: nr Massi Micompro SixiGiagua r
    > Forse confondi il "gratis" col fatto che paghi i
    > contenuti che scarichi in profumati
    > eurucci!
    > Altrimenti lo schermo del tuo Kindle rimane bello
    > bianco!

    Non sai nulla, contento tu a voler fare le figuracce...
    Col kindle qualunque cittadino USA poteva andare in viaggio in India ( o dove gli pareva), e navigare in roaming su qualunque sito senza pagare.
    I limiti erano per i cittadini extra USA: questi ultimi potevano andare gratis solo sullo store e ANCHE su wikipedia (gratis, senza che dover comprare libri sullo store) senza alcun limite e da qualsiasi nazione.

    Torna a fare il cioccolato.
    non+autenticato
  • Forse non hai capito bene.
    Non è che se vai su Wikipedia ciò che hai comprato su Amazon diventa gratis!
    E è quello che paga il 3g .
    Esattamente come la macchinetta del caffè in ufficio non è gratis la paghi in cialde!
    Sveglia!
    non+autenticato
  • - Scritto da: 12 jaguar
    > Forse non hai capito bene.
    > Non è che se vai su Wikipedia ciò che hai
    > comprato su Amazon diventa gratis!

    sei tu che non hai capito il senso della discussione: il tizio diceva che è impossibile che un'azienda abbia soldi per pagarti un 3G.
    Amazon Kindle dimostra il contrario: puoi usarlo per navigare senza MAI andare sul loro store. E funziona pure in roaming.

    > Sveglia!

    avete intenzione di aprire una pasticceria tu e l'altro?
    non+autenticato
  • Sei tu che non hai capito che il 3g lo paghi tu quando compri i contenuti.
    Occhiolino
    Ti risulta che sul Kindle sono gratis?
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    Guarda che ai "lettori affezionati" Amazon lo "regala" addirittura ma nessuno al mondo (neppure Amazon) sostiene che sia gratis!
    A parte i "furbi".
    non+autenticato
  • - Scritto da: 24 jaguar
    > Sei tu che non hai capito che il 3g lo paghi tu
    > quando compri i contenuti.

    sei tu che non hai capito.
    Puoi navigare senza comprare MAI alcun libro.
    W non paghi nulla.

    > Ti risulta che sul Kindle sono gratis?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere

    Non c'entra un tubo, vedi sopra, comunque sì, ce ne sono centinaia gratis e ti arrivano via 3G anche in roaming. GRATIS.
    Inutile girarci attorno, amazon si sobbarca il costo del 3G.
    Fine della discussione.
    non+autenticato
  • Amazon non fa altro che il suo più che giustificato business sulle vendite se non vendesse non pagherebbe alcuna Sim (che poi paghi in realtà tu).
    non+autenticato
  • - Scritto da: 36 jaguar
    > Amazon non fa altro che il suo più che
    > giustificato business sulle vendite se non
    > vendesse non pagherebbe alcuna Sim (che poi paghi
    > in realtà
    > tu).

    falso.
    Amazon è stata in perdita per anni e tutt'oggi guadagna briciole.
    Le aziende USA possono permettersi questo modello di business visto che il loro scopo è 'conquistare il mondo'.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Amazon è stata in perdita per anni e tutt'oggi
    > guadagna briciole.

    E' recentemente uscito un articolo sul modello di business di Amazon, che è molto diverseo da qualsiasi altra azienda, anche americana.

    Numeri alla mano hanno mostrato un comportamento alquanto singolare: ogni anni, ogni singolo dollaro di utile era automaticamente e sistematicamente reinvestito in un qualche business, dei più disparati (il cloud di amazon, i kindle a quasi-prezzo di costo, sconti sui libri, spedizioni sempre più veloci).

    L'effetto è stata una crescita esponenziale del business, e quindi del valore delle azioni (esempio dai 3x dollari del 2007, oggi veleggia sopra i 300 ed ha toccato anche i 400).

    Gli investitori sono contenti, meglio reinvestire con successo, che accumulare profitti in paradisi fiscali, che non possono neanche toccare.
  • - Scritto da: 12 jaguar

    > Esattamente come la macchinetta del caffè in
    > ufficio non è gratis la paghi in cialde!

    La paga chi paga le cialde.
    Per me e' gratis.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: 12 jaguar
    >
    > > Esattamente come la macchinetta del caffè in
    > > ufficio non è gratis la paghi in cialde!
    >
    > La paga chi paga le cialde.
    > Per me e' gratis.
    Vai a scrocco anche qui???
    non+autenticato
  • l'IDC (Internet Delle Cose, le tre lettrere IoT le lascio a chi vuole sentirsi figo perche lo dice in inglese) presuppone una copnnessione: e finche posso *staccare* il cavo dati, mettere un jammer per il wireless o un filtro sulla linea elettrica pertrompere le onde convogliate, quesgli stronzi in casa mia non entrano.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > l'IDC (Internet Delle Cose, le tre lettrere IoT
    > le lascio a chi vuole sentirsi figo perche lo
    > dice in inglese) presuppone una copnnessione: e
    > finche posso *staccare* il cavo dati, mettere un
    > jammer per il wireless o un filtro sulla linea
    > elettrica pertrompere le onde convogliate,
    > quesgli stronzi in casa mia non
    > entrano.

    poi arriva l'amico con smartphone con tutto attivato, che fa foto in automatico ogni 2 secondi sia lato camera che lato selfie, le passa sul cloud di Google senza chiedere alcunchè. E Google ha analisi delle immagini in grado di riconoscere persone ed oggetti (e sono così sfacciati da vantarsene).

    Il giorno dopo, se perdi qualcosa in casa, puoi risolvere con ricerca veloce sul Google.
    Epic success.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: ...
    > > l'IDC (Internet Delle Cose, le tre lettrere
    > IoT
    > > le lascio a chi vuole sentirsi figo perche lo
    > > dice in inglese) presuppone una
    > copnnessione:
    > e
    > > finche posso *staccare* il cavo dati,
    > mettere
    > un
    > > jammer per il wireless o un filtro sulla
    > linea
    > > elettrica pertrompere le onde convogliate,
    > > quesgli stronzi in casa mia non
    > > entrano.
    >
    > poi arriva l'amico con smartphone con tutto
    > attivato, che fa foto in automatico ogni 2
    > secondi sia lato camera che lato selfie, le passa
    > sul cloud di Google senza chiedere alcunchè. E
    > Google ha analisi delle immagini in grado di
    > riconoscere persone ed oggetti (e sono così
    > sfacciati da
    > vantarsene).
    >
    > Il giorno dopo, se perdi qualcosa in casa, puoi
    > risolvere con ricerca veloce sul
    > Google.
    > Epic success.

    Nel mio gruppo abbiamo due caratteristiche:
    - siamo tutti eterosessuali
    - abbiamo solo cellulari "vecchia generazione"
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    > Nel mio gruppo abbiamo due caratteristiche:
    > - siamo tutti eterosessuali
    > - abbiamo solo cellulari "vecchia generazione"


    ogni volta che si fa notare l'impossibilità di avere una privacy personale senza avere prima una privacy GLOBALE, arrivano gli arrampicatori di specchi da primato Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - siamo tutti eterosessuali

    ma io non dico che siete omosessuali, dico solo che vi piace giocare col joystick: che male c'è

    > - abbiamo solo cellulari "vecchia generazione"

    pazienza
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: ...
    > > - siamo tutti eterosessuali
    >
    > ma io non dico che siete omosessuali, dico solo
    > che vi piace giocare col joystick: che male
    > c'è
    >

    nessun male. ma, a differenza di te, non giochiamo col joystik degli altri.

    > > - abbiamo solo cellulari "vecchia generazione"
    >
    > pazienza

    ma anche no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    > Nel mio gruppo abbiamo due caratteristiche:
    > - siamo tutti eterosessuali
    > - abbiamo solo cellulari "vecchia generazione"

    Una delle due caratteristiche e' ridondante.
  • poi se la lavatrice vede che hai capi firmati di dolce&gabbana capisce che sei dei loro e ti arriva in mail la pubblicita' "frufru" mirata con iphone, mascara, viaggi in jamaica, etc.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)