Claudio Tamburrino

PayPal e Apple, per un pugno di sicurezza

Il servizio di pagamenti online, che ormai si è guadagnato una posizione sul mercato, si trova ora a dover competere con Apple Pay. E risponde attaccando

Roma - PayPal punta il dito contro Apple Pay, il sistema di pagamento annunciato da Apple nei giorni scorsi e che promette agli utenti una piattaforma sicura cui collegare la propria carta di credito per i pagamenti online.

Dopo le pubblicità ironiche di Samsung, anche PayPal sembra voler cercare di sfruttare la macchina mediatica messa in modo da Apple in concomitanza del lancio dei nuovi iPhone contro Cupertino stessa. A mettere in imbarazzo Apple sono ancora gli scatti privati dei VIP al centro dello scandalo Fappening: non sembra siano servite a molto le rassicurazioni finora offerte di Tim Cook circa l'assenza di falle nel sistema di Cupertino, dal momento che il coinvolgimento di iCloud è ben impresso nelle menti dei consumatori.

Così, PayPal ha preparato la sua campagna pubblicitaria per attaccare la neo-concorrente partendo proprio da questo legame creatosi nelle menti degli utenti: ha così lanciato su social media e New York Times una pubblicità, "Vogliamo che i nostri soldi siano più sicuri dei nostri selfie", con cui indirettamente colpisce la piattaforma di pagamento con la Mela.

Nel nuovo settore in cui Apple ha esordito con il servizio Apple Pay, trovandosi in diretta concorrenza con PayPal, Cupertino sa che a contare è la fiducia degli utenti: così, non ha mancato di sottolineare la sicurezza del suo servizio e delle transazioni che vi transitano, le cui informazioni non vengono riversate in iCloud ma affidate a una piattaforma apposita, e di rassicurare gli utenti circa la riservatezza delle transazioni i cui dettagli non vengono in alcun modo raccolti da Apple.

Sulla privacy, d'altronde, la Mela si ritrova a doversi difendere anche sul fronte Apple Watch: il Procuratore generale del Connecticut ha chiesto per esempio un incontro a Tim Cook per discutere di alcuni dubbi circa le implicazioni per i dati legati alla salute degli utenti della tecnologia indossabile.

Il CEO di Apple, nel frattempo, è tornato sulla questione privacy durante un'intervista televisiva in cui ha anche attaccato Washington, accusata di non fare ancora abbastanza proprio per la privacy dei cittadini e ha cercato di prendere le distanze da altre aziende ITC che lavorano più direttamente con i dati degli utenti. "Noi - ha detto Cook - non abbiamo un business basato sule informazioni personali dei nostri clienti. Non siete voi il nostro prodotto, ma questi device, questo orologio, i Mac ecc."

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
63 Commenti alla Notizia PayPal e Apple, per un pugno di sicurezza
Ordina
  • Apple avrebbe
    attaccato Washington, accusata di non fare ancora abbastanza proprio per la privacy dei cittadini

    A parte il buecornutasinismo...
    "non fare abbastanza"?
    "non fare abbastanza"???

    siamo oltre l'ipocrisia, oltre il ridicolo, oltre la presa per il cu*o dei cittadini.
    Funz
    12975
  • - Scritto da: evviva
    > Apple pay... ottima scelta del nome:
    >
    > https://www.google.it/search?q=apple+pay&biw=1680&
    >
    > A bocca aperta

    Peccato che non si scriva e pronunci manco allo stesso modo. "Pie" si pronuncia "pai" e "pay" si pronuncia "pei".

    https://www.google.com/search?q=apple+pay&biw=1680...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: evviva
    > > Apple pay... ottima scelta del nome:
    > >
    > >
    > https://www.google.it/search?q=apple+pay&biw=1680&
    > >
    > > A bocca aperta
    >
    > Peccato che non si scriva e pronunci manco allo
    > stesso modo. "Pie" si pronuncia "pai" e "pay" si
    > pronuncia "pei".
    >
    >
    > https://www.google.com/search?q=apple+pay&biw=1680

    Che fai? Ci spieghi le barzellette?
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Azz ancora non esce e già mentadent si è fatta un nemico non da poco ...

    Cara apple,Paypal è univesale e lo possono usare tutti quelli registrati indipendentemente dal device che hanno....il tuo,beh sarà l'ennesima ciofega in salsa apple,piena di limitazioni e scemenze varie.

    Sopn sicuro che tutti quelli che avranno un account Paypal passeranno in massa ai servizi appleA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Sopn sicuro che tutti quelli che avranno un
    > account Paypal passeranno in massa ai servizi
    > apple
    >A bocca aperta

    Non credo neanche io lo farà nessuno, anche perché attualmente possono solo essere complementari.
    Apple Pay è per pagamenti in negozi fisci, mentre PayPal (salvo in versione carta di credito) è per negozi virtuali.
    Teo_
    2638
  • - Scritto da: Teo_
    > Apple Pay è per pagamenti in negozi fisci, mentre
    > PayPal (salvo in versione carta di credito) è per
    > negozi
    > virtuali.

    Moltissimi esercenti non hanno accolto il suggerimento del governo per dotarsi di un POS e si doteranno di device con i quali possono pagare solo gli utenti apple,che sono la minoranza ?

    Sei un vero ottimistaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: Teo_
    > > Apple Pay è per pagamenti in negozi fisci,
    > mentre
    > > PayPal (salvo in versione carta di credito) è
    > per
    > > negozi
    > > virtuali.
    >
    > Moltissimi esercenti non hanno accolto il
    > suggerimento del governo per dotarsi di un POS e
    > si doteranno di device con i quali possono pagare
    > solo gli utenti apple,che sono la minoranza
    > ?
    >
    > Sei un vero ottimistaA bocca aperta

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4139871&m=414...
    Teo_
    2638
  • - Scritto da: Teo_
    > - Scritto da: Etype
    > > Sopn sicuro che tutti quelli che avranno un
    > > account Paypal passeranno in massa ai servizi
    > > apple
    > >A bocca aperta
    >
    > Non credo neanche io lo farà nessuno, anche
    > perché attualmente possono solo essere
    > complementari.
    > Apple Pay è per pagamenti in negozi fisci, mentre
    > PayPal (salvo in versione carta di credito) è per
    > negozi
    > virtuali.

    Ma che minghia stai dicendo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvaldo
    > - Scritto da: Teo_
    > > - Scritto da: Etype
    > > > Sopn sicuro che tutti quelli che avranno un
    > > > account Paypal passeranno in massa ai
    > servizi
    > > > apple
    > > >A bocca aperta
    > >
    > > Non credo neanche io lo farà nessuno, anche
    > > perché attualmente possono solo essere
    > > complementari.
    > > Apple Pay è per pagamenti in negozi fisci,
    > mentre
    > > PayPal (salvo in versione carta di credito) è
    > per
    > > negozi
    > > virtuali.
    >
    > Ma che minghia stai dicendo?

    Che il concorrente di Apple Pay è la combinazione PayPal + Samsung https://www.paypal-pages.com/samsunggalaxys5/it/in... che dovrebbe essere lanciata nel 2015
    Teo_
    2638
  • Paypal dovrebbe tacere. Ha duplicato nei giorni scorsi una mia transazione con la quale ho comprato un software on-line. Tre giorni dopo e senza motivo mi sono trovato il doppio addebito.
    Un'anomalia riconosciuta anche dal tecnico del loro help desk. Sto ancora aspettando che mi diano spiegazione.

    Spero che Apple dia loro una lezione.
  • - Scritto da: user01
    > Paypal dovrebbe tacere. Ha duplicato nei giorni
    > scorsi una mia transazione con la quale ho
    > comprato un software on-line.

    o magari tu hai cliccato 2 volteA bocca aperta

    > Tre giorni dopo e
    > senza motivo mi sono trovato il doppio
    > addebito.

    mai successo...

    > Un'anomalia riconosciuta anche dal tecnico del
    > loro help desk. Sto ancora aspettando che mi
    > diano
    > spiegazione.

    Sono così gentili al telefonoSorride

    > Spero che Apple dia loro una lezione.

    Ahahahah spera speraA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: user01
    > > Paypal dovrebbe tacere. Ha duplicato nei giorni
    > > scorsi una mia transazione con la quale ho
    > > comprato un software on-line.
    >
    > o magari tu hai cliccato 2 volteA bocca aperta

    e magari anche no, sai? Loro stessi si sono resi conto che nessuno era collegato al sistema durante la transazione. Guarda un po', i furbetti.


    >
    > > Tre giorni dopo e
    > > senza motivo mi sono trovato il doppio
    > > addebito.
    >
    > mai successo...

    A me si e non solo a me. Cerca su google.


    >
    > > Un'anomalia riconosciuta anche dal tecnico del
    > > loro help desk. Sto ancora aspettando che mi
    > > diano
    > > spiegazione.
    >
    > Sono così gentili al telefonoSorride

    Certo. A mettertelo.....

    >
    > > Spero che Apple dia loro una lezione.
    >
    > Ahahahah spera speraA bocca aperta

    Tu sei uno di quelli pagati o cosa?
  • - Scritto da: user01
    > Certo. A mettertelo.....

    No no, ci sono sempre delle signorine molto gentili al call centerSorride

    > Tu sei uno di quelli pagati o cosa?

    Sono uno di quelli che guardano la realtà....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: user01
    > > Certo. A mettertelo.....
    >
    > No no, ci sono sempre delle signorine molto
    > gentili al call center
    >Sorride
    >
    > > Tu sei uno di quelli pagati o cosa?
    >
    > Sono uno di quelli che guardano la realtà....

    Allora tieni ben monitorato il tuo amato conto paypal. Ti conviene. Se ce l'hai, ovvio....
  • Infatti è vero da parte di Tim Cook che Apple non fa business basato sule informazioni personali, ma le mettono gratuitamente a disposizione della NSA.

    Così è la NSA avrà anche disposizione di ultimi pagamenti fatti attraverso iphone in tempo reale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fabrizio
    > Infatti è vero da parte di Tim Cook che Apple non
    > fa business basato sule informazioni personali,
    > ma le mettono gratuitamente a disposizione della
    > NSA.
    >
    > Così è la NSA avrà anche disposizione di ultimi
    > pagamenti fatti attraverso iphone in tempo
    > reale.

    A dire il vero, credo proprio che NSA abbia già a disposizione i dati di tutte le transazioni di pagamento elettronico con base negli USA, senza tirare in ballo Apple. Anche qui da noi la polizia può controllare il tuo utilizzo del bancomat, è piuttosto ovvio.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > Anche qui da noi la
    > polizia può controllare il tuo utilizzo del
    > bancomat, è piuttosto
    > ovvio.

    ovvio mica tanto, quando usi contanti mica ti chiedono i documenti.
  • È vero che la polizia italiana può consultare le transazioni finanziarie, Ma in caso d'inchiesta e non è una cosa automatica

    Ma la NSA in Italia non può farlo, ma attraverso Apple Pay potrà sapere anche quando vado a fare la spesa al supermercato una cosa che fino adesso non poteva sapere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fabrizio
    > È vero che la polizia italiana può consultare le
    > transazioni finanziarie, Ma in caso d'inchiesta e
    > non è una cosa automatica
    >
    > Ma la NSA in Italia non può farlo, ma attraverso
    > Apple Pay potrà sapere anche quando vado a fare
    > la spesa al supermercato una cosa che fino adesso
    > non poteva sapere.

    Allora, intendiamoci, non lavoro alla NSA quindi non ho FATTI.Sorride
    Però ho veramente pochi dubbi sul fatto che già adesso NSA possa leggere i tuoi dati da Visa, Amex o MasterCard come domani farà con iPay.
    Come dice PaP, l'unica sicurezza è pagare con contanti.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Fabrizio
    > > È vero che la polizia italiana può
    > consultare
    > le
    > > transazioni finanziarie, Ma in caso
    > d'inchiesta
    > e
    > > non è una cosa automatica
    > >
    > > Ma la NSA in Italia non può farlo, ma
    > attraverso
    > > Apple Pay potrà sapere anche quando vado a
    > fare
    > > la spesa al supermercato una cosa che fino
    > adesso
    > > non poteva sapere.
    >
    > Allora, intendiamoci, non lavoro alla NSA quindi
    > non ho FATTI.
    >Sorride
    > Però ho veramente pochi dubbi sul fatto che già
    > adesso NSA possa leggere i tuoi dati da Visa,
    > Amex o MasterCard come domani farà con
    > iPay.
    > Come dice PaP, l'unica sicurezza è pagare con
    > contanti.

    fa bene ogni tanto rinfrescare questi dati di fatto... l'avevo dimenticatoTriste

    adesso mi faccio un giro su google dashboard per vedere se mi viene un infarto
    non+autenticato
  • A dirla tutta la NSA ha i dati di TUTTE le transazioni elettroniche mondiali, siccome TUTTE le aziende che le gestiscono sono USA.

    Paypal appunto, ma soprattutto Visa, Mastercard, SWIFT, Fedwire e Chips.

    Non c'è un solo sistema di pagamento elettronico ( consumer o interbank ) che non sia basato negli USA.

    Il primo lo vedremo fra qualche anno, quando Cina e Russia completeranno il loro sistema di gestione delle transazioni interbank. E potremmo vedere anche il secondo sistema di carte di pagamento non USA ( il primo è il cinese Unionpay ).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fabrizio
    > Infatti è vero da parte di Tim Cook che Apple non
    > fa business basato sule informazioni personali,
    > ma le mettono gratuitamente a disposizione della
    > NSA.
    >
    > Così è la NSA avrà     ha anche disposizione di ultimi
    > pagamenti fatti attraverso iphone in tempo
    > reale.

    Fixed. Ficoso
  • E pensa che la NSA ha anche tutte le tue transazioni senza che scomodare Apple.

    Pensare il contrario é da ingenui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > E pensa che la NSA ha anche tutte le tue
    > transazioni senza che scomodare
    > Apple.
    >
    > Pensare il contrario é da ingenui.

    Certo.
    NSA ha tutte le mie transazioni che so che entrerano nei loro archivi.
    Quelle che non voglio, non le ha.

    Andranno ad esaminare il mio profilo e lo troveranno di una banalita' sorprendente: pane, pasta, latte, uova, verdure, dentifricio, calzini...
  • sicuro?
    Secondo me invece dipende...
    se si tratta di calzini può anche averle se si tratta di qualcosa che non vuoi (per qualsiasi motivo) che sappia ... beh io non ho ancora trovato il negoziante che sputa sulle banconote euro e neppure lo ho mai visto telefonare alla NSA dopo la vendita... e tu?
    A bocca aperta
    Certo che se uno si fa prendere dagli acquisti compulsivi "Apple pay" o "pippo pluto e paperino pay" diventa complicato.
    Occhiolino
    Certo la "complicazione" (si fa per dire) sta nel scegliere e decidere (con la propria testa) cosa fare e quando farlo ... non è detto che faccia sempre venire il "mal di testa" pensare....
    No?
    non+autenticato
  • Per essere veramente in concorrenza, applepay dovrebbe essere totalmente multipiattaforma, cioè avere client anche su android, windows phone, blackberry (esagero lo so).

    Se rimane confinato all'Iphone 6 è dura farlo diventare sostenibile (visto anche il margine di profitto che se va bene sarà lo 0,2%). Rischia di fare la fine di iAds.
  • - Scritto da: bradipao
    > Per essere veramente in concorrenza, applepay
    > dovrebbe essere totalmente multipiattaforma, cioè
    > avere client anche su android, windows phone,
    > blackberry (esagero lo
    > so).

    Ma più che altro offrire la possibilità di pagamenti via web che credo sia la parte con maggiori volumi di PayPal.
    Teo_
    2638
  • E tu credi che questa parte passerà ad apple ? dopo che payapal è presente da anni ed è il metodo di pagamento più usato su Ebay ?

    Sei un ottimistaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > E tu credi che questa parte passerà ad apple ?

    No.
    Teo_
    2638
  • - Scritto da: bradipao
    > Per essere veramente in concorrenza, applepay
    > dovrebbe essere totalmente multipiattaforma, cioè
    > avere client anche su android, windows phone,
    > blackberry (esagero lo
    > so).
    >
    > Se rimane confinato all'Iphone 6 è dura farlo
    > diventare sostenibile (visto anche il margine di
    > profitto che se va bene sarà lo 0,2%). Rischia di
    > fare la fine di
    > iAds.

    hai ragione, è solo l'ennesimo lock-in

    altri esempi di lock-in
    * swift
    * metal

    ma se il berti è contento vuol dire che i marchettari hanno lavorato beneSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: passatorto
    > altri esempi di lock-in
    > * swift
    > * metal

    Swift potrebbe essere molto interessante, ma come primo requisito il linguaggio dovrebbe diventare open. Viceversa avrà la diffusione dell'objective-C, ma senza la retrocompatibilità con il C. L'unico supportato attivamente per lo sviluppo su iOS... e basta.

    Metal lo vedo a rischio, è l'equivalente delle DirectX su WindowsPhone per MS. Spero per loro venga mantenuto il supporto alle openGL.
  • Che problema ha iAds? Io ci faccio un po' di soldi come apple developer....
  • - Scritto da: user01
    > Che problema ha iAds?

    Nel mercato di punta, gli US, detiene poco più del 2% del mercato degli ads su piattaforma mobile. Sostanzialmente un fallimento, visto che il 50% dei terminali è apple.

    E a parte questo, contribuisce per lo 0,15% ai ricavi di apple. Due dati che "potrebbero" in un prossimo futuro far decidere di staccare la spina.


    > Io ci faccio un po' di soldi come apple developer....

    Nel tuo interesse prenderei in considerazione un'altra piattaforma, che in teoria potrebbe farti decuplicare quello che guadagni adesso.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: user01
    > > Che problema ha iAds?
    >
    > Nel mercato di punta, gli US, detiene poco più
    > del 2% del mercato degli ads su piattaforma
    > mobile. Sostanzialmente un fallimento, visto che
    > il 50% dei terminali è
    > apple.

    Mah, veramente iAd si sta espandendo. Di recente sono entrati nel giro Svizzera e russia (!) da dove a arrivano introiti (pochi, ma io sono alle prime armi).

    >
    > E a parte questo, contribuisce per lo 0,15% ai
    > ricavi di apple. Due dati che "potrebbero" in un
    > prossimo futuro far decidere di staccare la
    > spina.

    I numero vanno un attimo ben interpretati, ammesso che siano corretti.

    Non credo che sia possibile la chiusura di iAd. iAd deve far guadagnare essenzialmente gli sviluppatori, non apple. Come adMob del resto e l'analogo sistema di Microsoft. Infatti gli sviluppatori sono la linfa vitale del sistema store-app-device perche' innescano un circolo virtuoso che consente ai rispettivi sistemi (ios, Android, win Phone) di essere appetibili ai clienti.

    Non credo certo che Microsoft , ad esempio, ricavi molto dal suo sistema di banner ma lo alimenta perche' altrimenti lo store rischia di spopolarsi.

    Tra l'altro oggi c'e la news che i developer su Windows phone non pagheranno piu' la quota annuale a ms!! Ms cerca di attirare gli sviluppatori Android e ios dalla sua parte. Ma per un developer Windows i guadagni non sono ancora paragonabili a quelli sotto ios (io sviluppo anche per WinPhone).


    >
    >
    > > Io ci faccio un po' di soldi come apple
    > developer....
    >
    > Nel tuo interesse prenderei in considerazione
    > un'altra piattaforma, che in teoria potrebbe
    > farti decuplicare quello che guadagni
    > adesso.

    Decuplicare? !! Ma sei sicuro? Se fosse vero non capisco perche' esistono tanti fessi in tutto il mondo che scrivono app per ios.....

    Comunque gia' fatto: come ho detto sono anche sul sistema Ms. Se poi mi garantisci che con Google o qualche altro sistema moltiplico per 10 i miei introiti ti prego di essere piu' esplicito e dettagliato: mi ci butto subito !
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)