Gaia Bottà

Italia: pubblica sicurezza, un corpo elettrico

Il Palazzo mostra segni di apprezzamento rispetto all'introduzione del Taser fra le dotazioni delle forze dell'ordine. Il Ministero della Salute dovrà valutare quanto effettivamente queste armi siano "non letali"

Italia: pubblica sicurezza, un corpo elettricoRoma - Le forze dell'ordine italiane potrebbero presto impugnare pistole elettriche, nella fattispecie il famigerato Taser, che da anni elettrizza agenti delle polizie di numerosi paesi del mondo e cittadini che affidano ad un grilletto la difesa della propria persona. L'ipotesi di una sperimentazione si fa strada nelle aule del Palazzo: quella che viene definita "arma di dissuasione non letale", ma che è ritenuta dalla legge italiana un'"arma propria" a tutti gli effetti, potrebbe essere impugnata a breve dai tutori della pubblica sicurezza, previa verifica da parte del Ministero della Salute.


Le commissioni Giustizia e Affari costituzionali della Camera hanno approvato l'emendamento 8.6 al cosiddetto Decreto Stadi proposto dal deputato di Forza Italia Gregorio Fontana, che ha spiegato come "la pistola Taser, grazie all'uso della corrente elettrica, consente di immobilizzare per alcuni secondi la persona colpita, che così può essere facilmente arrestata". Meno costosa delle tradizionali armi da fuoco in dotazione dei corpi di polizia, il Taser contribuirebbe secondo Fontana a "ridurre i rischi per l'incolumità personale degli agenti sia a ridimensionare drasticamente il numero delle vittime nelle operazioni di pubblica sicurezza".

La proposta ha incontrato il supporto del Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia (SIULP), e l'appoggio del Sindacato Autonomo di Polizia (SAP), che sottolineano come il Taser si collochi opportunamente fra gli strumenti già in dotazione come pistola, manganello e mitra, poco flessibili nel supportare gli agenti negli interventi che devono affrontare quotidianamente. Voci di disenso si levano invece dal Movimento 5 Stelle, che lamenta l'incognita sul costo di quelle che vangono definite "armi giocattolo".

Ma di armi giocattolo non si tratta: l'Italia sottopone l'acquisto dei cosiddetti "storditori elettrici" al nulla osta o al porto d'armi, è vietato il porto ai fini della difesa personale e sono numerosi i dubbi che ancora permangono riguardo alla sicurezza di questi dispositivi che, in numerose occasioni, sono stati ritenuti in qualche modo connessi a delle morti.

Se a decidere della sicurezza dei taser sarà il Ministero della Salute, magari istituendo dei regolamenti che limitino la potenza erogata, le istituzioni saranno altresì impegnate a vigilare sugli abusi della "non letalità" di queste armi. La Corte europea dei diritti dell'Uomo, proprio mentre le commissioni Giustizia e Affari costituzionali approvavano l'emendamento Fontana, ha condannato la Bulgaria per aver violato l'articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, che proibisce la tortura, abusando di armi ad elettroshock nel corso di una perquisizione ad un'azienda sospettata di impiegare software illegale. Per scongiurare situazioni di questo tipo, suggerisce l'Associazione Nazionale Funzionari Polizia, sarebbe opportuno impiegare "già nella fase sperimentale pistole taser che dispongono di un sistema di videoregistrazione connesso automaticamente al loro uso", come avviene in alcuni stati. Il Garante della Privacy ha appena espresso parere positivo rispetto all'uso di "piccole telecamere indossabili nel corso di manifestazioni pubbliche", da appuntare alle divise delle forze dell'ordine: l'authority ne ha vincolato l'uso ai casi "di estrema necessità".

Gaia Bottà
Notizie collegate
58 Commenti alla Notizia Italia: pubblica sicurezza, un corpo elettrico
Ordina
  • Se dovesse arrivare qui in Italia, diventerebbe in breve tempo l'arma preferita dai criminali (come già mi sembra che accada in altri paesi): rapine, stupri, sequestri di persona ecc. basta stordire la vittima e via.
    In mano a certi "tutori dell'ordine" dal manganello facile poi non ne parliamo, basterebbe una parola "sbagliata" e vai con una bella scarica.
    Infine, capitasse in mano a qualche ragazzino sarebbe una vera catastrofe: ci ritroveremmo con lo stronzetto di 16 anni che ti tasera per divertimento, tanto "era solo uno scherzo" (vedi cronaca recente).
  • Il parlamento, le commissioni, gli studi, i ministeri, la sperimentazione, i "tavoli", i sindacati... l'intero processo decisionale di una democrazia, una democrazia malata.

    Basterebbe ammettere "siamo dei fessi come sempre in ritardo di 20 anni" e fare un salto a New York o Berlino a farsi spiegare cosa e come.

    Invece si spenderanno milioni, si impiegheranno anni per continuare a giustificare l'esistenza del solito circo autoreferenziale, magari per imporre regole assurde oppure l'impiego di un modello obsoleto.

    E poi: siamo sicuri che serva un atto del parlamento per decidere come fermare un criminale? Stabilito il principio di proporzionalità, tutto il resto è un tecnicismo da lasciare ai tecnici delle forze dell'ordine.

    Tutta questa fuffa è un esempio emblematico del perché questo paese ogni giorno affonda nelle sabbie mobili sempre più profondamente.


    Questo è quello che non va in Italia. E personalmente non capisco nemmeno perché serva un atto del parlamento per quello ceh secondo me
    non+autenticato
  • E' leggendo cose come questa che mi convinco sempre di + che la democrazia sia decisamente sopravvalutata.
  • Quelli che non la pensano come te sono antidemocratici, fascisti, ignoranti, inferiori... e chi piú ne ha piú ne metta, e non solo in questo thread.
    Ti atteggi a un semidio del forum: il Sapere personificato.
    Credo che un bel bagno di umiltá non ti farebbe affatto male!
    non+autenticato
  • > Il parlamento, le commissioni, gli studi, i
    > ministeri, la sperimentazione, i "tavoli", i
    > sindacati... l'intero processo decisionale di una
    > democrazia, una democrazia
    > malata.

    I sindacati qui non c'entrano nulla.



    > E poi: siamo sicuri che serva un atto del
    > parlamento per decidere come fermare un
    > criminale?

    Più che altro: di quali armi equipaggiare la polizia.
    Sì serve: a lasciar loro mano libera, è facile che il giorno dopo vadano alle manifestazioni in assetto antisommossa con le bombe a grappolo.


    > Stabilito il principio di
    > proporzionalità, tutto il resto è un tecnicismo
    > da lasciare ai tecnici delle forze
    > dell'ordine.

    I dettagli non hanno mai fatto male a nessuno.
    Gli abusi sì.Occhiolino
  • Taser o la repressione che verrà. Pistola elettrica alla Polizia, primo Ok.

    http://www.oltrelacoltre.com/?p=18044
    non+autenticato
  • - Scritto da: Plutarco
    > Taser o la repressione che verrà. Pistola
    > elettrica alla Polizia, primo
    > Ok.
    Preferisci quella tradizionale a piombo caldo?
    non+autenticato
  • Finalmente, negli U.S.A. sono 10-20 anni che hanno introdotto il taser ed e' molto utile, spero solo pero' che la legge non limiti le loro potenzialita' in base al principio della "legittima difesa"(per non dire suicidio).
  • Invece probabilmente saranno taser tarati "all'italiana", per non infierire troppo sul "povero" criminale vittima della società.
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdf

    > Invece probabilmente saranno taser tarati
    > "all'italiana", per non infierire troppo sul
    > "povero" criminale vittima della società.

    Tutti i criminali sono necessariamente vittime della società, altrimenti non farebbero certo i criminali. Se lo fanno è perché ci sono costretti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sokolowski

    > Tutti i criminali sono necessariamente vittime
    > della società, altrimenti non farebbero certo i
    > criminali. Se lo fanno è perché ci sono
    > costretti.


    Ah veramente originale questo tua opinione.
    Io ho un posto di lavoro, ma voglio arricchirmi e fare la bella vita. Quindi mi metto nel giro di spaccio della coca o commetto altri crimini per arricchirmi.

    Domandina: chi mi costringe a farlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdf

    > Io ho un posto di lavoro,

    Molti il posto non ce l'hanno...

    > ma voglio arricchirmi e
    > fare la bella vita. Quindi mi metto nel giro di
    > spaccio della coca o commetto altri crimini per
    > arricchirmi.
    >
    > Domandina: chi mi costringe a farlo?

    Guarda che mi riferivo alla micro-criminalità, che è quello che s'intende generalmente quando si usa il termine "criminale".
    Non parlavo certo della criminalità organizzata, che è tutto un altro discorso.
    non+autenticato
  • > Molti il posto non ce l'hanno...

    Di conseguenza è giustificabile che uno vada a delinquere? Interessante teoria sociologica...

    > Guarda che mi riferivo alla micro-criminalità,
    > che è quello che s'intende generalmente quando si
    > usa il termine
    > "criminale".

    E' sicuramente vero che una parte dei micro-criminali lo facciano per estrema necessità, ma ci sono eserciti di persone che lo fanno solo per arricchirsi. Sai quanta gente c'è che non vuole proprio lavorare e vuole vivere a sbafo? C'è anche chi un posto di lavoro ce l'ha, però non gli permette di fare la bella vita (che invidia ad altri) e allora fa una "seconda attività" per arrotondare... Sono tantissimi e per questi altro che taser...
  • - Scritto da: TADsince1995
    > > Molti il posto non ce l'hanno...
    >
    > Di conseguenza è giustificabile che uno vada a
    > delinquere? Interessante teoria
    > sociologica...
    >
    > > Guarda che mi riferivo alla
    > micro-criminalità,
    > > che è quello che s'intende generalmente
    > quando
    > si
    > > usa il termine
    > > "criminale".
    >
    > E' sicuramente vero che una parte dei
    > micro-criminali lo facciano per estrema
    > necessità, ma ci sono eserciti di persone che lo
    > fanno solo per arricchirsi. Sai quanta gente c'è
    > che non vuole proprio lavorare e vuole vivere a
    > sbafo?
    di solito si fanno eleggere...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > - Scritto da: TADsince1995
    > > > Molti il posto non ce l'hanno...
    > >
    > > Di conseguenza è giustificabile che uno vada
    > a
    > > delinquere? Interessante teoria
    > > sociologica...
    > >
    > > > Guarda che mi riferivo alla
    > > micro-criminalità,
    > > > che è quello che s'intende generalmente
    > > quando
    > > si
    > > > usa il termine
    > > > "criminale".
    > >
    > > E' sicuramente vero che una parte dei
    > > micro-criminali lo facciano per estrema
    > > necessità, ma ci sono eserciti di persone
    > che
    > lo
    > > fanno solo per arricchirsi. Sai quanta gente
    > c'è
    > > che non vuole proprio lavorare e vuole
    > vivere
    > a
    > > sbafo?
    > di solito si fanno eleggere...

    ...e trovano gente come te che li vota.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: 2014
    > > - Scritto da: TADsince1995
    > > > > Molti il posto non ce l'hanno...
    > > >
    > > > Di conseguenza è giustificabile che uno
    > vada
    > > a
    > > > delinquere? Interessante teoria
    > > > sociologica...
    > > >
    > > > > Guarda che mi riferivo alla
    > > > micro-criminalità,
    > > > > che è quello che s'intende
    > generalmente
    > > > quando
    > > > si
    > > > > usa il termine
    > > > > "criminale".
    > > >
    > > > E' sicuramente vero che una parte dei
    > > > micro-criminali lo facciano per estrema
    > > > necessità, ma ci sono eserciti di
    > persone
    > > che
    > > lo
    > > > fanno solo per arricchirsi. Sai quanta
    > gente
    > > c'è
    > > > che non vuole proprio lavorare e vuole
    > > vivere
    > > a
    > > > sbafo?
    > > di solito si fanno eleggere...
    >
    > ...e trovano gente come te che li vota.
    se metti il tuo nome vero eleggiamo anche teA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: 2014
    > > > - Scritto da: TADsince1995
    > > > > > Molti il posto non ce
    > l'hanno...
    > > > >
    > > > > Di conseguenza è giustificabile
    > che
    > uno
    > > vada
    > > > a
    > > > > delinquere? Interessante teoria
    > > > > sociologica...
    > > > >
    > > > > > Guarda che mi riferivo alla
    > > > > micro-criminalità,
    > > > > > che è quello che s'intende
    > > generalmente
    > > > > quando
    > > > > si
    > > > > > usa il termine
    > > > > > "criminale".
    > > > >
    > > > > E' sicuramente vero che una parte
    > dei
    > > > > micro-criminali lo facciano per
    > estrema
    > > > > necessità, ma ci sono eserciti di
    > > persone
    > > > che
    > > > lo
    > > > > fanno solo per arricchirsi. Sai
    > quanta
    > > gente
    > > > c'è
    > > > > che non vuole proprio lavorare e
    > vuole
    > > > vivere
    > > > a
    > > > > sbafo?
    > > > di solito si fanno eleggere...
    > >
    > > ...e trovano gente come te che li vota.
    > se metti il tuo nome vero eleggiamo anche teA bocca aperta

    Non lo voglio il tuo voto. Io sono il tuo peggior nemico.
  • - Scritto da: TADsince1995
    > > Molti il posto non ce l'hanno...
    >
    > Di conseguenza è giustificabile che uno vada a
    > delinquere? Interessante teoria
    > sociologica...
    >

    Non c'entra nulla la "giustificabilità".
    Quando si parla di fenomeni sociali, e quello della criminalità mi pare il più massivo e storico nonchè quello che influisce maggiormente sulle nostre vite, analizzarne le cause non c'entra nulla con il concetto di resposnabilità, giustificazione e repressione.


    Purtroppo moltissimi italiani(e non solo) ragionano come bambini piccoli o adolescenti.
    Semplificate il mondo dividendoli in "buoni e cattivi", e sempre allo scopo di dimostrare che voi appartenete ai buoni.
    Certo la retorica di sistema vi agevola in questo, i pulotti sono i buoi, gli eroi che ci difendono e bla bla bla, le solite menate, che leggiamo pure in queste pagine, dove si presumerebbe che il livello culturale sia + elevato.
    Invece no, siete cresciuti coi film ammerigani in cui il poliziotto buono viola le leggi in nome di una giustizia più grande, o quelli con Tomas Milian che da un paio di calci in culo a bombolo perchè è amico del cattivo di turno.

    Perchè non crescete un po', che francamente e lo dico con piena convinzione se questo mondo è una monnezza, non è tanto nè per i criminali nè per gli sbirri dal grilletto facile, ma per questi schemi di ragionamento, piuttosto infantili.
  • a leggere i commenti, vedo ancora tanta gente inconsapevole
    di cosa sia il potere e che certe armi in dotazione sono date
    non per i criminali, ma per il popolo, ovvero per quella parte
    di popolo che si sveglia piano piano e che deve tornare ad
    essere zittito, come da tempo avviene negli states e come dimostra
    questo video:

    http://youtu.be/qRo57UV_-uA

    se oltretutto non sapete cosa è Eurogendfor e che poteri hanno nei confronti di un normale cittadino, è meglio che vi informiate...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)