Claudio Tamburrino

Se Google sa come ti senti

Le ricerche a sfondo sanitario iniziano a restituire link a Helpouts: Mountain View stabilisce sessioni di videochat a pagamento con i medici per consulti a distanza

Roma - Google sta cercando di farsi largo nel settore dell'e-health e dei servizi sanitari online. E per riuscire nel proprio intento ha scelto di sfruttare un servizio lanciato ormai un anno fa, assecondando la tendenza degli utenti a rivolgersi alla Rete per tentare di documentarsi sul proprio stato di salute.

Mountain View ha infatti ripreso Helpouts, la piattaforma inaugurata nel 2013 per fornire assistenza in tempo reale, basata sulla consulenza (rigorosamente a pagamento tramite Google Wallet) di professionisti del settore via videochat: mentre finora i consulenti online erano accessibili tramite una pagina Google+ ad hoc, ora i link al servizio cominciano ad essere mostrati anche accanto ai risultati ordinari di una ricerca.

In realtà manca ancora un annuncio ufficiale, ma la nuova funzione è stata notata dagli utenti di Reddit: si tratta di una fase di sperimentazione, ha confermato un portavoce della Grande G, volta a verificare l'utilità per gli utenti di una funzione che sappia "garantire le informazioni più utili" quando si tratta di indirizzare l'utente, e non di formulare diagnosi o di sostituire il consulto diretto di uno specialista.
L'interesse di Google per la telemedicina è evidente: la prima testimonianza di uso del servizio riguarda proprio l'offerta, tra i risultati di ricerca per la query "dolori al ginocchio", di un medico in diretta webcam.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate