Alfonso Maruccia

Batterie, tra carica rapida e allarme incorporato

L'utilizzo di un nuovo materiale ha permesso ai ricercatori asiatici di velocizzare enormemente i tempi di ricarica delle batterie, mentre altrove si pensa a massimizzare la sicurezza in caso ci sia il pericolo di un cortocircuito

Roma - I ricercatori della Nanyang Technology University (NTU) hanno ideato delle super-batterie che si ricaricano in tempi estremamente brevi, un avanzamento tecnologico che offre notevoli prospettive di sviluppo soprattutto sul fronte degli accumulatori per le automobili elettriche.

La nuova batteria agli ioni di litio creata nell'istituto di Singapore è infatti in grado di raggiungere il 70 per cento della carica completa in appena due minuti, supportando per di più 10mila cicli di carica per una durata dell'efficienza stimata in 20 anni.

I ricercatori asiatici hanno raggiunto il loro risultato - che ora sperano di espandere ulteriormente finanziando la realizzazione di prototipi di maggiori dimensioni - usando un nuovo materiale per l'anodo della batteria, ora composto da nanotubi di biossido di titanio in grado di accelerare di molto le reazioni chimiche tipiche degli accumulatori agli ioni di litio.
E nel caso in cui non bastassero le prestazioni da super condensatori degli accumulatori al titanio creati presso l'NTU, gli esperti in batterie della Stanford University - sempre loro - lavorano a una batteria "intelligente" in grado di avvertire quando c'è il rischio di cortocircuito e quindi di esplosione o fiamme.

Il segreto, in questo caso, consiste nel frapporre un sottile strato di rame fra anodo e catodo durante il processo di produzione: il sopraggiungere di una "breccia" tra i due elementi - e quindi il potenziale cortocircuito che scaturisce dal loro contatto non previsto - verrebbe quindi segnalato all'utente con una caduta nel voltaggio.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaLa superbatteria è microRicercatori statunitensi realizzano un prototipo di batteria microscopica ma dotata di notevole efficienza sia nel rilascio che nello stoccaggio di energia elettrica. E si ricarica in un lampo
  • HardwareStorage e batterie super nel futuro del mobileI ricercatori trovano il modo di semplificare la produzione di massa dei chip RRAM per l'archiviazione dati super-efficiente e super-compatta, mentre altrove si lavora (con successo) all'aumento della durata delle batterie
4 Commenti alla Notizia Batterie, tra carica rapida e allarme incorporato
Ordina
  • per 10.000 cicli s'intende senza perdita di capacità oppure che la perde mano mano finchè a 10.000 cicli è completamente morta; perché in questo caso la reale usabilità sarebbe di molto minore avendo un calo graduale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: SteveR
    > per 10.000 cicli s'intende senza perdita di
    > capacità oppure che la perde mano mano finchè a
    > 10.000 cicli è completamente morta; perché in
    > questo caso la reale usabilità sarebbe di molto
    > minore avendo un calo
    > graduale.

    Normalmente le batterie hanno un calo fisiologico più accentuato da giovani e che poi si stabilizza andando avanti nel tempo.
    La durata si considera fino a quando la capacità scende a una percentuale prefissata rispetto a quella iniziale.
    Il che non vuol dire che la batteria vada necessariamente buttata, può ancora essere usata in applicazioni stazionarie come ad esempio l'accumulo di energia da fonti rinnovabili.
    Funz
    12975
  • "La nuova batteria agli ioni di litio creata nell'istituto di Singapore è infatti in grado di raggiungere il 70 per cento della carica completa in appena due minuti, supportando per di più 10mila cicli di carica per una durata dell'efficienza stimata in 20 anni."

    Se sostituisco a "ciclo di carica" "pieno di benzina" il calcolo è corretto: anche immaginando di usare un'auto così intensamente da aver bisogno di un pieno ogni giorno e tutti i giorni dell'anno, con 10 000 pieni si va avanti per 27 anni.

    Purtroppo l'articolo non parla dell'autonomia media con una carica al 70 % su un'auto elettrica, e se una ricarica in 20 minuti è un gran passo avanti, se poi per usare l'auto per spostamenti un po' lunghi devo ricaricarla 4 o 5 volte volte al giorno, la vita della batteria diminuisce parecchio, e abbasserebbe la durata media a 6, o anche 5 anni.

    Vedremo se e quando sarà in produzione.
  • - Scritto da: Leguleio
    > " La nuova batteria agli ioni di litio creata
    > nell'istituto di Singapore è infatti in grado di
    > raggiungere il 70 per cento della carica completa
    > in appena due minuti, supportando per di più
    > 10mila cicli di carica per una durata
    > dell'efficienza stimata in 20
    > anni
    ."
    >
    > Se sostituisco a "ciclo di carica" "pieno di
    > benzina" il calcolo è corretto: anche immaginando
    > di usare un'auto così intensamente da aver
    > bisogno di un pieno ogni giorno e tutti i giorni
    > dell'anno, con 10 000 pieni si va avanti per 27
    > anni.

    l'importante è che la batteria duri quanto la vita utile dell'auto.

    > Purtroppo l'articolo non parla dell'autonomia
    > media con una carica al 70 % su un'auto
    > elettrica, e se una ricarica in 20 minuti è un
    > gran passo avanti, se poi per usare l'auto per
    > spostamenti un po' lunghi devo ricaricarla 4 o 5
    > volte volte al giorno, la vita della batteria
    > diminuisce parecchio, e abbasserebbe la durata
    > media a 6, o anche 5
    > anni.

    Dipende da quanto capiente la metti, la batteria!
    Se normalmente faccio meno di 70-80 km al giorno posso pensare di avere un'autonomia di poche centinaia di km, e per gli occasionali viaggi lunghi fermarmi più volte. Se veramente i tempi saranno così bassi non sarebbe un problema fermarmi a prendere un caffé mentre la macchina si ricarica.
    Quando poi i prezzi delle batterie, i pesi e i volumi caleranno ancora, si potranno avere autonomie paragonabili a quelle delle auto attuali.
    E i costi, ovviamente. C'è una ricerca frenetica in questo campo e continue novità.
    Tesla sta costruendo un enorme stabilimento di batterie al Li negli USA, che *raddoppierà la produzione mondiale*. Segno che prevedono un grosso aumento della domanda.
    Funz
    12975