Alfonso Maruccia

A Elon Musk proprio non piace l'intelligenza artificiale

Il fondatore di Tesla e SpaceX non riesce a non temere i computer dotati di consapevolezza di sé. Ma le sue paure non sono condivise da tutti: Google, per esempio, ci investe i suoi soldi

A Elon Musk proprio non piace l'intelligenza artificialeRoma - Elon Musk interviene ancora una volta sul tema dell'intelligenza artificiale, una questione che alimenta un dibattito acceso e che nel caso di Musk ha i contorni di un vero e proprio rischio per la sicurezza della società umana nel suo complesso. Intervenendo in occasione del Centennial Symposium organizzato dal MIT (dipartimento "Aeronautica e Astronautica"), Musk ha paragonato l'IA a un vero e proprio "demone", un mostro soprannaturale che i ricercatori stanno provando a evocare e che, prevedibilmente, non potrà essere più controllato una volta divento autocosciente.


Non è la prima volta che Musk, un imprenditore in stile "Iron Man" (il film, più che il fumetto), dichiara di aver paura delle macchine con una consapevolezza di sé. E tuttavia continua a investire nel settore, con applicazioni pratiche già presenti sul mercato sotto forma di sistemi "assistiti" (di guida, parcheggio e altro) integrati nella auto elettriche marcate Tesla. Si tratta di investimenti tesi a tenere sotto controllo l'evocazione del demone della IA, dice Musk, e per quanto riguarda una possibile soluzione al rischio delle macchine autocoscienti l'imprenditore evoca un intervento regolatorio più incisivo da parte delle autorità USA e internazionali in ambito ICT.

Il momento della singolarità (quando l'intelligenza umana e quella artificiale si confronteranno da pari a pari) evocato dal futurologo/santone tecnologico Ray Kurzweil viene tuttavia messo in dubbio da esperti del settore IT come Mike Jordan, in un'intervista molto critica sulle presunte qualità miracolistiche di tecnologie quali cloud e Big Data poi parzialmente corretta e smentita dallo stesso Jordan.
Chi nelle nuvole vaporose delle macchine intelligenti, always-on e quasi onnipotenti ci sguazza è sicuramente Google, che non a caso ha annunciato l'acquisizione di forze fresche per le ricerche su machine learning e affini della sua divisione DeepMind prese direttamente alla fonte, vale a dire dal Dipartimento di Informatica della Oxford University.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
59 Commenti alla Notizia A Elon Musk proprio non piace l'intelligenza artificiale
Ordina
  • ...La stessa storia: gli umani devono ancora capire bene
    la stupidità naturale, figurarsi se riusciranno un giorno
    a creare una fantomatica intelligenza artificiale...
  • La rapidità dello sviluppo tecnologico sta accelerando se aveste dei prosciutti negli occhi e non ve ne foste accorti negli ultimi 20 anni.

    E' vero, oggi non siamo in grado, ma l'accelerazione della rapidità dello sviluppo è costante, la tecnologia accelera sempre più velocemente, prevedere come sarà il mondo tra 50 anni è allo stato attuale IMPOSSIBILE.

    Oggi non possiamo, ma un domani, se ancora esisterà l'uomo, potremo sicuramente
    non+autenticato
  • Se non si abbandona il capitalismo, il prossimo futuro vedrà solo genocidi e guerre.
    iRoby
    6904
  • Questa mi sa che è l'unica cosa sensata scritta in questa pagina
    non+autenticato
  • - Scritto da: alessio p
    > La rapidità dello sviluppo tecnologico sta
    > accelerando se aveste dei prosciutti negli occhi
    > e non ve ne foste accorti negli ultimi 20
    > anni.
    >

    Quale grandi tecnologie sono state inventate?
    Dipendiamo ancora da petrolio con il suo motore a scoppio inventato 100 anni fa dal transistor inventato 70 anni fa e il telefono e la radio quando sono stati inventati? Il grande salto tecnologico è avvenuto all'inizio del secolo scorso non adesso.
    non+autenticato
  • Scuzi... Ma a me pare che di recente la NASA abbia delineato il futuro delle LENR dando ragione a Rossi e all'E-Cat.

    E che Keshe abbia preferito regalare tutti i suoi progetti sull'antigravità, piuttosto che apparire un fasullo.

    Non a caso i Rockefeller stanno iniziando a ritirare tutti i loro investimenti sul petrolio...
    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    > Scuzi... Ma a me pare che di recente la NASA
    > abbia delineato il futuro delle LENR dando
    > ragione a Rossi e
    > all'E-Cat.

    no, ma quando mai? Rotola dal ridere Sul serio, linka, fammi ridere un po'
    Non confondere la ricerca seria con le bufale e le vere e proprie truffe.

    > E che Keshe abbia preferito regalare tutti i suoi
    > progetti sull'antigravità, piuttosto che apparire
    > un
    > fasullo.

    wow, quindi dove posso vedere un prototipo di veicolo levitante?

    > Non a caso i Rockefeller stanno iniziando a
    > ritirare tutti i loro investimenti sul
    > petrolio...

    questa è l'unica cosa vera che hai detto in tutta la giornata, ma non è per i motivi che credi tu Rotola dal ridere
    Funz
    12946
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: iRoby

    > > Non a caso i Rockefeller stanno iniziando a
    > > ritirare tutti i loro investimenti sul
    > > petrolio...
    >
    > questa è l'unica cosa vera che hai detto in tutta
    > la giornata, ma non è per i motivi che credi tu
    > Rotola dal ridere

    E allora perchè ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby

    Permettimi di essere molto scettico pure qui.

    Qui c'è un ricercatore di una sussidiaria aeronautica della NASA che studia l'applicazione della LENR in campo aeronautico, dando per scontato che il fenomeno esista e sia sfruttabile tecnicamente.
    Non dice assolutamente nulla di cosa sia, come dovrebbe funzionare e quale sia lo stato della ricerca nel campo.

    Sarà che il tizio ha informazioni che noialtri non abbiamo, ma l'unica frase è questa:
    An LENR concept that has reported some success generates
    heat in a catalyst process that combines nickel metal (Ni) with hydrogen gas (H).


    ricorda pari pari l'e-cat, triste bufala truffaldina acclarata.
    Se alla NASA hanno un e-cat funzionante che produce energia, allora cambia tutto. Ma non mi risulta.
    Se 'sto tizio è partito dalle sparate di Rossi per costruirci sopra tutta la sua teoria, allora mi sa che ha preso un grosso granchio.

    Ovviamente i siti pseudoscientifici e complottisti hanno letto il nome NASA e ci sono andati a nozze... ma la NASA non era parte integrante del complotto?
    Funz
    12946
  • Ma non è vero!
    Ormai la strada verso le LENR è tracciata.

    Solo che alla NASA ci vorranno anni prima di riconvertire laboratori con 40.000 tecnici nel settore dei combustibili solidi.

    C'è veramente tanto materiale. E dell'e-cat non leggo da nessuna parte che sia una bufala ma che invece sta funzionando e le aziende che ne hanno preso l'esclusiva lo stanno portando avanti.

    Anche la NASA era entusiasta ed ha detto che l'e-cat funziona, ma non hanno voluto quella tecnologia perché si stanno sviluppando la loro.

    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma non è vero!
    > Ormai la strada verso le LENR è tracciata.

    me lo auguro, ma ci credo molto poco.

    > Solo che alla NASA ci vorranno anni prima di
    > riconvertire laboratori con 40.000 tecnici nel
    > settore dei combustibili
    > solidi.

    ecco, questa è la solita giustificazione complottara delle aziende che non vogliono perdere il business dei fossili.
    Solo non capisco che c'entra la NASA: oggi devono spendere montagne di soldi in combustibile e razzi per portare roba nello spazio a costi pazzeschi per kg , se domani potessero abbandonare tutto per una propulsione illimitata, economica e continua penso che lo farebbero all'istante.

    > C'è veramente tanto materiale. E dell'e-cat non
    > leggo da nessuna parte che sia una bufala ma che
    > invece sta funzionando e le aziende che ne hanno
    > preso l'esclusiva lo stanno portando
    > avanti.

    no, ti sbagli.
    Non c'è nessuna azienda che ha in mano l'oggetto fisico, nessuno lo sta producendo nè vendendo. Solo annunci, da anni.
    Quando qualcuno avrà in mano l'oggetto e potrà sottoporlo a test indipendenti, allora potremo valutare.
    Ma sono passati anni, e ancora non è uscito dal laboratorio di Rossi.

    > Anche la NASA era entusiasta ed ha detto che
    > l'e-cat funziona, ma non hanno voluto quella
    > tecnologia perché si stanno sviluppando la
    > loro.
    >
    >

    stasera me lo guardo, ma già il canale FreeEnergyTruth puzza di complottaro lontano un miglioA bocca aperta

    Anche ammesso che un tecnico NASA si dica convinto che l'ecat funzioni: l'ha avuto per le mani, l'ha acceso e ha misurato energie in ingresso e uscita? Una rondine non fa certo primavera, e pure quel tizio potrebbe essere stato ingannato, o magari è un millantatore e non è nemmeno della NASA. Come faccio a saperlo?
    Se NASA ha il suo reattore che trasmuta Ni e H2 in qualcos'altro, c'è qualche paper, qualche documento più che non sia un video su youtube?

    Ripeto: voglio prove tangibili, ovvero un reattore funzionante sul banco prove di un ente indipendente che pubblichi i risultati dei test.
    Funz
    12946
  • La realizzazione di una intelligenza artificiale sarebbe meno preoccupante se non avessimo inventato contemporaneamente i droni militari...
    non+autenticato
  • Forse le macchine saranno coscienti di sé ma non dovrebbero avere l'aggressività dei viventi, non dovrebbero avere la spinta riproduttiva e la paura della morte, forse (e sottolineo il forse) saranno coscienti ma senza nessun interesse al predominio e alla ricchezza...
  • - Scritto da: puttezzo
    > Forse le macchine saranno coscienti di sé ma non
    > dovrebbero avere l'aggressività dei viventi, non
    > dovrebbero avere la spinta riproduttiva e la
    > paura della morte, forse (e sottolineo il forse)
    > saranno coscienti ma senza nessun interesse al
    > predominio e alla ricchezza...

    Se potrà essere considerato vivo quanto meno proverà paura della morte.
    non+autenticato
  • ->Scritto da: Passante
    >Se potrà essere considerato vivo quanto meno proverà paura della morte.

    Se così fosse la morte potrebbe risultare come l' ultimo dei nostri problemi, pensiamo infatti alle altre varie emozioni con i conseguenti vari pensieri, lo stress per il troppo lavoro ad esempio, senza contare le possibili conseguenze come ribellioni, o creazione di un proprio sindacato... Newbie, inesperto
  • - Scritto da: Il Punto
    > ->Scritto da: Passante
    > > Se potrà essere considerato vivo quanto
    > > meno proverà paura della morte.

    > Se così fosse la morte potrebbe risultare come l'
    > ultimo dei nostri problemi, pensiamo infatti alle
    > altre varie emozioni con i conseguenti vari
    > pensieri, lo stress per il troppo lavoro ad
    > esempio, senza contare le possibili conseguenze
    > come ribellioni, o creazione di un proprio
    > sindacato...
    > Newbie, inesperto

    E no... In realtà tutte le cose da te citate sono elaborazioni costruite sui 3 istinti primari che sono comuni anche alle forme di vita più semplici come le cellule:

    - sfuggire alla morte / al dolore
    - cibarsi e cercare il cibo
    - riprodursi
    non+autenticato
  • ->Scritto da: Passante
    >E no...
    >In realtà tutte le cose da te citate sono elaborazioni
    >costruite sui 3 istinti primari che sono comuni
    >anche alle forme di vita più semplici come le cellule:
    >
    >- sfuggire alla morte / al dolore
    >- cibarsi e cercare il cibo
    >- riprodursi

    Non credo che anche le cellule siano dotate di tali capacità di pensiero e/o volontà.
  • - Scritto da: Il Punto
    > ->Scritto da: Passante
    > >E no...
    > >In realtà tutte le cose da te citate sono
    > elaborazioni

    > >costruite sui 3 istinti primari che sono
    > comuni
    >
    > >anche alle forme di vita più semplici come le
    > cellule:
    > >
    > >- sfuggire alla morte / al dolore
    > >- cibarsi e cercare il cibo
    > >- riprodursi
    >
    > Non credo che anche le cellule siano dotate di
    > tali capacità di pensiero e/o volontà.

    Che tu non ci creda è un problema tuo, leggiti le basi di psicologia.

    Pensiero e/o volontà derivano da quei 3 comportamenti innati o istinti primari, ne sono un'elaborazione strutturata sopra di essi, se fossimo nati su un pianeta in condizioni diverse (in cui non avessimo, che so, bisogno di cercare cibo) i nostri pensieri sarebbero strutturati sul substrato di istinti necessari alla vita su quel pianeta.
    non+autenticato
  • Io sono vivo ma non ho paura della morte.

    Anche perché mi considero immortale, o meglio la mia componente spirituale. Il mio contenitore so che ha vita finita in questa esperienza.
    Ma la componente spirituale avrà altre esperienze e/o si ricongiungerà col tutto.

    Per me la morte non esiste.

    Ed in me l'influsso delle menzogne giudaiche è durato poco, giusto finito il catechismo, alle prime domande che mi sono posto su quelle idiozie.
    iRoby
    6904
  • > Per me la morte non esiste.
    >

    Potresti rimanere amaramente deluso. Pardon. non sarai deluso perchè se dopo non c'e' più nulla... non puoi dolerti di nulla.
    non+autenticato
  • > Se potrà essere considerato vivo quanto meno
    > proverà paura della
    > morte.

    D'altra parte, un paio di backup in remoto potrebbero anche eliminare tale paura.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > > Se potrà essere considerato vivo quanto meno
    > > proverà paura della morte.
    >
    > D'altra parte, un paio di backup in remoto
    > potrebbero anche eliminare tale paura.

    Sempre che non soffra di sindrome da teletrasporto, ovvero non tema di non svegliarsi "lui" in caso di ripristino dal backup, ma un "altro" molto simile.
    non+autenticato
  • Per fare danni non serve che le macchine abbiano queste abbiette qualità caratteriali. Il fatto è che non sanno cosa sia etica, pietà, buon senso, quindi per "risolvere" un problema qualsiasi (potrebbero trovare soluzioni drastiche)
    Esempio se l'umanità chiedesse alle macchine di far finire tutte le guerre del mondo, le macchine potrebbero benissimo pensare di risolvere il problema alla radice eliminando tutti gli umani...
    non+autenticato
  • In ogni caso rappresenterà la fine del mondo come lo conosciamo.
    Anche in una visione ottimistica alla Isaac Asimov, in breve tempo sarebbe la fine di tutti i lavori che non richiedono una costruzione fisica, come programmatori, progettisti, ecc.
    Nella nostra presunzione riteniamo di essere il livello più alto dell' evoluzione, mentre potremmo essere solo l' anello di congiunzione verso esseri più evoluti la cui esistenza non si basa sul carbonio ma sul silicio.
    non+autenticato
  • Impossibile, l'anima si può agganciare solo a forme di vita basate sul carbonio ed in particolare agli ominidi di questo pianeta da cui discende l'uomo.
    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    > l'anima

    Cos'è
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Impossibile, l'anima si può agganciare solo a
    > forme di vita basate sul carbonio ed in
    > particolare agli ominidi di questo pianeta da cui
    > discende
    > l'uomo.
    Manca una faccinaSorride
    Oppure dimostralo, fai un po' tu...
    non+autenticato
  • Vuoi sconfessare 70 anni di studi in psicologia transpersonale, e ultimamente in neuroscienze sperimentali?

    Guarda che c'è tutto un settore di studi che va da Jung alla Society for Neuroscience.

    La scoperta della matrice di punti di luce (Anima). Le simulazioni mentali di mondi fisici che mostrano una componente immortale che accede a memorie di altre vite.

    Se il poco di cultura che hai in materia arriva dalla TV o da Focus, allora lascia perdere certe domande.
    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    > Vuoi sconfessare 70 anni di studi in psicologia
    > transpersonale, e ultimamente in neuroscienze
    > sperimentali?

    Rotola dal ridere

    >
    > Guarda che c'è tutto un settore di studi che va
    > da Jung alla Society for
    > Neuroscience.
    >
    > La scoperta della matrice di punti di luce
    > (Anima). Le simulazioni mentali di mondi fisici
    > che mostrano una componente immortale che accede
    > a memorie di altre
    > vite.

    Rotola dal ridere Rotola dal ridere

    >
    > Se il poco di cultura che hai in materia arriva
    > dalla TV o da Focus, allora lascia perdere certe
    > domande.

    basta ti pregoSorride
    non+autenticato
  • E tu vuoi smentire 30-40 secoli di studi di scienziati egizi in merito alla vera origine dell' uomo?

    Ra è un dio creatosi da solo, essendosi formato da Mehturt, un tumulo che diviene dalle acque di Nu. Creò anche Shu e Tefnut dal suo sperma o muco, Hu e Sia dal suo sangue e l'umanità dalle sue lacrime.

    E peccato che non abbiamo nulla di scritto sul pleistocene, altrimenti non vorrai mettere in dubbio 1.000 secoli di studi sulle origini divene del fulmine e del tuono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Vuoi sconfessare 70 anni di studi in psicologia
    > transpersonale, e ultimamente in neuroscienze
    > sperimentali?
    >

    Si'.
    L'anima non esiste, non esiste alcun tipo di prova sperimentale a supporto.
    E dato che non conosciamo forme di vita che non siano basate sul carbonio, affermare che un qualcosa che non esiste non possa "legarsi" a qualcosa di mai osservato e'.......come metterla in maniera gentile ? ......... una troiata fenomenale.

    > Guarda che c'è tutto un settore di studi che va
    > da Jung alla Society for
    > Neuroscience.
    >

    Tutti sconfessati o basati su aria fritta.

    > La scoperta della matrice di punti di luce
    > (Anima). Le simulazioni mentali di mondi fisici
    > che mostrano una componente immortale che accede
    > a memorie di altre
    > vite.
    >

    Argomentum ex culo

    > Se il poco di cultura che hai in materia arriva
    > dalla TV o da Focus, allora lascia perdere certe
    > domande.

    No no, le domande me le faccio, sono le risposte ad minchiam che mi evito piu' che volentieri
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dawkins
    > Si'.
    > L'anima non esiste, non esiste alcun tipo di
    > prova sperimentale a supporto.
    > E dato che non conosciamo forme di vita che non
    > siano basate sul carbonio, affermare che un
    > qualcosa che non esiste non possa "legarsi" a
    > qualcosa di mai osservato e'.......come metterla
    > in maniera gentile ? ......... una troiata
    > fenomenale.

    Non è vero, vedi che sei totalmente ignorante in questa materia?

    Ci sono studi scientifici rigorosi sull'anima.
    Primo tra tutti la misurazione di perdita di peso e temperatura repentina e inspiegabile del corpo al momento della morte.
    Sono studi fatti in numerosi reparti di ospedali.
    L'Anima ha un suo peso ed una sua energia e segue le leggi della termodinamica, quando esce dal corpo ne abbassa la temperatura e il peso.

    Inoltre sono state dimostrate le esperienze fuori dal corpo.
    In alcuni ospedali nel reparto di rianimazione è stata posta una mensola sopra il letto di rianimazione, e sulla mensola viene cambiata periodicamente una figura.
    A gente morta e rianimata sotto quella mensola, poi vengono fatte domande che confermano la visione dell'immagine sulla mensola, di cui nessuno dei medici e paramedici sa perché applicata in maniera controllata dallo staff che segue gli esperimenti.

    Le ipnosi regressive fatte scientificamente e tramite simulazioni mentali di realtà fisiche, riportano dialoghi con una componente della psiche che non ha asse del tempo, che non conosce il concetto di tempo. E che spesso conosce concetti e lingue sconosciute sia al soggetto che all'ipnologo e che non possono essere stati acquisiti in nessun modo.

    La maggior parte delle neuroscienze si soffermano sulla realtà funzionale della mente e del cervello, ma comunque nessuna di queste discipline sconfessa o nega l'esistenza della componente spirituale.
    Semplicemente scienziati negazionisti e miopi hanno un atteggiamento come il tuo.

    E molto probabilmente per un motivo semplice, alcuni di loro non hanno Anima.
    Si esattamente, secondo questi studi solo 3 persone su 10 avrebbero questa componente. Il perché è ancora sconosciuto. Ma non avere Anima purtroppo condanna a non avere visione totale della realtà, poiché impedisce di avere precipitazioni di coscienza nei micro-tubuli del cervello, e quindi istanti di consapevolezza. (cit. Massimo Teodorani - Sincronicità: dalla fisica quantistica ai fenomeni psichici).

    Vivere in un mondo meccanicista senza alcuna conoscenza della spiritualità ti condanna a non avere consapevolezza di te stesso e della natura spirituale della tua esistenza.
    Eppure lo scientismo è riuscito ad essere applicato anche in questo settore e raggiungere risultati interessanti che aprono un sacco di interrogativi, che gente come te prontamente nega per ignoranza o per bieco indottrinamento meccanicista.
    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: Dawkins

    Link ?
    non+autenticato
  • Giusto qualcuno preso di corsa... Il materiale scientifico è più difficile da scovare e mettere insieme. Ma nei link c'è della bibliografica a cui attingere.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Psicologia_transperso...
    http://www.aipt.it/

    Anche se l'errore di Duncan MacDougall nell'identificare nella sola anima la perdita di peso di 21 grammi del corpo alla morte persiste, comunque gli studi sui fenomeni termodinamici e di disgregazione di alcune componenti spirituali dell'individuo vanno avanti da secoli nel mondo tibetano:
    http://www.ufdc.eu/?p=591

    Massimo Teodorani, su fisica quantistica e coscienza:
    http://www.dionidream.com/sincronicita-dalla-fisic.../

    I Near Death Experiments, qui sono citati gli esperimenti negli ospedali olandesi:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Near-death_studies

    Tutto il lavoro dello psichiatra Brian Weiss sull'ipnosi regressiva:
    http://www.viteprecedenti.com/brian_weiss.html

    L'Intuito, la Coscienza Etica e la Sensibilità Psichica sono componenti non spiegabili scientificamente dalle sole Neuroscienze. E che vengono da sempre attribuite all'Anima.
    E non sono presenti in tutti gli individui. Da qui l'idea che non tutti siano dotati di Anima, poi dimostrati da alcuni studi della psicologia e delle Neuroscienze.

    Molta letteratura non è presente su Internet e non è tradotta. La mia amica e psicoterapeuta Daniela fa parte della Scuola di Psicologia di Parigi, e traduce testi della scuola dal francese all'italiano. Lei ha moltissimo materiale, perché studia anche fenomeni anomali della psiche in pazienti particolari...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2014 10.41
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    6904
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)