Claudio Tamburrino

Copyright, incastonare non vuol dire violare

Come avviene per i link, i giudici europei stabiliscono che l'embedding non dà origine ad una violazione di diritto d'autore, in quanto il contenuto, seppur rilanciato su un nuovo sito, è già pubblico

Roma - Un sito può incastonare un video sfruttando le funzioni di embedding messa a disposizione legalmente da un'altra piattaforma che ne permette la condivisione ed anche se il contenuto si rivelasse in violazione del diritto d'autore ciò non creerebbe una nuova infrazione.

A chiarirlo è la Corte di Giustizia dell'Unione Europea, secondo cui l'embedding di un video non costituisce una nuova violazione in quanto non consiste in una nuova forma di comunicazione, al pari dei link a contenuti già liberamente accessibili sul web.

Il caso che ha permesso alle autorità europee di giungere a questa decisione ha origine in Germania e vede contrapposte BestWater International, azienda che si occupa di filtri per l'acqua, ad un paio di agenti di un suo competitor. Nel dettaglio, BestWater li aveva denunciati per aver incastonato nelle loro pagine Web un video commerciale relativo ai prodotti di BestWater trovato su YouTube, probabilmente con lo scopo di criticarne il contenuto.
L'Europa ha rilevato che non sono state operate modifiche al video, ma si è effettuata solo la semplice condivisione di un link: ciò non comporta il rendere disponibile il contenuto ad un pubblico nuovo rispetto a quello quello già raggiungibile da YouTube. Se l'embedding puntasse a raggiungere nuovi pubblici si verificherebbe invece la condizione che fa scattare la violazione del diritto d'autore.

La decisione, il cui testo è circolato con la collaborazione dello studio legale della difesa, probabilmente è stata formalizzata dalla Corte tramite ordinanza, e non prevede quindi la pubblicazione della sentenza. Ciò indica come la questione sia considerata ormai di routine o comunque semplice da affrontare, in quanto segue l'interpretazione offerta fornita dai giudici europei nel caso Svensson: in esso veniva affrontata la questione della liceità del link e veniva stabilito il principio che linkare non costituisse un nuovo atto di comunicazione, definito dalle istituzioni europee nel senso di "messa a disposizione di un'opera al pubblico in maniera tale che quest'ultimo possa avervi accesso (ancorché in concreto non si avvalga di tale possibilità)" e per tale motivo non può esservi violazione di diritto d'autore qualora il contenuto linkato sia già raggiungibile.

Tale sentenza rappresenta un punto di svolta della normativa europea che fino a quel momento aveva considerato una forma di violazione del diritto d'autore l'incastonamento di video presi da altre piattaforme. Ed in Italia, per esempio,la collecting society SIAE aveva minacciato diversi siti di critica cinematografica di pagare una determinata cifra per la possibilità di incastonare sulle proprie pagine trailer dei film.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
28 Commenti alla Notizia Copyright, incastonare non vuol dire violare
Ordina
  • ...chi riuscirà a spiegarlo alla siae e agli amiconi dell'agcom?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2014 09.10
    -----------------------------------------------------------
  • Ma chi è il supergenio che per primo ha introdotto nel linguaggio informatico questa sapiente innovazione linguistica? Fino agli anni 90 si usava l'ovvio, semplice, italiano incorporare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gatto Selvaggio
    > Ma chi è il supergenio che per primo ha
    > introdotto nel linguaggio informatico questa
    > sapiente innovazione linguistica? Fino agli anni
    > 90 si usava l'ovvio, semplice, italiano
    > incorporare.
    beh incastonare in una cornice blabla si dice...   qua c'e' la cornice generale (la finestra) e quelle incluse in essa (i frame).....

    Si puo' far di meglio? probabilmente si. pero' who cares..Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gatto Selvaggio
    > Ma chi è il supergenio che per primo ha
    > introdotto nel linguaggio informatico questa
    > sapiente innovazione linguistica? Fino agli anni
    > 90 si usava l'ovvio, semplice, italiano
    > incorporare.

    Il traduttore della sentenza in oggetto.
    Il quale anziche' mantenere inalterato il verbo "embed", ha usato questa insulsa traduzione rendendo la cosa comunque incomprensibile ai non addetti ai lavori, e pure agli addetti ai lavori.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Gatto Selvaggio
    > > Ma chi è il supergenio che per primo ha
    > > introdotto nel linguaggio informatico questa
    > > sapiente innovazione linguistica? Fino agli
    > anni
    > > 90 si usava l'ovvio, semplice, italiano
    > > incorporare.
    >
    > Il traduttore della sentenza in oggetto.
    > Il quale anziche' mantenere inalterato il verbo
    > "embed", ha usato questa insulsa traduzione
    > rendendo la cosa comunque incomprensibile ai non
    > addetti ai lavori, e pure agli addetti ai
    > lavori.

    comunque meglio di "embeddare", che andrebbe abbattuto a pallettoni a vista (udito)Con la lingua fuori
    Funz
    12975
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Gatto Selvaggio
    > > > Ma chi è il supergenio che per primo ha
    > > > introdotto nel linguaggio informatico
    > questa
    > > > sapiente innovazione linguistica? Fino
    > agli
    > > anni
    > > > 90 si usava l'ovvio, semplice, italiano
    > > > incorporare.
    > >
    > > Il traduttore della sentenza in oggetto.
    > > Il quale anziche' mantenere inalterato il
    > verbo
    > > "embed", ha usato questa insulsa traduzione
    > > rendendo la cosa comunque incomprensibile ai
    > non
    > > addetti ai lavori, e pure agli addetti ai
    > > lavori.
    >
    > comunque meglio di "embeddare", che andrebbe
    > abbattuto a pallettoni a vista (udito)
    >Con la lingua fuori

    In prima linea vale la regola di farsi capire senza equivoci.
    Se per farsi capire si inventano neologismi ed anglicismi, ben vengano.
    Tanto restano relegati nel gergo tecnico.

    Gli arzigogoli vocali e le belle lettere li lasciamo volentieri a chi se ne riempie la bocca per sopperire a gravi carenze tecniche.
  • - Scritto da: panda rossa


    > In prima linea vale la regola di farsi capire
    > senza
    > equivoci.

    E si può fare senza violentare la nostra bella lingua.

    > Se per farsi capire si inventano neologismi ed
    > anglicismi, ben
    > vengano.

    Se sono orrendi, e per di più ci sono parole esistenti perfettamente adatte e traslabili senza problemi, ben vengano per nulla.

    > Tanto restano relegati nel gergo tecnico.

    ma magari. Li senti continuamente ovunque visto che la gente comune certe cose le usa quotidianamente.
    Funz
    12975
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Gatto Selvaggio
    > > Ma chi è il supergenio che per primo ha
    > > introdotto nel linguaggio informatico questa
    > > sapiente innovazione linguistica? Fino agli
    > anni
    > > 90 si usava l'ovvio, semplice, italiano
    > > incorporare.
    >
    > Il traduttore della sentenza in oggetto.
    > Il quale anziche' mantenere inalterato il verbo
    > "embed", ha usato questa insulsa traduzione
    > rendendo la cosa comunque incomprensibile ai non
    > addetti ai lavori, e pure agli addetti ai
    > lavori.

    Caro il mio pandino, stavolta il traduttore ha fatto un buon lavoro.
    Incastonare rende proprio bene l'idea di un corpo "estraneo" (la gemma) incastonato su una struttura totalmente differente, e la rende anche a chi non è pratico del web.

    GT
    non+autenticato
  • Incastonare trailer potrebbe sembrare una cosa da poco ma si inizia sempre con le cose da poco! Prima si inizia con l'incastonare trailer su YouTube e poi si passa a cose peggiori e si finisce irrimediabilmente con il mettere su un'associazione criminale! Queste cose vanno fermate sul nascere, senza "se" e senza "ma"! Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > Incastonare trailer potrebbe sembrare una cosa da
    > poco

    ahaha Sorride
  • - Scritto da: Pianeta Video

    > un'associazione criminale! Queste cose vanno
    > fermate sul nascere, senza "se" e senza "ma"!

    Quando Kenshiro diceva "siete già morti", a quelli restavano comunque sette secondi di vita.
    Voi videotecari siete già esplosi ma ancora parlate, bizzarroCon la lingua fuori
    Funz
    12975
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > Incastonare trailer potrebbe sembrare una cosa da
    > poco ma si inizia sempre con le cose da poco!
    > Prima si inizia con l'incastonare trailer su
    > YouTube e poi si passa a cose peggiori e si
    > finisce irrimediabilmente con il mettere su
    > un'associazione criminale! Queste cose vanno
    > fermate sul nascere, senza "se" e senza "ma"!
    >Indiavolato
    http://joker.org/

    Ciao e divertiti.
    GT
    non+autenticato
  • e ci voleva addirittura la corte eu??. qualunque lettore di "html for dummies" lo saprebbe. forse perfino maxsix.
    non+autenticato
  • > e ci voleva addirittura la corte eu??. qualunque
    > lettore di "html for dummies" lo saprebbe. forse
    > perfino
    > maxsix.

    La Corte di giustizia dell'Unione europea è sovrana. Da essa dipendono i destini dei 507 milioni di cittadini, non solo degli italiani, quindi. Bisogna fare attenzione alle cause che verranno decise là, altrimenti si viene presi in contropiede.
    E non parlo solo di informatica: la Corte di giustizia dell'Unione europea si è occupata anni fa di una causa che coinvolgeva il regolamento sulle banane. Vedi:

    http://www.giurcost.org/casi_scelti/CJCE/C-377-02....

    Sì, le banane devono avere determinati requisiti, lunghezza minima e diametro minimo (invece è una leggenda urbana che sia prescritta la curvatura), altrimenti in Europa ti pongono ostacoli:

    http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?...

    L'Unione europea se non ci fosse bisognerebbe inventarla.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > e ci voleva addirittura la corte eu??.
    > qualunque
    > > lettore di "html for dummies" lo saprebbe.
    > forse
    > > perfino
    > > maxsix.
    >
    > La Corte di giustizia dell'Unione europea è
    > sovrana. Da essa dipendono i destini dei 507
    > milioni di cittadini, non solo degli italiani,
    > quindi. Bisogna fare attenzione alle cause che
    > verranno decise là, altrimenti si viene presi in
    > contropiede.
    in effetti e' per quello che noi nel parlamento eu (per fortuna non alla corte [*]) abbiamo spesso mandato er mejo... tipo mastella, zanicchi, borghezio..
    [*] anzi ci sarebbe da approfondire come vengono eletti... ammetto che non ne ho idea... cencelli bruxellese?

    >
    > E non parlo solo di informatica: la Corte di
    > giustizia dell'Unione europea si è occupata anni
    > fa di una causa che coinvolgeva il regolamento
    > sulle banane.
    > Vedi:
    >
    > http://www.giurcost.org/casi_scelti/CJCE/C-377-02.
    >
    > Sì, le banane devono avere determinati requisiti,
    > lunghezza minima e diametro minimo (invece è una
    > leggenda urbana che sia prescritta la curvatura),
    > altrimenti in Europa ti pongono
    > ostacoli:
    >
    > http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?
    >
    > L'Unione europea se non ci fosse bisognerebbe
    > inventarla.
    ehhe il bananismo mi era tristemente noto... anche se non approfondii..
    Cmq non so... se su temi informatici, ogni tanto, per sbaglio, prendessero per buono un parere di un coder o un sysadm, non sarebbe maleCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba


    > in effetti e' per quello che noi nel parlamento
    > eu (per fortuna non alla corte [*]) abbiamo
    > spesso mandato er mejo... tipo mastella,
    > zanicchi,
    > borghezio..
    > [*] anzi ci sarebbe da approfondire come vengono
    > eletti... ammetto che non ne ho idea... cencelli
    > bruxellese?

    Metodo D'Hondt, comunque ignorabile a piacere se è per sfavorire partiti e movimenti scomodi...


    > Cmq non so... se su temi informatici, ogni tanto,
    > per sbaglio, prendessero per buono un parere di
    > un coder o un sysadm, non sarebbe male
    >Con la lingua fuori

    ha!
    Chiedere a chi ne capisce?
    Quale bizzarra e balzana idea!
    Funz
    12975
  • - Scritto da: Leguleio
    > > e ci voleva addirittura la corte eu??.
    > qualunque
    > > lettore di "html for dummies" lo saprebbe.
    > forse
    > > perfino
    > > maxsix.
    >
    > La Corte di giustizia dell'Unione europea è
    > sovrana.

    E' quello che abbiamo sempre sostenuto.
    La giustizia e' qualcosa che deve essere lasciata ai giudici.
    Quando c'e' un giudice a stabilire che cosa e' legale e che cosa non lo e' invece di una agenzia di nominati da pochi feudatari per difendere medievali rendite parassitarie, le sentenze sono illuminate.

    Dal contenuto embedded, al contenuto linkato il passo e' brevissimo.

    Grazie a questa sentenza non esisteranno piu' link illegali, e verra' sancito il sacrosanto principio che tutto cio' che e' disponibile in rete e' pubblico.
    Se non lo fosse non sarebbe in rete.

    Fine della questione.
  • > > La Corte di giustizia dell'Unione europea è
    > > sovrana.
    >
    > E' quello che abbiamo sempre sostenuto.
    > La giustizia e' qualcosa che deve essere lasciata
    > ai
    > giudici.
    > Quando c'e' un giudice a stabilire che cosa e'
    > legale e che cosa non lo e' invece di una agenzia
    > di nominati da pochi feudatari per difendere
    > medievali rendite parassitarie, le sentenze sono
    > illuminate.

    No, i provvedimenti d'urgenza non sono sentenze su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato. Li può prendere anche l'AgCom.
    Del resto vale anche per la libertà personale: per prevvedimenti fino a 23 ore e 59 minuti un fermo può essere deciso anche dalla polizia, non è necessaria la convalida di un magistrato.



    > Dal contenuto embedded, al contenuto linkato il
    > passo e'
    > brevissimo.

    Non credo che la giurisprudenza UE prenda questa piega.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > La Corte di giustizia dell'Unione
    > europea
    > è
    > > > sovrana.
    > >
    > > E' quello che abbiamo sempre sostenuto.
    > > La giustizia e' qualcosa che deve essere
    > lasciata
    > > ai
    > > giudici.
    > > Quando c'e' un giudice a stabilire che cosa
    > e'
    > > legale e che cosa non lo e' invece di una
    > agenzia
    > > di nominati da pochi feudatari per difendere
    > > medievali rendite parassitarie, le sentenze
    > sono
    > > illuminate.
    >
    > No, i provvedimenti d'urgenza non sono sentenze
    > su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato. Li può
    > prendere anche
    > l'AgCom.

    Esiste una cosa chiamata "abuso di potere". Informati.

    > Del resto vale anche per la libertà personale:
    > per prevvedimenti fino a 23 ore e 59 minuti un
    > fermo può essere deciso anche dalla polizia, non
    > è necessaria la convalida di un
    > magistrato.

    E allora si faccia pure per i contenuti.
    Un fermo di 23 ore e 59 minuti.
    Poi lo rimetti in chiaro.

    > > Dal contenuto embedded, al contenuto linkato
    > il
    > > passo e'
    > > brevissimo.
    >
    > Non credo che la giurisprudenza UE prenda questa
    > piega.

    Fino a un'ora fa non avresti creduto neppure che decretasse assolutamente legittimo un contenuto embedded.
  • > > No, i provvedimenti d'urgenza non sono
    > sentenze
    > > su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato. Li
    > può
    > > prendere anche
    > > l'AgCom.
    >
    > Esiste una cosa chiamata "abuso di potere".
    > Informati.

    In questo caso è tutto regolare. La delega deriva da una legge approvata dal parlamento, e la procedura di AgCom attualmente utilizzata è stata online per mesi a disposizione di osservazioni e di rilievi. Solo in seguito è entrata in vigore.


    > > Del resto vale anche per la libertà
    > personale:
    > > per prevvedimenti fino a 23 ore e 59 minuti
    > un
    > > fermo può essere deciso anche dalla polizia,
    > non
    > > è necessaria la convalida di un
    > > magistrato.
    >
    > E allora si faccia pure per i contenuti.
    > Un fermo di 23 ore e 59 minuti.
    > Poi lo rimetti in chiaro.

    Ogni provvedimento cautelare ha le sue caratteristiche. Ma non è scritto da nessuna parte che li possano attuare solo i magistrati.


    > > Non credo che la giurisprudenza UE prenda
    > questa
    > > piega.
    >
    > Fino a un'ora fa non avresti creduto neppure che
    > decretasse assolutamente legittimo un contenuto
    > embedded.

    Un po' più di un'ora fa.
    La portata di questa sentenza non è ancora nota, perché un comunicato ufficiale, con la copia ufficiale della sentenza, non c'è ancora stato.
  • - Scritto da: Leguleio


    > procedura di AgCom attualmente utilizzata è stata
    > online per mesi a disposizione di osservazioni e
    > di rilievi. Solo in seguito è entrata in vigore.

    Osservazioni e rilievi del tutto ignorati.
    Che poi sia "tutto regolare" o meno nella legge che da a AGCOM il potere di fare un regolamento in materia è tutto da vedere e lo deciderà la corte costituzionale non tu e tantomeno i tuoi post su Punto Informatico

    > Ogni provvedimento cautelare ha le sue
    > caratteristiche. Ma non è scritto da nessuna
    > parte che li possano attuare solo i
    > magistrati.

    Quelli di AGCOM non hanno nulla a che vedere coi provvedimenti cautelari.
  • > > procedura di AgCom attualmente utilizzata è
    > stata
    > > online per mesi a disposizione di osservazioni e
    > > di rilievi. Solo in seguito è entrata in vigore.
    >
    > Osservazioni e rilievi del tutto ignorati.

    E tu che ne sai?
    Hai seguito la procedura di approvazione passo per passo?


    > Che poi sia "tutto regolare" o meno nella legge
    > che da a AGCOM il potere di fare un regolamento
    > in materia è tutto da vedere e lo deciderà la
    > corte costituzionale non tu e tantomeno i tuoi
    > post su Punto
    > Informatico

    No. La Corte Costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi su una questione incidentale, e una volta esamniata e rigettata quella il TAR dovrà esaminare la questione sotto l'aspetto amministrativo.
    È un doppio passaggio, che prenderà minimo un anno.



    > > Ogni provvedimento cautelare ha le sue
    > > caratteristiche. Ma non è scritto da nessuna
    > > parte che li possano attuare solo i
    > > magistrati.
    >
    > Quelli di AGCOM non hanno nulla a che vedere coi
    > provvedimenti
    > cautelari.

    Invece sì. Se lo attuassero i magistrati, come hanno fatto fino al 31 marzo 2014, si chiamerebbe sequestro preventivo: art. 321 del codice di procedura penale e seguenti.
  • - Scritto da: Leguleio

    > E tu che ne sai?
    > Hai seguito la procedura di approvazione passo
    > per
    > passo?

    No ho seguito gli appunti e le osservazioni.
    E le modifiche effettuate rispetto alla proposta iniziale.

    >
    >
    > > Che poi sia "tutto regolare" o meno nella
    > legge
    > > che da a AGCOM il potere di fare un
    > regolamento
    > > in materia è tutto da vedere e lo deciderà la
    > > corte costituzionale non tu e tantomeno i
    > tuoi
    > > post su Punto
    > > Informatico
    >
    > No. La Corte Costituzionale è stata chiamata a
    > pronunciarsi su una questione incidentale,

    La corte costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi sulla legge che ti piaccia o meno.

    > volta esamniata e rigettata quella il TAR dovrà

    "esamniata"??
    Rotola dal ridereRotola dal ridere

    Vediamo.. il TAR ha inviato la questione alla corte costituzionale, aspetta il giudizio e una volta che il giudizio arriverà (e ripeto non sarà affatto il "tuo" giudizio se (e SOTTOLINEO SE ) la legge avrà passato il vaglio della corte ( non il tuo fattene cosciente) potrà esaminare la questione amministrativa in caso contrario nulla quaestio.
    Il TAR non può occuparsi di alcuna questione "amministrativa" se la legge sarà giudicata incostituzionale.
       
    > È un doppio passaggio, che prenderà minimo
    > un anno.

    E quindi?
    Se era "tutto regolare" non passava un anno non ci sarebbe stato alcun bisogno della corte costituzionale.
    Meglio che tu te ne faccia una ragione qualcuno (e si tratta di giudici) ha dei dubbi sul fatto che sia "tutto regolare".
    Il "tuo" parere invece è fondamentale quanto un microfono per un pesce.
    >


    > > > Ogni provvedimento cautelare ha le sue
    > > > caratteristiche. Ma non è scritto da
    > nessuna
    > > > parte che li possano attuare solo i
    > > > magistrati.
    > >
    > > Quelli di AGCOM non hanno nulla a che vedere
    > coi
    > > provvedimenti
    > > cautelari.
    >
    > Invece sì. Se lo attuassero i magistrati,

    Certo anche mia zia SE avesse i pattini avrebbe le ruote!
    Peccato che mia zia ha i pattini esattamente quanto AGCOM è un giudice e quanto è autorità di polizia!

    E (haitè) questo è il punto.

    > come
    > hanno fatto fino al 31 marzo 2014, si chiamerebbe
    > sequestro preventivo: art. 321 del codice di
    > procedura penale e
    > seguenti.

    Peccato che non c'entri nulla ne il codice di procedura penale ne l'articolo da te citato con AGCOM!

    Non è che citando articoli a caso risolvi la questione.

    a) Non c'è alcuna applicazione del codice penale nin un provvedimento di AGCOM
    b) A un provvedimento cautelare (per definizione di "cautelare") segue (non facoltativamente ma obbligatoriamente) un giudizio.
    Cosa non vera per i provvedimenti AGCOM.