Alfonso Maruccia

W3C: HTML5 è standard

Il Consorzio rispetta le tempistiche e sancisce la definitiva consacrazione di HTML5 a standard fatto e finito, un'opera di completamento scaturita dal contrasti tra gruppi con interessi divergenti. I lavori su HTML 5.1 sono già stati avviati

W3C: HTML5 è standardRoma - Il gruppo di lavoro HTML del World Wide Web Consortium (W3C) ha annunciato la promozione di HTML5 a status di "Raccomandazione W3C", terminologia che implica la promozione delle specifiche HTML5 a standard Web pienamente ratificato dall'autorità riconosciuta in materia.


HTML5 sancisce l'avvento di un Web sempre meno dipendente dall'uso di plug-in esterni per la fruizione di contenuti multimediali, spiegano dal W3C, strumenti per il rendering di grafica (anche "videoludica"), supporto nativo per il formato di grafica vettoriale SVG e MathML, funzionalità per l'accessibilità delle applicazioni evoluta e molto altro.

La standardizzazione di HTML5 rispetta sostanzialmente le tempistiche precedentemente annunciate dal W3C, e segna un passaggio di consegne storico del linguaggio di markup che non conosceva un aggiornamento sostanziale dalla release 4.01 finalizzata nel 1999.
Non che nei 15 anni intercorsi tra le due versioni il W3C non si sia impegnato per far evolvere le specifiche del linguaggio fondamentale del Web, beninteso: in tutto questo tempo il consorzio ha lavorato ad XHTML, una tecnologia pensata per integrare le caratteristiche di XML e regole stringenti di validazione delle pagine Web, al punto da imporre ai browser la mancata visualizzazione di una pagina nel caso in cui tali regole non fossero rispettate. Il progetto XHTML non ha avuto il successo sperato ed è nato il gruppo WHATWG, una community che con il supporto di soggetti importanti del settore (inclusi Apple, Mozilla e la fu-Opera) ha provato a seguire una direzione diversa dal W3C realizzando un proto-standard non limitato alla finalizzazione di specifiche incluse in una particolare versione, come appunto è HTML5.

WHATWG è un progetto in continuo divenire, e col tempo anche il W3C ha abbandonato XHTML per basare parte dei lavori di HTML5 sul lavoro del gruppo "concorrente": la formalizzazione del nuovo standard rappresenta dunque l'ideale comunione del lavoro di due gruppi divergenti, che continuano a tutt'oggi ad avere obiettivi diversi per il futuro.

Sia come sia HTML5, non rappresenta che una tappa di un processo evolutivo apparentemente inarrestabile: i lavori su HTML 5.1 sono già stati avviati, come è già noto, anche se occorrerà attendere almeno un paio d'anni per vederne i frutti definitivi, anzi, "raccomandati" dal W3C.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaHTML 5 sarà standard dal 2014Il chiacchierato nuovo standard del web si prepara a raggiungere la maturità, mentre il W3C pensa già al futuro con nuove bozze pensate per integrare le tecnologie accantonate
  • TecnologiaW3C: HTML5 è standard. In betaAnnunciata la finalizzazione delle funzionalità che faranno parte del web di "nuova generazione". Tempo un altro paio d'anni e lo standard sarà standard per davvero. Poi verrà HTML5.1
  • TecnologiaHTML5 e DRM, la coppia che scoppiaMicrosoft, Google e Netflix propongono una estensione all'implementazione di HTML5 per il playback di contenuti protetti. Nel W3C si alzano gli scudi: il DRM nei browser open source è inutile. E l'hardware?
  • AttualitàZuckerberg: il mobile è il futuro, HTML5 il passatoL'errore di puntare sulle tecnologie Web per iOS e Android. La speranza di monetizzare al massimo l'esperienza mobile. Mark parla pure di motori di ricerca da sviluppare
  • BusinessFlash contro HTML5? Acqua passataIl CEO di Adobe suggerisce un armistizio non dichiarato tra la sua azienda e Apple sul logoro e logorante dibattito sulle prospettive per il futuro
  • AttualitàHTML, il futuro dopo il 5Stop alla numerazione di versione: il celebre linguaggio con cui vengono progettate le pagine web non ha bisogno di cifre tonde per sottolineare i propri progressi
  • AttualitàHTML5 ha un logo ufficialeBlu e rosso, e un cinque al centro. Tra la S di Superman e uno stemma araldico: per esaltare la forza degli standard open web. Il W3C si butta sul marketing
80 Commenti alla Notizia W3C: HTML5 è standard
Ordina
  • alla faccia di chi diceva che Internet Explorer non supportava gli standard... HTML5 non era ancora uno standard!
    Alle fine gli sviluppato di IE non avevano poi tutti i torti a implementare qualcosa che non era ancora uno standard...
    non+autenticato
  • - Scritto da: dariopalla
    > alla faccia di chi diceva che Internet Explorer
    > non supportava gli standard... HTML5 non era
    > ancora uno standard!
    >
    > Alle fine gli sviluppato di IE non avevano poi
    > tutti i torti a implementare qualcosa che non era
    > ancora uno
    > standard...

    Certo, cosi' facendo hanno evitato di appesantirlo inutilmente a tutto vantaggio dell'utente e dell'incredibile esperienza d'uso che ne trae.
    non+autenticato
  • Peccato che non passi il test del w3c!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nu Poco Scettico
    > Peccato che non passi il test del w3c!

    Quello non e' un problema.
    Non lo passava neanche prima.
  • - Scritto da: dariopalla
    > alla faccia di chi diceva che Internet Explorer
    > non supportava gli standard... HTML5 non era
    > ancora uno standard!
    >
    > Alle fine gli sviluppato di IE non avevano poi
    > tutti i torti a implementare qualcosa che non era
    > ancora uno
    > standard...

    si ecco, le ultime parole famose, spero siano sarcasmo:

    http://diveintohtml5.info/semantics.html

    paragrafo: "A long digression into how browsers handle unknown elements"

    leggiti un po' dei workaround in javascript per fare andare il parser di IE con gli elementi HTML5 ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: maniscalco
    >
    > si ecco, le ultime parole famose, spero siano
    > sarcasmo:
    >
    > http://diveintohtml5.info/semantics.html
    >
    > paragrafo: "A long digression into how browsers
    > handle unknown
    > elements"
    >
    > leggiti un po' dei workaround in javascript per
    > fare andare il parser di IE con gli elementi
    > HTML5
    > ...

    'zzi vostri!!!
    Avete voluto html+css+javascript? Ora SUCATE patetici "sviluppatori web"!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo
    > - Scritto da: maniscalco
    > >
    > > si ecco, le ultime parole famose, spero siano
    > > sarcasmo:
    > >
    > > http://diveintohtml5.info/semantics.html
    > >
    > > paragrafo: "A long digression into how
    > browsers
    > > handle unknown
    > > elements"
    > >
    > > leggiti un po' dei workaround in javascript
    > per
    > > fare andare il parser di IE con gli elementi
    > > HTML5
    > > ...
    >
    > 'zzi vostri!!!
    > Avete voluto html+css+javascript? Ora SUCATE
    > patetici "sviluppatori
    > web"!!

    Zitto, zitto, che rispetto ad anni fa va MOLTO meglio!
  • - Scritto da: pippo
    > - Scritto da: maniscalco

    > 'zzi vostri!!!
    > Avete voluto html+css+javascript? Ora SUCATE
    > patetici "sviluppatori web"!!

    Gli sviluppatori web andavano benissimo con html puro.
    non+autenticato
  • Se lo avessero implementato passerebbe la test suite del w3c.
    Peccato che non ce la fa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dariopalla
    > alla faccia di chi diceva che Internet Explorer
    > non supportava gli standard... HTML5 non era
    > ancora uno standard!
    >
    > Alle fine gli sviluppato di IE non avevano poi
    > tutti i torti a implementare qualcosa che non era
    > ancora uno
    > standard...

    Ma come si fa dico io a difendere il browser più inutile di sempre????
    Grazie tante microsoft che mi fai fare una navigazione di cacca perchè non c'è ancora la coccarda "standard" del w3c su html5...
    Intanto gli altri andavano avanti, e lo sviluppatore web doveva riempire il codice di if apposta per IE...maddai...
  • - Scritto da: suca
    > - Scritto da: dariopalla

    > Intanto gli altri andavano avanti, e lo
    > sviluppatore web doveva riempire il codice di if
    > apposta per
    > IE...maddai...

    Rendendosi così complice della porcata...
    non+autenticato
  • Ottima l'idea dei drm nell'htlm5 per salvaguardare i magri guadagni di chi produce contenuti, magari vincolare il tutto con delle chiavi generate dai numeri di serie dei disposotivi HW e watermark nascosti per scovare chi illecitamente li pubblica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Super
    > Ottima l'idea dei drm nell'htlm5 per
    > salvaguardare i magri guadagni di chi produce
    > contenuti, magari vincolare il tutto con delle
    > chiavi generate dai numeri di serie dei
    > disposotivi HW e watermark nascosti per scovare
    > chi illecitamente li pubblica.

    Come tutte le precedenti implementazioni, il DRM serve a indispettire e penalizzare l'irriducibile utente onesto, l'unico che è obbligato ad usarlo. Mentre il pirata e il serial-downloader lo scansano alla fonte e poi hanno un'esperienza utente gradevolissima.

    "nessuna buona azione rimarrà impunita" (cit.)
  • Ora come faremo senza flash?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Ora come faremo senza flash?

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Ora come faremo senza flash?
    passeremo a Whizzer (Marvel).
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Etype
    > > Ora come faremo senza flash?
    > passeremo a Whizzer (Marvel).

    veramente l'equivalente Marvelliano di Flash era Quicksilver (il fratello di Scarlet)
    non+autenticato
  • - Scritto da: AXEL
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: Etype
    > > > Ora come faremo senza flash?
    > > passeremo a Whizzer (Marvel).
    >
    > veramente l'equivalente Marvelliano di Flash era
    > Quicksilver (il fratello di
    > Scarlet)
    tsk tsk... poco esperto eh?
    non+autenticato
  • A essere onesto al 100% io sono ancora meno esperto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nu Poco Scettico
    > A essere onesto al 100% io sono ancora meno
    > esperto.
    oh non e' graveSorride
    whizzer e' stato inventato all'inizio degli anni'40 (quando ancora la marvel era chiamata Timely ), mentre quicksilver e' molto piu' recente (1964).
    Whizzer e' poi stato "ripescato" e pienamente inserito nell'universo marvel... tra l'altro per un po' si e' pensato che fosse proprio il padre di quicksilverSorride [in un giant size avengers memorabile di roy thomas)
    non+autenticato
  • Il mio nexus 7 ringrazia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype

    > Ora come faremo senza flash?

    Flash chi?
    FDG
    10893
  • - Scritto da: Etype
    > Ora come faremo senza flash?

    Non disperare: verrà usato ancora per molto tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ziovax
    > - Scritto da: Etype
    > > Ora come faremo senza flash?
    >
    > Non disperare: verrà usato ancora per molto tempo.
    lo so... chi si crede smanettone perché sa usare Flash, in realtà è tanto poco smanettoni da faticare molto per imparare qualsiasi altra cosa.
    Nessun problema, sul mio computer non ho nemmeno installato il plugin e non ne sento la mancanza.
    non+autenticato
  • Windows XP e........

    INTERNET EXPLORER 8 (eight)

    Non hai bisogno di altroFan Windows
    non+autenticato
  • Ricettacolo di virus insomma...
    iRoby
    6863
  • - Scritto da: Il Moralizzar ore
    > Windows XP e........
    >
    > INTERNET EXPLORER 8 (eight)

    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Moralizzar ore
    > Windows XP e........
    >
    > INTERNET EXPLORER 8 (eight)
    >
    > Non hai bisogno di altroFan Windows

    Non ce la mettiamo una bella colonscopia?
    Shiba
    3709
  • - Scritto da: Il Moralizzar ore
    > Windows XP e........
    >
    > INTERNET EXPLORER 8 (eight)
    >
    > Non hai bisogno di altroFan Windows

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Ficoso .
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Moralizzar ore
    > Windows XP e........
    >
    > INTERNET EXPLORER 8 (eight)
    >
    > Non hai bisogno di altroFan Windows


    Veramente non hai proprio bisogno di IE, 8 o x che sia.

    XP, se ne hai bisogno, lo puoi usare, ma con le dovute cautele.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Moralizzar ore
    > Windows XP e........
    >
    > INTERNET EXPLORER 8 (eight)
    >
    > Non hai bisogno di altroFan Windows

    la cosa buffa è che c'è gente che con XP è fermo ancora IE6 per colpa di certi sistemisti informatici incompetenti che hanno bloccato le versioni sucessive
    non+autenticato
  • Comunque l'idea di un codice offuscato (o addirittura compilato) dentro il browser non sarebbe un'idea poi così balzana. Se ci pensate quanti programmi compilati senza poter vedere il codice sorgente avete installato sulle vostre macchine (server)? Inoltre il browser è (dovrebbe) essere una sandbox abbastanza sicura, dovrebbe limitare l'utilizzo di risorse come files e registro di sistema e cartelle di sistema.
    Secondo me sarebbe un'ipotesi da prendere in cosiderazione (magari tra 10 anni tutto sarà compilato al volo dentro i browser).
    non+autenticato
  • - Scritto da: chicco
    > Comunque l'idea di un codice offuscato (o
    > addirittura compilato) dentro il browser non
    > sarebbe un'idea poi così balzana.

    Sarebbe raccapricciante, altro che balzana.

    > Se ci pensate
    > quanti programmi compilati senza poter vedere il
    > codice sorgente avete installato sulle vostre
    > macchine (server)?

    Facile: zero!

    > Inoltre il browser è
    > (dovrebbe) essere una sandbox abbastanza sicura,
    > dovrebbe limitare l'utilizzo di risorse come
    > files e registro di sistema e cartelle di
    > sistema.

    E quindi?

    > Secondo me sarebbe un'ipotesi da prendere in
    > cosiderazione (magari tra 10 anni tutto sarà
    > compilato al volo dentro i
    > browser).

    Codice in chiaro, dati anche.
    Sempre, dovunque e comunque.

    Che cos'hai da nascondere?
  • ah... eccolo è arrivato.... te pareva....
    non+autenticato
  • Esempio pratico:
    Sto sviluppando un gioco multiplayer online utilizzando HTML5 Canvas e back-end in Node.js, di conseguenza il "client" (browser) deve poter eseguire una notevole quantità di codice in javascript sia per effettuare il mero "rendering" sia per le meccaniche di gioco "lato client".

    Seppur il grosso delle meccaniche viene calcolato lato server per ovvi motivi, essendo il codice javascript disponibile lato client "in chiaro" diventa davvero trivial fare tampering e cercare di modificarlo in modo da avere vantaggi nel gioco.

    Questo tipo di tampering è fattibile su qualsiasi piattaforma e tecnologia, semplicemente lato javascript la "barriera" di complessità nel farlo è pressochè assente e chiunque può facilmente "pasticciare".

    Di conseguenza TUTTI i framework per lo sviluppo di giochi browser based (in javascript) implementano delle funzioni di "deploy" dove viene applicato un "offuscamento" e "minificazione" del codice in modo da migliorare le performance ma soprattutto rendere il codice estremamente difficile da "modificare" senza un impegno profuso.

    Infine, non dimentichiamoci che la visibilità dell'intero codice javascript di un applicazione su browser significa esporsi al furto e "cloning" degli stessi.

    Insomma, per quanto sia assolutamente favorevole all'open source per buona parte delle applicazioni in alcuni casi impedire di accedere al codice in modo "banale" all'utente lo considero una necessità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Walrus
    > Esempio pratico:
    > Sto sviluppando un gioco multiplayer online
    > utilizzando HTML5 Canvas e back-end in Node.js,
    > di conseguenza il "client" (browser) deve poter
    > eseguire una notevole quantità di codice in
    > javascript sia per effettuare il mero "rendering"
    > sia per le meccaniche di gioco "lato
    > client".
    >
    > Seppur il grosso delle meccaniche viene calcolato
    > lato server per ovvi motivi, essendo il codice
    > javascript disponibile lato client "in chiaro"
    > diventa davvero trivial fare tampering e cercare
    > di modificarlo in modo da avere vantaggi nel
    > gioco.

    Vero.
    Infatti le interfacce lato client per migliorare i giochi tipo Travian o OGame pullulano.

    > Questo tipo di tampering è fattibile su qualsiasi
    > piattaforma e tecnologia, semplicemente lato
    > javascript la "barriera" di complessità nel farlo
    > è pressochè assente e chiunque può facilmente
    > "pasticciare".

    Fa parte dell'abilita' del giocatore.
    I giocatori piu' bravi adottano tecniche di gioco che vanno anche in questa direzione.

    > Di conseguenza TUTTI i framework per lo sviluppo
    > di giochi browser based (in javascript)
    > implementano delle funzioni di "deploy" dove
    > viene applicato un "offuscamento" e
    > "minificazione" del codice in modo da migliorare
    > le performance ma soprattutto rendere il codice
    > estremamente difficile da "modificare" senza un
    > impegno profuso.

    Restringendo cosi' le tattiche basate sull'upgrade del client solo a quelli veramente piu' bravi. Sempre che queste interfacce non vengano rilasciate a tutti, come spesso succede.

    > Infine, non dimentichiamoci che la visibilità
    > dell'intero codice javascript di un applicazione
    > su browser significa esporsi al furto e "cloning"
    > degli stessi.

    Perche' lo vedi come furto? Sei fissato.
    E' una diffusione di conoscenza.

    Tu il javascript come lo hai imparato? Guardando esempi come tutti gli altri o ti sei chiuso in una torre d'avorio a reinventare l'acqua calda?

    > Insomma, per quanto sia assolutamente favorevole
    > all'open source per buona parte delle
    > applicazioni in alcuni casi impedire di accedere
    > al codice in modo "banale" all'utente lo
    > considero una necessità.

    Io lo considero una idiozia.
    In quanto e' perfettamente inutile farlo.

    Se il tuo codice e' davvero buono, qualcuno che lo smonta per vedere come funziona ci sara' sempre, e a quel punto il codice sara' aperto per sempre.
    E il merito sara' di colui che lo ha aperto e non di quello che lo ha creato.
  • - Scritto da: chicco
    > Comunque l'idea di un codice offuscato (o
    > addirittura compilato) dentro il browser non
    > sarebbe un'idea poi così balzana. Se ci pensate
    > quanti programmi compilati senza poter vedere il
    > codice sorgente avete installato sulle vostre
    > macchine (server)?

    Ma ci fai o ci sei? Certamente i programmi che installi non sono neanche in numero neanche lontanamente paragonabile alle pagine che visiti e certamente non cambiano minimamente con la stessa frequenza. Ti sembra un paragone azzeccato? Hai presente quanti siti vengono compromessi ogni giorno e quanti siti con exploit vengono visitati? Sai che bello se tutto fosse compilato...

    > Inoltre il browser è
    > (dovrebbe) essere una sandbox abbastanza sicura,
    > dovrebbe limitare l'utilizzo di risorse come
    > files e registro di sistema e cartelle di
    > sistema.

    Questo è un altro discorso.
    non+autenticato
  • Hai descritto un'abominio.
    iRoby
    6863
  • - Scritto da: chicco
    > Se ci pensate
    > quanti programmi compilati senza poter vedere il
    > codice sorgente avete installato sulle vostre
    > macchine (server)?

    Due. Il primo auspicano tutti che abbia vita breve, al secondo rimedierò quando cambierò portatile.
    Shiba
    3709
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)