Alfonso Maruccia

Una fine prematura per Google Glass?

Reuters segnala il progressivo disinteresse degli sviluppatori. E persino il primo utente del dispositivo, il co-fondatore Google Sergey Brin, sembra non nutrire più la passione di un tempo per il dispositivo per la realtà aumentata

Roma - I discussi Google Glass sono finalmente disponibili per l'acquisto su Google Play nella versione Explorer (1.500 dollari a pezzo), ma il futuro del tanto strombazzato gadget di realtà aumentata-occhialuta si fa sempre più incerto tra sviluppatori che tagliano la corda, entusiasti che non si entusiasmano più e dirigenti Google che dimenticano gli occhialini in auto invece di continuare a portarli sempre con sé.

Stando a quanto sostiene Reuters, il primo, chiaro segno di disinteresse montante verso un dispositivo che secondo i piani (di Google) avrebbe dovuto cambiare l'universo-mondo in un battito di ciglia è l'abbandono della "piattaforma" mai nata da parte degli sviluppatori di app. Dei 16 sviluppatori contattati dall'agenzia di stampa, nove hanno candidamente confessato di aver abbandonato qualsiasi sforzo nella creazione di codice per Glass: non esiste un mercato per cui valga la pena spendere risorse e denari, spiegano i team di sviluppo, mentre su eBay si trovano esemplari degli occhialini hi-tech venduti alla metà del loro prezzo originale.

Il gadget Glass si avvia quindi a rimpinguare il già vasto cimitero di prodotti dai natali fastosi ma dalla fine ingloriosa o cancellati dalla frenesia "innovativa" di Mountain View, e questo nell'intervallo temporale di meno di due anni e senza nemmeno essere passato per la prova di mercato della vendita al dettaglio ai consumatori finali. Dopotutto persino il co-fondatore di Google Sergey Brin, abituato a presenziare a occasioni pubbliche con l'immancabile paio di Glass sul naso, è stato recentemente visto in giro privo degli occhialini hi-tech di ordinanza.
Forse il futuro di Glass potrebbe essere molto simile a quello del mezzo di locomozione "rivoluzionario" meglio noto come Segway, un dispositivo propagandato come la fine dell'industria dell'auto a petrolio che si è alla fine ridimensionato (eufemisticamente parlando) e ha trovato un suo piccolo spazio come sistema di locomozione pratico e a basso impatto ambientale usato dal personale aziendale, dalle forze dell'ordine e da pochi altri.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle Glass, il prezzo del successoI tanto chiacchierati occhialini di Mountain View arrivano finalmente su Google Play, anche se il prezzo non è esattamente a buon mercato. Nel frattempo i ricercatori sperimentano con Glass e i paranoici ne bloccano la connessione su WiFi
18 Commenti alla Notizia Una fine prematura per Google Glass?
Ordina
  • Ecco il vero motivo: sono una cagata.
    Micro monitor laterale e astina touch, una boiata. Io già mi immaginavo di vedere oggetti 3d galleggiare in aria, come certe app per tablet. Invece mi sono ritrovato con questi stupidisaimi google glass, versione monca di uno smartphone. Delusione. Ci credo che non hanno successo.
    non+autenticato
  • Al di la del collo di bottiglia tecnologico...il vero problema che ha determinato il congelamento temporaneo del progetto è stato proprio un aspetto sottovalutato in fase di progettazione: la privacy.
    la società non è pronta nè legalmente nè psicologicamente ad accogliere uno strumento del genere.Già oggi la maggior parte di noi condivide quasi tutte le informazioni su quello che è (i propri interessi, i contenuti (idee e opinioni) che produce,la propria rete di relazioni) e Google ne ha accesso attraverso i cookies dei siti, le nostre ricerche nel motore,la nostra casella di posta in gmail. Questo sembra non essere un problema per molti.Devono avere pensato che una spinta al passo successivo non sarebbe stato così traumatico...e probabilmente fra 10-20 anni non lo sarà perchè le premesse ci sono tutte.
    I nativi digitali non si fanno molti scrupoli nello scambiarsi selfies nudi, vestiti, smorfiosi, non smorfiosi....5 anni fa era una corsa a filtrare la propria vita e dare l'immagine ideale...oggi c'è la frenesia a condividere e fotografare tutto...quello che si mangia....i propri incidenti...i momenti di svacco....
    non+autenticato
  • Era come fare uscire un tablet i primi anni 90 (il Newton Message Pad della Apple? Hihihihi)...

    La verità è che in questo momento non c'è una tecnologia abbastanza avanzata per fare durare la batteria di quegli occhiali di quella grandezza....per più di un paio d'ore... Le hanno provate tutte...hanno ridotto al minimo indispensabile i pixel di definizione...per arrivare a un ridicolo 640x360 nell'era del fullhd...alla fine li hanno pure svuotati di quasi ogni capacità di calcolo..per demandare tutto allo smartphone a cui dovevano necessariamente essere connessi (diventando l'espansione o la protesi di una protesi tecnologica!)..pur di risparmiare ogni oncia energetica.....
    Ogni gadget ha bisogno di uscire al momento giusto...
    non+autenticato
  • Io mi ero portato molto prima: porto occhiali da vista, quindi sicuramente sarei rimasto tagliato fuori dalla prima ondata.

    Poi si è cominciato a parlare di accordi coi produttori di montature per occhiali Google-compatibili, ma solo nomi "grossi" (uno su tutti RayBan).

    Quindi, volendo acquistare dei Google Glass, non solo avrei dovuto affrontare la spesa del gadget in se, ma avrei dovuto metterci sopra pure una montatura di marca e le lenti.

    Gli occhiali che ho sul naso in questo momento li ho pagati 500 euro (lenti anti-riflesso e anti-tutto, montatura in acciaio Persol).

    Nelle loro teste, quanto avrei dovuto spendere per un paio di Google Glass?
    --
    JackRackham
  • - Scritto da: TheJackRackham
    > Io mi ero portato molto prima: porto occhiali da
    > vista, quindi sicuramente sarei rimasto tagliato
    > fuori dalla prima ondata.
    >
    > Poi si è cominciato a parlare di accordi coi
    > produttori di montature per occhiali
    > Google-compatibili, ma solo nomi "grossi" (uno su
    > tutti RayBan).
    >
    > Quindi, volendo acquistare dei Google Glass, non
    > solo avrei dovuto affrontare la spesa del gadget
    > in se, ma avrei dovuto metterci sopra pure una
    > montatura di marca e le lenti.
    >
    > Gli occhiali che ho sul naso in questo momento li
    > ho pagati 500 euro (lenti anti-riflesso e
    > anti-tutto, montatura in acciaio Persol).
    >
    > Nelle loro teste, quanto avrei dovuto spendere
    > per un paio di Google Glass?
    > --
    > JackRackham

    Calcola che erano venduti a uso sviluppo, quindi dovresti chiederti: cosa posso ricavare da questo investimento ?

    Anche andarci in giro per qualcuno potrebbe essere un ricavo, ma ho notato che hanno trovato molto sviluppo ad uso medico, per quello mi spiacerebbe sparissero.
    non+autenticato
  • Un grande passo per l'umanità.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)