Claudio Tamburrino

Europa unita per dividere Google?

Parlamento europeo pronto a chiedere alla Commissione di intervenire. Con una spregiudicata azione antitrust potrebbe essere chiesto a Big G di scorporare il search o di separarsi in filiali nazionali indipendenti

Roma - Il Parlamento europeo pare intenzionato a chiedere la separazione delle attività di Google in almeno due tronconi. Quello del Parlamento UE, contenuto ancora solo in una bozza di risoluzione, sembra un piano ardito per riuscire a controllare la grande azienda ITC e rappresenterebbe certamente un intervento pubblico di difficile digestione per un'azienda a stelle e strisce, oltretutto con un business caratterizzato dall'aterritorialità.

In ogni caso il Parlamento europeo sembra pronto a proseguire, facendo pressione sulla Commissione in quanto braccio armato dell'antitrust del Vecchio Continente: proprio la normativa della concorrenza sarebbe il perno con cui far leva su Google. Possibile anche la separazione tra attività del search propriamente detta e il lucroso business dell'advertising: in questo modo, almeno in teoria, la strategia delle due entità dovrebbe essere separata e indipendente.

Le ultime elezioni europee hanno visto crescere le forze estremiste e d'opposizione in Europa, con solo il Partito Democratico italiano a reggere le fila dei moderati e a raccogliere attorno a sé i rappresentanti dei Governi tedeschi e francesi che hanno registrato invece un forte calo: anche in quest'ottica va letta tale intenzione delle Istituzioni di Bruxelles nei confronti di Google. Si tratterebbe infatti di una mossa straordinaia, attraverso cui il Parlamento europeo vorrebbe ottenere la creazione di "un pacchetto di diversi motori di ricerca" a livello nazionale, che garantisca la giusta competitività rispetto alla monopolistica grandezza transfrontaliera del servizio attualmente offerto da Mountain View. Secondo quanto si legge nella bozza (che non nomina direttamente Google) di relazione del Parlamento, d'altronde, "il mercato online della ricerca è di particolare importante per assicurare la competizione nel mercato digitale".
D'altra parte sia la Commissione, con il neo eletto commissario digitale Günther Oettinger, sia i singoli governi nazionali, stanno cercando il modo per tassare pù efficacemente Mountain View e la parola Googletax sta diventando un vero e proprio mantra in tutto il vecchio continente.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàIl ritorno della Web-TaxQuesta volta a ripescare l'idea di applicare un'imposta alle attività in Rete è un emendamento alla Legge di Stabilità. Ma spunta anche una più pratica proposta per abbassare l'IVA sugli e-book
  • AttualitàNet Neutrality, minaccia italianaLe proposte della Presidenza italiana nel semestre europeo in corso rischiano di minare la neutralità della Rete a livello continentale. E trovano sponda nel nuovo presidente della Commissione, Günther Oettinger
64 Commenti alla Notizia Europa unita per dividere Google?
Ordina
  • Per coerenza e correttezza il Parlamento europeo non dovrebbe nemmeno provare a insinuare tutto ciò, il tribunale anti-trust si esprime prima dell' avvenimento di qualcosa per dire la sua, NON DOPO, Google oramai le sue scelte le ha fatte e portate avanti, non può tornare indietro ora per una dimenticanza e/o sbaglio del Parlamento, i possibili danni economici poi, non se ne tengono conto?
  • Ed allora l'unica alternativa per evitare che la
    > gente si rivolti contro il sistema attuale è il
    > genocidio.
    > Ammazzarli...

    Quello che ha scritto iRoby non è da sottovalutare

    Immagino con lo Zyklon B.
    E ci sono campi di sterminio già attivi per i contadini rimasti disoccupati, o sono noti solo a te e agli economisti importanti?

    E nemmeno quello che ha scritto il secondo.

    I campi di sterminio per i contadini esistono e sono gli stessi contadini che li attivano utilizzando prodotti nocivi e altamente cancerogeni e soprattutto costosi che acquistano dalle multinazionali. In questo modo i campi a lungo termine diventano incoltivabili e portano la morte attraverso tumori, cancro e il forte indebitamento che spinge i contadini a suicidarsi.

    Viene spontaneo chiedersi perchè mai questa gente debba acquistare prodotti simili che portano danni così ingenti.

    Come ha detto bene iRoby "il capitalismo prevede il profitto" e a volte per fare soldi le compagnie non si fanno alcuno scrupolo e vendono merda facendo credere che sia oro.
    non+autenticato
  • Il Roundup della Monsanto è sempre accusato di danni irreparabili alle popolazioni, ma ancora non viene tolto dal commercio, insieme a quella porcheria degli OGM...

    In Senegal con la monocoltura di arachidi hanno già fatto danni irreparabili.
    In Messico non ce la fanno a lottare contro la contaminazione del mais OGM trasportato dal vento che impollina quello autoctono.

    Da notare che la Cina li ha banditi entrambi ed anche la Russia.

    E la Cina è una repubblica tributaria che ha mantenuto nel suo statuto l'accesso libero alla terra.
    I villaggi hanno i loro appezzamenti che distribuiscono a suffragio universale e i figli li ereditano. Non ne hanno la proprietà ma il libero accesso a vita e cedibile ai propri figli.

    Questo ha reso la Cina per decenni (anche secoli) un luogo senza conflitti interni e che ha le carte in tavola per diventare la futura nazione guida per il pianeta. Soprattutto perché non è imperialista e non è belligerante.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 novembre 2014 12.41
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    7615
  • Interessante l' approfondimento -io sono un po' più superficiale a confronto- però la Cina ha recato gravi danni ambientali, ma siccome l'argomento verte più sull'agricoltura, è meglio non dilagare. Condivido anche il fatto che quelli avvenire, molto probabilmente, sono gli anni del Dragone.
    non+autenticato
  • > Ed allora l'unica alternativa per evitare che la
    > > gente si rivolti contro il sistema attuale è il
    > > genocidio.
    > > Ammazzarli...
    >
    > Quello che ha scritto iRoby non è da sottovalutare
    >
    > Immagino con lo Zyklon B.
    > E ci sono campi di sterminio già attivi per i
    > contadini rimasti disoccupati, o sono noti solo a
    > te e agli economisti
    > importanti?
    >
    > E nemmeno quello che ha scritto il secondo.
    >
    > I campi di sterminio per i contadini esistono e
    > sono gli stessi contadini che li attivano
    > utilizzando prodotti nocivi e altamente
    > cancerogeni e soprattutto costosi che acquistano
    > dalle multinazionali. In questo modo i campi a
    > lungo termine diventano incoltivabili e portano
    > la morte attraverso tumori, cancro e il forte
    > indebitamento che spinge i contadini a
    > suicidarsi.

    Bene, allora va' anche tu a far parte del gruppo degli economisti famosi.
    Così siete in due a raccontarci verità rivelate, che conoscono solo pochi iniziati.
  • - Scritto da: Leguleio
    > >
    > > I campi di sterminio per i contadini
    > esistono
    > e
    > > sono gli stessi contadini che li attivano
    > > utilizzando prodotti nocivi e altamente
    > > cancerogeni e soprattutto costosi che
    > acquistano
    > > dalle multinazionali. In questo modo i campi
    > a
    > > lungo termine diventano incoltivabili e
    > portano
    > > la morte attraverso tumori, cancro e il forte
    > > indebitamento che spinge i contadini a
    > > suicidarsi.
    >
    > Bene, allora va' anche tu a far parte del gruppo
    > degli economisti famosi.
    >
    > Così siete in due a raccontarci verità rivelate,
    > che conoscono solo pochi iniziati.

    Veramente quello che ha scritto sui contadini e sulla riduzione pratica in schiavitù è cosa abbastanza nota, eh. C'è una pluralità di fonti consultabili, incluse quelle più terra terra (es. articolo di Altroconsumo qualche tempo fa sugli squilibri sociali ed ecologici legati all'allevamento intensivo di gamberi). Ai tempi vidi un documentario sullo sfacelo del Lago Vittoria mediante la distruzione dell'ecosistema con l'introduzione del persico del Nilo, "L'incubo di Darwin". Altri articoli non te li so citare a braccia, ma sono sicuro di averne letti parecchi. Non tutto è teoria del complotto.
    Izio01
    4027
  • > > Bene, allora va' anche tu a far parte del
    > gruppo
    > > degli economisti famosi.
    > >
    > > Così siete in due a raccontarci verità
    > rivelate,
    > > che conoscono solo pochi iniziati.

    > Veramente quello che ha scritto sui contadini e
    > sulla riduzione pratica in schiavitù è cosa
    > abbastanza nota, eh. C'è una pluralità di fonti
    > consultabili, incluse quelle più terra terra (es.
    > articolo di Altroconsumo qualche tempo fa sugli
    > squilibri sociali ed ecologici legati
    > all'allevamento intensivo di gamberi). Ai tempi
    > vidi un documentario sullo sfacelo del Lago
    > Vittoria mediante la distruzione dell'ecosistema
    > con l'introduzione del persico del Nilo,
    > "L'incubo di Darwin". Altri articoli non te li so
    > citare a braccia, ma sono sicuro di averne letti
    > parecchi. Non tutto è teoria del
    > complotto.

    Scritto così mi sta bene.
    Esposto nell'altra maniera, con titolo "Zyklon B. e il genocidio" e questa frase:

    "I campi di sterminio per i contadini esistono e sono gli stessi contadini che li attivano utilizzando prodotti nocivi e altamente cancerogeni e soprattutto costosi che acquistano dalle multinazionali"

    è tutt'altra faccenda, ed è irricevibile da chi conosce la logica e il significato delle parole. A questa stregua l'ex proprietario dell'Eternit è responsabile di genocidio, e tutta Casale Monferrato un campo di sterminio! Senso della misura, questo sconosciuto.
  • - Scritto da: Leguleio

    > "I campi di sterminio per i contadini esistono e
    > sono gli stessi contadini che li attivano
    > utilizzando prodotti nocivi e altamente
    > cancerogeni e soprattutto costosi che acquistano
    > dalle multinazionali"
    >
    > è tutt'altra faccenda, ed è irricevibile da chi
    > conosce la logica e il significato delle parole.
    > A questa stregua l'ex proprietario dell'Eternit è
    > responsabile di genocidio, e tutta Casale
    > Monferrato un campo di sterminio! Senso della
    > misura, questo sconosciuto.

    Veramente è semplicemente una figura retorica, specificatamente una figure di contenuto.
    non+autenticato
  • > > "I campi di sterminio per i contadini
    > esistono
    > e
    > > sono gli stessi contadini che li attivano
    > > utilizzando prodotti nocivi e altamente
    > > cancerogeni e soprattutto costosi che
    > acquistano
    > > dalle multinazionali"
    > >
    > > è tutt'altra faccenda, ed è irricevibile da
    > chi
    > > conosce la logica e il significato delle
    > parole.
    > > A questa stregua l'ex proprietario
    > dell'Eternit
    > è
    > > responsabile di genocidio, e tutta Casale
    > > Monferrato un campo di sterminio! Senso della
    > > misura, questo sconosciuto.

    > Veramente è semplicemente una figura retorica,
    > specificatamente una figure di
    > contenuto.

    Un'iperbole, dici?
    Io non l'ho interpretata così, e non c'erano segnali discorsivi che la facessero interpretare in quel modo. Continuo a pensare che l'utente Narmis sia convinto che ammassare delle persone precedentemente private della libertà in base all'origine etnica e sottoporle all'acido cianidrico, e utilizzare prodotti agricoli poco sani, siano la stessa cosa.
  • > Ed allora l'unica alternativa per evitare che la
    > gente si rivolti contro il sistema attuale è il
    > genocidio.
    > Ammazzarli...

    Immagino con lo Zyklon B.
    E ci sono campi di sterminio già attivi per i contadini rimasti disoccupati, o sono noti solo a te e agli economisti importanti?

    L'associazione genocidio->zyklonD l hai fatta te, esistono molti altri modi per ammazzare l'uomo. Io ti ho fatto solo un esempio di una modalità alternativa. Il titolo del mio post voleva solo richiamare la vostra attenzione. Credo che cruscate, Izio e iRoby hanno interpretato bene quello che volevo trasmettere,evidentemente chi conosce la logica e il significato delle parole sei solo tu gli altri sbagliano... forse anche tu fai parte dei pochi iniziatiSorride
    non+autenticato
  • > > Ed allora l'unica alternativa per evitare che la
    > > gente si rivolti contro il sistema attuale è il
    > > genocidio.
    > > Ammazzarli...
    >
    > Immagino con lo Zyklon B.
    > E ci sono campi di sterminio già attivi per i
    > contadini rimasti disoccupati, o sono noti solo a
    > te e agli economisti
    > importanti?
    >
    > L'associazione genocidio->zyklonD l hai fatta te,
    > esistono molti altri modi per ammazzare l'uomo.

    Se avessi letto attentamente tutta la conversazione, ti saresti accorto che era impostata sul paradosso e sul sarcasmo. Quando uno si mette in testa che esiste un piano genocida, di cui lui già ora sa i dettagli e gli obiettivi, altra arma non c'è che il sarcasmo.
    Il Zyklon B tra l'altro non lo producono più dal 1974.


    > Io ti ho fatto solo un esempio di una modalità
    > alternativa. Il titolo del mio post voleva solo
    > richiamare la vostra attenzione. Credo che
    > cruscate, Izio e iRoby hanno interpretato bene
    > quello che volevo trasmettere,evidentemente chi
    > conosce la logica e il significato delle parole
    > sei solo tu gli altri sbagliano... forse anche tu
    > fai parte dei pochi iniziati
    >Sorride

    Probabilmente hai ragione: in un mondo fatto di slogan in kit di montaggio, da riadattare a ogni situazione e ogni luogo in tempo di record, l'esatto significato delle parole lo conosciamo ormai in pochi. Una minoranza da proteggere come i Panda.
    Non per questo rinuncio a scrivere, come vedi.
  • Forse chi ha fatto la proposta pensa ancora ad AT&T, o alla separazione fra distribuzione e produzione delle compagnie elettriche o a manovre analoche per quelle telefoniche... ma Google sfrutta un'infrastruttura tecnologica unica per i propri servizi che non ha niente di regionale; cosa ci si aspetta, che si regionalizzi un'infrastruttura tecnologica come quella di Google? Al limite si potrebbe capire la separazione fra ricerca e advertising, ma dato che la ricerca ha i costi ed è al servizio dell'advertising che ha le entrate, dubito che l'Europa otterrebbe qualcosa.
    In ogni caso, l'Europa è troppo debole per pensare di riuscire in una manovra di questo tipo. Google, accettando qualsiasi imposizione del genere, esporrebbe poi le entità più piccole e quindi più deboli di fronte agli umori "tassatori" di chiunque, mentre così è un gigante che il governo US supporterà in tutto e per tutto contro qualsiasi pretesa estera. Basta vedere il comportamento del governo US nelle dispute fra Apple e Samsung per farsi un'idea.
    L'Europa farebbe meglio a rendersi conto di avere poco da offrire sul mecato dei servizi IT, e fare qualcosa per sostenere la crescita di un'offerta europea competitiva a livello globale... ma questo vorrebbe dire avere una vera politica economica di sostegno all'IT, cosa che l'Europa al momento non sembra in grado di avere. E con Europa non intendo la Commissione Europea, ma soprattutto i govenri nazionali.
  • chissà che succede se larry page elimina dai propri server le parle, europa, germania, belgio, italia, francia, spagna.. e tutti i riferimenti a queste nazioni, giusto per provare io lo farei... una settimana di totale oblio nel quale tutte le nazioni europee perderebbero centinaia di miliardi, chissà se gli verrebbe di nuovo in mente di scorporare google
    non+autenticato
  • Mmmhhh ma cosa sono questi giochini tra chi appartiene alla triade capitalista?

    Oggi nel mondo il capitalismo e l'imperialismo è portato avanti da tre blocchi, nord americano, Europa, Giappone con l'Australia e la Nuova Zelanda.

    Queste nazioni perseguono un fine capitalistico ed imperialista, e giocano insieme a questo progetto di arginare Russia e Cina, e contro le derive socialiste sud-americane e di vari altri stati minori dei 180 circa che ci sono al mondo.

    Dato però che il capitalismo è ormai senescente, parola che significa vecchio, stantio, puzzolente, ormai in decadimento, e che per questi motivi fatica a reggersi in piedi dato che deve sempre inventare nuove scuse sempre più ridicole per giustificare azioni di guerra atte a depredare altre nazioni delle loro ricchezze...

    ...E dato che la leadership tecnologica è una ulteriore arma di controllo, profilazione e costruzione del consenso nei nuovi media...

    ...Mi chiedo perché l'Europa che è alleata degli USA nel progetto imperialista, debba attaccare la punta di diamante USA nella profilazione e costruzione del consenso, nonché spionaggio degli utenti e aziende che usano i servizi di Google.
    iRoby
    7615
  • - Scritto da: iRoby
    > Mmmhhh ma cosa sono questi giochini tra chi
    > appartiene alla triade
    > capitalista?
    >
    > Oggi nel mondo il capitalismo e l'imperialismo è
    > portato avanti da tre blocchi, nord americano,
    > Europa, Giappone con l'Australia e la Nuova
    > Zelanda.
    >
    > Queste nazioni perseguono un fine capitalistico
    > ed imperialista, e giocano insieme a questo
    > progetto di arginare Russia e Cina, e contro le
    > derive socialiste sud-americane e di vari altri
    > stati minori dei 180 circa che ci sono al
    > mondo.

    Uffa, ma tutta questa pappardella e poi un po' di signoraggio o di nuova teoria monetaria niente? E nemmeno di dieta fruttariana?
    Vogliamo ridere un po'...
  • No a perdere tempo con te non ho voglia, sei troppo low... Sorride
    iRoby
    7615
  • > No a perdere tempo con te non ho voglia, sei
    > troppo low...
    >Sorride

    Cosa c'entro io? Qui scrivi per i lettori, non certo per me.
    Allora, una bella teoria da far impallidire l'Utopia di Tommaso Moro? Qualche notizia scottante sulla Trilaterale che sai solo tu e pochi iniziati?
  • Non c'è bisogno che le chiedi a me.
    Ci sono fior di economisti e pensatori che le sanno e le scrivono nei loro libri e nei migliori siti online ed io semplicemente le riporto.

    Per esempio l'economista egiziano Samir Amin ha nei suoi libri le analisi più lucide e precise del sistema capitalistico attuale. Dove ci porterà e perché è destinato a fallire.

    Per esempio Samir Amin spiega che l'85% della popolazione mondiale vive di agricoltura. Se il capitalismo gli espropria la terra e la meccanizza, con 10 uomini e qualche trattore produce con efficienza maggiore di migliaia di uomini che così finiscono cacciati nelle bidonville intorno alle metropoli a ravanare tra i rifiuti.
    Dato che il capitalismo prevede solo il profitto, non spartirà certo il ricavato della meccanizzazione con questo 85% di popolazione.
    Ed allora l'unica alternativa per evitare che la gente si rivolti contro il sistema attuale è il genocidio. Ammazzarli...

    Poi c'è Zygmunt Bauman, di lui mi piace l'analisi e la definizione di "Modernità liquida". Sentimenti che diventano effimeri compresi quelli tra le coppie. Al minimo diverbio uno dei partner se ne va su Internet nei siti di incontri e si trova subito un sostituto, anche se c'è un matrimonio e dei figli di mezzo.
    E poi l'apatia e la mancanza di compassione nei giovani di oggi.

    Ed ancora Paul Craig Roberts, Pepe Escobar, Stiglitz, Galbraith, Slavoj Žižek, Noam Chomsky.

    Invece che stare qui a sfottere quelli come me, metti i loro nomi nel mulo, trovi qualche loro ebook, te lo leggi, se merita glielo compri.

    E poi vieni a commentare.

    Perché così fai solo la figura dell'ignorante e provocatore...

    Un pizzico di Chomsky, giusto per gradire:

    http://espresso.repubblica.it/visioni/cultura/2014...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 novembre 2014 01.10
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    7615
  • > Non c'è bisogno che le chiedi a me.

    Te sei su questo forum, mi pare scontato chiederlo a te.
    In altri contesti farò diversamente, ma non vengo a dirlo qui.



    > Ci sono fior di economisti e pensatori che le
    > sanno e le scrivono nei loro libri e nei migliori
    > siti online ed io semplicemente le
    > riporto.

    I migliori, sì.

    > Per esempio l'economista egiziano Samir Amin

    Famosisssssssssssssssimo.
    Chi non conosce Samir Amin!?!


    > ha
    > nei suoi libri le analisi più lucide e precise
    > del sistema capitalistico attuale. Dove ci
    > porterà e perché è destinato a
    > fallire.

    Ah, quindi il sistema capitalistico fallisce. Buon per Marx, ultimamente era un po' snobbato: torna di moda.


    > Per esempio Samir Amin spiega che l'85% della
    > popolazione mondiale vive di agricoltura. Se il
    > capitalismo gli espropria la terra e la
    > meccanizza, con 10 uomini e qualche trattore
    > produce con efficienza maggiore di migliaia di
    > uomini che così finiscono cacciati nelle
    > bidonville intorno alle metropoli a ravanare tra
    > i
    > rifiuti.

    Mi si stringe il cuore a pensare alla sofferenza di questa gente.
    Disinventiamo trattori e mezzi agricoli moderni, forza! Il mondo gira attorno ai disoccupati, che credete?!?
    Poi disinventiamo anche i computer, sai quanti maestri d'abaco e scribi potrebbero ritrovare un impiego?


    > Dato che il capitalismo prevede solo il profitto,
    > non spartirà certo il ricavato della
    > meccanizzazione con questo 85% di popolazione.

    Che cattivo però questo capitalismo...
    Lo scrivo pure qui: cattivo cattivo cattivo! Non si fa così, si fa beneficenza tutta la vita, impara da San Francesco.


    > Ed allora l'unica alternativa per evitare che la
    > gente si rivolti contro il sistema attuale è il
    > genocidio.
    > Ammazzarli...

    Immagino con lo Zyklon B.
    E ci sono campi di sterminio già attivi per i contadini rimasti disoccupati, o sono noti solo a te e agli economisti importanti?



    > Poi c'è Zygmunt Bauman,

    Famosisssssssssssssssimo.
    Il prossimo premio Nobel dell'economia Zygmunt Bauman, come ho fatto a dimenticarlo?


    > di lui mi piace l'analisi
    > e la definizione di "Modernità liquida".
    > Sentimenti che diventano effimeri compresi quelli
    > tra le coppie. Al minimo diverbio uno dei partner
    > se ne va su Internet nei siti di incontri e si
    > trova subito un sostituto, anche se c'è un
    > matrimonio e dei figli di
    > mezzo.

    Ma che superficiali queste coppie moderne!
    Non ci pensate al bene del figlio, e soprattutto a cosa ne potrebbero pensare iRoby e Zygmunt Bauman, cosa ben più grave?



    > E poi l'apatia e la mancanza di compassione nei
    > giovani di
    > oggi.

    Insomma c'è proprio tutto. Una congerie di cose già sentite che al confronto il Dizionario dei luoghi comuni di Flaubert impallidisce.



    > Ed ancora Paul Craig Roberts, Pepe Escobar,
    > Stiglitz, Galbraith, Slavoj Žižek, Noam
    > Chomsky.

    E Rudolf Heß.


    > Invece che stare qui a sfottere quelli come me,
    > metti i loro nomi nel mulo, trovi qualche loro
    > ebook, te lo leggi, se merita glielo
    > compri.

    Subito. Vado di corsa.


    > E poi vieni a commentare.

    Mi sento così impreparato senza di loro...
  • - Scritto da: Leguleio

    > > Per esempio l'economista egiziano Samir Amin
    > Famosisssssssssssssssimo.
    > Chi non conosce Samir Amin!?!>

    Gli ignoranti ad esempio non lo conoscono...
    non+autenticato
  • Anche chi legge solo romanzi di Fabio Volo e Giorgio Valetti o ha collezioni di libri di Antonella Clerici e Benedetta Parodi non li conoscono...
    iRoby
    7615
  • - Scritto da: iRoby
    > Anche chi legge solo romanzi di Fabio Volo e
    > Giorgio Valetti o ha collezioni di libri di
    > Antonella Clerici e Benedetta Parodi non li
    > conoscono...

    E io che ho detto ?
    non+autenticato
  • Leggere Fabio Volo e Antonella Clerici rende esperti di qualunquismo e di cucina... Non necessariamente ignoranti...

    Anche se sulla cucina avrei da ridire...
    Perché lo chef Gualtiero Marchesi ha detto una volta che pensare di imparare a cucinare guardando trasmissioni di cucina (o leggendo libri di ricette) è come pensare di poter imparare a fare l'amore guardando film porno (o leggendo giornaletti).
    iRoby
    7615
  • - Scritto da: iRoby
    > Leggere Fabio Volo e Antonella Clerici rende
    > esperti di qualunquismo e di cucina... Non
    > necessariamente ignoranti...

    Invece è ignoranza: sai perchè piace volo ? Perchè cita i classici ma senza dirlo a chi lo legge, che evidentemente non li ha mai letti. E leggere il riassuntino di Volo in cui il tamarro A spiega al tamarro B Il mito della caverna di Platone suona veramente ridicolo.

    > Anche se sulla cucina avrei da ridire...
    > Perché lo chef Gualtiero Marchesi ha detto una
    > volta che pensare di imparare a cucinare
    > guardando trasmissioni di cucina (o leggendo
    > libri di ricette) è come pensare di poter
    > imparare a fare l'amore guardando film porno (o
    > leggendo giornaletti).

    Quindi, cosa concludiamo ?
    Che sono proprio ignoranti ed abbiamo sprecato 2 post.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)