Luca Annunziata

Windows 10, a gennaio il prossimo episodio

Il debutto della preview consumer avverrà all'inizio del 2015. Con un apposito evento che mostrerà in grande stile le novità del nuovo OS al pubblico

Roma - Dopo aver mostrato e sperimentato assieme agli utenti molte delle funzionalità che troveranno spazio soprattutto in ambito aziendale, Microsoft si prepara come da tradizione a offrire un'anteprima anche della versione consumer del prossimo Windows. L'appuntamento, stando alle indiscrezioni raccolte da The Verge, è stato fissato per l'inizio del 2015: ma non sarà il CES di Las Vegas il luogo deputato al debutto della nuova technical preview, bensì Microsoft sta preparando un appuntamento esclusivo a cui invitare la stampa e gli addetti ai lavori per mostrare cosa bolle in pentola.

Fino a questo punto le preview di Windows 10 non sono cambiate poi molto nell'impostazione generale da Windows 8.1: la maggior parte delle novità è sotto il cofano, per così dire, e all'appello manca una delle feature più attese che è stata descritta e anticipata al momento dell'annuncio. La nuova interfaccia Continuum, che dovrebbe adattare automaticamente quanto viene mostrato sullo schermo in funzione della dimensione dello stesso, dell'input in uso e della situazione, è una delle qualità di Windows 10 che dovrebbe rilanciare le fortune delle finestre di Redmond tra il pubblico consumer.

Non trapelano altre informazioni su dove, quando e cosa Microsoft intenda mostrare al pubblico: secondo le ultime informazioni con Windows 10 dovrebbe fare un deciso passo avanti anche la riunificazione del codice nota come programma "One Windows", e pertanto anche queste migliorie potrebbero finire nella build che sarà distribuita a gennaio. Sarà molto interessante anche comprendere come Microsoft intenda gestire il meccanismo delle varie edizioni del suo sistema operativo fin qui commercializzate: Home, Pro, Enterprise, Ultimate, sono molte le versioni di Windows che negli anni si sono succedute con funzioni diverse, ritagliate sulle esigenze presunte dei diversi pubblici in azienda o a casa, ma si tratta di categorie in qualche modo superate e che potrebbero essere accantonate questa volta.

Anche se a gennaio ci sarà il lancio in grande stile, comunque, il debutto ufficiale sugli scaffali di Windows 10 non avverrà prima della seconda parte del 2015: le previsioni ufficiali dicono "metà 2015", ma è probabile che Microsoft scelga come di consueto di scandire il rilascio di Windows prima ai partner e alle aziende e solo il seguito ai consumatori. In questo caso è probabile che i PC equipaggiati con Windows 10 arrivino in commercio nell'autunno del prossimo anno. Per allora probabilmente si saprà di più anche della versione 10 di Windows Phone, anch'esso destinato a un aggiornamento che dovrebbe in qualche modo avvicinarlo alla struttura e alle capacità del cugino desktop: di fatto ormai il 95 per cento di questo mercato è nelle mani di Microsoft, che potrà optare per esercitare un controllo più stretto sui tempi e i modi di avvicendamento tra le versioni.

Luca Annunziata
Notizie collegate
  • TecnologiaWindows 10 e gli update a due velocitàMicrosoft ha iniziato a sperimentare un nuovo sistema di aggiornamento del suo sistema operativo in preview. Gli utenti potranno fare scegliere se fare da cavia per le nuove patch o andare sul sicuro aspettando un po'
  • BusinessIDC: giù la tavoletta, speranza per il PCPer il 2014 IDC prevede un crollo verticale della crescita nel mercato dei tablet, e Apple iPad è il prodotto che soffrirà di più. L'era post-PC appare ora meno entusiasmante, con il settore informatico tradizionale che contiene sempre più il declino
  • TecnologiaMicrosoft e la rivoluzione open sourceI gioielli della corona .NET e Visual Studio offerti alla community. Interoperabilità come la principale leva strategica per riguadagnare e riconquistare rilevanza. E uno sguardo lanciato al prossimo futuro della piattaforma Windows
507 Commenti alla Notizia Windows 10, a gennaio il prossimo episodio
Ordina
  • vediamo se questa volta ce la fanno a superare la bontà del nonnetto

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    15 anni non mi sembrano pochi è arrivato il momento di mettere sul mercato qualcosa di stabile, funzionale e performante altrimenti... Disinnamorato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Wimmipoopoo
    > vediamo se questa volta ce la fanno a superare la
    > bontà del
    > nonnetto
    >
    > [img]http://i.technet.microsoft.com/dynimg/IC24449

    Se non fosse per i font che con gli LCD non sono il massimo e perchè non funziona windows live photo lo userei ancora.

    > 15 anni non mi sembrano pochi è arrivato il
    > momento di mettere sul mercato qualcosa di
    > stabile, funzionale e performante altrimenti...
    > Disinnamorato.

    secondo me per il mercato queste cose servono poco, altrimenti si userebbe qualche distro-linux e bsd.
  • Ma a Redmond non si sono accorti che ormai siamo nel '15?Con la lingua fuori
    Aggiornate i vostri calendari!Con la lingua fuori
    Funz
    12980
  • Però vedo che Ms ha una certa fretta di chiudere il capitolo Win8 che verrà abbandonato a se stesso una volta lanciato il Win 10,ufficialmente è stato un flop e vogliono distogliere l'attenzione su altro.

    Mi fa piacere comunque che sull'ultimo abbiano implementato alcune cose utili e di cui c'era semrpe stata una mancanza cronica,però spacciarle per chissà quale rivoluzione fa un pò ridere.

    Non vedo ancora un esplora risorse a tab e un multiclipboard non solo per il testo ma anche per la gestione dei file...
    Almeno per la prima c'è stata una richiesta.

    "Sarà molto interessante anche comprendere come Microsoft intenda gestire il meccanismo delle varie edizioni del suo sistema operativo fin qui commercializzate: Home, Pro, Enterprise, Ultimate"

    L'unico motivo per cui esistono ancora certe differenze è il lucrare a dismisura su chi le acquista.
    La base è sempre la stessa,la progettazione pure,non fanno altro che partire dalla versione completa e poi togliere le cose,un'astuzia per guadagnare ancora di più sul fumo.

    Fai un'unica versione,fine ...le feature in più che mettono nella versione "superiore" non valgono assolutamente il prezzo proposto.

    Ti compri prima una versione casalinga,poi se per mutate esigenze di lavoro devi far parte di una rete aziendale devi comprare un'altra versione ? pura idiozia...

    "di fatto ormai il 95 per cento di questo mercato è nelle mani di Microsoft"

    Non per merito please,ma unicamente per il preinstallato ed è dovuto anche al fatto che alle grosse multinazionali con miliardi alle spalle nessuno osa andargli contro perchè intorno a quell'azienda gira l'economia USA...per carità non sia mai...

    Chi doveva far presente questo genere di cose è stato zitto e ha lasciato correre...

    Ma se domani Michelin fa un accordo di fornitura dei suoi pneumatici a tutte le case automobilistiche del mondo e poi si vanta della percentuale raggiunta è per merito che qualcuna l'ha scelta o degli acquirenti che hanno comprato un'auto con gomme già preinstallate ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > "di fatto ormai il 95 per cento di questo mercato
    > è nelle mani di
    > Microsoft"
    >
    > Non per merito please,ma unicamente per il
    > preinstallato

    Ma ancora con la baggianata del preinstallato ?! Ti ricordo che i computer con Linux preinstallato sono rimasti mestamente sugli scaffali a prendere la polvere perché nessuno li voleva.
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Ma ancora con la baggianata del preinstallato ?!

    Cos'è vuoi negarlo ?

    Potevo essere d'acordo con te se quel 95% erano PC venduti senza OS e poi ,a parte,gli utenti sceglievano ed si installavano windows....

    E non è così...

    Quindi non è ne per merito ne per scelta degli utenti che si limitano ad usare passivamente quello che trovano dentro e/o per abitudine consilidata negli anni...

    > Ti ricordo che i computer con Linux preinstallato
    > sono rimasti mestamente sugli scaffali a prendere
    > la polvere perché nessuno li
    > voleva.

    Che c'entra Linux ?
    Comunque,i pc venduti con altri OS li puoi contare sulle dita di una mano e mai offerti sulla stessa fascia di quelli proposti con windows e quasi mai sugli stessi modelli.

    cioè per te proporre 4 PC vuoti,con FreeDOS,Ubuntu,ecc venduti solo in alcuni contesti dovrebbe far concorrenza a migliaia di pc venduti ovunque con window preinstallato ?

    Ma che paragoni fai ?
    non+autenticato
  • Ripeto, han provato a proporre qualche macchina con Linux preinstallato.

    Il risultato é stato fallimento.

    Fidati che se vendevano bene, oggi, trovavi un sacco di modelli con Linux.
  • Te la canti e te la suoni da solo.
  • Ottima argomentazione, mi hai convinto

    Annoiato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Ottima argomentazione, mi hai convinto
    >
    > Annoiato

    Difficile discutere con uno che parla senza sapere le cose.
  • Brucia la verità eh linari?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Brucia la verità eh linari?

    Brucia anche a me che sono winaro e sai perchè? Perchè sarà la stessa cagata di xp, ma dieci volte più pesante e incompatibile con i vecchi software/hardware.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Winner
    > - Scritto da: ...
    > > Brucia la verità eh linari?
    >
    > Brucia anche a me che sono winaro e sai perchè?
    > Perchè sarà la stessa cagata di xp, ma dieci
    > volte più pesante e incompatibile con i vecchi
    > software/hardware.

    E la grafica fa pure schifo.
    Almeno su xp si potevano cambiare colori e forma dei pulsanti e dei bordi delle finestre.
  • Non me lo dire a me, qui dentro sono circondato. Ficoso