Claudio Tamburrino

Pagamenti bancomat online, prossimamente sui vostri schermi

Rivoluzione italiana, il circuito Bancomat entra in concorrenza con prepagate e carte di credito anche in Rete. La torta dei pagamenti elettronici fa gola a tutti

Roma - Da marzo 2015 sarà possibile utilizzare il sistema Bancomat per effettuare pagamenti online. Ad annunciarlo è stato Sergio Moggia, direttore generale del consorzio Bancomat, nel corso del seminario ABI che si sta tenendo in questi giorni a Ravenna: "A fine marzo saremo pronti per la prima transazione PagoBancomat sul web".

Per usufruire del servizio gli utenti dovranno attivare la funzione web della propria carta Bancomat. Da quel momento, per acquistare prodotti su un negozio online, non sarà necessario inserire password o pin, ma si verrà reindirizzati al sito delle propria banca, dove, dopo alcune verifiche, il pagamento sarà autorizzato.

Il sistema, che se non gestito perfettamente potrebbe comportare una generale mancanza di fluidità, garantisce comunque maggiore sicurezza potenziale rispetto ai pagamenti via carta di credito: nel caso un attacco informatico dovesse riuscire ad intercettare il numero identificativo della carta esso da solo non sarà sufficiente ad affettuare transazioni fraudolente.
Resta da capire chi sceglierà di appoggiare il consorzio in questa nuova iniziativa: la maggior parte dei servizi che richiedono oggi una carta di credito, dall'App Store a PayPal, potrebbero non impegnarsi in un cambiamento di strumenti per i pagamenti valido solo a livello locale. D'altronde, per quanto il Consorzio Bancomat vorrebbe cavalcare il trend positivo degli acquisti online, l'estensione del suo sistema entra in competizione con carte prepagate e carte di credito, o con altri strumenti di pagamento elettronico che vengono promossi e lanciati in questo periodo.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
19 Commenti alla Notizia Pagamenti bancomat online, prossimamente sui vostri schermi
Ordina
  • Bisognerà appunto vedere quale sarà la diffusione e se spingeranno maggiormente le banche oppure i negozi online.
    Sistemi come PayPal sono abbastanza comodi e affidabili, a volte però anche costosi. Google Wallet e analoghi sono molto molto comodi e facili da usare (fin troppo...), ma limitati al mobile e non utilizzabili per acquisti online.
    Poi ci sono le carte virtuali ancora poco diffuse per varie ragioni.
    Detto questo, io mi aspetto a breve che i maggiori player di e-commerce incomincino a mettere in circolo buoni sconto elettronici interscambiali. Sarebbe un terremoto...
    non+autenticato
  • ...e sei protagonista.
    non+autenticato
  • il bitcoin va benissimo a patto che :
    1 tu abbia un pc funzionante
    2 tu abbia una connessione internet funzionante (e che la rete internet globale nn sia down)
    temo che negli anni a venire le condizioni 1 e 2 non saranno verificate facilmente cosi come nell'anno domini 2014
    cosi come ti possono ciulre il portafogli con il krugerrand d'oro
    cosi ti ciulano il wallet bitcoin
    non+autenticato
  • Molto utile.
    Lo utilizzo gia' con il mio conto in Olanda....senza maggiorazioni., per ola solo su sito che supportano questo tipo di pagamento.
    Si connette il lettore USB con tastierino si infila la carta e si inserisce il pin.

    Sempre in olanda hanno anche pagamenti senza necessita' di inserire il PIN.
    Ben vengano queste soluzioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco
    > Molto utile.
    > Lo utilizzo gia' con il mio conto in
    > Olanda....senza maggiorazioni., per ola solo su
    > sito che supportano questo tipo di
    > pagamento.
    > Si connette il lettore USB con tastierino si
    > infila la carta e si inserisce il
    > pin.
    >
    > Sempre in olanda hanno anche pagamenti senza
    > necessita' di inserire il PIN.
    >
    > Ben vengano queste soluzioni.
    Non vedo l'ora di far sapere agli amici russi anche il numero del mio bancomat...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > - Scritto da: Marco
    > > Molto utile.
    > > Lo utilizzo gia' con il mio conto in
    > > Olanda....senza maggiorazioni., per ola solo
    > su
    > > sito che supportano questo tipo di
    > > pagamento.
    > > Si connette il lettore USB con tastierino si
    > > infila la carta e si inserisce il
    > > pin.
    > >
    > > Sempre in olanda hanno anche pagamenti senza
    > > necessita' di inserire il PIN.
    > >
    > > Ben vengano queste soluzioni.
    > Non vedo l'ora di far sapere agli amici russi
    > anche il numero del mio
    > bancomat...

    Lo conoscono già.
    non+autenticato
  • sono d'accordo che il bancomat sia poco sicuro, specialmente ai punti ATM dove ogni volta vanno inserite tutte le cifre. Potrebbero richiederne solo 2 o 3 per rendere molto piu' difficile l-uso di carte clonate.

    Ad ogni modo il sistema che usano nei paesi bassi sembra essere piuttosto tranquillo poiche' non devi inserire codici tramite tastiera, ma attraverso l-aggeggio.
    non+autenticato
  • Bancomat e gli acquisti online?Ahahahahahah
    Il treno ormai l'ha perso.
    S'accontenti di spremere quello che può dalle generazioni degli sportelli dal momento che li in questo paese gl'è stato concesso il monopolio.
    Praticamente si vorrebbe ritagliare lo spazio di intermediario di intermediario che ha nel mondo reale? Totò direbbe.....sapete bene cosa....
    non+autenticato
  • Dipende tutto dai costi.

    Se sarà con commissioni contenute e soprattutto con una infrastruttura snella con costi fissi tendenti allo zero, ci impiegano poco ad integrare il PagoBancomat via web.

    Se costa come un POS reale... Paypal avrà vita lunga e prospera, malgrado le commissioni da furto.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)