Alfonso Maruccia

Mercato, i numeri di Windows

Windows 8.1 recupera su XP, ma anche Windows 7 sale. Sul fronte mobile, le previsioni per Windows Phone prevedono un raddoppio della quota nel giro di tre anni. Ammesso che gli OEM non facciano ostruzionismo

Roma - Le nuove statistiche NetMarketShare restituiscono l'immagine di un mercato dei sistemi operativi per PC in evoluzione, anche se i trend procedono senza troppe sorprese rispetto al recente passato: Windows XP continua a scendere lentamente, Windows 8.1 viene spinto forzosamente avanti dalle dinamiche di mercato e Windows 7 è l'OS più usato su computer.

Il market share globale di Windows 7 è ora pari al 53,71 per cento (+0,66 per cento), dicono le statistiche, mentre Windows XP è sceso al 13,57 per cento (-3,61 per cento) dopo il crollo del mese scorso dovuto a una riorganizzazione della base dati usata da NetMarketShare per i suoi report mensili.

Windows 8.1 sale al 12,1 per cento (+1,18 per cento), una progressione lenta che conferma una certa mancanza di appeal dell'OS Microsoft a piastrelle e giustifica le scelte in qualche modo radicali dell'operazione Windows 10.
Un'altra progressione lenta, questa volta nel mercato mobile, è quella di Windows Phone: stando alle previsioni di IDC, da qui a tre anni il sistema mobile di Redmond raddoppierà la sua quota, arrivando a un ben poco entusiasmante 5,6 per cento. Sullo sfondo, le parole taglienti diffuse da Huawei: il colosso cinese dice di non aver mai guadagnato un centesimo dai terminali Windows Phone, e lo stesso si potrebbe dire per gli altri OEM.

L'evoluzione del mercato procede parallelamente anche in ambito hardware, e il settore educational non fa eccezione. Sempre gli analisti di IDC comunicano che la supposta "rivoluzione" delle tavolette post-PC lascia il passo ai terminali Internet-dipendenti di Google: nel terzo trimestre dell'anno, nelle scuole statunitensi si sono venduti più Chromebook che iPad.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessMercato, la guerra dei WindowsWindows 8.x e Windows 7 guadagnano quote di mercato, mentre XP crolla e le agenzie governative pagano bei dollari per garantirsi il supporto fino al 2015. La Cina sceglie l'autarchia e si prepara ad abbandonare Microsoft
245 Commenti alla Notizia Mercato, i numeri di Windows
Ordina
  • Bella scoperta che recupera su XP: ormai solo in pochi lo supportano ancora, e comunque i programmi non sono ottimizzati (ne so qualcosa personalmente) e girano lenti.
    Per quanto riguarda Windows contro Linux siamo alle solite: Guglielmino De Cancellis è stato furbissimo a lasciar piratare Windows dai tempi del 3.1 e ormai la gente è abituata.
    Nel medio periodo c'è poco da fare e a meno di qualche ulteriore pasticcio, non vedo perché qualcuno voglia fare qualcosa.
    Linux non si affermerà finché non avrà le caratteristiche di facile usabilità come i prodotti di Apple (al primo posto, paradossalmente essendo Unix-like) e Windows (molto distanziato).
    Per i Mac, mi ricordo che stavo facendo un lavoro in linea di comando e avendo fatto un errore il sistema mi ha suggerito una soluzione valida, chiedendomi se volevo che fosse lui ad attuarla....
    Per i patiti di un sistema va bene ogni cosa, lo capisco, ma poi è incoerente lamentarsi perché un sistema si afferma più di un altro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oppa
    > Linux non si affermerà finché non avrà le
    > caratteristiche di facile usabilità come i
    > prodotti di Apple (al primo posto,
    > paradossalmente essendo Unix-like) e Windows
    > (molto
    > distanziato).

    Non sapevo che dovevi risolvere un integrale per maneggiare LinuxA bocca aperta

    > Per i Mac, mi ricordo che stavo facendo un lavoro
    > in linea di comando e avendo fatto un errore il
    > sistema mi ha suggerito una soluzione valida,
    > chiedendomi se volevo che fosse lui ad
    > attuarla....

    A parte alcune distribuzioni chi sceglie Linux lo fa anche per imparare e farsi le ossa...

    > Per i patiti di un sistema va bene ogni cosa, lo
    > capisco, ma poi è incoerente lamentarsi perché un
    > sistema si afferma più di un
    > altro.

    Un sistema si afferma più di un altro quando lo preinstalli su miliardi di computer...
    non+autenticato
  • > Un sistema si afferma più di un altro quando lo
    > preinstalli su miliardi di
    > computer...

    Non direi: MS-DOS di Microsoft era già molto diffuso prima che arrivasse la moda del preinstallato: anche perché i primissimi IBM compatibili non avevano nemmeno l'hard disk preinstallato, si acquistava a parte, e quindi non potevano avere preinstallato altro che il firmware del BIOS:

    http://www.c-i-a.com/pr0806.htm

    La prima a preinstallare il sistema operativo fu la Apple, con il Macintosh del 1984. Ha aiutato, certo, ma non è mai stato il primo venditore al mondo.
  • Per il DOS bastava un dischetto...

    Apple non è stato il primo venditore al mondo perchè ha sempre scelto soluzioni proprietarie lontano dagli standard che invece incominciavano a seguire i PC.
    non+autenticato
  • > Per il DOS bastava un dischetto...

    Mai detto il contrario. Ma quando i PC hanno cominciato a venderli già con l'hard disk, un Dos preinstallato non faceva mica male. Eppure la Microsoft non ha mai attuato questa politica, in quegli anni. Ha iniziato con windows 95 (se ben ricordo).
    La Apple ha iniziato fin dal primo Macintosh. Cosa più facile, in effetti il sistema operativo era il suo.



    > Apple non è stato il primo venditore al mondo
    > perchè ha sempre scelto soluzioni proprietarie
    > lontano dagli standard che invece incominciavano
    > a seguire i
    > PC.

    Mettila come vuoi. La tua frase "un sistema si afferma più di un altro quando lo preinstalli su miliardi di computer..." non vale anche così, evidentemente non è quello il punto di forza.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > Per il DOS bastava un dischetto...
    >
    > Mai detto il contrario. Ma quando i PC hanno
    > cominciato a venderli già con l'hard disk, un Dos
    > preinstallato non faceva mica male.
    > Eppure la Microsoft non ha mai attuato questa politica, in
    > quegli anni. Ha iniziato con windows 95 (se ben
    > ricordo).

    Si vede che ancroa nooci avevano pensato o che era difficoltoso per l'epoca.La Ms di allora non era mica quella che c'è oggi.

    > La Apple ha iniziato fin dal primo Macintosh.
    > Cosa più facile, in effetti il sistema operativo
    > era il
    > suo.

    si ma benchè preinstallato la diffusione di tale macchina è sempre stata bassa,quindi non ha aiutato.

    > Mettila come vuoi. La tua frase "un sistema si
    > afferma più di un altro quando lo preinstalli su
    > miliardi di computer..."

    su larga scala ...

    > on vale anche così,
    > evidentemente non è quello il punto di
    > forza.

    Stai forse dicendo che windows ha raggiunto il 95% di diffusione perché l'utente ha sempre comprato la versione retail ?

    Mah...non mi risulta...
    non+autenticato
  • > > Mai detto il contrario. Ma quando i PC hanno
    > > cominciato a venderli già con l'hard disk,
    > un
    > Dos
    > > preinstallato non faceva mica male.
    > > Eppure la Microsoft non ha mai attuato
    > questa politica,
    > in
    > > quegli anni. Ha iniziato con windows 95 (se
    > ben
    > > ricordo).
    >
    > Si vede che ancroa nooci avevano pensato o che
    > era difficoltoso per l'epoca.

    Quale difficoltà? Si fa l'accordo coi produttori di PC, sia portatili sia stazionari, e via, MS-Dos preinstallato ovunque. Ma non è andata così. Dos si piratava che era un piacere.


    > La Ms di allora non
    > era mica quella che c'è
    > oggi.

    Che differenza c'era?


    > > La Apple ha iniziato fin dal primo Macintosh.
    > > Cosa più facile, in effetti il sistema
    > operativo
    > > era il
    > > suo.
    >
    > si ma benchè preinstallato la diffusione di tale
    > macchina è sempre stata bassa,quindi non ha
    > aiutato.

    O piuttosto: quel sistema operativo andava bene solo su quella macchina. Ed è così anche ora.
    Preinstallato o non preinstallato, non sarebbe cambiato nulla. Il punto di forza era altrove.


    > > on vale anche così,
    > > evidentemente non è quello il punto di
    > > forza.
    >
    > Stai forse dicendo che windows ha raggiunto il
    > 95% di diffusione perché l'utente ha sempre
    > comprato la versione retail
    > ?

    No, non c'entra nulla. Vedi sopra.
  • - Scritto da: Leguleio
    > Quale difficoltà? Si fa l'accordo coi produttori
    > di PC, sia portatili sia stazionari, e via,
    > MS-Dos preinstallato ovunque. Ma non è andata
    > così. Dos si piratava che era un piacere.

    La Ms di allora non era la Ms di oggi.
    Ms non aveva la forza all'epoca d'imporsi che tu dici,DOPO lo ha fatto.
    Il Dos si piratava facilmente perchè non aveva una chiave di prodotto da inserire... se lo avevi rubato da qualche parte lo ptevi installare su 100 computer senza alcuna attivazione.

    > Che differenza c'era?

    all'epoca era una piccola azienda.

    > O piuttosto: quel sistema operativo andava bene
    > solo su quella macchina. Ed
    > è così anche
    > ora.

    non è che se esprimi lo stesso concetto con paroel diverse il risultato cambia eh...

    > Preinstallato o non preinstallato, non sarebbe
    > cambiato nulla. Il punto di forza era altrove.

    il preinstallato serve per veicolare enormemente un OS,in particolar modo quella di una specifica architettura.
    Sin dal DOS Ms ha sempre abbracciato l'architettuta X86 cosa che apple ha fatto solo nel 2005,se ci aggiungiamo anche una certa flessibilità ed espansione dei PC rispetto ai Mac il gioco e fatto.

    > No, non c'entra nulla. Vedi sopra.

    Invece c'entra eccome,windows si ritrova quest'alta percentuale grazie al preinstallato e non perchè ogni utente si andava a comprare una versione retail dello stesso OS.
    non+autenticato
  • > > Quale difficoltà? Si fa l'accordo coi
    > produttori
    > > di PC, sia portatili sia stazionari, e via,
    > > MS-Dos preinstallato ovunque. Ma non è andata
    > > così. Dos si piratava che era un piacere.
    >
    > La Ms di allora non era la Ms di oggi.

    Nessuno è lo stesso oggi rispetto agli anni Ottanta inizio anni Novanta, ammesso fosse già nato in quegli anni. Ma che significa?
    I prodotti Microsoft in quegli anni erano già abbastanza noti e diffusi al grande pubblico da poter tentare quella mossa, se lo avesse voluto.



    > Ms non aveva la forza all'epoca d'imporsi che tu
    > dici,DOPO lo ha
    > fatto.

    Insomma, abbiamo uno storico del software che vuol far apparire il Bill Gates degli anni Ottanta-Novanta poco più che un poveraccio.

    In questo sito si elencano anno per anno i progressi della Microsoft:

    http://www.thocp.net/companies/microsoft/microsoft...

    Nel 1985, per dire, aveva un fatturato di 140 milioni di dollari (di allora), 910 impiegati, e il programma di foglio di calcolo Multiplan raggiungeva la milionesima unità venduta, un record per l'epoca.


    > Il Dos si piratava facilmente perchè non aveva
    > una chiave di prodotto da inserire... se lo avevi
    > rubato da qualche parte lo ptevi installare su
    > 100 computer senza alcuna
    > attivazione.

    Veramente il codice di attivazione non serve a nulla senza la possibilità di verifica (e di blocco) da remoto, e in quegli anni internet non era diffuso.
    Esisteva la protezione da copia, e la Microsoft per scelta deliberata la eliminò da alcuni programmi, e fece pure pubblicità alla cosa:

    http://books.google.com/books?id=OC8EAAAAMBAJ&lpg=...

    Questo, più che il preinstallato, che non era certo un'invenzione di Gates, fece decollare la diffusione dapprima di Ms-Dos e poi di Windows.


    > > Che differenza c'era?
    >
    > all'epoca era una piccola azienda.

    Talmente piccola che la IBM, un marchio storico dei computer, se la scelse come partner per sviluppare OS/2. Era il 1985, incidentalmente l'anno del lancio di Windows 1.0. L'accordo durò poco, ognuno poi è andato per la propria strada, ma è un fatto che IBM scelse proprio quell'azienda.


    > > Preinstallato o non preinstallato, non
    > sarebbe
    > > cambiato nulla. Il punto di forza era
    > altrove.
    >
    > il preinstallato serve per veicolare enormemente
    > un OS,in particolar modo quella di una specifica
    > architettura.

    Ci sono sistemi operativi che si possono preinstallare su diverse architetture, a differenza di quelli Microsoft, e che di fatto vengono anche preinstallati e si trovano in alcuni negozi, ma che non sfondano sui PC. Solo sui telefonini e sulle tavolette.
    Inutile riscrivere la storia e puntare il dito contro un unico peccato originale che sarebbe il preinstallato, come se alla Apple non preinstallassero fin dal 1984. All'epoca non esistevano alternative valide a quel sistema operativo per i PC IBM compatibili. La Digital Research arrivò troppo tardi con Dos Plus, e in seguito DR DOS, e oramai PC-DOS ed MS-DOS si erano imposti come standard. Senza bisogno di alcun preinstallato.


    > Sin dal DOS Ms ha sempre abbracciato
    > l'architettuta X86 cosa che apple ha fatto solo
    > nel 2005,se ci aggiungiamo anche una certa
    > flessibilità ed espansione dei PC rispetto ai Mac
    > il gioco e
    > fatto.

    Qui stai parlando del motivo per cui l'architettura x86 si è imposta, e sono anche d'accordo, a patto di ricordare che grazie agli accordi di licenza era possibile fabbricare cloni a Taiwan a prezzo contenuto, una mossa di IBM, non certo della Microsoft. Anche la Apple poteva fare un accordo per cloni basati sul processore Motorola 68000 e successivi, ma non ci pensò nemmeno.


    > > No, non c'entra nulla. Vedi sopra.
    >
    > Invece c'entra eccome,windows si ritrova
    > quest'alta percentuale grazie al preinstallato e
    > non perchè ogni utente si andava a comprare una
    > versione retail dello stesso
    > OS.

    Windows si vendeva nei negozi, e si vende tuttora, e con un certo successo. Non è mai stato solo preinstallato, è anche preinstallato.
    Per il semplice fatto che fino ad un certo anno di alternative per gli x86 non ne esistevano proprio, e da quell'anno in poi, chiamiamolo l'anno 0 di linux (non l'anno di linux, che potrebbe dar adito a manifestazioni entusiastiche) le alternative c'erano ma non reggevano al confronto quanto a parco programmi compatibili e a facilità d'uso.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 dicembre 2014 13.31
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Leguleio
    > I prodotti Microsoft in quegli anni erano già
    > abbastanza noti e diffusi al grande pubblico da
    > poter tentare quella mossa, se lo avesse
    > voluto.

    Grande pubblico ? Nell'era del DOS ?

    > Nel 1985, per dire, aveva un fatturato di 140
    > milioni di dollari (di allora), 910 impiegati, e
    > il programma di foglio di calcolo Multiplan
    > raggiungeva la milionesima unità venduta, un
    > record per l'epoca.

    e rapporta tutto sul piano globale,vedi che enorme azienda era...

    > Veramente il codice di attivazione non serve a
    > nulla senza la possibilità di verifica (e di
    > blocco) da remoto, e in quegli anni internet non
    > era diffuso.

    Mica vero,se non hai un codice non prosegui l'installazione,poichè il codice è univoco è sempre un ostacolo che devi affrontare.
    Il problema allora era che potevi installare lo stesso prodotto su centinaia di computer,non c'è una verifica di nessun tipo...

    > Talmente piccola che la IBM, un marchio storico
    > dei computer, se la scelse come partner per
    > sviluppare OS/2.

    e cosa c'entra ?

    > Era il 1985, incidentalmente
    > l'anno del lancio di Windows 1.0. L'accordo durò
    > poco, ognuno poi è andato per la propria strada,
    > ma è un fatto che IBM
    > scelse proprio
    > quell'azienda.

    e cosa significa che scelse proprio quell'azienda ?
    Mica ho detto che era fatta da dilettanti...

    > Ci sono sistemi operativi che si possono
    > preinstallare su diverse architetture, a
    > differenza di quelli Microsoft

    già..

    > e che di fatto
    > vengono anche preinstallati e si trovano in
    > alcuni negozi, ma che non sfondano sui PC. Solo
    > sui telefonini e sulle tavolette.

    e grazie il computer più diffuso è il PC,specie in ambito lavorativo,su quale è preinstallato windows da una vita.

    > Inutile riscrivere la storia e puntare il dito
    > contro un unico peccato originale che sarebbe il
    > preinstallato, come se alla Apple non
    > preinstallassero fin dal 1984.

    La apple non fece mai un OS per il sistema più diffuso,x86..era facilmente prevedibile.

    > La Digital Research arrivò troppo tardi con Dos Plus, e in
    > seguito DR DOS, e oramai PC-DOS ed MS-DOS si
    > erano imposti come standard. Senza bisogno di
    > alcun preinstallato.

    infatti il DOS non era presente sul 95% dei computer..

    > Qui stai parlando del motivo per cui
    > l'architettura x86 si è imposta, e sono anche
    > d'accordo, a patto di ricordare che grazie agli
    > accordi di licenza era possibile fabbricare cloni
    > a Taiwan a prezzo contenuto, una mossa di IBM,
    > non certo della Microsoft. Anche la Apple poteva
    > fare un accordo per cloni basati sul processore
    > Motorola 68000 e successivi, ma non ci pensò
    > nemmeno.

    Non sarebbe cambiato nulla per apple rimaneva sempre una goccia nel mare,l'x86 si era già imposto come architettura.
    L'unica cosa che poteva fare era di adottarlo anche lei e non lo fece..

    > Windows si vendeva nei negozi, e si vende
    > tuttora, e con un certo successo. Non è mai stato
    > solo preinstallato, è anche
    > preinstallato.

    Fai un passo indietro,se preinstalli un OS su qualsiasi PC della terra hai un bacino di utenza enorme.Basta farlo una sola volta per farti conoscere,il resto viene da se.
    non+autenticato
  • Non è il massimo della correttezza rispondere con lo pseudonimo storpiato di un altro. Io mi accorgo che lo stile di scrittura è diverso, altri magari no.
    Rispondo solo ad un paio di questioni.


    > > Veramente il codice di attivazione non serve
    > a
    > > nulla senza la possibilità di verifica (e di
    > > blocco) da remoto, e in quegli anni internet
    > non
    > > era diffuso.
    >
    > Mica vero,se non hai un codice non prosegui
    > l'installazione,poichè il codice è univoco è
    > sempre un ostacolo che devi
    > affrontare.

    Ma si fotocopia anche quello, dai, saranno questi i problemi!
    Solo quando c'è la connessione online alla Microsoft si possono accorgere che una copia di un sistema operativo è stato installato più volte.



    > > La Digital Research arrivò troppo tardi con
    > Dos Plus, e
    > in
    > > seguito DR DOS, e oramai PC-DOS ed MS-DOS si
    > > erano imposti come standard. Senza bisogno di
    > > alcun preinstallato.
    >
    > infatti il DOS non era presente sul 95% dei
    > computer..

    Non so le percentuali dell'epoca. Sui Commodore 64 e sugli Spectrum ZX sicuramente non c'era, idem sui PC della Apple, e nemmeno sul TRS-80. Mi chiedo che sistema operativo potesse mai girare sugli IBM compatibili in alternativa all'Ms-Dos, visto che Xenix (sempre di Microsoft) era diretto a un'utenza più professionale, e il CP/M perdeva colpi mese dopo mese. Io azzardo una percentuale superiore al 95 %.


    > Fai un passo indietro,se preinstalli un OS su
    > qualsiasi PC della terra hai un bacino di utenza
    > enorme.Basta farlo una sola volta per farti
    > conoscere,il resto viene da
    > se.

    L'ossessione del preinstallato... Fra poco ci racconterai che le compagnie petrolifere hanno successo perché la benzina è preinstallata nelle auto.
    Guarda la questione dal lato opposto: i rivenditori di PC iniziarono a vendere le loro macchine con windows già incluso nel prezzo perché la gente non sapeva che farsene di un PC privo di tutto: o si rivolgevano alla Microsoft o di PC non ne vendevano, di alternative commercialmente disponibili almeno fino al 1998 non si parlava.
  • Nel settore mobile, da subito gli utenti hanno avuto la possibilità di scegliere liberamente; il risultato è che Windows Phone, se tutto andrà bene, tra tre anni raggiungerà il 5,6% del mercato (molto più realisticamente, potrebbe anche scomparire del tutto).

    Nel settore embedded le aziende hanno avuto la possibilità di scegliere liberamente; il risultato è che li i SO Microsoft sono del tutto inesistenti.

    Nel settore dei super-computer le aziende hanno avuto la possibilità di scegliere liberamente; il risultato è che, con molta fatica, si riesce a trovare qualche buontempone che ha installato Windows.

    Nel settore desktop, molti sostengono che il successo di Windows sia legato al pre-installato; in realtà, quello è un non-problema visto che chiunque può comprare un PC Windows e metterci qualunque altro SO.
    La vera arma in mano a Microsoft è rappresentata dagli accordi torbidi con le Pubbliche Amministrazioni e le aziende private; se tutti questi soggetti potessero scegliere liberamente, cosa succederebbe?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Nel settore mobile, da subito gli utenti hanno
    > avuto la possibilità di scegliere liberamente; il
    > risultato è che Windows Phone, se tutto andrà
    > bene, tra tre anni raggiungerà il 5,6% del
    > mercato (molto più realisticamente, potrebbe
    > anche scomparire del
    > tutto).
    >
    > Nel settore embedded le aziende hanno avuto la
    > possibilità di scegliere liberamente; il
    > risultato è che li i SO Microsoft sono del tutto
    > inesistenti.
    >
    > Nel settore dei super-computer le aziende hanno
    > avuto la possibilità di scegliere liberamente; il
    > risultato è che, con molta fatica, si riesce a
    > trovare qualche buontempone che ha installato
    > Windows.
    >
    > Nel settore desktop, molti sostengono che il
    > successo di Windows sia legato al pre-installato;
    > in realtà, quello è un non-problema visto che
    > chiunque può comprare un PC Windows e metterci
    > qualunque altro
    > SO.
    > La vera arma in mano a Microsoft è rappresentata
    > dagli accordi torbidi con le Pubbliche
    > Amministrazioni e le aziende private; se tutti
    > questi soggetti potessero scegliere liberamente,
    > cosa
    > succederebbe?
    No semplicemente Windows è arrivato tardiA bocca aperta
    Android è gratis e ai produttori HW piace da morire poter evitare il più possibile di pagare il software.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uno
    >
    > No semplicemente Windows è arrivato tardiA bocca aperta
    > Android è gratis e ai produttori HW piace da
    > morire poter evitare il più possibile di pagare
    > il software.

    Android è gratis?
    non+autenticato
  • chiedilo a quei produttori che pagano per avere le gapps

    e riguardo windows phone http://www.tomshw.it/cont/news/huawei-nessuno-ha-f...

    fatti non parole (TM)
    non+autenticato
  • - Scritto da: macacaro
    > chiedilo a quei produttori che pagano per avere
    > le
    > gapps
    >
    > e riguardo windows phone
    > http://www.tomshw.it/cont/news/huawei-nessuno-ha-f
    >
    > fatti non parole (TM)

    Dallo stesso articolo che ovviamente non hai letto...

    "In Windows Phone c'è un problema che è legato ai costi di licenza rispetto ad Android. Questo aumenta il costo di un telefono del 10%."

    Fatti non parole. Windows phone costa più di android, è arrivato ultimo e si è conquistato il 2/3% di mercato. Non il successo sperato, ovviamente no... ma tutto sommato accettabile per un inizio così in ritardo: se arrivasse al 5% sarebbe lo stesso successo che Apple vanta per i mac nel mercato dei computer.
    non+autenticato
  • tu invece non hai letto tutti i commenti e nemmeno la mia risposta

    si parlava del perchè non viene adottato dai produttori e ti ho postato un articolo che lo spiega

    hai altre domande? vuoi un disegno? un prof che te lo spieghi? Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: macacaro
    > tu invece non hai letto tutti i commenti e
    > nemmeno la mia
    > risposta
    >
    > si parlava del perchè non viene adottato dai
    > produttori e ti ho postato un articolo che lo
    > spiega
    >
    > hai altre domande? vuoi un disegno? un prof che
    > te lo spieghi?
    > Rotola dal ridere

    No ma se vuoi ti faccio un corso accelerato di lettura

    "No semplicemente Windows è arrivato tardiA bocca aperta
    Android è gratis e ai produttori HW piace da morire poter evitare il più possibile di pagare il software."

    Hai risposto a questo ... postando un articolo che dice chiaramente che windows phone è più costoso.

    Vuoi che ti faccia un disegnino?
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > "No semplicemente Windows è arrivato tardiA bocca
    > aperta
    > Android è gratis e ai produttori HW piace da
    > morire poter evitare il più possibile di pagare
    > il
    > software."

    Perchè Ms non può rilasciare WP ai produttori gratis ? E una sua scelta.
    Android è gratis ma grazie Ms e le sue cause fuffa il produttore paga una quota anche a lei,quindi non è del tutto gratis,con tale somma ci ripiana i debiti delle Xbox...
    non+autenticato
  • > Perchè Ms non può rilasciare WP ai produttori
    > gratis ? E una sua
    > scelta.

    no, MS guadagna dal software in primis, Google guadagna dall'advertisement e dai servizi.

    > Android è gratis ma grazie Ms e le sue cause
    > fuffa il produttore paga una quota anche a
    > lei,quindi non è del tutto gratis,con tale somma
    > ci ripiana i debiti delle
    > Xbox...

    Che vuol dire che grazie ai soldi spesi in ricerca e sviluppo microsoft ha potuto ottenere brevetti che android ha rubato e grazie alla sola minaccia di causa e alla coscienza sporca dei produttori microsoft può pagarsi i debiti delle xbox.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > no, MS guadagna dal software in primis, Google
    > guadagna dall'advertisement e dai servizi.

    Ms si ha guadagno con il preinstallato in primis,poi con il resto...

    > Che vuol dire che grazie ai soldi spesi in
    > ricerca e sviluppo microsoft

    In cosa in frittelle come win 8 ?A bocca aperta per poi fare un passo indietro ?A bocca aperta

    > ha potuto ottenere
    > brevetti che android ha rubato

    cosa ha rubato Android la barra di caricamento ? la Fat32 ?A bocca aperta

    > grazie alla sola
    > minaccia di causa e alla coscienza sporca dei
    > produttori microsoft può pagarsi i debiti delle
    > xbox.

    Mica tutti lo fannoOcchiolino
    non+autenticato
  • > Ms si ha guadagno con il preinstallato in
    > primis,poi con il
    > resto...

    E il pre-installato come ci arriva sui computer? Microsoft passa e lo installa uno a uno direttamente nei negozi, gratis?

    > In cosa in frittelle come win 8 ?A bocca aperta per poi fare
    > un passo indietro ?
    >A bocca aperta

    Passo avanti, indietro? Che importa? La quota di mercato è identica. Le vendite vanno.

    > cosa ha rubato Android la barra di caricamento ?
    > la Fat32 ?
    >A bocca aperta

    Chiedilo un po' a tutti quelli che pagano, per cosa pagano.

    > Mica tutti lo fannoOcchiolino

    Tutti tutti.
    non+autenticato
  • Per chi ha windows xp e non ha problemi che mirabolanti funzioni offrono le nuove versioni di windows?

    Quale sarebbero i motivi che mi dovrebbero convincere ad aggiornare, cosa non posso fare con XP?

    In XP mancano aggiornamenti? Bene il primo giorno in cui avrò problemi per questo ne parleremo, ma per il resto?
  • - Scritto da: pippo75
    > Quale sarebbero i motivi che mi dovrebbero
    > convincere ad aggiornare, cosa non posso fare con
    > XP?
    I tuoi motivi dubito che te li possa dire qualcun altro.
    E inoltre mi pare che tu abbia già fatto una volta la stessa domanda.
    In ogni caso, la risposta è: se non hai voglia/possibilità/motivo di cambiare, puoi sempre rimanere con quello che usi oggi.
    Darwin
    5126
  • > E inoltre mi pare che tu abbia già fatto una
    > volta la stessa
    > domanda.

    si, l'ho già fatta varie volte, vedo che hai una buona memoria.

    è una mia domanda ricorrente, ma servono davvero queste soluzioni che ci propinano?


    > In ogni caso, la risposta è: se non hai
    > voglia/possibilità/motivo di cambiare, puoi
    > sempre rimanere con quello che usi
    > oggi.

    Appunto e se fosse questo il problema di windows, non aggiunge niente di veramente utile e per questo che creano problemi ( aggiungere qualcosa quando non serve è facile che crei questo ).

    Passare da win9x a 2k/xp aveva senso, il primo era instabile.
    Ma ora cosa serve che non posso già ottenere con programmi di terze parti?

    Contando che installando programmi di terze parti ho maggiore scelta compresa la possibilità di non installarlo.
  • - Scritto da: pippo75
    > è una mia domanda ricorrente, ma servono davvero
    > queste soluzioni che ci
    > propinano?
    A me cose come UAC, core parking, i miglioramenti in windows explorer, quelli in windows firewall, il miglioramento dello stack grafico ecc., il miglioramento della UI li trovo utili.

    Il moderno Windows Firewall mi ha permesso di non installare soluzioni terze, a differenza di quello di XP.
    UAC mi ha permesso di usare un account limitato e di ridurre i rischi legati a possibili manomissioni del sistema.
    Core Parking mi ha permesso di ottenere una gestione migliore del processore risparmiando energia, ecc.
    Lo stack grafico di Windows, da Vista in poi, non gira in kernel space, con ovvi vantaggi in termini di stabilità del sistema.
    I miglioramenti della UI mi hanno permesso di lavorare in un ambiente quasi del tutto privo di parecchie noie del passato.

    Oppure, conosco persone che aggiornano per la presenza delle nuove DirectX.

    Ma non posso dire lo stesso per te.
    Per questo ti ho detto che è difficile che i tuoi motivi te li dica qualcun altro.

    > Appunto e se fosse questo il problema di windows,
    > non aggiunge niente di veramente utile e per
    > questo che creano problemi ( aggiungere qualcosa
    > quando non serve è facile che crei questo
    > ).
    Il concetto di serve/non serve è puramente personale.
    Varia da scenario in scenario.

    > Passare da win9x a 2k/xp aveva senso, il primo
    > era
    > instabile.
    > Ma ora cosa serve che non posso già ottenere con
    > programmi di terze
    > parti?
    Beh, per come la vedo io è quasi sempre meglio usare una soluzione ufficiale di un sistema, rispetto ad un software di terze parti.
    Dico quasi perché ci possono essere casi in cui una soluzione terza sia migliore di quella di default.

    > Contando che installando programmi di terze parti
    > ho maggiore scelta compresa la possibilità di non
    > installarlo.
    Ma infatti è per questo che ti ho detto che se non hai motivo di cambiare, puoi anche rimanere dove sei.
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: pippo75
    > Per chi ha windows xp e non ha problemi che
    > mirabolanti funzioni offrono le nuove versioni di
    > windows?


    La differenza tra una Fiat 127 e una Fiat Punto.


    > Quale sarebbero i motivi che mi dovrebbero
    > convincere ad aggiornare, cosa non posso fare con
    > XP?


    Ma chi ti vuole convincere? Tienti la tua Fiat 127.



    > In XP mancano aggiornamenti? Bene il primo giorno
    > in cui avrò problemi per questo ne parleremo, ma
    > per il
    > resto?


    Come sopra.
    non+autenticato
  • solito paragone stupido da winaro Rotola dal ridere

    non era meglio ammettere che non ne hai la più pallida idea?
    non+autenticato
  • O magari ha ragione. Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: pippo75
    > > Per chi ha windows xp e non ha problemi che
    > > mirabolanti funzioni offrono le nuove versioni
    > > di windows?

    > La differenza tra una Fiat 127 e una Fiat Punto.

    Che la prima funziona ?

    Io, sapendo che una grooosssa grooooosssa ditta di telefonia ha schedulato a gennaio la fine dell'utilizzo di XP mettendo al posto win 7 a 32 bit, sto raccogliendo legna per comunicare a segnali di fumo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > - Scritto da: pippo75
    > > > Per chi ha windows xp e non ha problemi
    > che
    > > > mirabolanti funzioni offrono le nuove
    > versioni
    > > > di windows?
    >
    > > La differenza tra una Fiat 127 e una Fiat
    > Punto.
    >
    > Che la prima funziona ?

    Io in gioventù ho avuto una Punto che mi ha portato in giro per l'Italia con qualsiasi tempo. Ah... Che ricordi... Quanto c'ero affezionato...

    Va beh, ora preferisco girare più comodo e con tutte quelle funzionalità moderne che rendono la guida molto più semplice, sicura, e rilassante.

    > Io, sapendo che una grooosssa grooooosssa ditta
    > di telefonia ha schedulato a gennaio la fine
    > dell'utilizzo di XP mettendo al posto win 7 a 32
    > bit, sto raccogliendo legna per comunicare a
    > segnali di
    > fumo.

    Wow. E dall'altra parte ti capiscono?
    Prozac
    5066
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: Passante

    > > > La differenza tra una Fiat 127 e
    > > > una Fiat Punto.

    > > Che la prima funziona ?

    > Io in gioventù ho avuto una Punto che mi ha
    > portato in giro per l'Italia con qualsiasi tempo.
    > Ah... Che ricordi... Quanto c'ero affezionato...

    > Va beh, ora preferisco girare più comodo e con
    > tutte quelle funzionalità moderne che rendono la
    > guida molto più semplice, sicura, e rilassante.

    Certo, peccato la bassa affidabilità.

    > > Io, sapendo che una grooosssa grooooosssa
    > ditta
    > > di telefonia ha schedulato a gennaio la fine
    > > dell'utilizzo di XP mettendo al posto win 7
    > > a 32 bit, sto raccogliendo legna per comunicare
    > > a segnali di fumo.

    > Wow. E dall'altra parte ti capiscono?

    Si, visto che in buona parte sono colleghi che lavorano nella suddetta citata sopra che sanno benissimo che ci sarà un crash totale all'arrivo di 7.
    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > Si, visto che in buona parte sono colleghi che
    > lavorano nella suddetta citata sopra che sanno
    > benissimo che ci sarà un crash totale all'arrivo
    > di
    > 7.
    > Rotola dal ridere

    Vorrei ben sperare che, se lo switch-off è pianificato per gennaio, abbiano già migrato la maggior parte dei sistemi su Win7 già adesso. Se pensano di aspettare il 31 per spegnere tutti gli XP, accendere tutti i 7 e pregare che il tutto stia in piedi meglio che cambi compagniaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Quando analisti/economisti fanno previsioni hanno orizzoni credibili inferiori a quelli del servizio meteo.
    Quando dicono "da qui a tre anni" dimostrano di essere pagati per dire qualche cosa.
    non+autenticato
  • Molto bene, Windows 8.1 e' il miglior os per pc progettato da Microsoft.

    Speriamo che la concorrenza prenda spunto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Winner
    > Molto bene, Windows 8.1 e' il miglior os per pc
    > progettato da
    > Microsoft.
    >
    > Speriamo che la concorrenza prenda spunto!

    E' una battuta ?
  • Cos'a che non va windows 8?
    non+autenticato
  • * Cos'ha che non va windows 8?
    non+autenticato
  • Windows 8 ha un problema alla base: paradossalmente a quello che si pensi, è un OS troppo orientato ai Power Users.

    Mi spiego: quando dicono che l'interfaccia è scomoda se usata col mouse, hanno ragione.
    Windows 7 era basato sul vecchio paradigma: clicca qui e clicca là.
    Windows 8 ha imposto un paradigma completamente differente, che lo rende più produttivo sui tablet in quanto usato con le dita, e sui PC quando usato con la tastiera e le shortcut.

    Obbiettivamente, andare a spulciare tutte le applicazioni da una lista infinita o richiamare la Charm Bar col mouse è di una scomodità pazzesca.
    Diverso è se usi WIN+C per la Charm Bar, WIN+I per le impostazioni, e WIN+S per la barra di ricerca.

    Se usato in questa maniera, richiamare le applicazioni o le impostazioni su Windows 8 diventa molto più facile e veloce che con Windows 7.
    Ma questo solo a patto che si conoscano le shortcut.
    Su Windows 7 e precedessori devi usare il mouse e spulciare in tutti quei dozziliardi di sottomenu.
    Su Windows 8, ti basta WIN+S, digitare il nome dell'applicazione o parte di esso, e premere invio per eseguirla.

    Diciamo che se si è un Power User, Windows 8 porta migliorie impressionanti dal punto di vista dell'usabilità.
    Ma se si è una casalinga di voghera la curva di apprendimento diventa molto più ripida.

    Windows 10 ci mette una pezza con un menu tradizionale disabilitabile, per coloro che trovano più comodo il vecchio paradigma.

    Tuttavia, ho notato che anche disattivandolo non è più presente la Charm Bar e le funzioni ad essa connesse, come la ricerca.
    Spero che rimettano questa funzionalità, perché se non dovessero farlo risulterebbe essere un passo indietro enorme, rispetto a Windows 8.

    Ora, io Windows 10 l'ho provato quando uscì all'inizio, quindi se hanno rimesso la Charm Bar con gli update successivi non lo so.
    Darwin
    5126
  • Si ma bisogna anche vedere se con il nuovo fai più passaggi o meno,se ne fai di più c'è qualcosa che non va.

    Le scorciatoie da tastiera erano presenti anche nei windows precedenti...

    Il fatto di trovare un programma mentre scrivi in una casella di ricerca la vedo un pò ridicola come cosa.

    Siamo passati dal "punta e clicca" a "scrivi e premi invio" ?

    Va bene se lo fai una volta ogni tanto,ma è anche la strada più lunga e meno intuitiva...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Si ma bisogna anche vedere se con il nuovo fai
    > più passaggi o meno,se ne fai di più c'è qualcosa
    > che non
    > va.
    Infatti non fai più passaggi, ne fai meno.
    Il punto è proprio quello.
    Al posto di spulciare diecimila menu, scrivi anche solo parte del nome.

    > Le scorciatoie da tastiera erano presenti anche
    > nei windows
    > precedenti...
    Sì, ma è cambiato l'approccio.
    Prima erano un plus. Ora sono lo standard.

    > Il fatto di trovare un programma mentre scrivi in
    > una casella di ricerca la vedo un pò ridicola
    > come
    > cosa.
    In realtà, no.
    Questa è una soluzione usata tantissimo anche in ambiente UNIX.
    Pensa a tutti quelli che usano tiling Window Manager, come awesome e dwm. dmenu, infatti, funziona alla stessa maniera: Alt+P, digiti, e invio.
    Tanta gente, io compreso, lo fa anche su KDE con Alt+F2, e persino su GNOME Shell e Unity è diventata una cosa abituale.

    Si perde meno tempo a digitare il nome di una applicazione e lanciarla, piuttosto che cercare tra gli applicativi installati.

    Però, ripeto, sono comodità per Power Users.
    Gli utenti comuni preferiscono i menu, ed ecco spiegato il motivo dell'esistenza dei programmi per rimettere il menu start su Windows 8.

    > Siamo passati dal "punta e clicca" a "scrivi e
    > premi invio"
    > ?
    Funziona così fin dalla notte dei tempi.
    Il metodo per lanciare applicativi è sempre stato questo, fin dai tempi della linea di comando.
    Poi sono arrivate le GUI e hanno portato paradigmi idioti e controproducenti.

    Adesso si sta cercando di tornare indietro, perché è il modello più logico.
    D'altronde se tu devi lanciare una applicazione, sai già il suo nome.
    Perché perdere tempo a cercarla tra sottomenu vari, quando puoi semplicemente cominciare a digitare il suo nome e farla comparire immediatamente?

    > Va bene se lo fai una volta ogni tanto,ma è anche
    > la strada più lunga
    Al contrario, è la via più breve per aprire una applicazione.
    Fai prima a digitare WIN+S e "wmp" per aprire Windows Media Player, piuttosto che Start->Tutti i Programmi->Windows Media Player.
    Senza contare che non togli nemmeno le dita dalla tastiera per muoverle sul mouse.

    > e meno
    > intuitiva...
    Il concetto di intuitività è viziato dall'abitudine verso paradigmi di GUI broken-by-design.
    Se provi a vederla in maniera obbiettiva, vedrai che è più intuitivo e logico richiamare una applicazione scrivendo il suo nome, piuttosto che aprire menu a caso.
    Darwin
    5126
  • Il problema è che volevano imporre un modo di usare il PC, che non è adatto, se microsoft era furba, non segava il desktop come fece con 8.

    Certe voci sono state messo in maniera illogica, per andare nel pannello di controllo, dovevi fare dei giri assurdi..ecc ecc.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Il problema è che volevano imporre un modo di
    > usare il PC, che non è adatto, se microsoft era
    > furba, non segava il desktop come fece con
    > 8.
    >
    > Certe voci sono state messo in maniera illogica,
    > per andare nel pannello di controllo, dovevi fare
    > dei giri assurdi..ecc
    > ecc.

    Poi proprio oggi ho scoperto che la finestra dei permessi dei files e' ancora NON RESIZABILE: un bel rettangolino fisso, al centro di uno schermo immenso, con le scroll bar per scorrere la lista degli utenti.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Il problema è che volevano imporre un modo di
    > usare il PC, che non è adatto, se microsoft era
    > furba, non segava il desktop come fece con
    > 8.
    Beh, il desktop non l'ha segato.
    Non ti sto mica scrivendo da un'interfaccia Modern. xD

    Diciamo che MS ha invertito l'ordine delle cose.
    Quello che è uscito come Windows 8 sarebbe dovuto essere Windows 10, e quello che uscirà come Windows 10 sarebbe dovuto uscire come Windows 8.

    Io sono per l'idea che un cambio più graduale sarebbe stato decisamente migliore dal punto di vista della reputazione del sistema.

    > Certe voci sono state messo in maniera illogica,
    > per andare nel pannello di controllo, dovevi fare
    > dei giri assurdi..ecc
    > ecc.
    Non so a quali giri ti riferisci.
    Io, dal desktop, quelle poche volte che apro il Pannello di Controllo lo faccio con WIN+I e invio.
    Quando sto su una applicazione Modern lo apro con WIN+S e digito "controllo".
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: Darwin
    > - Scritto da: Etype
    > > Si ma bisogna anche vedere se con il nuovo
    > fai
    > > più passaggi o meno,se ne fai di più c'è
    > qualcosa
    > > che non
    > > va.
    > Infatti non fai più passaggi, ne fai meno.
    > Il punto è proprio quello.
    > Al posto di spulciare diecimila menu, scrivi
    > anche solo parte del
    > nome.

    Se lo sai il nome!

    > Si perde meno tempo a digitare il nome di una
    > applicazione e lanciarla, piuttosto che cercare
    > tra gli applicativi
    > installati.

    Se lo sai il nome!

    > Adesso si sta cercando di tornare indietro,
    > perché è il modello più
    > logico.
    > D'altronde se tu devi lanciare una applicazione,
    > sai già il suo
    > nome.

    Magari non sai come si scrive...
    O lo hai sempre pronunciato sbagliato...