Luca Annunziata

Cortana, viaggio italiano

L'assistente personale di Windows Phone (e in futuro anche di Windows) rilasciato in versione preliminare nel Belpaese. Con funzioni limitate anche rispetto alla beta giÓ presente negli USA

Roma - Dopo sei mesi circa dal suo rilascio in anteprima sul mercato USA, Cortana inizia il suo cammino anche in altri paesi non di lingua inglese: in queste ore l'assistente virtuale di Windows Phone ha iniziato la sua attività in Italia, Francia, Spagna e Germania, anche se rispetto alla beta già rilasciata anche nel Regno Unito e in Cina mostra funzionalità limitate. Si tratta comunque di un passaggio obbligato per lo sviluppo della tecnologia, che ha bisogno di essere rodata sul campo per funzionare al meglio.

I terminali Windows Phone 8.1 registrati al programma di anteprima (Windows Phone Developer Preview) dalla mezzanotte di oggi possono iniziare a sperimentare le richieste al proprio smartphone: Cortana, che è un personaggio della saga di Halo prima dell'assistente virtuale Microsoft, risponde a domande sul tempo, sui risultati dei più importanti campionati di calcio, ma per ora non sarà in grado di fornire risposte puntuali a domande di cultura generale o fornire indicazioni specifiche per muoversi con i mezzi pubblici al di fuori delle più grandi città europee. Cortana può anche fare altro, come ricordare appuntamenti e promemoria in determinati luoghi o momenti, e le sue capacità miglioreranno col tempo.

Per funzionare, infatti, Cortana ha bisogno di queste preview alpha e beta: Microsoft mette le mani avanti chiarendo che si tratta di un'anteprima, che non rappresenta il prodotto finito, ma la raccolta di informazioni tramite l'utilizzo è necessaria per migliorare l'affidabilità e la rapidità di funzionamento del prodotto e per fargli acquisire dimestichezza con accenti, modi di dire ed esigenze tipiche dei paesi in cui funziona. Questa è la principale ragione per decidere di presentare a una platea piuttosto vasta un prodotto non finito: l'utilizzo è funzionale al suo perfezionamento e, al crescere del feedback diretto e indiretto ricevuto, Microsoft potrà effettuare le modifiche necessarie a migliorarne le capacità.
Il prossimo passaggio, atteso entro poche settimane, sarà l'approdo di Cortana anche sulla Preview di Windows 10: l'ipotesi più probabile è che ciò avvenga in concomitanza con il rilascio della Consumer Preview programmata per il mese di gennaio.

Luca Annunziata
Notizie collegate