Gaia Bottà

Lizard Squad, un nuovo arresto

Fermato nel Regno Unito un giovane sospettato di aver preso parte agli attacchi DDoS natalizi che hanno abbattuto PSN e Xbox Live. Le indagini procedono, in collaborazione con l'FBI

Roma - Le forze dell'ordine britanniche hanno eseguito un secondo arresto: un 18enne è stato fermato nella città di Southport, sospettato di aver preso parte agli attacchi orchestrati contro i servizi online di PlayStation e Xbox dalla crew Lizard Squad, a cavallo delle festività natalizie.



La South East Regional Organised Crime Unit (SEROCU) stava indagando in collaborazione con l'FBI su certe vicende di cracking e di casi di swatting, vale a dire di procurato allarme, non insoliti per Lizard Squad e condotti a mezzo Skype ai danni delle autorità statunitensi: il giovane è stato sospettato "di essere coinvolto in gravi atti di cybercrimine organizzato su scala nazionale e internazionale" e le autorità ritengono possa aver giocato un ruolo nell'attacco DDoS che il mese scorso ha reso inservibili PlayStation Network e Xbox Live sfruttando una rete di router domestici opportunamente compromessi.

Le forze dell'ordine spiegano di aver sequestrato dei non meglio precisati "dispositivi elettronici e digitali" che saranno sottoposti all'analisi dei tecnici nel contesto delle indagini. Il dirigente della unità dedicata al contrasto del cybercrimine di SEROCU ha spiegato che le operazioni investigative sono ancora in una fase preliminare, e che la collaborazione con l'FBI proseguirà al fine di "identificare coloro che commettono reati e determinarne le responsabilità".
Non si tratta del primo arresto correlato agli eventi di dicembre: le forze dell'ordine britanniche hanno arrestato il 22enne Vinnie Omari, ritenuto uno dei vertici di Lizard Squad, mentre le autorità finlandesi hanno interrogato un minorenne, per cui non è stato disposto il fermo.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàLizard Squad, arresto e indaginiLe forze dell'ordine britanniche eseguono un arresto, le forze dell'ordine finlandesi interrogano un minorenne. Entrambi sarebbero connessi a Lizard Squad e al DDoS di Natale che ha abbattuto i servizi online di PlayStation e Xbox
  • SicurezzaLizard Squad e i router telecomandatiL'infrastruttura malevola che ha messo in ginocchio PSN e Xbox Live durante le vacanze natalizie sarebbe composta da router domestici vulnerabili, sfruttati a mo' di botnet. L'ultima falla scovata nei router Asus conferma l'ipotesi
  • SicurezzaConsole, Natale offline causa DDoSLa crew di Lizard Squad mantiene le promesse e butta giù i network videoludici giusto in tempo per le feste. Il ritorno alla normalità è lento, le conseguenze bruciano e anche Anonymous partecipa al "gioco" delle accuse e delle minacce
  • AttualitàSony PSN sotto attacco, minaccia bomba per il presidenteFinisce offline la piattaforma di gioco della console nipponica, sotto i colpi di un DDoS. Coinvolti anche Battle.net e altri giochi. John Smedley costretto a far atterrare il proprio aereo a causa delle minacce di farlo esplodere