Alfonso Maruccia

Windows 10, codice fresco da testare

Dopo la presentazione ufficiale e gli annunci della scorsa settimana, arriva la nuova build di Windows 10 da scaricare, installare e mettere alla prova su PC e VM. Cosa c'è, cosa manca e le promesse per le build future

Roma - Dopo aver svelato le tante novità che Windows 10 porterà agli utenti di PC, Microsoft ha in questi giorni reso disponibile la nuova versione della Technical Preview per chi fosse interessato a un'impressione di prima mano della qualità dell'OS e dell'impatto delle suddette novità.

Non tutte le funzionalità anticipate in quel di Redmond sono incluse nella nuova build (9926), ma smanettoni ed early adopter potranno avere accesso a novità come l'assistente digitale Cortana, le nuove notifiche dell'Action Center (praticamente fuso assieme all'area delle notifiche in basso a destra), Continuum per il cambio di interfaccia passando dalla tastiera allo schermo touch, un nuovo Windows Store per le "app" monofunzionali e "universali", e altro ancora.

La build 9926 di Windows 10 include anche una nuova schermata di login, nuovi calendario e orologio in stile Metro/Modern e le tanto chiacchierate DirectX 12. L'impatto delle nuove librerie multimediali sul consumo e le performance dei giochi su PC dovrebbe essere significativo, ferma restando la necessità di attendere la distribuzione di nuovi driver di sistema da parte dei produttori di GPU e l'arrivo di hardware capace di sfruttarne appieno le caratteristiche.
A bordo della nuova preview di Windows 10 c'è anche una app Xbox, grazie alla quale i proprietari della console videoludica potranno consultare il proprio profilo e quello degli amici, visualizzare il log delle attività recenti e poco altro. Nuove funzionalità verranno aggiunte col passare del tempo, a cominciare dallo streaming dei giochi Xbox su PC.

Gli utenti hanno avviato i test del codice preliminare di Windows 10 e l'apposito forum ufficiale già si riempie di richieste di supporto per questo o quel problema, mentre Microsoft deve fare i conti con le domande sugli aggiornamenti per terminali Lumia a Windows 10 (in versione mobile): a quanto pare tutti gli attuali smartphone Windows 8 potranno fare il salto a Windows 10, e gli intoppi in tal senso potrebbero arrivare soprattutto da parte di chi gli smartphone li ha prodotti e immessi sul mercato.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaWindows 10 è dappertuttoIl prossimo Windows (in versione mobile) farà dimenticare l'insuccesso di Windows Phone, promette Microsoft, mentre i videogiocatori su PC potranno contare su una piattaforma all'avanguardia. Ballmer ci scommette
67 Commenti alla Notizia Windows 10, codice fresco da testare
Ordina
  • caxxeggiare a casa col telelavoro a spese di tutti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pepito Sbazzeguti
    > caxxeggiare a casa col telelavoro a spese di
    > tutti...

    Lavorare meno per lavorare tutti !
    non+autenticato
  • Mi piacerebbe sapere se in questo Windows hanno previsto degli strumenti di recupero per districarsi da eventuali guasti sul disco fisso o virus/spyware, tramite accesso in modalità provvisoria e altri bellissimi modi disponibili in Windows XP o Windows 7, incredibilmente scomparsi in Windows 8. Poi vorrei sapere se la Fat è di tipo proprietario e se viene vista da altri sistemi operativi, se Windows 10 vede le partizioni Mac OS e Linux. Poi se è possibile intervenire sui nomi rete e configurazioni di rete, come su Windows 7, cosa impossibile su Windows 8 a meno di smanettare sul registro! Grazie a chi cortesemente mi risponderà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Borgato Michele
    > Mi piacerebbe sapere se in questo Windows hanno
    > previsto degli strumenti di recupero per
    > districarsi da eventuali guasti sul disco fisso o
    > virus/spyware, tramite accesso in modalità
    > provvisoria e altri bellissimi modi disponibili
    > in Windows XP o Windows 7, incredibilmente
    > scomparsi in Windows 8. Poi vorrei sapere se la
    > Fat è di tipo proprietario e se viene vista da
    > altri sistemi operativi, se Windows 10 vede le
    > partizioni Mac OS e Linux. Poi se è possibile
    > intervenire sui nomi rete e configurazioni di
    > rete, come su Windows 7, cosa impossibile su
    > Windows 8 a meno di smanettare sul registro!
    > Grazie a chi cortesemente mi
    > risponderà.

    Ad una delle domande posso rispondere io.
    Non solo non riconosce una partizione ext4, ma si permette pure di chiedere, in fase di installazione: "Sul tuo sistema e' presente una partizione inutilizzata che occupa ben xxx GB di spazio. Vuoi recuperare questo spazio e assegnarlo a windows?"
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Borgato Michele
    > > Mi piacerebbe sapere se in questo Windows
    > hanno
    > > previsto degli strumenti di recupero per
    > > districarsi da eventuali guasti sul disco
    > fisso
    > o
    > > virus/spyware, tramite accesso in modalità
    > > provvisoria e altri bellissimi modi
    > disponibili
    > > in Windows XP o Windows 7, incredibilmente
    > > scomparsi in Windows 8. Poi vorrei sapere se
    > la
    > > Fat è di tipo proprietario e se viene vista
    > da
    > > altri sistemi operativi, se Windows 10 vede
    > le
    > > partizioni Mac OS e Linux. Poi se è possibile
    > > intervenire sui nomi rete e configurazioni di
    > > rete, come su Windows 7, cosa impossibile su
    > > Windows 8 a meno di smanettare sul registro!
    > > Grazie a chi cortesemente mi
    > > risponderà.
    >
    > Ad una delle domande posso rispondere io.
    > Non solo non riconosce una partizione ext4, ma si
    > permette pure di chiedere, in fase di
    > installazione: "Sul tuo sistema e' presente una
    > partizione inutilizzata che occupa ben xxx GB di
    > spazio. Vuoi recuperare questo spazio e
    > assegnarlo a
    > windows?"

    Beh è un default gradito ai più.
    Si chiama "Brasare quel cesso di OS".

    Ottimo.
    maxsix
    9966
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Borgato Michele
    > > > Mi piacerebbe sapere se in questo
    > Windows
    > > hanno
    > > > previsto degli strumenti di recupero per
    > > > districarsi da eventuali guasti sul
    > disco
    > > fisso
    > > o
    > > > virus/spyware, tramite accesso in
    > modalità
    > > > provvisoria e altri bellissimi modi
    > > disponibili
    > > > in Windows XP o Windows 7,
    > incredibilmente
    > > > scomparsi in Windows 8. Poi vorrei
    > sapere
    > se
    > > la
    > > > Fat è di tipo proprietario e se viene
    > vista
    > > da
    > > > altri sistemi operativi, se Windows 10
    > vede
    > > le
    > > > partizioni Mac OS e Linux. Poi se è
    > possibile
    > > > intervenire sui nomi rete e
    > configurazioni
    > di
    > > > rete, come su Windows 7, cosa
    > impossibile
    > su
    > > > Windows 8 a meno di smanettare sul
    > registro!
    > > > Grazie a chi cortesemente mi
    > > > risponderà.
    > >
    > > Ad una delle domande posso rispondere io.
    > > Non solo non riconosce una partizione ext4,
    > ma
    > si
    > > permette pure di chiedere, in fase di
    > > installazione: "Sul tuo sistema e' presente
    > una
    > > partizione inutilizzata che occupa ben xxx
    > GB
    > di
    > > spazio. Vuoi recuperare questo spazio e
    > > assegnarlo a
    > > windows?"
    >
    > Beh è un default gradito ai più.
    > Si chiama "Brasare quel cesso di OS".
    >
    > Ottimo.

    Infatti sara' stata inserita per facilitare il compito di quei quattro fighetti che comprano un mac e poi ci vogliono installare winsozz.
  • - Scritto da: maxsix
    >
    > Beh è un default gradito ai più.
    > Si chiama "Brasare quel cesso di OS".

    A dire la verità, chi crea una partizione EXT4 ha come unico scopo: "Brasare quel cesso di Windows".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > - Scritto da: maxsix
    > >
    > > Beh è un default gradito ai più.
    > > Si chiama "Brasare quel cesso di OS".
    >
    > A dire la verità, chi crea una partizione EXT4 ha
    > come unico scopo: "Brasare quel cesso di
    > Windows".

    Tu sei troppo ottimista, riguardo alle capacità di deduzione di certe persone.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ad una delle domande posso rispondere io.
    > Non solo non riconosce una partizione ext4, ma si
    > permette pure di chiedere, in fase di
    > installazione: "Sul tuo sistema e' presente una
    > partizione inutilizzata che occupa ben xxx GB di
    > spazio. Vuoi recuperare questo spazio e
    > assegnarlo a
    > windows?"

    Domanda: Linux riconosce una partizione ReFS?
    Altra domanda: perché dovrebbe usare una partizione ext quando ha di suo NTFS o ReFS?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Ad una delle domande posso rispondere io.
    > > Non solo non riconosce una partizione ext4,
    > ma
    > si
    > > permette pure di chiedere, in fase di
    > > installazione: "Sul tuo sistema e' presente
    > una
    > > partizione inutilizzata che occupa ben xxx
    > GB
    > di
    > > spazio. Vuoi recuperare questo spazio e
    > > assegnarlo a
    > > windows?"
    >
    > Domanda: Linux riconosce una partizione ReFS?

    pur avendo driver per molti FS, non credo, linux attualmente gestisca refs. Ma guardando la storia, non tardera' molto ad essere quanto meno leggibile.

    > Altra domanda: perché dovrebbe usare una
    > partizione ext quando ha di suo NTFS o
    > ReFS?

    interoperabilita' (tramite la lettura di vari filesistem oltre ai tuoi), questa sconosciuta.

    stai messo male....
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > > Domanda: Linux riconosce una partizione ReFS?
    >
    > pur avendo driver per molti FS, non credo, linux
    > attualmente gestisca refs. Ma guardando la
    > storia, non tardera' molto ad essere quanto meno
    > leggibile.

    Poi , tra una quindicina d'anni , si accorgono (quelli bravi , non voi) essere buggato.

    Rotola dal ridere
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: ...
    > > > Domanda: Linux riconosce una partizione
    > ReFS?
    > >
    > > pur avendo driver per molti FS, non credo,
    > linux
    > > attualmente gestisca refs. Ma guardando la
    > > storia, non tardera' molto ad essere quanto
    > meno
    > > leggibile.
    >
    > Poi , tra una quindicina d'anni , si accorgono
    > (quelli bravi , non voi) essere buggato.

    E che ciò nonostante non ci sono stati danniA bocca aperta mentre sasser e blaster hanno fatto danni per milioni anche se il buco era già stato chiuso.
    Tutta lì la differenza.
    non+autenticato
  • Ma cosa ne vuoi sapere tu dei danni che puó aver fatto se , primo sei al corrente da poche ore di questo bug, secondo , ora che lo sai , non sai comunque di cosa si tratta.

    Smammare!
  • Ora non e' affatto malvagio!
  • - Scritto da: anverone99
    > Ora non e' affatto malvagio!

    Ma è obbligatori fornire un account e-mail, all'atto dell'installazione?
  • Mh in windows 8 era possibile in qualche modo avere un user tradizionale.
    Ma se vuoi usare tutte le funzionalita devi avere un account Microsoft che serve per:
    - Condividere la configurazione tra i tuoi device (cortana, configurazione desktop (sfondi etc), musica in caso usi xbox music, calendario, etc.)
    - Darti accesso a one drive.
    - Poter tenere traccia delle applicazioni che hai comprato sul marketplace in modo da non doverle ricomprare se per caso le disistalli.
    - App mail.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Yee
    > Mh in windows 8 era possibile in qualche modo
    > avere un user
    > tradizionale.
    > Ma se vuoi usare tutte le funzionalita devi avere
    > un account Microsoft che serve
    > per:
    > - Condividere la configurazione tra i tuoi device
    > (cortana, configurazione desktop (sfondi etc),
    > musica in caso usi xbox music, calendario,
    > etc.)
    > - Darti accesso a one drive.
    > - Poter tenere traccia delle applicazioni che hai
    > comprato sul marketplace in modo da non doverle
    > ricomprare se per caso le
    > disistalli.
    > - App mail.

    Be', visto così (e per il mio profilo d'uso) non perderei granchè. Il fatto è che già in W8.1 ci ho messo 5 minuti a capire come fare per *non* fornire un'email. Volevo solo sapere se in W10 fosse diventato obbligatorio sì o sì.

    Grazie!
  • - Scritto da: Elrond
    > - Scritto da: anverone99
    > > Ora non e' affatto malvagio!
    >
    > Ma è obbligatori fornire un account e-mail,
    > all'atto
    > dell'installazione?

    all'installazione no, pero' per usare molte app, l'onedrive, ecc. un account microsoft e' praticamente obbligatorio.
  • - Scritto da: anverone99
    > - Scritto da: Elrond
    > > - Scritto da: anverone99
    > > > Ora non e' affatto malvagio!
    > >
    > > Ma è obbligatori fornire un account e-mail,
    > > all'atto
    > > dell'installazione?
    >
    > all'installazione no, pero' per usare molte app,
    > l'onedrive, ecc. un account microsoft e'
    > praticamente
    > obbligatorio.

    Non mi ha chiesto nulla, ne' per scaricare l'iso, ne' per installare la VM.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Non mi ha chiesto nulla, ne' per scaricare l'iso,
    > ne' per installare la
    > VM.

    Te lo chiede tra un po', 199 Euro (anzi, Euri...)Occhiolino
    non+autenticato
  • La start screen era piu comoda prima... Hanno tolto il search tra le sole app che era comodissimo, e il background grigio e un po triste.

    Start screen a parte buono.

    Cortana non e male. Ho provato a chiedergli cose base tipo di tradurmi una parola, quando e nato un cantante, cambio euro dollar e riprodurre della musica e ha funzionato. Ora devono espanderene le capacita.

    Bello anche il nuovo setting per gestire la configurazione del computer.
    non+autenticato
  • Ho scaricato la iso in italiano.
    L'ho caricata sulla VM e ho installato.

    Ha appena finito di installare e ora sta effettuando il primo riavvio.

    A breve qualche impressione in tempo reale.

    Per adesso devo dire che la finestrella azzurrina divisa in 4 e' abbastanza pietosa rispetto al logo animato e colorato di 7.
  • Cominciamo bene.
    Il copia/incolla nella finestra di creazione dell'utente non funziona.

    Non posso riportare qui il messaggio di errore.

    In pratica mi dice che mi viene proibito usare come nome utente uno dei seguenti: AUX, CON, COM1, COM2, etc...

    Riprovo usando come username AUX.1 ma ancora mi dice lo stesso messaggio di errore.

    Da notare che non ho usato le parole riservate che ha elencato: ho provato a usare AUX.1

    Non demordo...
  • Fantastico.

    Ho provato a usare come username AUX. (AUX seguito da un punto) e mi esce il messaggio che non posso usare i caratteri seguenti: e propone una sfilza di caratteri di punteggiatura, tra cui virgolette, virgole e duepunti, ma il punto non compare in quell'elenco.

    E siamo a due messaggi di errore completamente sbagliati.

    E ancora devo creare l'utente...