MyDoom, sulle tracce dell'untore

Secondo gli esperti a creare le due varianti di MyDoom sarebbe stata sempre la stessa persona, un programmatore professionista. Si studia il codice dei due worm. Intanto SCO e Microsoft schivano il peggio

Roma - Alcune tracce che potrebbero aiutare gli investigatori ad individuare l'autore dei worm che più hanno fatto danni nella storia, MyDoom e Mydoom.B, sarebbero contenute nei codici dei worm stessi. Ad affermarlo sono gli esperti di Network Associates che, come molti altri colleghi, stanno collaborando con FBI e Interpol per tentare di dare un volto all'untore informatico.

Stando agli analisti, nella variante B del worm si trova inserito un nome, "andy", che è lo stesso riscontrato nel codice del primo MyDoom, e ciò induce a ritenere che la mano dietro entrambe le versioni del worm sia la stessa. "Sembrerebbe - ha spiegato uno degli esperti al lavoro sul codice dei worm - che qualcuno abbia scritto e poi controllato il codice sorgente. L'idea è che questo andy sia la persona che abbia eseguito questo controllo".

I ricercatori hanno sottolineato che, nonostante qualche progresso, rimane altamente improbabile rintracciare l'untore anche perché è ancora estremamente difficile stabilire il luogo dove inizialmente si è manifestato il worm. Senza riuscire a determinare un'area circoscritta, o una specifica rete, è pressoché impossibile individuare il computer numero uno, quello da cui tutto è iniziato. Le speculazioni sulla possibile origine russa del worm non sarebbero peraltro confermate dalle indagini di queste ore.
A indicare che l'untore sia un programmatore professionista, invece, sarebbe un debole indizio, cioè il testo di quanto appare nel messaggio email che viene riprodotto da MyDoom.B, una frase che dice, in inglese, "Sto solo facendo il mio lavoro, niente di personale, scusatemi".

La caccia all'untore procede in mezzo mondo anche grazie ai sostanziosi premi promessi da SCO e Microsoft per chi offrirà informazioni utili all'individuazione dell'autore dei worm: ciascuna delle due aziende ha messo sul piatto 250mila dollari.

Entrambe le softwarehouse, come noto, sono obiettivo degli attacchi distributed denial-of-service (dDoS) delle due versioni del worm, una infezione che anche in Italia si è diffusa tantissimo (tanto che proprio ieri il Comune di Torino ha reso noto che negli ultimi giorni ha dovuto far fronte a oltre mezzo milione di messaggi infettati). Bombardate dalle richieste ai propri server web sparate dai computer infetti, entrambe le aziende hanno attivato procedure di contrasto all'attacco che, al momento, consentono all'una e all'altra di mantenere attivi i propri siti.

Infine proprio da Network Associates è arrivata ieri una notizia rasserenante, almeno per Microsoft, in quanto la versione B di MyDoom, quella studiata per scatenare un assalto ai server del big di Redmond, conterrebbe un errore di programmazione tale da impedire al 93 per cento dei computer infettati da MyDoom.B di scatenare effettivamente quell'attacco.
TAG: cybercops
99 Commenti alla Notizia MyDoom, sulle tracce dell'untore
Ordina
  • Scusatemi ma non riesco più a trovare il post in cui mi spiegavate i significati di LOL, troll, ROTL...qualcosa etc etc.

    C'è qualche anima santa che me li rispiega o mi linka il post di cui sopra?
    grazie grazie grazie grazie...:D:D:D:D
    non+autenticato
  • La diffusione di MyDoom è causata da:

    1) il sistema operativo microsoft (il DOS con una gui con icone a 250.000.000 di colori) che permette (in tanti casi impedisce) una corretta gestione della sicurezza
    2) outlook che permette di spammare a tutti gli indirizzi che sono allegati
    3) gli utenti incompetenti che eseguono qualsiasi allegato che gli arriva

    per ridurre del 20-30% la diffusione di questi virus/warm sarebbe sufficiente che gli utenti venissero obbligati a pensare prima di fare qualcosa e soprattutto venissero obbligati a seguire un corso base.

    per eliminare un ulteriore 30-40% basterebbe vietare l'uso di outlook che è un vero spammer

    per eliminare il 100% di questi virus warm basterebbe usare un sistema operativo vero
    non+autenticato
  • Se sapevo che attaccava la microsoft me installavo windows apposta pe farlo girareSorride)))
    non+autenticato

  • > per eliminare il 100% di questi virus warm

    Per eliminare il 100% dei virus worm basterebbe evitare di scriverli.

    Se qulacuno li scrive basta evitare di aprire le email che li trasportano.


    > basterebbe usare un sistema operativo vero

    Il tuo sistema operativo "vero" ha i driver per tutto l'hardware che puoi acquistare?
    E' una domanda retorica, non devi rispondere.

    h724
    non+autenticato
  • e pensa.... non ha neanche incredimail! ma come faranno a vivere questi linari????????
    AHAHAHAHAHAH!
    non+autenticato
  • o certo ho bisogno di 10.000.000 di colori per le miei icone altrimenti come faccio a far funzionare il piccì?

    se una cosa manca ad un sistema operativo libero la puoi fare tu ... naturalmente devi avere qualche piccola conoscenza e non essere l'utonto di turno
    non+autenticato
  • > se una cosa manca ad un sistema operativo
    > libero la puoi fare tu ... naturalmente devi
    > avere qualche piccola conoscenza e non
    > essere l'utonto di turno

    vabbè adesso non spariamola grossa. A me piace Linux e mi ritengo un utente medio, ma da qui a dire che un hw se vuoi lo fai funzionare anche a un utente generico ce n'è di strada!
    Sappiamo bene che x un utonto scaricare driver o installare il cd della scheda nuova può essere difficile. Ma è anche vero che un utente medio che ha basi di programmazione non è che si scrive i moduli dall'oggi al domani!!!
    non+autenticato
  • Ovviamente Scherzavo per incredimail.... e poi ho tutti i colori che mi pare sul mio portatile con gentoo!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > o certo ho bisogno di 10.000.000 di colori
    > per le miei icone altrimenti come faccio a
    > far funzionare il piccì?
    >
    > se una cosa manca ad un sistema operativo
    > libero la puoi fare tu ... naturalmente devi
    > avere qualche piccola conoscenza e non
    > essere l'utonto di turno

    dimentichi una piccola cosa, che è quella che fa grande microsoft, su 1 miliardo di pc installati sono pochissime le persone in grado di scrivere quello che manca all'os.

    per farmi capire meglio, non è pensabile e nemmeno auspicabile che io debba mettere mano all'os e scrivere programmi, parti o ricopilare kernel per poter usare un pc, perchè non è pensabile?

    non ho tempo, il mio lavoro è fare la segretaria, il manager, il dottore ecc non è fare l'informatico e non possimao fare tutti gli informatici, ognuno deve fare il suo.

    io il pc lo voglio usare, con programmi facili e semplici che facciano ciò che voglio a casa e in ufficio e non obblighino a capire come funzionano. ne ho abbastanza a studiare il mio lavoro, a mantenermi informato nel mio campo. se devo mettermi a fare anche il programmatore allora ciao, non vivo più.

    quindi per favore, lascia stare i milioni di colori, lascia stare lo scriversi le parti che mancano. non tutti devono essere per forza appassionati di pc, ad alcuni basta usarlo.

    quando linux sarà al pari di windows per software e driver e facilità d'uso vedrai che lo useranno in tantissimi, ma per ora lo sanno tutto anche tordwall che linux non è pronto essendo ancora troppo difficile per un utente base.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > dimentichi una piccola cosa, che è
    > quella che fa grande microsoft, su 1
    > miliardo di pc installati sono pochissime le
    > persone in grado di scrivere quello che
    > manca all'os.

    non credo proprio che siano così poche, altrimenti i progetti liberi non avrebbero raggiunto i traguardi attuali.
    Inoltre non occorre essere esperti per poter partecipare ad un progetto; la partecipazione può essere anche fatta da persone che non sene intendono per nulla di programmazione, oltre alla programmazione ci sono altre cose importantissime come per esempio il testing, la segnalazione di bug, la segnalazione di migliorie (cose che a te sembrano necessarie e che non ci sono), la compilazione di manuali o la lora traduzione, ...
    Quindi volendo ognuno può collaborare alla realizzazione di qualsiasi parte software direttamente od indirettamente

    > per farmi capire meglio, non è
    > pensabile e nemmeno auspicabile che io debba
    > mettere mano all'os e scrivere programmi,
    > parti o ricopilare kernel per poter usare un
    > pc, perchè non è pensabile?

    perchè no? hai mai provato a far qualcuna di queste cose?

    per esempio compilare il kernel non è poi così difficile:
    1) scarichi il source.tar.bz2
    2) esegui: tar jxvf kernel.....tar.bz2
    3) cd kernel...
    4) make xconfig (se vuoi cambiare qualche configurazione)
    5) make dep clean
    6) make bzImage modules

    e hai compilato il kernel ... oltre a questi ci sono altri 5-10 comandi per installarlo e poterlo usare in alternativa a quello che hai già installato.

    pensi di non essere in grado di scrivere una decina o quindicina di comandi di fila?

    Inoltre non è mica indispensabile ricompilare il kernel per poter usare un sistema operativo GNU/Linux, puoi usare quello che è stato installato di default o prenderti un eseguibile già compilato per la tua cpu

    > non ho tempo, il mio lavoro è fare la
    > segretaria, il manager, il dottore ecc non
    > è fare l'informatico e non possimao
    > fare tutti gli informatici, ognuno deve fare
    > il suo.

    quindi dici che a te va bene se il tuo pc ti costa il 20% di più, se non sai quello che fa mentre lo usi, se ogni tanto succedono cose che non capisci, se man mano che lo usi diventa più lento, che ad un certo punto qualcosa non funziona più e devi reinstallare tutto, che hai bisogno di continui upgrade e acquisti di versioni successive per poterlo usare e poter scambiare i vari file di output con altri, se devi comprare un pc ogni 3-4 anni altrimenti non puoi installare le ultime versioni dei programmi ...

    In definitiva non ti interessa la sicurezza dei tuoi dati, la sicurezza del tuo sistema, le prestazioni (hai un pc che potrebbe andare il 20-50% più veloce, ma a te questo non importa)

    > io il pc lo voglio usare, con programmi
    > facili e semplici che facciano ciò
    > che voglio a casa e in ufficio e non
    > obblighino a capire come funzionano. ne ho
    > abbastanza a studiare il mio lavoro, a
    > mantenermi informato nel mio campo. se devo
    > mettermi a fare anche il programmatore
    > allora ciao, non vivo più.

    la semplicità d'uso è determinata da cosa conosci.
    I mondi sono diversi, ma alla fine il più semplice è quello aperto e non quello chiuso.
    Cosa intendi per semplice?
    * che sei costretta ad installarti un anti-virus che ti occupa costantemente il 5-10% della CPU? che ti frulla l'HD ogni volta che lo accendi ... gli antivirus sono loro stessi dei virus: sono sempre più difficili da disintallare, non sono in grado di trovare il virus se non dopo che questo è entrato nel sistema (pensa un po' se ti ha danneggiato l'ultimo file che dovevi dare al tuo capo e non c'è tempo per riscriverlo!), non sono in grado di trovare ciò che non conoscono, cioè virus nuovi e quindi devi continuamente aggiornarli ...
    * poi se vuoi essere sicura di non prendere i virus occorre installare un firewall ... ma qui bisogna impararlo a gestirlo, altrimenti non funzionerà nulla o funzionerà tutto e sarà come non averlo
    * che le funzionalità sono spostate da un posto all'altro tra una versione e la successiva dello stesso sistema operativo?
    * che le combinazioni tasti sono differenti tra i vari prodotti della stessa casa (guarda per esempio come cercare una stringa in word ed in excell)
    * che un file di ms-office occupa il 90% dello spazio inutilmente (tanto ora la rete è veloce ... peccato che la casella di posta si riempa dopo pochi allegati)
    * ...

    > quindi per favore, lascia stare i milioni di
    > colori, lascia stare lo scriversi le parti
    > che mancano. non tutti devono essere per
    > forza appassionati di pc, ad alcuni basta
    > usarlo.

    infatti non occorre essere appassionati, basta interessarsi quel minimo che basta per farlo funzionare, ed inoltre potere usare liberamente quello che hai comprato per tutto il tempo che vuoi (non come le nuove licenze microsoft che sono a tempo) e per quanti anni vuoi senza dover aggiornare hardware e software ogni 5 minuti

    > quando linux sarà al pari di windows
    > per software e driver e facilità
    > d'uso vedrai che lo useranno in tantissimi,
    > ma per ora lo sanno tutto anche tordwall che
    > linux non è pronto essendo ancora
    > troppo difficile per un utente base.

    prima di tutto Linux è soltanto il kernel, il motore del sistema operativo. Il sistema operativo si chiama GNU/Linux e qui c'è una grande differenza è come chiamare una macchina con il suo motore senza considerare che oltre quello ci sono altre cose: telaio, sedili, volante, finestrini, ...
    Inoltre windows è soltanto una GUI che si appoggia sul DOS.

    In realtà i prodotti liberi sono quasi sempre migliori di quelli commerciali per diversi motivi.
    La facilità d'uso dipende dalle tue conoscenze, cioè dal mondo da cui provieni (è come dire io non vado in francia perchè li parlano in modo strano ed è difficile per me comunicare ... certo se tu non sei francese e non conosci la lingua puoi avere qualche difficoltà ... la stessa cosa però la può dire un francese che non vuole venire in Italia per gli stessi motivi)

    Il software libero è più che pronto ad essere usato benissimo da utenti "base", certo se provengono dal mondo chiuso microsoft all'inizio avranno difficoltà ... c'è sempre qualche difficoltà quando si passa verso nuove conoscenze; le difficoltà ci sono, anzi sono maggiori, quando si passa da un prodotto scadente ad uno di molto più elevato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    [tanti bei discorsi]
    La domanda era semplice: chi mi scrive i driver, visto che i produttori, spesso, non lo fanno?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > dimentichi una piccola cosa, che
    > è
    > > quella che fa grande microsoft, su 1
    > > miliardo di pc installati sono
    > pochissime le
    > > persone in grado di scrivere quello che
    > > manca all'os.

    CICCIO GUARDA CHE GIA' SE A UNA PERSONA CHE TI DICE CHE NON GLIENE FREGA NIENTE DI PROGRAMMAZIONE ANCHE MINIMA, GLI PARLI DI KERNEL, OS, STRINGHE DI COMANDO, SOURCE TAR, CPU E QUANT'ALTRO, QUESTO MANCO TI STA A SENTIRE PERCHE' MAGARI NON SA PROPRIO DI CHE CAVOLO PARLI!!!!!!!!!
    Il problema è che soprattutto gente che lavora per gli enti pubblici tipo la Regione Lombardia (lavoro per un'azienda informatica per la Regione), i comuni, le province eccetera, DEVONO ASSOLUTAMENTE fare un corso minimo ma proprio minimo almeno per capire che kakkio è una CPU, il desktop e che se gli dici "apra il browser" non ti rispondano "e dove lo trovo???"

    > per esempio compilare il kernel non è
    > poi così difficile:
    > 1) scarichi il source.tar.bz2
    > 2) esegui: tar jxvf kernel.....tar.bz2
    > 3) cd kernel...
    > 4) make xconfig (se vuoi cambiare qualche
    > configurazione)
    > 5) make dep clean
    > 6) make bzImage modules
    >
    > e hai compilato il kernel ... oltre a questi
    > ci sono altri 5-10 comandi per installarlo e
    > poterlo usare in alternativa a quello che
    > hai già installato.
    >
    > pensi di non essere in grado di scrivere una
    > decina o quindicina di comandi di fila?
    >
    > Inoltre non è mica indispensabile
    > ricompilare il kernel per poter usare un
    > sistema operativo GNU/Linux, puoi usare
    > quello che è stato installato di
    > default o prenderti un eseguibile già
    > compilato per la tua cpu
    >
    > > non ho tempo, il mio lavoro è
    > fare la
    > > segretaria, il manager, il dottore ecc
    > non
    > > è fare l'informatico e non
    > possimao
    > > fare tutti gli informatici, ognuno deve
    > fare
    > > il suo.
    >
    > quindi dici che a te va bene se il tuo pc ti
    > costa il 20% di più, se non sai
    > quello che fa mentre lo usi, se ogni tanto
    > succedono cose che non capisci, se man mano
    > che lo usi diventa più lento, che ad
    > un certo punto qualcosa non funziona
    > più e devi reinstallare tutto, che
    > hai bisogno di continui upgrade e acquisti
    > di versioni successive per poterlo usare e
    > poter scambiare i vari file di output con
    > altri, se devi comprare un pc ogni 3-4 anni
    > altrimenti non puoi installare le ultime
    > versioni dei programmi ...
    >
    > In definitiva non ti interessa la sicurezza
    > dei tuoi dati, la sicurezza del tuo sistema,
    > le prestazioni (hai un pc che potrebbe
    > andare il 20-50% più veloce, ma a te
    > questo non importa)
    >
    > > io il pc lo voglio usare, con programmi
    > > facili e semplici che facciano
    > ciò
    > > che voglio a casa e in ufficio e non
    > > obblighino a capire come funzionano. ne
    > ho
    > > abbastanza a studiare il mio lavoro, a
    > > mantenermi informato nel mio campo. se
    > devo
    > > mettermi a fare anche il programmatore
    > > allora ciao, non vivo più.
    >
    > la semplicità d'uso è
    > determinata da cosa conosci.
    > I mondi sono diversi, ma alla fine il
    > più semplice è quello aperto e
    > non quello chiuso.
    > Cosa intendi per semplice?
    > * che sei costretta ad installarti un
    > anti-virus che ti occupa costantemente il
    > 5-10% della CPU? che ti frulla l'HD ogni
    > volta che lo accendi ... gli antivirus sono
    > loro stessi dei virus: sono sempre
    > più difficili da disintallare, non
    > sono in grado di trovare il virus se non
    > dopo che questo è entrato nel sistema
    > (pensa un po' se ti ha danneggiato l'ultimo
    > file che dovevi dare al tuo capo e non
    > c'è tempo per riscriverlo!), non sono
    > in grado di trovare ciò che non
    > conoscono, cioè virus nuovi e quindi
    > devi continuamente aggiornarli ...
    > * poi se vuoi essere sicura di non prendere
    > i virus occorre installare un firewall ...
    > ma qui bisogna impararlo a gestirlo,
    > altrimenti non funzionerà nulla o
    > funzionerà tutto e sarà come
    > non averlo
    > * che le funzionalità sono spostate
    > da un posto all'altro tra una versione e la
    > successiva dello stesso sistema operativo?
    > * che le combinazioni tasti sono differenti
    > tra i vari prodotti della stessa casa
    > (guarda per esempio come cercare una stringa
    > in word ed in excell)
    > * che un file di ms-office occupa il 90%
    > dello spazio inutilmente (tanto ora la rete
    > è veloce ... peccato che la casella
    > di posta si riempa dopo pochi allegati)
    > * ...
    >
    > > quindi per favore, lascia stare i
    > milioni di
    > > colori, lascia stare lo scriversi le
    > parti
    > > che mancano. non tutti devono essere per
    > > forza appassionati di pc, ad alcuni
    > basta
    > > usarlo.
    >
    > infatti non occorre essere appassionati,
    > basta interessarsi quel minimo che basta per
    > farlo funzionare, ed inoltre potere usare
    > liberamente quello che hai comprato per
    > tutto il tempo che vuoi (non come le nuove
    > licenze microsoft che sono a tempo) e per
    > quanti anni vuoi senza dover aggiornare
    > hardware e software ogni 5 minuti
    >
    > > quando linux sarà al pari di
    > windows
    > > per software e driver e facilità
    > > d'uso vedrai che lo useranno in
    > tantissimi,
    > > ma per ora lo sanno tutto anche
    > tordwall che
    > > linux non è pronto essendo ancora
    > > troppo difficile per un utente base.
    >
    > prima di tutto Linux è soltanto il
    > kernel, il motore del sistema operativo. Il
    > sistema operativo si chiama GNU/Linux e qui
    > c'è una grande differenza è
    > come chiamare una macchina con il suo motore
    > senza considerare che oltre quello ci sono
    > altre cose: telaio, sedili, volante,
    > finestrini, ...
    > Inoltre windows è soltanto una GUI
    > che si appoggia sul DOS.
    >
    > In realtà i prodotti liberi sono
    > quasi sempre migliori di quelli commerciali
    > per diversi motivi.
    > La facilità d'uso dipende dalle tue
    > conoscenze, cioè dal mondo da cui
    > provieni (è come dire io non vado in
    > francia perchè li parlano in modo
    > strano ed è difficile per me
    > comunicare ... certo se tu non sei francese
    > e non conosci la lingua puoi avere qualche
    > difficoltà ... la stessa cosa
    > però la può dire un francese
    > che non vuole venire in Italia per gli
    > stessi motivi)
    >
    > Il software libero è più che
    > pronto ad essere usato benissimo da utenti
    > "base", certo se provengono dal mondo chiuso
    > microsoft all'inizio avranno
    > difficoltà ... c'è sempre
    > qualche difficoltà quando si passa
    > verso nuove conoscenze; le difficoltà
    > ci sono, anzi sono maggiori, quando si passa
    > da un prodotto scadente ad uno di molto
    > più elevato.
    non+autenticato
  • Non di certo SCO o Microsoft che hanno i loro siti attivi e non sembrano aver subito nulla se non un po' di pubblicità a loro favore da tutta questa storia (addirittura la microsoft non ha neanche subito l'attacco da quanto riportato nel testo)

    Ci è stato davvero danneggiato sono i progetti di software libero; infatti questi si basano su programmatori che sono sparti nel mondo e usano le mail (mailing list) per comunicare.

    Questi virus/warm hanno danneggiato questi tipi di progetti che si sono visti rallentanti se non fermati per lunghi periodi e non solo per poche ore come denunciano sco e microsoft.

    Poichè gli indirizzi delle mailing list delle varie comunità sono pubblici sono stati presi di mira con anche gli indirizzi email delle persone che sono iscritte a queste mailing list.

    Quindi chi ha fatto questi prodotti in realtà non può appartenere alla comunità perchè è stata questa la prima (e quasi sola) ad essere stata danneggiata.

    non+autenticato
  • > Quindi chi ha fatto questi prodotti in realtà non può appartenere alla > comunità perchè è stata questa la prima (e quasi sola) ad essere
    > stata danneggiata.

    Questo era ovvio a prescindere, per tanti motivi. Che questo sia pero' un modo per gettare una cattiva luce sulla comunita' Gnu-Linux mi pare altrettanto evidente. E questo, secondo me, e' il danno maggiore.

    ...senza contare che Linux ha gia' le armi per vincere su moltissimi fronti, non ci sarebbe certo bisogno di rappresaglie tipo "Wargames"Sorride

    [Ma come cavolo e' che il subj. mi esce a caso ?]

    ==================================
    Modificato dall'autore il 04/02/2004 13.26.36

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non di certo SCO o Microsoft che hanno i
    > loro siti attivi e non sembrano aver subito
    > nulla se non un po' di pubblicità a
    > loro favore da tutta questa storia
    > (addirittura la microsoft non ha neanche
    > subito l'attacco da quanto riportato nel
    > testo)
    >

    .azzo dici... SCO è tre giorni che non esiste più. Microsoft ha dovuto rafforzare le sue misure di sicurezza, e tu credi che non abbiano subito danni?

    Vallo a dire a quei clienti SCO che non riescono più ad avere assistenza via WEB...

    Ma tu hai idea di quante migliaia di aziende in Italia usano Sco System ??? E siamo solo in Italia...

    Microsoft si è salvata per un pelo... ma ci mancava poco per creare un disastro di livello mondiale...
    non+autenticato
  • > .azzo dici... SCO è tre giorni che
    > non esiste più. Microsoft ha dovuto
    > rafforzare le sue misure di sicurezza, e tu
    > credi che non abbiano subito danni?
    > Vallo a dire a quei clienti SCO che non
    > riescono più ad avere assistenza via
    > WEB...

    maaa, i danni se li fa già da sola con le sue dichiarazioni strampalate. Inoltre questa è tutta buona pubblicità per lei gratis ed inoltre i clienti che non riescono a raggiungere il suo sito di sicuro non reclamano con lei, magari dicono: "poverina ..."

    > Ma tu hai idea di quante migliaia di aziende
    > in Italia usano Sco System ??? E siamo solo
    > in Italia...

    forse è meglio che iniziano a pensare ad un prodotto migliore. Io non riesco a capire come si fa a restare cliente di un'azienda che un giorno prima osanna un prodotto e il giorno dopo se la prende con tutti coloro che l'hanno usato.
    La coerenza è una cosa indispensabile per poter sopravvivere e per far si che i propri clienti abbiano fiducia.
    Basta vedere tutte le dichiarazioni farneticanti che fanno per decidere di cambiare fornitore.

    > Microsoft si è salvata per un pelo...

    perchè non si è riusciti a dimostrare che Andy è un loro stipendiato e pagato per fare queste cose?
    accidendti e perchè non sono riusciti a prenderlo per un pelo? ... come è riuscito a scappare?
    Vuoi forse dire che è stato tentato di autodenunciarsi per prendere i 250.000$, ma poi bill gli ha detto che non glieli avrebbe dati perchè era già stato pagato per quel lavoro?

    > ma ci mancava poco per creare un disastro di
    > livello mondiale...

    si è vero ci è mancato un pelo che microsoft fosse l'unica alternativa ad un vero sistema operativo ... ma per fortuna ci sono dei veri sistemi operativi: GNU/Linux, GNU/BSD, ...
    non+autenticato
  • No, dai, non ci credo!!! dimmi che non è vero! svegliatemi vi pregooooooooooooooooooooooooo!!!:|
    non+autenticato
  • Non è ammissibile che ancora oggi si dia la possibilità, a molti seguaci del pinguino, di sferrare questi attacchi col solo scopo di annullare tutta l'industria del software che non rientra nella filosofia dello stallman...

    riflettendo bene a questa situazione, la conclusione è ferma: siamo agli inizi dell'era dell'anarchia informatica... potete darmi pure del troll, ma dagli attacchi ddos al terrorismo omicida il passo, imho, sarà breve.

    Si potrebbe pure dire che linux sta al ddos come l'islam sta ai kamikaze ...

    Staremo a vedere...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non è ammissibile che ancora oggi si
    > dia la possibilità, a molti seguaci
    > del pinguino, di sferrare questi attacchi
    > col solo scopo di annullare tutta
    > l'industria del software che non rientra
    > nella filosofia dello stallman...

    Bè, ma la storia è vecchia. L'open source e la GPL sono fondamentalmente delle pietre scagliate contro le multinazionali dell'informatica. Si sa chi è contro le multinazionali: ti sembra che i no-global siano dei prototipi di democratici? Loro esercitano la loro libertà di spaccare le vetrine e dare fuoco alle auto, nei loro cortei.

    > Si potrebbe pure dire che linux sta al ddos
    > come l'islam sta ai kamikaze ...

    Almeno i kamikaze muoiono negli attacchi. Qui siamo più prossimi ai pacchi bomba degli anarco-insurrezionalisti.

    >
    > Staremo a vedere...
    non+autenticato
  • pur non essendo no global, non riconoscendomi in toto nelle loro idee, e pur non amando la GPL tento di rispondere a questo tuo post estremamente qualunquista
    e anche di bassa lega

    > Bè, ma la storia è vecchia.
    > L'open source e la GPL sono fondamentalmente
    > delle pietre scagliate contro le
    > multinazionali dell'informatica. Si sa chi

    nel pieno rispetto di ogni legge
    GPL e' un altro modo di scrivere e distribuire software
    non ha nulla di reazionario o sovversivo

    > è contro le multinazionali: ti sembra

    essere contro le multinazionali cosa ha di sbagliato?
    cosa ha di antidemocratico?
    cosa c'e' di rivoluzionario in questo?
    ci sono persone in Italia che hanno alti incarichi istituzionali e sono contro le minoranze, gli extracomunitari li chiamano bingo bongo e vogliono pisciare sulle moschee.
    Lo ritengo un peccato ben peggiore.

    > che i no-global siano dei prototipi di
    > democratici? Loro esercitano la loro
    > libertà di spaccare le vetrine e dare
    > fuoco alle auto, nei loro cortei.
    >

    Facile qualunquismo
    Ragionando per schemi cosi rigici non si arriva da nessuna parte.
    E d altronde solo una dilagante ignoranza o la voglia di alimentare lo scontro possono far giungere a queste conclusioni becere.
    Potrei allora fare il parallelismo chi vota Berlusconi e' un ladro evasore di tasse e corruttore (gli imprenditori sono tutti cosi' no?),. chi sta con AN e' un fascista, chi vota a sinistra e' un comunista e cosi via...
    Troppo facile.
    E nonostante tu abba ragione sulle vetrine spaccate, basta uno stronzo a spaccare le vetrine.
    Ma non bastano 500 mila persone perche' un TG parli di loro senza fare il parallelismo che fai te manifestazione == vetrine spaccate.
    A roma io non ho visto nessun danno.
    E c'era tanta gente, con la quale, ti ripeto, condivido molto poco. Ti diro anche di piu', vivendo in zona circo massimo ricevo molti fastidi da queste manifestazioni.
    ma leggittimamente e nel pieno rispetto delle regole e' giusto che chi ha qualcosa da dire lo dica.

    > > Si potrebbe pure dire che linux sta al
    > ddos
    > > come l'islam sta ai kamikaze ...
    >
    > Almeno i kamikaze muoiono negli attacchi.
    > Qui siamo più prossimi ai pacchi
    > bomba degli anarco-insurrezionalisti.

    non c'entrano nulla ne gli uni ne gli altri.
    Strumentalizzare gli stupidi e' molto facile.
    Ma solo gli stupidi ci cascano.
    Tu stai dicendo che se il kamikaze si fa esplodere in mercedes, la colpa e' della mercedes.
    Ripensa bene a quello che hai scritto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Non è ammissibile che ancora
    > oggi si
    > > dia la possibilità, a molti
    > seguaci
    > > del pinguino, di sferrare questi
    > attacchi
    > > col solo scopo di annullare tutta
    > > l'industria del software che non rientra
    > > nella filosofia dello stallman...
    >
    > Bè, ma la storia è vecchia.
    > L'open source e la GPL sono fondamentalmente
    > delle pietre scagliate contro le
    > multinazionali dell'informatica. Si sa chi
    > è contro le multinazionali: ti sembra
    > che i no-global siano dei prototipi di
    > democratici? Loro esercitano la loro
    > libertà di spaccare le vetrine e dare
    > fuoco alle auto, nei loro cortei.
    >

    Chiaro che bisogna sempre fare d'ogni erba un fascio.
    Anzi. Propongo: perché non dichiarare Novell una società di TERRORISTI?
    In fondo: Novell ha acquistato SuSE che vende Linux, che sfrutta la GPL, che è contro le multinazionali, come i noglobal, che spaccano le vetrine e sicuramente sono in contatto con i terroristi internazionali.

    MA PER PIACERE!

    Mi considero new-global (no-global mi pare un'etichetta poco propositiva, e io mi considero propositivo), compro al commercio Equo, sono stato due volte in Brasile (A MIE SPESE!) per volontariato per conto di un'associazione di cui sono stato presidente, apprezzo la marcia Perugia-Assisi anche se non ci sono mai stato, mi ritengo politicamente ci centro-sinistra, ho ancora la bandiera della pace appesa.

    SONO UN NEW-GLOBAL (o, se proprio preferisci, NO-GLOBAL, anche se non mi piace). Apprezzo la licenza d'uso GPL.

    Ma quelli che diffondono Worm o spaccano le vetrine li metterei dentro, perché non rispettano leggi civili e penali, nè si tratta di contestazione pacifica, poiché causano danni economici rilevanti e non producono nulla di buono; mentre tentare di fermare un trasporto di armi attraverso l'Italia affinché i mass media parlino del fatto che attraverso l'Italia passano armi destinate alla guerra...beh...forse quello effettivamente riconosco che procura danni economici (ritardi nella fornitura, ad esempio), ma lo ritengo accettabile (fermo restando che deve essere un blocco pacifico). Ma forse questo è già troppo complesso, e ricco di sfumature per chi vede il mondo in bianco e nero, in buoni e cattivi, in destra e sinistra,...

    Ad ogni modo, chissà in quale "categoria" cado io, agli occhi di chi vede il mondo su basi di opposti? Sognatore?Utopista?
    Che vive sull'altro mondo perché non conosce le "spietate regole del mercato"? Boh...chissà.

    Salute a tutti,
    dani
    PS: sono inavvertitamente scivolato OT...scusate.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non è ammissibile che ancora oggi si
    > dia la possibilità, a molti seguaci
    > del pinguino, di sferrare questi attacchi
    > col solo scopo di annullare tutta
    > l'industria del software che non rientra
    > nella filosofia dello stallman...

    sei pronto a dimostrare quanto dici in tribunale?

    > riflettendo bene a questa situazione, la
    > conclusione è ferma: siamo agli inizi
    > dell'era dell'anarchia informatica... potete
    > darmi pure del troll, ma dagli attacchi ddos
    > al terrorismo omicida il passo, imho,
    > sarà breve.

    non mi interessa darti del troll, ma piuttosto vorrei darti la dimostrazione di quanto sei in errore. E te la darò di fronte a un giudice.
    Mi son stufato di gente oziosa che non si rende conto di quali interessi LAVORATIVI LECITI tira in ballo con le proprie balzane teorie.

    Ti ricordo che non esiste alcun colpevole fino a prova contraria. E' uno dei caposaldi della Costituzione Italiana, oltre a rappresentare un principio base delle culture liberali occidentali e democratiche.
    Stai dimostrando che NON sei parte di questa civiltà, oltre che essere anti-Costituzione

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ti ricordo che non esiste alcun colpevole
    > fino a prova contraria. E' uno dei caposaldi
    > della Costituzione Italiana, oltre a
    > rappresentare un principio base delle
    > culture liberali occidentali e democratiche.
    > Stai dimostrando che NON sei parte di questa
    > civiltà, oltre che essere
    > anti-Costituzione
    >

    si..si... certo, chiama un giudice...

    intanto sfido chiunque ad ammettere che gli autori di un virus che vuole occultare l'immagine di Sco ed MS usino Windows Xp o magari Sco System V Unix...

    io ho dato una mia opinione senza tirare in ballo nessun nome...

    quindi... O tu non sai leggere, o tu non conosci la Costituzione, oppure tu ti sei sentito offeso personalmente. In questo caso mi dispace tanto (anche se non ti conosco).
    non+autenticato

  • > intanto sfido chiunque ad ammettere che gli
    > autori di un virus che vuole occultare
    > l'immagine di Sco ed MS usino Windows Xp o
    > magari Sco System V Unix...

    Ribalrtanto la frittata ti sfido IO ad ammettere che gli autori del virus che vuole accultare SCO e MS usino Linux.

    Entrambi non abbiamo ragione in quanto stiamo facendo delle SUPPOSIZIONI. Io a differenza di tua non ho fatto un post intitolato "E' TUTTA COLPA DI SCO E MS".

    A tuo avviso chi ha sbagliato ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > Ribalrtanto la frittata ti sfido IO ad
    > ammettere che gli autori del virus che vuole
    > accultare SCO e MS usino Linux.
    >

    secondo la mia opinione, quei viruswriters usano linux ... tu pensala come vuoi...

    credi davvero che io stia abusando della mia libertà di parola?
    non+autenticato

  • >
    > secondo la mia opinione, quei viruswriters
    > usano linux ... tu pensala come vuoi...
    >
    > credi davvero che io stia abusando della mia
    > libertà di parola?

    anche usassero linux, il problema non è linux, ma dei singoli che creano questi problemi.

    Ti ricordi il caso della Uno Bianca, dai la colpa alla Fiat Uno, oppure ai singoli?


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > >
    > > Ribalrtanto la frittata ti sfido IO ad
    > > ammettere che gli autori del virus che
    > vuole
    > > accultare SCO e MS usino Linux.
    > >
    >
    > secondo la mia opinione, quei viruswriters
    > usano linux ... tu pensala come vuoi...
    >

    secondo me quei virus writer hanno vita facile perchè il mondo è pieno di pc con una ciofeca di SO... indovina quale è ?


    > credi davvero che io stia abusando della mia
    > libertà di parola?

    ... stai solo abusando della libertà di trollaggio...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > >
    > > Ribalrtanto la frittata ti sfido IO ad
    > > ammettere che gli autori del virus che
    > vuole
    > > accultare SCO e MS usino Linux.
    > >
    >
    > secondo la mia opinione, quei viruswriters
    > usano linux ...

    opinione non supportata da ALCUNA prova

    Sembri proprio degno del McBride, nello sparar sentenze prima del processo

    > tu pensala come vuoi...

    penso che sei uno sprovveduto, oltre che calunniatore

    > credi davvero che io stia abusando della mia
    > libertà di parola?

    calunniando un'intera categoria di persone senza avere alcuna prova di quello che dici?

    certo !


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)