Claudio Tamburrino

Banda Larga, il progetto italiano passa per l'Europa

Al via i primi programmi relativi ai fondi europei per il periodo 2014-2020: per il momento 5,5 miliardi divisi per regioni e destinati ad aree tematiche, tra cui il Piano Nazionale per la Banda Larga

Roma - La nuova programmazione dei fondi di coesione 2014-2020 ha avuto l'abbrivio con l'approvazione dei primi 12 programmi da parte della Commissione Europea. Nel complesso i numeri previsti dall'accordo raggiunto lo scorso ottobre a Bruxelles prevedono l'erogazione per l'Italia per il prossimo settennato un totale di 43 miliardi di euro, 32,2 provenienti dai fondi della politica di coesione, 10,4 da quelli per lo sviluppo rurale e 537,3 milioni da quelli per il settore marittimo e della pesca.

I primi programmi ad essere stati approvati ed avviati mettono per il momento a disposizione 5,5 miliardi, di cui 2,759 milioni stanziati dall'UE attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e l'altra metà derivante dal cofinanziamento nazionale: il tutto diviso per le diverse regioni.

Questi fondi saranno destinati ad una serie di progetti per diversi temi che vanno dall'occupazione alla sostenibilità ambientale, passando per la banda larga: per quanto riguarda quest'ultima, il progetto punta - in collaborazione con gli investitori privati - a sviluppare la rete di nuova generazione da far arrivare entro il 2020 anche nelle zone digital-divise.
Che siano stati stanziati non significa che potranno ora essere spesi liberamente dalle amministrazioni italiane: per utilizzarli l'Europa chiede un'elevata organizzazione, un cofinanziamento nazionale ed il rispetto di un meccanismo ciclico di gestione e monitoraggio che lega controlli concreti all'effettivo sblocco dei fondi, meccanismi utili ad evitare gli sprechi. Una situazione davanti alla quale non sempre gli amministratori italiani si sono dimostrati preparati, finendo per non riuscire a interfacciarsi con la burocrazia europea e che ha comportato in passato la perdita di larga parte dei fondi a disposizione.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàUE, solo un miliardo per la ReteMolto poco rispetto ai 9,2 miliardi precedentemente proposti per la banda larga ed i servizi digitali. Saranno abbastanza per raggiungere gli obiettivi dell'Agenda Digitale, combinati con gli investimenti privati?
  • AttualitàBanda Larga, fondi da rivedereL'UE boccia l'Agenda digitale italiana, e mentre il ministro Guidi ammonisce alla determinazione nel perseguire politiche di digitalizzazione, il PD pensa piuttosto ad una legge ad hoc contro l'hate speech online
4 Commenti alla Notizia Banda Larga, il progetto italiano passa per l'Europa
Ordina
  • Stanziare significa semplicemente:
    iscrivere una somma in un bilancio preventivo.
    Dal punto di vista operativo non significa che ci sono i soldi disponibili per tutti ...
    Esempio: la regione X stanzia tot milioni di euro per la ristrutturazione delle case, è sottointeso che non è detto che ce ne siano per tutti. Se per qualsiasi motivo il denaro viene utilizzato per fare altro l'unica cosa certa è che uno la ristrutturazione se la paga tutta da solo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Stanziare significa semplicemente:
    > iscrivere una somma in un bilancio
    > preventivo
    .
    > Dal punto di vista operativo non significa che ci
    > sono i soldi disponibili per tutti
    > ...
    > Esempio: la regione X stanzia tot milioni di euro
    > per la ristrutturazione delle case, è sottointeso
    > che non è detto che ce ne siano per tutti. Se per
    > qualsiasi motivo il denaro viene utilizzato per
    > fare altro l'unica cosa certa è che uno la
    > ristrutturazione se la paga tutta da
    > solo...

    no.
    se sono iscritti a bilancio, i fondi ci sono.
    che poi vengano spesi è un altro paio di maniche, ma nel tuo esempio deve esserci una variazione di bilancio per usare i soldi da un'altra parte. si può fare, ma non è così semplice e soprattutto non può toccare i diritti acquisiti da chi ha già visto approvare la ristrutturazione.
    non+autenticato
  • ... tuttavia manca ancora l'autorizzazione dell'ONU.
    Ne riparliamo fra 10 anni.
    non+autenticato
  • Costi e tempi della burocrazia italiana+
    Costi e tempi della burocrazia europea=
    Ere geologiche
    non+autenticato