I 16enni italiani comprano i PC

Quelli scontati. I numeri del ministero all'Innovazione affermano che sono 36mila i giovani che hanno approfittato del contributo statale, ora disponibile fino al 31 marzo per i nati nell'87. Molti gli interessati alla ECDL

Roma - Vola con Internet ha avuto fino a questo momento 36mila seguaci. L'iniziativa voluta dal ministero all'Innovazione per spingere la diffusione dei personal computer presso i più giovani fino a questo momento ha riscosso quello che viene considerato un ottimo successo.

L'iniziativa, ripresa anche dalla Finanziaria di quest'anno per l'innovazione e il "passaggio al digitale" degli italiani, ha fin qui raccolto il consenso di 36mila giovani, tutti beneficiari del contributo governativo di 175 euro per l'acquisto di nuovi personal computer, tutti divenuti 16enni nel corso del 2003.

I dati forniti dal Ministero parlano per la precisione di 36.488 ragazzi, un risultato che, "per l'elevata adesione e la forte richiesta", ha portato ad una estensione dell'operazione fino al 31 marzo 2004, grazie ad un accordo tra ministero all'Innovazione e ministero dell'Economia. Una estensione che riguarda ancora solo i nati nel 1987, cioè coloro che hanno compiuto 16 anni nel 2003.
"Con questa proroga - ha spiegato il ministro Lucio Stanca - necessaria per far fronte alle molte domande ancora inevase e accontentare le attese di un numero notevole di 16enni, contiamo di arrivare a 50 mila giovani nati nell'87 che avranno acquistato il pc con il bonus governativo".

Di interesse segnalare che, a differenza di quanto accaduto in altre occasioni, Vola con Internet è stata utilizzata in modo pressoché omogeneo nelle diverse regioni d'Italia, anche nel meridione. Sono 9mila i negozianti che, soprattutto nelle grandi città, hanno aderito all'iniziativa.

Inoltre, come ha sottolineato Stanca, "quasi la metà di quanti hanno aderito ha sfruttato anche i vantaggi aggiuntivi previsti per la partecipazione ai corsi del programma ECDL per il conseguimento della Patente informatica europea, testimoniando così come sia stata colta questa opportunità non solo per acquistare un PC ma anche per avviare un indispensabile processo di formazione". Stanca ha ricordato che il bonus per il PC e le agevolazioni per l'ECDL hanno portato il contributo a quota 340 euro.

Come detto, grazie a quanto deciso nella Finanziaria di quest'anno, anche i giovani nati nel 1988, che quindi quest'anno compiono 16 anni, potranno sfruttare presto i contributi di Vola con Internet.
TAG: hw
28 Commenti alla Notizia I 16enni italiani comprano i PC
Ordina
  • vorrei sapere se l'iniziativa è ancora disponibile.... io sono nata nel 1993 e compirò 16 anni l'anno prossimo, quindi mi sto già informando da ora... potete rispondermi per favore? grazie
    non+autenticato
  • agli studenti universitari che hanno molto + bisogno del pc dei ragazzini delle superiori?

    Non è che vogliono inc***rci quella vaccata di ecdl a tutti i costi? poi il ragazzino che impara "sistema operativo: in passato si usava il DOS, ora ci sono più sistemi operativi diversi: windows98, windows2000, windowsME, WindowsXP Home, WindowsXP professional, Windows server 2003" o "i file di testo hanno estensione .doc" o "posta elettronica: cliccare sull'icona di outlook express" diventa automaticamente più qualificato di chi si è fatto anni di pratica su diversi sistemi? Se è così va a finire che vedremo tanti informatici quarantenni ingrossare le fila degli studenti di istituti privati per riqualificarsi (o peggio, rivolgersi a "centri" che ti certificano dopo un corso a (stra)pagamento di 10 secondi e l'esame compilato dal "docente").
    non+autenticato
  • Gli obbiettivi sono:
    - sprecare soldi pubblici
    - far uscire i ragazzi dal mondo reale e farli entrare nel mondo Micro$oft
    non+autenticato
  • Ma va???!!!! Il PC è ormai un desiderio di quasi tutti gli adolescenti, ormai lo vogliono anche i bambini delle elementari - fugurati poi se ti fanno anche un sconticino... che fai, non ne approfitti? Suvvia Stanca, non prenderti meriti che non hai, hai solo dilapidato denaro pubblico e vorrei sapere se ne hanno approfittato ragazzi che veramente non potevano permettersi un PC o anche i figli di famiglie più che benestanti che non ne avevano certo bisogno.
    Sarebbe stato meglio uno sconto sui libri di informatica, magari in Inglese, non sul PC per giocare a FIFA 2004...

  • - Scritto da: ldsandon
    > Sarebbe stato meglio uno sconto sui libri di
    > informatica, magari in Inglese

    Uno sconto sui libri in Italia è come dare un confetto al maiale. Secondo l'Istat il 62% degli italioti non legge neppure un libro all'anno....... e nel 38% dei rimanenti ci sono anche gli studenti, che sono costretti a leggere ma se dipendesse da loro, campa cavallo.
    non+autenticato
  • Vero, siamo un popolo di ignorantoni divisi tra discoteca e quiz televisivi

    ma è cosi che piace ai politici, altrimenti scoppia una rivoluzione e perdono le poltrone.
    meglio un popolo ignorante facilmente sottomesso che uno attivo e acculturatoCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Vero, siamo un popolo di ignorantoni divisi
    > tra discoteca e quiz televisivi
    >
    > ma è cosi che piace ai politici,
    > altrimenti scoppia una rivoluzione e perdono
    > le poltrone.
    > meglio un popolo ignorante facilmente
    > sottomesso che uno attivo e acculturatoCon la lingua fuori

    Il vero problema è che anche cambiando apparentemente la classe politica la situazione non cambia di una virgola. Pentapartito, CAF, governi balneari, bipolarismo di facciata, yuppies rampanti, archi costituzionali e compromessi storici......sono 50 anni e passa che le cose stanno sempre così, dopo un leggero peggioramento socioculturale nei dintorni degli anni 70.
    non+autenticato
  • Sarò strano io, ma l'ecdl mi sembra una porcata. Alla fine non credo che faccia la differenza tra sapersi destreggiare coun pc o non saperlo nemmeno accendere. Al contrario probabilmente è solo un modo simpatico inventato per far spendere a un sacco di disgraziati un pò di soldi in + per fare corsi e pagare gli esami da sostenere per inserire poi il conseguimento della "patente" nel proprio curriculum vitae. In poche parole a noi cambia solo di aver sprecato soldi, agli eventuali datori di lavoro, un costo in meno, almeno teoricamente, visto che se l'avere l'ecdl diventa requisito discriminante, è un costo che ricade su di noi per dimostrare a loro che sappiamo accendere un pc, o almeno, lo sapevamo fare quando abbiamo sostenuto gli esami. Abbiamo la "patente del computer" che insieme ad altri corsi, masters e vaccate varie dovrebbe invogliare qualche misericordioso ad assumerci e succhiarci la parte migliore del tempo che ci resta da vivere, probabilmente anche a buon mercato. Fantastico! Che voglia di procreare che mi viene, che voglia di contribuire a questa splendida società dandole nuovi pupazzetti di carne da addomesticare. Scusate, mi sa che sono finito leggermente OT, solo che ogni volta che sento nominare l'ecdl... almeno fosse gratis.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sarò strano io, ma l'ecdl mi sembra
    > una porcata. Alla fine non credo che faccia
    > la differenza tra sapersi destreggiare coun
    > pc o non saperlo nemmeno accendere. Al
    > contrario probabilmente è solo un
    > modo simpatico inventato per far spendere a
    > un sacco di disgraziati un pò di
    > soldi in + per fare corsi e pagare gli esami
    > da sostenere per inserire poi il
    > conseguimento della "patente" nel proprio
    > curriculum vitae. In poche parole a noi
    > cambia solo di aver sprecato soldi, agli
    > eventuali datori di lavoro, un costo in
    > meno, almeno teoricamente, visto che se
    > l'avere l'ecdl diventa requisito
    > discriminante, è un costo che ricade
    > su di noi per dimostrare a loro che sappiamo
    > accendere un pc, o almeno, lo sapevamo fare
    > quando abbiamo sostenuto gli esami. Abbiamo
    > la "patente del computer" che insieme ad
    > altri corsi, masters e vaccate varie
    > dovrebbe invogliare qualche misericordioso
    > ad assumerci e succhiarci la parte migliore
    > del tempo che ci resta da vivere,
    > probabilmente anche a buon mercato.
    > Fantastico! Che voglia di procreare che mi
    > viene, che voglia di contribuire a questa
    > splendida società dandole nuovi
    > pupazzetti di carne da addomesticare.
    > Scusate, mi sa che sono finito leggermente
    > OT, solo che ogni volta che sento nominare
    > l'ecdl... almeno fosse gratis.

    ...e come pensi che sopravvivano quegli id**ti con supercellulare che parlano di "niu economi, i-bisniss...", che parlano di macchina virtuale java pensando che abbia 4 ruote e un motore diesel, che se gli chiedi di scrivere un hello world in C ti dicono "io ? ma io non devo sapere queste cose , io sfrutto l'interfaccia"... l'ignoranza è il più grande affare del secolo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sarò strano io, ma l'ecdl mi sembra
    > una porcata.

    In effetti, lo è. Ma questo è piuttosto banale.

    Il problema è però un altro. Uno che vede un normale rapporto di lavoro come un "succhiare la parte migliore del tempo che ci resta da vivere, probabilmente anche a buon mercato." aspira a diventare uno sfaccendato cronico, ha zero iniziativa, oppure è un idealista figlio dei fiori sbarcato sul pianeta sbagliato, con qualche decennio di ritardo.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)