Gaia Bottà

PayPal si nega a Mega

Le transazioni sono state sospese: la cifratura occulterebbe la vera natura del servizio di hosting. A parere di Mega, c'è lo zampino dell'industria del copyright

Roma - I pagamenti per i servizi premium di cloud storage sono stati sospesi: PayPal ha unilateralmente deciso di interrompere le transazioni per Mega e ha attribuito la propria scelta alle soluzioni di cifratura dei contenuti messe a disposizione dalla piattaforma.

Il servizio di hosting cifrato erede del fu Megaupload lo annuncia con un post sul proprio blog ufficiale e non esita ad attribuire le motivazioni delle scelte di PayPal a certi pregiudizi nei confronti del servizio: non si fa esplicita menzione della pirateria, ma l'ombra dell'industria dei contenuti aleggia in ogni porzione del testo.

Secondo Mega l'origine di tutto è il report Behind The Cyberlocker Door, con cui l'associazione non profit Digital Citizens Alliance si era fatta carico di esplorare i modelli di business dei cyberlocker pirata: Mega era stata inclusa nel novero dei servizi illegali, e aveva sporto denuncia per diffamazione. Lo studio aveva aveva avuto una certa presa sulle istituzioni statunitensi, e si era riverberato in concrete pressioni sugli intermediari dei pagamenti come Visa e Mastercard, invitate a tagliare i ponti con i siti oggetto dell'analisi. PayPal, che nel report era indicata come uno dei soggetti più collaborativi con l'industria dei contenuti, secondo Mega sarebbe stata forzata alla sospensione delle transazioni proprio da Visa e Mastercard, nonostante il servizio di hosting abbia messo a disposizione di tutti gli intermediari dei pagamenti delle analisi che testimonierebbero la perfetta legalità della propria natura.
PayPal, riferisce la piattaforma di hosting, "ha riconosciuto che il nostro business è legale ma ha suggerito che la preoccupazione si concentra sul fatto che Mega offre dei servizi che hanno la particolarità della cifratura end-to-end, la quale determina l'impossibilità di sapere cosa si conserva sulla piattaforma". Mega ricorda che altri servizi, da iCloud a Dropbox, da Whatsapp a Box, cifrano contenuti e comunicazioni, ma non per questo vengono discriminati, perlomeno non dal mercato.

Mega, in attesa di trovare un gestore che processi le transazioni dovute dagli utenti dei servizi premium, non imporrà limiti nello stoccaggio dei file e offrirà due mesi di abbonamento gratuiti. La piattaforma promette altresì di "non alterare il meccanismo di cifratura end-to-end controllato dall'utente" e si dice orgogliosa di "non essere parte del sistema di mercato statunitense che discrimina i servizi legittimi che operano su scala internazionale".




Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàUSA: la pirateria non deve pagareVisa e Mastercard, intermediari per i pagamenti scelti da numerosi siti che operano nel business delle violazioni del copyright, devono tagliare i ponti con l'illegalità: la politica statunitense chiede collaborazione ai privati
  • AttualitàDiffamazione e pirateria, Mega passa ai fattiL'industria e i politici non possono basarsi su uno studio inesatto e diffamatorio per organizzare le prossime tattiche antipirateria: Mega chiede che la recente analisi di Digital Citizens Alliance venga ritirata. Come è stato ritirato il blocco disposto in Italia
  • AttualitàTutti i numeri del mercato pirataQuali sono le dinamiche con cui i cyberlocker traggono profitto dai contenuti pirata? Le entrate, tra streaming e download, si misurano in milioni di dollari. A collaborare, anche soggetti insospettabili. Mega grida alla diffamazione
  • AttualitàIFPI e PayPal, intesa antipirateriaVerranno tagliati tutti i ponti di pagamento verso quelle piattaforme ritenute nemiche del copyright. Verrà chiesto di dimostrare l'avvenuta acquisizione delle licenze necessarie a distribuire brani online
  • AttualitàPayPal: non abbiamo niente contro Bradley ManningL'azienda spiega i motivi che hanno condotto a bloccare temporaneamente i fondi dell'organizzazione non profit in favore del soldato statunitense. Ora è tutto risolto
  • AttualitàAnonymous all'attacco, per WikileaksLanciato un imponente DDoS contro i circuiti online di Visa, Mastercad e PayPal. Quest'ultima avrebbe agito su ordine del Dipartimento di Stato. Il New York Times rischia un'inchiesta per spionaggio
43 Commenti alla Notizia PayPal si nega a Mega
Ordina
  • mega non ha abbastanza forza per mettere in piedi un suo servizio di pagamenti?
    non+autenticato
  • Usate i bitcoin e potete fare quello che volete, usate paypal e fate solo quello che il Governo USA vuole; è semplice.
    non+autenticato
  • - Scritto da: coinbit
    > Usate i bitcoin e potete fare quello che volete,
    > usate paypal e fate solo quello che il Governo
    > USA vuole; è
    > semplice.
    quando diverra' una moneta. per ora e' una bistrattata unita' di cambio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: coinbit
    > > Usate i bitcoin e potete fare quello che volete,
    > > usate paypal e fate solo quello che il Governo
    > > USA vuole; è
    > > semplice.
    > quando diverra' una moneta. per ora e' una
    > bistrattata unita' di cambio...

    Anche parecchio instabile, aggiungo io. Oggi hai in bitcoin l'equivalente di 100 € domani non puoi sapere se saranno l'equivalente di 1000 € o se sarà meno di 1 €.
    Premesso questo, l'idea che c'è dietro è splendida, ho un bel po' di dubbi sulla sua implementazione e sul sistema di mining che ha arricchito a dismisura i primi lasciando le briciole agli ultimi.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: coinbit
    > > > Usate i bitcoin e potete fare quello
    > che
    > volete,
    > > > usate paypal e fate solo quello che il
    > Governo
    > > > USA vuole; è
    > > > semplice.
    > > quando diverra' una moneta. per ora e' una
    > > bistrattata unita' di cambio...
    >
    > Anche parecchio instabile, aggiungo io. Oggi hai
    > in bitcoin l'equivalente di 100 € domani non puoi
    > sapere se saranno l'equivalente di 1000 € o se
    > sarà meno di 1
    > €.

    Ma tu perche' devi aspettare domani?
    Si possono convertire i Bitcoin in moneta sonante all'istante.

    > Premesso questo, l'idea che c'è dietro è
    > splendida, ho un bel po' di dubbi sulla sua
    > implementazione e sul sistema di mining che ha
    > arricchito a dismisura i primi lasciando le
    > briciole agli
    > ultimi.

    Un po' come nel Klondike. I primi che sono arrivati hanno fatto fortuna, mentre adesso se vuoi andare a picconare tu, puoi farlo ma troverai miniere completamente spolpate.
  • Più che "spolpate" direi vicino al limite in cui il costo "computazionale" anche in termine di corrente consumata si avvicina a quello che "estrai" dalla "miniera" non è come se l'oro fosse finito è semplicemente poco conveniente estrarlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > - Scritto da: bubba
    > > > - Scritto da: coinbit
    > > > > Usate i bitcoin e potete fare
    > quello
    > > che
    > > volete,
    > > > > usate paypal e fate solo quello
    > che
    > il
    > > Governo
    > > > > USA vuole; è
    > > > > semplice.
    > > > quando diverra' una moneta. per ora e'
    > una
    > > > bistrattata unita' di cambio...
    > >
    > > Anche parecchio instabile, aggiungo io. Oggi
    > hai
    > > in bitcoin l'equivalente di 100 € domani non
    > puoi
    > > sapere se saranno l'equivalente di 1000 € o
    > se
    > > sarà meno di 1
    > > €.
    >
    > Ma tu perche' devi aspettare domani?
    > Si possono convertire i Bitcoin in moneta sonante
    > all'istante.
    >
    > > Premesso questo, l'idea che c'è dietro è
    > > splendida, ho un bel po' di dubbi sulla sua
    > > implementazione e sul sistema di mining che
    > ha
    > > arricchito a dismisura i primi lasciando le
    > > briciole agli
    > > ultimi.
    >
    > Un po' come nel Klondike. I primi che sono
    > arrivati hanno fatto fortuna, mentre adesso se
    > vuoi andare a picconare tu, puoi farlo ma
    > troverai miniere completamente
    > spolpate.
    altro che klondike... assomiglia di piu' all'afghanistan... oggi ti va benissimo, domani ti ritrovi mitragliato.... tra i truffatori, gli scammer, i sequestri alla silkroad, gli hackers e i buchi del sw sono volati via tonnellate di soldi
    non+autenticato
  • Non usate più pay pal e il problema è risolto.
    non+autenticato
  • Mi sa che qui la questione è un po` più importante del semplice DMCA e di quelle quattro canzoni o filmacci stupidi, che si vantano di proteggere.

    Se l'istanza dice che è illegale, o può essere potenzialmente illegale crittografare un pacchetto di dati per inviarlo ad altri, è una ingerenza mica male nella vita della gente.

    Chissà se si pongono lo stesso problema per esempio, quando coprono le transizioni su una vendita di coltelli da macellaio, perchè potenzialmente potrebbero essere usati per compiere un crimine.

    Sulle pistole sono sicuro di no, perché la NRA ci ha già spiegato che sono innocue.

    Vietare la crittografia, è un bell'inizio, poi magari aboliranno definitivamente il contante e per evitare i delitti che si svolgono dietro le porte di casa, aboliranno le porte di casa.

    Tanto ormai per ste cose non si lamenta più nessuno, gli utenti di Internet sono troppo impegnati a sputtanarsi su Facebook, almeno finchè riusciranno ancora a percepire la differenza tra le due cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luppolo
    > Mi sa che qui la questione è un po` più
    > importante del semplice DMCA e di quelle quattro
    > canzoni o filmacci stupidi, che si vantano di
    > proteggere.
    >
    > Se l'istanza dice che è illegale, o può essere
    > potenzialmente illegale crittografare un
    > pacchetto di dati per inviarlo ad altri, è una
    > ingerenza mica male nella vita della
    > gente.
    >
    > Chissà se si pongono lo stesso problema per
    > esempio, quando coprono le transizioni su una
    > vendita di coltelli da macellaio, perchè
    > potenzialmente potrebbero essere usati per
    > compiere un crimine.
    >
    >
    > Sulle pistole sono sicuro di no, perché la NRA ci
    > ha già spiegato che sono innocue.
    >
    >
    > Vietare la crittografia, è un bell'inizio, poi
    > magari aboliranno definitivamente il contante e
    > per evitare i delitti che si svolgono dietro le
    > porte di casa, aboliranno le porte di
    > casa.
    >
    > Tanto ormai per ste cose non si lamenta più
    > nessuno, gli utenti di Internet sono troppo
    > impegnati a sputtanarsi su Facebook, almeno
    > finchè riusciranno ancora a percepire la
    > differenza tra le due cose.

    O a scivere nei forum...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luppolo
    > Mi sa che qui la questione è un po` più
    > importante del semplice DMCA e di quelle quattro
    > canzoni o filmacci stupidi, che si vantano di
    > proteggere.
    >
    > Se l'istanza dice che è illegale, o può essere
    > potenzialmente illegale crittografare un
    > pacchetto di dati per inviarlo ad altri, è una
    > ingerenza mica male nella vita della
    > gente.
    >

    Già.
    Anni fa la crittografia forte non era esportabile per la legge USA, addirittura - se ricordo bene - MS forniva solo cifrature debole agli utenti Windows europei.
    Adesso la gente ha capito che questa cosa è un abuso, per di più la crittografia è disponibile a tutti perché non puoi vietare gli algoritmi, e allora ecco che saltano fuori mezzi alternativi per il controllo.
    Intendiamoci, in questo caso credo che ci sia semplicemente lo zampino delle major più che della NSA, ma il principio che hai enunciato rimane valido. Un motivo in più per sbertucciare PayPal!
    Izio01
    4255
  • - Scritto da: Luppolo
    > > Se l'istanza dice che è illegale, o può essere
    > > potenzialmente illegale crittografare un
    > > pacchetto di dati per inviarlo ad altri, è
    > > una ingerenza mica male nella vita della gente.

    - Scritto da: Izio01
    > Già.
    > Anni fa la crittografia forte non era esportabile
    > per la legge USA, addirittura - se ricordo bene -
    > MS forniva solo cifrature debole agli utenti
    > Windows europei.
    > Adesso la gente ha capito che questa cosa è un
    > abuso, per di più la crittografia è disponibile a
    > tutti perché non puoi vietare gli algoritmi, e
    > allora ecco che saltano fuori mezzi alternativi
    > per il controllo.

    In realtà la questione è molto più semplice di quel che appare: la crittografia non addomesticata è mal tollerata perché mina le basi del controllo dei governi sugli individui ed impedisce lo spionaggio politico, diplomatico ed industriale. Ecco perché il concetto di sicurezza digitale è tagliata in due in maniera chirurgica: da una parte i servizi addomesticati Cloud/email/social + software con backdoor multiple incluse in omaggio nel pacchetto, dall'altra i servizi non allineati e tra questi spicca il Cloud con crittografia forte su server non americani ed i programmi di cifratura senza sorpresine all'interno...una vera spina nel fianco, anche se l'intelligence americana per descrivere questa situazione userebbe un gergo molto, molto più colorito...

    I servizi ed i software allineati non solo devono continuare ad esistere ma anzi vanno incoraggiati e sostenuti, in modo da farli prosperare mentre quelli non allineati devono morire. Se non ti possono accusare di tradimento o di aver violato la legge sull'esportazione della crittografia forte (equiparata alle leggi che regolano l'esportazione delle armi da guerra) si inventeranno qualcos'altro pur di neutralizzarti...magari cercheranno di metterti paura (lavabit) o di corromperti con un bel mucchio di $$$ (e qui l'elenco dei conniventi sarebbe troppo lungo...) o, non riuscendoci, c'è sempre il buon vecchio metodo dello strangolamento economico (WikiLeaks, Mega) conseguente alla presunta illegalità del servizio fornito, ma al limite anche lo sputtanamento mediatico ottenuto su più fronti in modo da ingenerare confusione nell'utente finale e spingerlo ad abbandonare prodotti più che validi (TrueCrypt).
  • La normativa da te citata si chiamava ITAR e considerava in sostanza la esportazione di prodotti crittografici come la esportazione di armi (letteralmente).
    Tuttavia l'uso per i cittadini americani era legale (primo emendamento).
    L'uso della argomentazione da parte di Paypal è ovviamente del tutto strumentale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Capitan Ovvio
    > La normativa da te citata si chiamava ITAR e
    > considerava in sostanza la esportazione di
    > prodotti crittografici come la esportazione di
    > armi (letteralmente).
    > Tuttavia l'uso per i cittadini americani era
    > legale (primo emendamento).
    > L'uso della argomentazione da parte di Paypal è
    > ovviamente del tutto strumentale.

    Se permetti vorrei aggiungere qualche altra considerazione: la legge è stata rielaborata nel 2000 (*) per consentire alle Aziende USA di entrare nel lucroso business della crittografia. Si tratta di Società che hanno lavorato o lavorano a stretto contatto con il Ministero della Difesa americano o con Enti equipollenti e nei cui software si trovano non solo vulnerabilità appositamente non fixate ma anche vere e proprie backdoor per consentire l'accesso ai dati protetti. Ed è tuttora un'utopia per le Società con sede legale in America distribuire a livello mondiale un software di crittografia senza l'approvazione implicita del Governo, cioè senza l'inserimento di backdoor o vulnerabilità by-design ed (*) è tuttora illegale esportare software di crittografia - anche commerciale - nei cosiddetti Stati Canaglia.
  • Allora se precisiamo diciamo pure che tutto ciò vale per il software commerciale a sorgente chiuso.
    Il resto ovviamente no (sempre per colpa del pimo emendamento).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Capitan Ovvio
    > Allora se precisiamo diciamo pure che tutto ciò
    > vale per il software commerciale a sorgente
    > chiuso.

    Esatto.

    ...alla fine le soluzioni si riducono a due:

    1) Usare un software di crittografia di cui sia disponibile il codice sorgente scaricato dal sito ufficiale (ancora meglio se ricompilato personalmente, visto la disponibilità del sorgente)

    2) Avendone le competenze, scriversi da soli il proprio software di crittografia

    Il SW closed sul versante crittografia (ad esclusione del punto 2) è da scartarsi a priori.
  • - Scritto da: vrioexo

    >
    > Il SW closed sul versante crittografia (ad
    > esclusione del punto 2)
    è da scartarsi a
    > priori.

    Fixed! Ficoso
  • C'è ancora chi opera nel settore "nonsense" del software closed poi ci sono una grande quantità di furbi che vista l'impraticabilità o quanto meno la decadenza economica del vero "puro closed" si arrabattano a rubacchiare dove e come possono...

    Forse (e dico forse non ho certezza di questo) occorrerebbe più "enforcement" sul lato open source a garanzia di tutti per scoraggiare meglio i furbetti....

    del resto comunque alla lunga l'open ha già vinto... la competività che si guadagna con l'approccio collaborativo è di gran lunga il più conveniente anche economicamente non a caso gran parte dei grossi progetti open source sono sostenuti col contributo di giganti del software da IBM a altri simili.

    La condivisione è un modello di gran lunga superiore non solo eticamente ma anche economicamente ma questo non significa che non esistano i tetragoni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: vrioexo
    >
    > >
    > > Il SW closed sul versante
    > crittografia
    > (ad
    > > esclusione del punto 2)
    è da
    > scartarsi
    > a
    > > priori.
    >
    > Fixed! Ficoso

    Open/Close possono tranquillamente convivere in armonia, al di là degli schieramenti di campo stile hoolingas-informatici; sono due modelli di business che partono da un approccio differente ma con la medesima finalità: quello di veder ricompensato in maniera tangibile il lavoro portato avanti.

    Il problema Closed per me si pone in maniera evidente sui software di sicurezza, vista la loro natura. Per il resto un cattivo software può essere scritto sia sotto Closed che sotto Open: in entrambi i casi può comunque essere migliorato, basta che gli sviluppatori ne abbiano la volontà.
  • Il ciccione dà fastidio a molti potenti.
    Sarebbe ora di aiutarlo, perché l'interesse del cittadino E' ESATTAMENTE L'OPPOSTO dell'interesse dei potenti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zoddo
    > Il ciccione dà fastidio a molti potenti.
    > Sarebbe ora di aiutarlo, perché l'interesse del
    > cittadino E' ESATTAMENTE L'OPPOSTO dell'interesse
    > dei potenti...

    Ottimo: come ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: Zoddo
    > > Il ciccione dà fastidio a molti potenti.
    > > Sarebbe ora di aiutarlo, perché l'interesse
    > del
    > > cittadino E' ESATTAMENTE L'OPPOSTO
    > dell'interesse
    > > dei potenti...
    >
    > Ottimo: come ?
    con la feature 'donazione' di paypal?








    :D
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)