Alfonso Maruccia

Sviluppatori, chi fa cosa

La stragrande maggioranza dei programmatori č di sesso maschile, i linguaggi per il Web sono i pių popolari e Apple conta i suoi appassionati anche tra i coder. Questo e altro nella nuova indagine annuale sugli sviluppatori di Stack Overflow

Roma - Stack Overflow ha pubblicato la nuova edizione della sua ricerca annuale focalizzata sui programmatori e i linguaggi di programmazione, un mondo apparentemente "sessista" - almeno per il momento - e in cui i linguaggi Web conquistano una popolarità sempre crescente.

Da un questionario di 45 domande, compilato da oltre 26mila coder in 157 diversi paesi, Stack Overflow ha scoperto che la schiacciante maggioranza di sviluppatori è di sesso maschile (92,1 per cento), ha una media di 29 anni mentre è, per la maggioranza (53 per cento) nella fascia di età dei ventenni. Le donne programmatrici rappresentano la minoranza, e si sono affacciate al settore solo da pochi anni.

Per quanto riguarda i linguaggi, i dialetti e le tecnologie preferite dagli sviluppatori, poi, la ricerca incorona JavaScript come linguaggio più usato (54,4 per cento) anche se in discesa rispetto al 2013 (58,9 per cento); al secondo posto si piazza SQL (48 per cento), al terzo Java (37,4 per cento) e il resto a seguire.
Quali linguaggi fanno guadagnare di più? Secondo la ricerca le paghe più alte le garantiscono (negli USA) Objective-C (98.828 dollari), Node.js (96.539 per cento) e C# (94.280 per cento) rispetto ai succitati JS e Java; chi lavora da casa guadagna poi il 40 per cento in più di chi va in ufficio. I sistemi operativi più popolari per lo sviluppo di codice? Ovviamente Windows 7, anche se in forte discesa a vantaggio di Windows 8, OS X e Linux.

L'editor più popolare invece è Notepad++, mentre Git è il sistema di versioning preferito: gli sviluppatori Web (48,5 per cento) sono di gran lunga più numerosi di quelli per piattaforme mobile (9,1 per cento) o desktop (8,3 per cento), segno evidente della crescente popolarità delle app e dei servizi "universali" accessibili da browser sia su computer che su gadget mobile.

Per quanto riguarda i sistemi operativi mobile più popolari tra gli sviluppatori, infine, la classifica è prevedibile con la predominanza di Android (44,6 per cento), il secondo posto di iOS (33,4 per cento) e con Windows Phone (2,3 per cento) come terzo classificato. Chi sviluppa su gadget Apple si può consolare con il primo posto di Swift nella classifica dei linguaggi più amati (con il 77 per cento delle preferenze): il nuovo linguaggio di Cupertino per lo sviluppo semplificato di app iOS, aveva rilevato anche un sondaggio di RedMonk ad inizio anno, si sta guadagnando una popolarità crescente.

Alfonso Maruccia
127 Commenti alla Notizia Sviluppatori, chi fa cosa
Ordina
  • Il computer è maschile e usa la logica sequenziale maschile.
    Niente di strano nelle statistiche...
    non+autenticato
  • Editor di test consigliato: PSPad.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Editor di test consigliato: PSPad.

    Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato a Notepad++.

    Però era il primo editor che avessi visto a supportare la selezione/editing per colonne (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il mio primo)
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo cannelungh e
    > - Scritto da: prova123
    > > Editor di test consigliato: PSPad.
    >
    > Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col
    > tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato
    > a
    > Notepad++.
    Meglio TextWrangler.
    > Però era il primo editor che avessi visto a
    > supportare la selezione/editing per colonne
    > (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il
    > mio
    > primo)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: pippo cannelungh e
    > > - Scritto da: prova123
    > > > Editor di test consigliato: PSPad.
    > >
    > > Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col
    > > tempo mi sembra si sia appesantito e sono
    > passato
    > > a
    > > Notepad++.
    > Meglio TextWrangler.

    Assolutamente NO.
    maxsix
    9440
  • Veramente che io ricordi Emacs (per dirne uno che non uso) supporta le colonne da sempre.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo cannelungh e
    > - Scritto da: prova123
    > > Editor di test consigliato: PSPad.
    >
    > Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col
    > tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato
    > a
    > Notepad++.
    >
    > Però era il primo editor che avessi visto a
    > supportare la selezione/editing per colonne
    > (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il
    > mio
    > primo)
    Quanti ne vuoi es.:
    http://en.wikipedia.org/wiki/WordPerfect
    non+autenticato
  • magari mi sono espresso male

    io intendo il fatto che si poteva selezionare un "rettangolo" di testo, ovvero N righe x M colonne ed editarlo come se fosse una matrice di caratteri (per dire, scrivere contemporaneamente su 6 righe a partire dal 13° carattere)

    non so se mi ho capitoA bocca aperta
    Comunque, ripeto, era il primo che IO avessi visto con questa funzionalità, non metto in dubbio che probabilmente ce ne fossero altriSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo cannelungh e
    > magari mi sono espresso male
    >
    > io intendo il fatto che si poteva selezionare un
    > "rettangolo" di testo, ovvero N righe x M colonne
    > ed editarlo come se fosse una matrice di
    > caratteri (per dire, scrivere contemporaneamente
    > su 6 righe a partire dal 13°
    > carattere)
    >
    > non so se mi ho capitoA bocca aperta
    > Comunque, ripeto, era il primo che IO avessi
    > visto con questa funzionalità, non metto in
    > dubbio che probabilmente ce ne fossero altri
    >Sorride
    Quello si fa pure con TextEditor...
    non+autenticato
  • e si fa anche PureEditor, LolEditor, WTFEditor, SunEditor, StarplusEdit Pro, ...

    Ma va a ciapà i rat!
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo cannelungh e
    > - Scritto da: prova123
    > > Editor di test consigliato: PSPad.
    >
    > Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col
    > tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato
    > a Notepad++.

    SciTe è ancora più leggero e molto più potente, in
    quanto programmabile per ogni esigenza ed espandibile
    potenzialmente all'infinito.

    Ottima anche la distribuzione italiana RSciTe.


    > Però era il primo editor che avessi visto a
    > supportare la selezione/editing per colonne
    > (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il
    > mio
    > primo)

    SciTe lo supporta egregiamente.
  • Leggendo l'articolo di PI mi è rimasta impressa la frase:


    L'editor più popolare invece è Notepad++


    Tale affermazione m'ha colpito perché mi sono detto: nel 2015 la maggioranza della gente utilizza ancora gli editor di testo per sviluppare software? Alla faccia della produttività...

    Andando a guardare le statistiche di Stack Overflow scopro, invece, che Notepad++ è l'editor DI TESTO più utilizzato e/o amato (io pure sono un suo grande fan).

    E qui mi sono tranquillizzato un po'... Quando Maruccia parla di "editor" non è un generico editor di sviluppo (cosa a cui ho pensato visto che si parla di sviluppatori...). Non è, cioè, inteso come ambiente di sviluppo...

    Notepad++ è semplicemente al pirmo posto tra gli editor di testo; surclassando VIM (che personalmente utilizzo in ambiente Linux) e Emacs (che personalmente non utilizzo più, praticamente, dai tempi dell'università).

    Per quanto riguarda gli ambienti di sviluppo (gli IDE), invece, faccio parte della minoranza. Sono dal lato luminoso della forza (non mi piacciono gli IDE scuri).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 aprile 2015 17.02
    -----------------------------------------------------------
    Prozac
    5040
  • - Scritto da: Prozac
    > Leggendo l'articolo di PI mi è rimasta impressa
    > la frase:
    >
    >
    >
    > L'editor più popolare invece è Notepad++
    >

    >
    > Tale affermazione m'ha colpito perché mi sono
    > detto: nel 2015 la maggioranza della gente
    > utilizza ancora gli editor di testo per
    > sviluppare software? Alla faccia della
    > produttività...

    Da 20 anni sempre usato prevalentemente Vim a parte casi particolari, non capisco dove vorresti arrivare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Prozac
    > > Leggendo l'articolo di PI mi è rimasta impressa
    > > la frase:
    > >
    > >
    > >
    > > L'editor più popolare invece è Notepad++
    > >

    > >
    > > Tale affermazione m'ha colpito perché mi sono
    > > detto: nel 2015 la maggioranza della gente
    > > utilizza ancora gli editor di testo per
    > > sviluppare software? Alla faccia della
    > > produttività...
    >
    > Da 20 anni sempre usato prevalentemente Vim a
    > parte casi particolari, non capisco dove vorresti
    > arrivare.

    Anche quando lavoro su software a livello piuttosto basso, traggo un profitto enorme dall'utilizzo di un IDE, sia pure relativamente "vecchio" come SlickEdit. Trovare in un progetto (spalmato su tante directory differenti) tutti i riferimenti ad una determinata funzione o variabile, effettuare comparazioni in blocco tra una versione e l'altra, definire al volo macro che mi permettono di compiere operazioni ripetitive su più righe di fila (e no, il comando "." di VI non ha la stessa potenza).
    Ci sono colleghi giurassici che ancora usano il finto Norton Commander, l'emulazione Brief e la ricerca su file da linea di comando. Fanno le stesse cose che faccio io, solo che spesso io ho finito prima ancora che loro arrivino a metà strada.
    Non è celodurismo, è questione di saper approfittare di strumenti avanzati che ti velocizzano il lavoro, invece di rimanere ancorati a realtà di vent'anni fa. Poi ognuno fa come preferisceSorride
    Izio01
    4070
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: Prozac
    > > > Leggendo l'articolo di PI mi è
    > > > rimasta impressa la frase:

    > > >
    > > > L'editor più popolare invece è Notepad++
    > > >


    > > > Tale affermazione m'ha colpito
    > > > perché mi sono detto: nel 2015 la
    > > > maggioranza della gente utilizza
    > > > ancora gli editor di testo per
    > > > sviluppare software? Alla faccia
    > > > della produttività...

    > > Da 20 anni sempre usato prevalentemente Vim a
    > > parte casi particolari, non capisco dove
    > > vorresti arrivare.

    > Anche quando lavoro su software a livello
    > piuttosto basso, traggo un profitto
    > enorme
    dall'utilizzo di un IDE, sia
    > pure relativamente "vecchio" come SlickEdit.

    Credo che sia un problema più sentito su windows.

    > Trovare in un progetto (spalmato su tante
    > directory differenti) tutti i riferimenti ad una
    > determinata funzione o variabile,

    grep

    > effettuare comparazioni in blocco tra una
    > versione e l'altra,

    diff

    > definire al volo macro che mi permettono
    > di compiere operazioni ripetitive su più
    > righe di fila (e no, il comando "." di VI
    > non ha la stessa potenza).

    textutils, coreutils

    > Ci sono colleghi giurassici che ancora usano il
    > finto Norton Commander, l'emulazione Brief e la
    > ricerca su file da linea di comando. Fanno le
    > stesse cose che faccio io, solo che spesso io ho
    > finito prima ancora che loro arrivino a metà
    > strada.

    Con linux è il contrario mediamente, grazie agli strumenti indicati sopra che in effetti su windows mancano o sono parecchio più contorti.

    > Non è celodurismo, è questione di saper
    > approfittare di strumenti avanzati che ti
    > velocizzano il lavoro, invece di rimanere
    > ancorati a realtà di vent'anni fa. Poi ognuno fa
    > come preferisce
    >Sorride
    non+autenticato
  • Qui io vedo sempre e solo esempi da sistemista...

    Per me la parte sistemistica dell'informatica c'entra poco con lo sviluppo software.

    Nella mia realtà sviluppiamo applicazioni per la simulazione di eventi ingegneristici. Io personalmente, ad esempio, mi occupo di un emulatore di supporto vitale commissionato da ESA.

    L'applicazione (in realtà non è una semplice applicazione) è suddivisa in diverse parti.

    - La GUI è composta da diversi progetti Java.
    - Alcuni componenti (modelli matematici di elementi ingegneristici) sono scritti in Java-.
    - Altri componenti in C++ o in C.

    Per sviluppare la GUI utilizziamo NetBeans come ambiente di sviluppo. Non ci sogneremo neppure lontanamente di scrivere tutto il codice (milioni di righe di codice) usando degli editor di testo (nemmeno il mio amato Notepad++). Anche per molti componenti scritti in C++ utilizziamo NetBeans. Per altri, invece, basta Notepad++

    La produttività è importante e utilizzare gli strumenti giusti aiuta a essere produttivi.
    Prozac
    5040
  • - Scritto da: Prozac
    > Qui io vedo sempre e solo esempi da sistemista...
    >
    > Per me la parte sistemistica dell'informatica
    > c'entra poco con lo sviluppo
    > software.
    >
    > Nella mia realtà sviluppiamo applicazioni per la
    > simulazione di eventi ingegneristici. Io
    > personalmente, ad esempio, mi occupo di un
    > emulatore di supporto vitale commissionato da
    > ESA.
    >
    > L'applicazione (in realtà non è una semplice
    > applicazione) è suddivisa in diverse
    > parti.
    >
    > - La GUI è composta da diversi progetti Java.
    > - Alcuni componenti (modelli matematici di
    > elementi ingegneristici) sono scritti in
    > Java-.
    > - Altri componenti in C++ o in C.
    >
    > Per sviluppare la GUI utilizziamo NetBeans come
    > ambiente di sviluppo. Non ci sogneremo neppure
    > lontanamente di scrivere tutto il codice (milioni
    > di righe di codice) usando degli editor di testo
    > (nemmeno il mio amato Notepad++). Anche per molti
    > componenti scritti in C++ utilizziamo NetBeans.
    > Per altri, invece, basta
    > Notepad++
    >
    > La produttività è importante e utilizzare gli
    > strumenti giusti aiuta a essere
    > produttivi.

    E chi dice il contrario ?
    Dico solo che se su linux è fattibile e di strumenti ne hai, mentre su windows usare un ide è indispensabiloe poichè non hai strumenti comodi per manopolare testi, cercare nei file, ecc...
    Vabè che non c'è manco il compilatore se è per quello.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > E chi dice il contrario ?

    TuOcchiolino

    > Dico solo che se su linux è fattibile e di
    > strumenti ne hai, mentre su windows usare un ide
    > è indispensabiloe poichè non hai strumenti comodi
    > per manopolare testi, cercare nei file,
    > ecc...

    Che non è la parte importante di un IDE.

    Da noi NetBeans viene utilizzato sotto Linux, mica sotto Windows.

    La gestione delle dipendenze tra progetti, con navigazione automatica tra una classe e l'altra di diversi progetti la fai con l'IDE.

    L'ispezione dei membri delle classi la hai a colpo d'occhio in un IDE.

    Il refactoring con l'IDE è mille volte più potente (ad esempio il solo incapsulamento dei campi)

    > Vabè che non c'è manco il compilatore se è per
    > quello.

    Non c'è il compilatore? E secondo te i file binari come vengono creati? Scritti a mano dal programmatore?
    Prozac
    5040
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: Passante
    > > E chi dice il contrario ?
    >
    > TuOcchiolino
    >
    > > Dico solo che se su linux è fattibile e di
    > > strumenti ne hai, mentre su windows usare un
    > ide
    > > è indispensabiloe poichè non hai strumenti
    > comodi
    > > per manopolare testi, cercare nei file,
    > > ecc...
    >
    > Che non è la parte importante di un IDE.
    >
    > Da noi NetBeans viene utilizzato sotto Linux,
    > mica sotto
    > Windows.
    >
    > La gestione delle dipendenze tra progetti, con
    > navigazione automatica tra una classe e l'altra
    > di diversi progetti la fai con
    > l'IDE.
    >
    > L'ispezione dei membri delle classi la hai a
    > colpo d'occhio in un
    > IDE.
    >
    > Il refactoring con l'IDE è mille volte più
    > potente (ad esempio il solo incapsulamento dei
    > campi)
    >
    > > Vabè che non c'è manco il compilatore
    > > se è per quello.
    >
    > Non c'è il compilatore? E secondo te i file
    > binari come vengono creati? Scritti a mano dal
    > programmatore?

    Su windows il compilatore te lo danno insieme all'ide...
    non+autenticato
  • Di che compilatore e IDE stai parlando?

    IDE sta per Integrated Development Environment. Non è il nome proprio di un prodotto... Esistono un sacco di IDE.

    Ad esempio NetBeans lo puoi scaricare dal sito ufficiale e ti arriva SENZA JDK. Noi, ad esempio, abbiamo 4 JDK associate a NetBeans. Una per ogni versione di Java dalla 4 in poi (saltando la 5).

    Stesso discorso per il compilatore C/C++. NetBeans non ce l'ha integrato.

    Per PHP? Uguale (anche se noi non utilizziamo PHP).


    - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: Prozac
    > > - Scritto da: Passante
    > > > E chi dice il contrario ?
    > >
    > > TuOcchiolino
    > >
    > > > Dico solo che se su linux è fattibile e
    > di
    > > > strumenti ne hai, mentre su windows
    > usare
    > un
    > > ide
    > > > è indispensabiloe poichè non hai
    > strumenti
    > > comodi
    > > > per manopolare testi, cercare nei file,
    > > > ecc...
    > >
    > > Che non è la parte importante di un IDE.
    > >
    > > Da noi NetBeans viene utilizzato sotto Linux,
    > > mica sotto
    > > Windows.
    > >
    > > La gestione delle dipendenze tra progetti,
    > con
    > > navigazione automatica tra una classe e
    > l'altra
    > > di diversi progetti la fai con
    > > l'IDE.
    > >
    > > L'ispezione dei membri delle classi la hai a
    > > colpo d'occhio in un
    > > IDE.
    > >
    > > Il refactoring con l'IDE è mille volte più
    > > potente (ad esempio il solo incapsulamento
    > dei
    > > campi)
    > >
    > > > Vabè che non c'è manco il compilatore
    > > > se è per quello.
    > >
    > > Non c'è il compilatore? E secondo te i file
    > > binari come vengono creati? Scritti a mano
    > dal
    > > programmatore?
    >
    > Su windows il compilatore te lo danno insieme
    > all'ide...
    Prozac
    5040
  • - Scritto da: Prozac

    >
    > Non c'è il compilatore? E secondo te i file
    > binari come vengono creati? Scritti a mano dal
    > programmatore?

    Dove si deve cliccare in un windows out of the box per compilare un sorgente?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Prozac
    >
    > >
    > > Non c'è il compilatore? E secondo te i file
    > > binari come vengono creati? Scritti a mano
    > dal
    > > programmatore?
    >
    > Dove si deve cliccare in un windows out of the
    > box per compilare un
    > sorgente?

    Se ti passo un mio sorgente sei in grado di compilarlo out of the box sulla tua distro di fiducia?
  • Il più redditizio? Al netto del pizzo pagato ad Apple? A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Il più redditizio? Al netto del pizzo pagato ad
    > Apple?
    > A bocca aperta
    Apple produce HW, ha solo interesse che si sviluppi sulle sue piattaforme, perché dovrebbe far pagare qualcosa, anzi..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro
    > - Scritto da: Luca
    > > Il più redditizio? Al netto del pizzo pagato
    > ad
    > > Apple?
    > > A bocca aperta
    > Apple produce HW, ha solo interesse che si
    > sviluppi sulle sue piattaforme, perché dovrebbe
    > far pagare qualcosa,
    > anzi..
    certo apple regala la roba al mercatino di cupertino ogni venerdiSorride

    cmq objc e' il 5% piu' pagato di C# ... e solo negli Usa... non e' che sia sto scandalo ... (e poi si basa sulle stats di tipo 2000 persone ,mi pare)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro
    > Apple produce HW, ha solo interesse che si
    > sviluppi sulle sue piattaforme, perché dovrebbe
    > far pagare qualcosa,
    > anzi..

    "You get 70% of sales revenue" - https://developer.apple.com/programs/ios/distribut...
  • - Scritto da: Pietro
    > - Scritto da: Luca
    > > Il più redditizio? Al netto del pizzo pagato
    > ad
    > > Apple?
    > > A bocca aperta
    > Apple produce HW, ha solo interesse che si
    > sviluppi sulle sue piattaforme, perché dovrebbe
    > far pagare qualcosa,
    > anzi..

    Non lo so perche' lo fa.
    Chiedi a ruppolo.
    Ma per scrivere software per apple bisogna:
    1) pagare l'hardware per avere il sistema operativo
    2) pagare l'ambiente di sviluppo
    3) pagare per poter mettere l'applicazione nello store
    4) pagare un x percento per ogni download
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Pietro

    > Ma per scrivere software per apple bisogna:
    > 1) pagare l'hardware per avere il sistema
    > operativo
    > 2) pagare l'ambiente di sviluppo
    > 3) pagare per poter mettere l'applicazione nello
    > store
    > 4) pagare un x percento per ogni download
    Il che costa meno che mettere su un sito, pagare per la piattaforma di vendita e farsi marketing da soli.
    non+autenticato
  • > Non lo so perche' lo fa.
    > Chiedi a ruppolo.
    > Ma per scrivere software per apple bisogna:
    > 1) pagare l'hardware per avere il sistema
    > operativo
    > 2) pagare l'ambiente di sviluppo
    > 3) pagare per poter mettere l'applicazione nello
    > store
    > 4) pagare un x percento per ogni download

    L'informatica che e' figlia dell'elettronica e' sempre stata dominata da multinazionali con tutto quello di negativo o positivo si portano dietro, al contrario di altre scienze o tecnologie che si sono sviluppate su una base piu' artigianale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ma per scrivere software per apple bisogna:
    > 1) pagare l'hardware per avere il sistema operativo

    perchè a te l'hardware lo regalano ? Dimmi dove lo prendi che vengo pure io.

    > 2) pagare l'ambiente di sviluppo

    XCode è gratis e quando lo facevano pagare costava 5 euro, secondo me se ci lavori te li puoi permettere.

    > 3) pagare per poter mettere l'applicazione nello store
    > 4) pagare un x percento per ogni download

    Se preferisci non pagare mettiti su un tuo store personale e facci pubblicità, secondo me alla fine dei conti il 30% che si tiene Apple più la quota annuale ti costano di meno.
    mura
    1709
  • - Scritto da: mura

    > Se preferisci non pagare mettiti su un tuo store
    > personale e facci pubblicità, secondo me alla
    > fine dei conti il 30% che si tiene Apple più la
    > quota annuale ti costano di meno.

    Ok, e una volta aperto il mio store come faccio a far scaricare le app dai macachi che hanno il telefono bloccato sull'apple store ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: mura
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Ma per scrivere software per apple bisogna:
    > > 1) pagare l'hardware per avere il sistema
    > operativo
    >
    > perchè a te l'hardware lo regalano ? Dimmi dove
    > lo prendi che vengo pure
    > io.
    >
    > > 2) pagare l'ambiente di sviluppo
    >
    > XCode è gratis e quando lo facevano pagare
    > costava 5 euro, secondo me se ci lavori te li
    > puoi
    > permettere.
    >
    > > 3) pagare per poter mettere l'applicazione
    > nello
    > store
    > > 4) pagare un x percento per ogni download
    >
    > Se preferisci non pagare mettiti su un tuo store
    > personale e facci pubblicità, secondo me alla
    > fine dei conti il 30% che si tiene Apple più la
    > quota annuale ti costano di
    > meno.
    Ma per lui la banda è aggratise e i server non costano nullaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: mura
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > Ma per scrivere software per apple
    > bisogna:
    > > > 1) pagare l'hardware per avere il
    > sistema
    > > operativo
    > >
    > > perchè a te l'hardware lo regalano ? Dimmi
    > dove
    > > lo prendi che vengo pure
    > > io.
    > >
    > > > 2) pagare l'ambiente di sviluppo
    > >
    > > XCode è gratis e quando lo facevano pagare
    > > costava 5 euro, secondo me se ci lavori te li
    > > puoi
    > > permettere.
    > >
    > > > 3) pagare per poter mettere
    > l'applicazione
    > > nello
    > > store
    > > > 4) pagare un x percento per ogni
    > download
    > >
    > > Se preferisci non pagare mettiti su un tuo
    > store
    > > personale e facci pubblicità, secondo me alla
    > > fine dei conti il 30% che si tiene Apple più
    > la
    > > quota annuale ti costano di
    > > meno.
    > Ma per lui la banda è aggratise e i server non
    > costano nulla
    >A bocca aperta

    Infatti. Molto meglio offrire un terzo dei propri introiti al fornitore di banda/server. Vero?
  • alcuni dati sono completamente sballati

    come fa windows ad essere il target preferito, se i linguaggi target preferiti sono objective-c e js/nodejs? il primo usato per sviluppare su macos/ios, il secondo usato al 90% in ambiente linux

    p.s. nodejs è un framework per lo sviluppo di applicazioni in javascript, quindi non ha senso dire che con nodejs si guadagna di più rispetto a javascript!!
    non+autenticato
  • p.s. leggendo la statistica originale, ho notato che windows è il sistema più usato dagli sviluppatori per lavorare, non è il sistema target più diffuso
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > p.s. leggendo la statistica originale, ho notato
    > che windows è il sistema più usato dagli
    > sviluppatori per lavorare, non è il sistema
    > target più
    > diffuso
    Come scritto nell'articolo qui sopra?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Come scritto nell'articolo qui sopra?A bocca aperta
    Si quel tanto che basta per procurarsi una dose di Maalox
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > p.s. leggendo la statistica originale, ho notato
    > che windows è il sistema più usato dagli
    > sviluppatori per lavorare, non è il sistema
    > target più
    > diffuso

    La realta' e' che l'azienda ti passa una macchina piastrellata e quindi statisticamente sembra che tu stia lavorando su winsozz.
    Poco importa se hai una debian in dual boot e booti quella partizione, oppure se ti parte una virtual machine linux al login.
  • Stai dicendo che i programmatori intervistati rispondono di utilizzare Windows anche se stanno utilizzando Linux?



    - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: collione
    > > p.s. leggendo la statistica originale, ho
    > notato
    > > che windows è il sistema più usato dagli
    > > sviluppatori per lavorare, non è il sistema
    > > target più
    > > diffuso
    >
    > La realta' e' che l'azienda ti passa una macchina
    > piastrellata e quindi statisticamente sembra che
    > tu stia lavorando su
    > winsozz.
    > Poco importa se hai una debian in dual boot e
    > booti quella partizione, oppure se ti parte una
    > virtual machine linux al
    > login.
    Prozac
    5040
  • - Scritto da: Prozac
    > Stai dicendo che i programmatori intervistati
    > rispondono di utilizzare Windows anche se stanno
    > utilizzando
    > Linux?

    Viste le percentuali nelle risposte, e' facile indovinare che la domanda che hanno fatto non e' "che sistema operativo utilizzi?", ma "con che sistema operativo e' nata la macchina che usi per sviluppare?"

    P.S. Da quando ti sei messo a quotare alla utont-like?
  • Da quando rispondo da smartphone.

    Comunque, tornando in tema, cito da Stack Overflow:

    For the third year in a row, we asked respondents which operating system they use the most . Windows maintains the lion's share of the developer operating system market, while Mac appears to have overtaken the Linuxes among active Stack Overflow devs.


    Quindi no. La domanda che hanno fatto non è assolutamente quella che ipotizzi tu.


    Ora, alla luce della domanda, cosa ne deduci?

    - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Prozac
    > > Stai dicendo che i programmatori intervistati
    > > rispondono di utilizzare Windows anche se
    > stanno
    > > utilizzando
    > > Linux?
    >
    > Viste le percentuali nelle risposte, e' facile
    > indovinare che la domanda che hanno fatto non e'
    > "che sistema operativo utilizzi?", ma "con che
    > sistema operativo e' nata la macchina che usi per
    > sviluppare?"
    >
    > P.S. Da quando ti sei messo a quotare alla
    > utont-like?
    Prozac
    5040
  • - Scritto da: Prozac
    > Da quando rispondo da smartphone.

    E questo sarebbe sufficiente a giustificare la violazione di netiquette?

    > Comunque, tornando in tema, cito da Stack
    > Overflow:
    >
    > For the third year in a row, we asked
    > respondents which operating system they use the
    > most
    . Windows maintains the lion's
    > share of the developer operating system market,
    > while Mac appears to have overtaken the Linuxes
    > among active Stack Overflow
    > devs.
    >

    >
    > Quindi no. La domanda che hanno fatto non è
    > assolutamente quella che ipotizzi
    > tu.

    Allora mi chiedo a chi l'hanno fatta.
    Se agli sviluppatori direttamente o ai loro capigruppo.

    > Ora, alla luce della domanda, cosa ne deduci?

    Deduco che "respondents" != "developers"

    Oppure avranno una VM hostata su winsozz, oppure useranno winsozz come terminale per collegarsi ad un server linux.
    Questo spiegherebbe perche' usano windows "the most".
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Prozac
    > > Da quando rispondo da smartphone.
    >
    > E questo sarebbe sufficiente a giustificare la
    > violazione di
    > netiquette?

    Intanto la netiquette non è una legge e, quindi, non la puoi violare.
    Se reputi che abbia violato un regolamento del forum, segnalalo al T1000 e fai togliere il mio commento per il non rispetto della netiquette.

    Ma pure il tuo post deve essere tolto, visto che sei andato fuori argomento, violando un'altra regola del forumOcchiolino

    O forse stai solamente cercando di cambiare discorso perché colto in fallo?

    > > Comunque, tornando in tema, cito da Stack
    > > Overflow:
    > >
    > > For the third year in a row, we
    > asked
    > > respondents which operating system they use
    > the
    > > most
    . Windows maintains the
    > lion's
    > > share of the developer operating system
    > market,
    > > while Mac appears to have overtaken the
    > Linuxes
    > > among active Stack Overflow
    > > devs.
    > >

    > >
    > > Quindi no. La domanda che hanno fatto non è
    > > assolutamente quella che ipotizzi
    > > tu.
    >
    > Allora mi chiedo a chi l'hanno fatta.
    > Se agli sviluppatori direttamente o ai loro
    > capigruppo.

    Agli iscritti a Stack Overflow.

    Comunque una cosa esce fuori: come al solito sentenzi senza sapere di cosa stai parlando... E per cosa? Per sparlare del tuo odiato WindowsOcchiolino
    Come al solito, ne esce sempre un vero professionistaSorride

    > > Ora, alla luce della domanda, cosa ne deduci?
    >
    > Deduco che "respondents" != "developers"
    >
    > Oppure avranno una VM hostata su winsozz, oppure
    > useranno winsozz come terminale per collegarsi ad
    > un server
    > linux.
    > Questo spiegherebbe perche' usano windows "the
    > most".

    Certo che a te Occam fa un baffoOcchiolino

    Quindi tu hai per le mani dati diversi, giusto? Dati in cui risulta che per la maggior parte degli sviluppatori il sistema operativo utilizzato per programmare è Linux, giusto?

    Mi rendi partecipe di questa statistica? Grazie.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 aprile 2015 14.20
    -----------------------------------------------------------
    Prozac
    5040
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Prozac
    > > > Da quando rispondo da smartphone.
    > >
    > > E questo sarebbe sufficiente a giustificare
    > la
    > > violazione di
    > > netiquette?
    >
    > Intanto la netiquette non è una legge e, quindi,
    > non la puoi
    > violare.

    Anche emettere sonore flatulenze in pubblico non e' vietato dalla legge.

    > Se reputi che abbia violato un regolamento del
    > forum, segnalalo al T1000 e fai togliere il mio
    > commento per il non rispetto della
    > netiquette.

    Figurati. Non segnalo al T1000 gli insulti, e dovrei segnalare una violazione di netiquette?
    L'ho solo puntualizzato a te. Non lo avrei detto ad altri del forum (di cui puoi facilmente indovinare i nick).

    > Ma pure il tuo post deve essere tolto, visto che
    > sei andato fuori argomento, violando un'altra
    > regola del forum
    >Occhiolino

    Ce ne faremo una ragione.

    > O forse stai solamente cercando di cambiare
    > discorso perché colto in
    > fallo?

    No. Semplicemente mi da' fastidio leggere una risposta mal quotata.

    > > > Comunque, tornando in tema, cito da
    > Stack
    > > > Overflow:
    > > >
    > > > For the third year in a row,
    > we
    > > asked
    > > > respondents which operating system they
    > use
    > > the
    > > > most
    . Windows maintains the
    > > lion's
    > > > share of the developer operating system
    > > market,
    > > > while Mac appears to have overtaken the
    > > Linuxes
    > > > among active Stack Overflow
    > > > devs.
    > > >

    > > >
    > > > Quindi no. La domanda che hanno fatto
    > non
    > è
    > > > assolutamente quella che ipotizzi
    > > > tu.
    > >
    > > Allora mi chiedo a chi l'hanno fatta.
    > > Se agli sviluppatori direttamente o ai loro
    > > capigruppo.
    >
    > Agli iscritti a Stack Overflow.
    >
    > Comunque una cosa esce fuori: come al solito
    > sentenzi senza sapere di cosa stai parlando... E
    > per cosa? Per sparlare del tuo odiato Windows
    >Occhiolino

    Non ho alcun bisogno di sparlare di winsozz: ci pensa gia' la stampa specializzata a farlo.
    http://punto-informatico.it/4240488/PI/News/window...

    > Come al solito, ne esce sempre un vero
    > professionista
    >Sorride

    Ne esce un professionista che confronta le risposte di questo sondaggio con quello che si vede nelle universita', nelle sale server, nei luoghi preposti allo sviluppo di applicazioni di produttivita'.

    > > > Ora, alla luce della domanda, cosa ne
    > deduci?
    > >
    > > Deduco che "respondents" != "developers"
    > >
    > > Oppure avranno una VM hostata su winsozz,
    > oppure
    > > useranno winsozz come terminale per
    > collegarsi
    > ad
    > > un server
    > > linux.
    > > Questo spiegherebbe perche' usano windows
    > "the
    > > most".
    >
    > Certo che a te Occam fa un baffoOcchiolino

    Occam avrebbe usato linux.

    > Quindi tu hai per le mani dati diversi, giusto?
    > Dati in cui risulta che per la maggior parte
    > degli sviluppatori il sistema operativo
    > utilizzato per programmare è Linux,
    > giusto?

    Giusto.

    > Mi rendi partecipe di questa statistica? Grazie.

    In che modo?
    Posso contarti le macchine che abbiamo qua.
    Posso dirti quante macchine ci sono nei dipartimenti di informatica.
    Posso dirti quante macchine ci sono nei datacenter dove girano servizi web.
    Metteresti in dubbio i miei dati, visto che non ti piaceranno, e allora e' inutile che te li dica.

    Ad ogni modo un numero lo voglio dare lo stesso: sistemi apple zero.