Gaia Bottà

UE: ecco le accuse formali per Google

Si apre l'indagine su Android mentre l'Europa punta il dito sul solo trattamento di favore garantito fra i risultati di ricerca al servizio di comparazione dei prezzi Google Shopping. La Grande G ha già ribattuto

UE: ecco le accuse formali per GoogleRoma - Come anticipato dalle indiscrezioni circolate nelle scorse ore, la Commissione Europea ha formalizzato le accuse nei confronti di Google, sospettata di abusare della propria posizione dominante nell'ambito del mercato europeo dei servizi di ricerca online. L'Europa ha altresì aperto un'indagine parallela rispetto ad Android e al contratto che lega il sistema operativo ai produttori e agli sviluppatori di app.

A partire dalle prime segnalazioni pervenute all'antitrust europeo nel 2010, la Commissione è giunta a ritenere che "Google favorirebbe sistematicamente il proprio prodotto per gli acquisti comparativi nelle sue pagine generali che mostrano i risultati delle ricerche". Le accuse investono dunque i favoritismi nei confronti del solo Google Shopping, precedentemente noto come Froogle e "Google Product Search". La Commissione, si spiega nel memo ufficiale, ha ritenuto che il mercato del search generalista e quello dei servizi per gli acquisti siano da considerare due mercati differenti e ha osservato come nell'ambito dei servizi dedicati allo shopping Google sia insidiato da numerosi concorrenti. Concorrenti che Google combatterebbe dispiegando il proprio potere nell'ambito del search generalista, che in numerosi paesi europei si aggiudica una quota del 90 per cento: Mountain View, a partire dal 2008 e dopo gli insuccessi di Froogle, offre al proprio servizio di comparazioni una posizione preminente nei risultati di ricerca, escludendolo dalle regole che governano gli algoritmi capaci di premiare o penalizzare i concorrenti. Secondo la Commissione Europea Google, "favorendo sistematicamente i propri servizi", avrebbe così ottenuto sostanziosi tassi di crescita per Google Product Search e Google Shopping a danno dei contendenti, e a danno dei consumatori e dell'innovazione: "gli utenti non ottengono necessariamente i servizi di comparazione più rilevanti fra i risultati di ricerca e quell'incentivo ad innovare da parte dei concorrenti è svilito dalla consapevolezza che, per quanto di valore sia il proprio servizio, non godranno della stessa visibilità del servizio di Google".

"Sono preoccupata che l'impresa abbia accordato un vantaggio sleale al proprio servizio di acquisti comparativi in violazione delle norme antitrust europee - ha dichiarato il Commissario europeo per la politica di concorrenza Margrethe Vestager - Google ha ora l'opportunità di convincere la Commissione del contrario." Gli impegni assunti da Google nel corso delle indagini non sono evidentemente stati ritenuti sufficienti a garantire una reale competizione: a partire dalla comunicazione dello Statement Of Objections, la Grande G ha dieci settimane per chiedere un'audizione formale per esporre le proprie ragioni.
Mountain View si è già premurata di rivolgersi ai consumatori: in un post sul proprio blog ufficiale replica alle osservazioni della Commissione Europea evidenziando come il mercato sia cambiato, dal 2010 a oggi. La concorrenza è senza dubbio aumentata, con Google Shopping relegata ai piani bassi della classifica delle preferenze dei consumatori, e l'antitrust europeo dorebbe considerare che la partita non si gioca solo sui risultati di ricerca, ininfluenti sulla tendenza che premia sempre di più le visite dirette e il traffico generato dalle applicazioni mobile.
Google sottolinea che "Qualunque economista direbbe che non è possibile assistere a tanta innovazione, all'entrata di tanti nuovi attori del mercato a tanti investimenti in settori in cui non esista competizione o che siano dominati da una sola azienda" e al contempo snocciola dati a testimonianza dell'evolvere del mercato e dei successi dei siti dedicati agli acquisti: motivazioni che portano Mountain View ad un disaccordo "forte ma rispettoso" nei confronti delle accuse formulate dalle autorità dell'Unione Europea.

L'Europa, che ha confermato che le indagini proseguono anche sul fronte dell'advertising e dello scraping dei contenuti dei concorrenti, ha altresì ufficializzato l'apertura di un procedimento relativo ad Android, di cui si mormora fin dal 2013: l'obiettivo è comprendere "se Google abbia violato le norme antitrust dell'UE impedendo lo sviluppo e l'accesso al mercato di sistemi operativi, applicazioni e servizi mobili concorrenti, a danno dei consumatori e delle società di sviluppo di servizi e prodotti innovativi". Oggetto del contendere è in primo luogo il Mobile Application Distribution Agreement (MADA), il contratto che lega i produttori OEM al pacchetto di applicazioni e servizi forniti dalla Grande G e che rischierebbe di escludere gli aspiranti concorrenti dal privilegio della preinstallazione o dalla competizione ad armi pari sullo store. L'Europa intende accertare anche se Google abbia o meno ostacolato "lo sviluppo e la promozione di versioni concorrenti di Android (cosiddetti fork)" e di conseguenza l'accesso al mercato dei sistemi operativi mobile e alle relative applicazioni e servizi correlati.

La Grande G ha una risposta anche per questi sospetti di fresca formulazione: Android, nato dalla "frustrazione" suscitata dal primo mercato degli smartphone, stagnante nelle sue logiche proprietarie, "è stato un elemento chiave per sollecitare competizione e libertà di scelta", ha contribuito all'abbassamento dei prezzi e al moltiplicarsi dei dispositivi, oltre 18mila ad oggi sul mercato, acquistabili a meno di 100 dollari. Android è open source e gratuito per tutti, rimarca Google, anima dispositivi che vanno oltre agli smartphone e "alucni di questi dispositivi usano i servizi di Google, altri no". Android ha innescato la competizione nel settore delle applicazioni, anche in concorrenza rispetto agli stessi servizi targati Mountain View, e a dimostrarlo ci sarebbero il milione di app presenti su Play Store e i 7 miliardi di dollari pagati agli sviluppatori e ai produttori di contenuti, che peraltro sono soliti misurarsi con diversi sistemi operativi e non esclusivamente con Android.

Riguardo agli accordi con gli OEM relativi alle app preinstallate, Google tiene a sottolineare che sono siglati per offrire agli utenti delle esperienze d'uso piacevoli fin dalla prima accensione del dispositivo e non riservano ai servizi di Google un regime di esclusiva: "i produttori di dispositivi Android installano le loro applicazioni e applicazioni sviluppate da altre aziende - argomenta Mountain View - e Android prevede molte meno applicazioni preinstallate rispetto ad Apple e ai dispositivi iOS".
La Grande G si dice pronta ad illustrare alla Commissione Europea come "non solo Google abbia tratto benefici da Android abbia garantito", come il sistema operativo mobile abbia saputo stimolare l'innovazione presso i produttori e presso gli sviluppatori e come gli utenti siano stati investiti dai vantaggi scaturiti da un mercato davvero competitivo.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • BusinessGoogle e l'ora dell'antitrust europeoCon un memo interno Mountain View anticipa ai suoi dipendenti la potenziale formalizzazione delle accuse da parte di Bruxelles. La Commissione deve ancora pronunciarsi, e potrebbe coinvolgere anche Android
  • AttualitàEuropa unita per dividere Google?Parlamento europeo pronto a chiedere alla Commissione di intervenire. Con una spregiudicata azione antitrust potrebbe essere chiesto a Big G di scorporare il search o di separarsi in filiali nazionali indipendenti
  • BusinessAntitrust, l'Europa studia AndroidLa Commissione Europea sarebbe pronta alle indagini preliminari sulle presunte pratiche anti-competitive adottate dalla Grande G per spingere il suo OS alla conquista del mercato del Vecchio Continente
69 Commenti alla Notizia UE: ecco le accuse formali per Google
Ordina
  • Sono allarmato dalla schiera nutritissima di fedelissimi fan-boy che difendono a spada tratta google *rigorosamente con la G maiuscola*. Nessuno nega che offra servizi molto buoni, spesso i migliori, ma non sono i servizi ottimi. L'ottimo in economia si ha solo con la concorrenza. Ad esempio il search. A cosa serve migliorare un servizio che fa già guadagnare e non ha concorrenti? Se non c'è il rischio della concorrenza sono soldi "buttati", soprattutto quando quasi tutta la popolazione già lo usa. Hanno soppresso i gruppi, le ricerche nelle discussioni, convertito il comodo + in uno scomodo paio di virgolette per spingere il loro social, tutto perchè tanto non c'è concorrenza.
    Per questo quello che fa google in regime di monopolio è nocivo. E google lo sa benissimo che ha una posizione dominante. Sa benissimo che se su android fosse costretta a proporre mail, social, ricerche, video e altri servizi in una splash screen con i concorrenti, poi gli toccherebbe migliorare il servizio per spuntarla.
    In Europa l'IT è moribondo, con conseguente emorragia finanziaria (miliardi verso gli USA) e di posti di lavoro. Ci hanno abbattuto nokia con l'aiuto della Cina sul versante hardware.
    I fan boy non capiscono che nessuno vuole ostacolare google nello sviluppo tecnologico, anzi! Nessuno vuole che android sia a pagamento, ma se è davvero open, perchè non è aperto ad altri store? Perchè non si può togliere l'integrazione con i servizi di google? E' la stessa storia di explorer e windows, ma è peggio perchè adesso c'è una vera crisi economica.
    Ben presto avremo a che fare con auto di google, prodotte fuori dall'Europa, che renderanno milioni di autisti e camionisti disoccupati, trasferendo i loro stipendi in USA.
    E' ora di arginare il monopolio, che è sempre nocivo e non fa mai l'interesse della comunità.
  • > Ci hanno abbattuto nokia con
    > l'aiuto della Cina sul versante
    > hardware.

    Uh?!? Spiega meglio, non mi è chiaro questo passaggio.


    > Ben presto avremo a che fare con auto di google,
    > prodotte fuori dall'Europa, che renderanno
    > milioni di autisti e camionisti disoccupati,
    > trasferendo i loro stipendi in
    > USA.

    Questa poi...Sorride
    Mi sa che leggi troppi comunicati stampa di Google, e troppe poche relazioni tecniche indipendenti.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > Ci hanno abbattuto nokia con
    > > l'aiuto della Cina sul versante
    > > hardware.
    >
    > Uh?!? Spiega meglio, non mi è chiaro questo
    > passaggio.

    Il business di Nokia era su cellulari "economici", i proditti cinesi hanno messo in crisi l'azienda, impreparata a de-localizzare con una struttura impiegatizia sottomessa alle tutele europee (che infatti stanno svanendo con i posti di lavoro).
    La concorrenza sul piano sw, con prodotti gratuiti per penetrare il mercato (android) ha fatto il resto e l'azienda è stata venduta a "buon mercato".
    >
    > > Ben presto avremo a che fare con auto di
    > google,
    > > prodotte fuori dall'Europa, che renderanno
    > > milioni di autisti e camionisti disoccupati,
    > > trasferendo i loro stipendi in
    > > USA.
    >
    > Questa poi...Sorride
    > Mi sa che leggi troppi comunicati stampa di
    > Google, e troppe poche relazioni tecniche
    > indipendenti.
    Le auto autonome sono già quasi mature su tragitti standard come quelli autostradali. In Nevada sono già autorizzate.
    Considerato il volume d'affari possibile mi attendo forti investimenti sullo sviluppo software e hardware e che raggiungano il mercato entro 5-10 anni.
    A che punto saremo a livello di alternative di impiego per i milioni di lavoratori del trasporto? Io penso saremo messi molti male. Come siamo messi male a livello di produzione industriale oggi.
  • > > > Ci hanno abbattuto nokia con
    > > > l'aiuto della Cina sul versante
    > > > hardware.
    > >
    > > Uh?!? Spiega meglio, non mi è chiaro questo
    > > passaggio.
    >
    > Il business di Nokia era su cellulari
    > "economici", i proditti cinesi hanno messo in
    > crisi l'azienda, impreparata a de-localizzare con
    > una struttura impiegatizia sottomessa alle tutele
    > europee (che infatti stanno svanendo con i posti
    > di
    > lavoro).

    E scusa, questo equivale ad "abbattere Nokia"? Adesso se una ditta non sa stare sul mercato globale c'è una congiura dietro, con ovvie complicità (cinesi in questo caso, ma fossero russe o brasiliane non cambierebbe)?
    A gennaio 2013 hanno abbattuto la Richard Ginori, a questa stregua. Chissà quali complicità dietro...


    > La concorrenza sul piano sw, con prodotti
    > gratuiti per penetrare il mercato (android) ha
    > fatto il resto e l'azienda è stata venduta a
    > "buon
    > mercato".

    Tutte le aziende fallite vengono rilevate a un prezzo inferiore a quello che avevano il giorno precedente al fallimento. Chi le rileverebbe, sennò?


    > > > Ben presto avremo a che fare con auto di
    > > google,
    > > > prodotte fuori dall'Europa, che renderanno
    > > > milioni di autisti e camionisti
    > disoccupati,
    > > > trasferendo i loro stipendi in
    > > > USA.
    > >
    > > Questa poi...Sorride
    > > Mi sa che leggi troppi comunicati stampa di
    > > Google, e troppe poche relazioni tecniche
    > > indipendenti.

    > Le auto autonome sono già quasi mature su
    > tragitti standard come quelli autostradali.

    Che equivale a dire che le automobili senza guidatore sono mature per fare un giro nel parco privato di casa mia.
    Grazie: le automobili servono per andare su tutte le strade, non solo quelle del giardino di casa.

    > In
    > Nevada sono già
    > autorizzate.

    Assolutamente no. È autorizzata la sperimentazione. È diverso.
  • - Scritto da: Leguleio
    > E scusa, questo equivale ad "abbattere Nokia"?
    > Adesso se una ditta non sa stare sul mercato
    > globale c'è una congiura dietro, con ovvie
    > complicità (cinesi in questo caso, ma fossero
    > russe o brasiliane non
    > cambierebbe)?
    > A gennaio 2013 hanno abbattuto la Richard Ginori,
    > a questa stregua. Chissà quali complicità
    > dietro...

    Scusa tu, ma non sono qui per fare polemica. Non ho mai parlato di congiura,ma ho sottolineato solo il ruolo cinese, per fare il punto che è con loro che ce la dovremo vedere se non proteggiamo il nostro mercato IT.

    > > La concorrenza sul piano sw, con prodotti
    > > gratuiti per penetrare il mercato (android)
    > ha
    > > fatto il resto e l'azienda è stata venduta a
    > > "buon
    > > mercato".
    >
    > Tutte le aziende fallite vengono rilevate a un
    > prezzo inferiore a quello che avevano il giorno
    > precedente al fallimento. Chi le rileverebbe,
    > sennò?

    Ovvio. Ma se l'azienda in questione è l'ultima di un settore chiave, qualche domanda dobbiamo porcela. Non dico che nokia lo fosse, ma la dimensione del mercato IT in Europa è tremendamente piccola ed è il caso di fare qualcosa prima che sia troppo tardi, figuriamoci tollerare perfino dei monopolisti.

    > > > > Ben presto avremo a che fare con
    > auto
    > di
    > > > google,
    > > > > prodotte fuori dall'Europa, che
    > renderanno
    > > > > milioni di autisti e camionisti
    > > disoccupati,
    > > > > trasferendo i loro stipendi in
    > > > > USA.
    > > >
    > > > Questa poi...Sorride
    > > > Mi sa che leggi troppi comunicati
    > stampa
    > di
    > > > Google, e troppe poche relazioni
    > tecniche
    > > > indipendenti.
    >
    > > Le auto autonome sono già quasi mature su
    > > tragitti standard come quelli autostradali.
    >
    > Che equivale a dire che le automobili senza
    > guidatore sono mature per fare un giro nel parco
    > privato di casa
    > mia.
    > Grazie: le automobili servono per andare su tutte
    > le strade, non solo quelle del giardino di casa.
    Se il tuo giardino è il teatro di miliardi di ore-uomo lavorative, penso che sia interessante, no?
    Per le autostrade ci passano milioni di veicoli che impiegano milioni di persone per milioni di ore per miliardi di euro di "costo" umano. Immagina che due camionisti. Invece di dover guidare per 3000Km (con i turni) devono solo condurre il camion allo svincolo, uno dei due, per tornare in sede a prenderne un altro, magari con un segway. Poi l'altro va a prende il camion allo svincolo di destinazione e lo guida per le vie più complicate. Questo ovviamente in attesa che la tecnologia e le infrastrutture permettano una automazione più spinta.
    2 ore uomo invece di 48. Moltiplica per il numero di camion e i km di autostrada e capirai quanto conviene investire su questa tecnologia e dunque quanto velocemente si svilupperà e quanto gente resterà senza lavoro. Il che non è male...Se c'è un'economia bilanciata e una ragionevole redistribuzione della ricchezza. Altrimenti, beh, io la vedo impegnativa.

    > > In
    > > Nevada sono già
    > > autorizzate.
    >
    > Assolutamente no. È autorizzata la
    > sperimentazione. È
    > diverso.

    Intendevo quello, scusa l'imprecisione, ma penso sia un dato piuttosto significativo.
  • > Scusa tu, ma non sono qui per fare polemica. Non
    > ho mai parlato di congiura,ma ho sottolineato
    > solo il ruolo cinese, per fare il punto che è con
    > loro che ce la dovremo vedere se non proteggiamo
    > il nostro mercato
    > IT.

    Espresso così il pensiero mi sta bene, nulla da aggiungere. Quando si parla di "complicità", in italiano, non si implica mai qualcosa di positivo: o c'è un reato, o una congiura.


    > > Tutte le aziende fallite vengono rilevate a un
    > > prezzo inferiore a quello che avevano il giorno
    > > precedente al fallimento. Chi le rileverebbe,
    > > sennò?
    >
    > Ovvio. Ma se l'azienda in questione è l'ultima di
    > un settore chiave, qualche domanda dobbiamo
    > porcela. Non dico che nokia lo fosse, ma la
    > dimensione del mercato IT in Europa è
    > tremendamente piccola ed è il caso di fare
    > qualcosa prima che sia troppo tardi, figuriamoci
    > tollerare perfino dei
    > monopolisti.

    C'è poco da fare. Le aziende di Stato, stile IRI, funzionavano maluccio anche quando erano di moda e tollerate dai regolamenti UE. Figuriamoci oggi: basta dare un aiuto economico all'azienda in difficoltà e si incorre subito nelle sanzioni.
    Una impresa IT e una fabbrica di computer ci sono anche in Europa, e non sono nemmeno così piccole: si tratta della SAP tedesca e della Bull francese.

    > > Grazie: le automobili servono per andare su
    > tutte
    > > le strade, non solo quelle del giardino di casa.

    > Se il tuo giardino è il teatro di miliardi di
    > ore-uomo lavorative, penso che sia interessante,
    > no?
    > Per le autostrade ci passano milioni di veicoli
    > che impiegano milioni di persone per milioni di
    > ore per miliardi di euro di "costo" umano.

    E finito il tratto autostradale si lasciano i passeggeri sul ciglio dello svincolo a fare l'autostop. Pratica, questa auto di Google!Occhiolino


    > Immagina che due camionisti. Invece di dover
    > guidare per 3000Km (con i turni) devono solo
    > condurre il camion allo svincolo, uno dei due,
    > per tornare in sede a prenderne un altro, magari
    > con un segway. Poi l'altro va a prende il camion
    > allo svincolo di destinazione e lo guida per le
    > vie più complicate. Questo ovviamente in attesa
    > che la tecnologia e le infrastrutture permettano
    > una automazione più spinta.

    Guarda che gli sforzi di Google per ora si concentrano sulle auto, non sugli autocarri.
    Tornando al tuo esempio, questa catastrofe francamente non la vedo. Ammesso che lascino davvero circolare dei mastodonti di diverse tonnellate senza nessuno a bordo sulle autostrade, se i camionisti saranno impiegati solo sui tratti di statale guideranno più riposati e non dovranno nemmeno lavorare troppo distanti da casa come avviene ora. Mi pare un vantaggio.



    > > > In
    > > > Nevada sono già
    > > > autorizzate.
    > >
    > > Assolutamente no. È autorizzata la
    > > sperimentazione. È
    > > diverso.
    >
    > Intendevo quello, scusa l'imprecisione, ma penso
    > sia un dato piuttosto
    > significativo.

    Non lo è. Sperimentazioni erano già in atto in Gran Bretagna negli anni Sessanta, vedi questo video d'annata con una Citroën DS:

    https://www.youtube.com/watch?v=MwdjM2Yx3gU

    Vedi un pullulare di auto senza guidatore sulle strade di sua maestà, oggi, nel 2015?
    Le sperimentazioni sono l'essenza della ricerca e della applicazioni future. Solo, non ci si metta in testa che ogni sperimentazioni produrrà qualcosa di concreto: non è così.
  • > Espresso così il pensiero mi sta bene, nulla da
    > aggiungere. Quando si parla di "complicità", in
    > italiano, non si implica mai qualcosa di
    > positivo: o c'è un reato, o una
    > congiura.
    "Complice la calura, gli Italiani si accalcano sulle spiagge"... Congiura meteorologica? Io ci andrei piano con gli avverbi dopo essere stato tanto preciso.

    > > un settore chiave, qualche domanda dobbiamo
    > > porcela. Non dico che nokia lo fosse, ma la
    > > dimensione del mercato IT in Europa è
    > > tremendamente piccola ed è il caso di fare
    > > qualcosa prima che sia troppo tardi,
    > figuriamoci
    > > tollerare perfino dei
    > > monopolisti.
    >
    > C'è poco da fare. Le aziende di Stato, stile IRI,
    > funzionavano maluccio anche quando erano di moda
    > e tollerate dai regolamenti UE. Figuriamoci oggi:
    > basta dare un aiuto economico all'azienda in
    > difficoltà e si incorre subito nelle sanzioni.
    >
    > Una impresa IT e una fabbrica di computer ci sono
    > anche in Europa, e non sono nemmeno così piccole:
    > si tratta della SAP tedesca e della Bull
    > francese.

    Basta che l'aiuto economico sia comunitario, come si fece per il settore auto. Mi riferivo al mercato consumer, ma anche a livello businessla capitalizzazioni delle europee è diverse volte più piccola della concorrenza, creando prospettive fosche per un futuro dove l'IT diventerà sempre più preponderante nelle nostre vite. In questo senso dobbiamo già adesso riflettere bene sul ruolo delle compagnie "straniere" nella nostra economia e società.


    > > > Grazie: le automobili servono per
    > andare
    > su
    > > tutte
    > > > le strade, non solo quelle del giardino
    > di
    > casa.
    >
    > > Se il tuo giardino è il teatro di miliardi di
    > > ore-uomo lavorative, penso che sia
    > interessante,
    > > no?
    > > Per le autostrade ci passano milioni di
    > veicoli
    > > che impiegano milioni di persone per milioni
    > di
    > > ore per miliardi di euro di "costo" umano.
    >
    > E finito il tratto autostradale si lasciano i
    > passeggeri sul ciglio dello svincolo a fare
    > l'autostop. Pratica, questa auto di Google!
    >Occhiolino

    Sto parlando di veicoli commerciali, come TIR o anche autobus. Infatti:

    > > Immagina che due camionisti. Invece di dover
    > > guidare per 3000Km (con i turni) devono solo
    > > condurre il camion allo svincolo, uno dei
    > due,
    > > per tornare in sede a prenderne un altro,
    > magari
    > > con un segway. Poi l'altro va a prende il
    > camion
    > > allo svincolo di destinazione e lo guida per
    > le
    > > vie più complicate. Questo ovviamente in
    > attesa
    > > che la tecnologia e le infrastrutture
    > permettano
    > > una automazione più spinta.
    >
    > Guarda che gli sforzi di Google per ora si
    > concentrano sulle auto, non sugli
    > autocarri.

    Ovviamente si concentrano sulle cose difficili.

    > Tornando al tuo esempio, questa catastrofe
    > francamente non la vedo. Ammesso che lascino
    > davvero circolare dei mastodonti di diverse
    > tonnellate senza nessuno a bordo sulle
    > autostrade, se i camionisti saranno impiegati
    > solo sui tratti di statale guideranno più
    > riposati e non dovranno nemmeno lavorare troppo
    > distanti da casa come avviene ora. Mi pare un
    > vantaggio.

    Certo che lo è. Ma solo per quel 5-10% che ancora serve. Se i camion si guida da solo per il 90% serviranno il 90% di conducenti in meno. E che lavoro fanno questi? Ovviamente basterebbe rispondere che parteciperanno al sistema economico per l'automatizzazione dei mezzi e poi beneficeranno di una redistribuzione dei maggiori utili ottenuti dalle aziende grazie alle economie fatte sul trasporto. Ma se l'azienda fa il "panino olandese" e paga le tasse solo sull'1% del fatturato? Beh, io non la vedo tanto rosea....


    > > > > In
    > > > > Nevada sono già
    > > > > autorizzate.
    > > >
    > > > Assolutamente no. È autorizzata la
    > > > sperimentazione. È
    > > > diverso.
    > >
    > > Intendevo quello, scusa l'imprecisione, ma
    > penso
    > > sia un dato piuttosto
    > > significativo.
    >
    > Non lo è. Sperimentazioni erano già in atto in
    > Gran Bretagna negli anni Sessanta, vedi questo
    > video d'annata con una Citroën
    > DS:
    >
    > https://www.youtube.com/watch?v=MwdjM2Yx3gU
    >
    > Vedi un pullulare di auto senza guidatore sulle
    > strade di sua maestà, oggi, nel
    > 2015?

    LOL, ma quella è una rail magnetica, non un'auto autonomaSorride Comunque sulle rail di Sua Maestà, a Londra, la DLR si guida da sola.

    > Le sperimentazioni sono l'essenza della ricerca e
    > della applicazioni future. Solo, non ci si metta
    > in testa che ogni sperimentazioni produrrà
    > qualcosa di concreto: non è
    > così.

    Quanto tempi ci ha messo Internet a passare dall'essere un abbozzo tecnologico collegato a qualche centralina telefonica, ad un mezzo essenziale per il lavoro e la quotidianità? 20 anni?
    E facebook, da sitarello a mezzo primario di relazione sociale? 6 anni?
    E gli smartphone, da aggeggio per nerd a mania collettiva? 4 anni?
    Possiamo correre il rischio di arrivare impreparati ad un evento del genere?

    L'IT da 20 anni ha insegnato che le innovazioni tecnologiche sono travolgenti. Quando si raggiunge la maturità tecnologica il cambiamento è talmente dirompente da esplodere in pochi mesi. Il problema fino ad oggi era la potenza di calcolo e la teorie dietro la visione artificiale. La teoria algebrica del riconoscimento automatico (e.g. le "autofacce") si è sviluppata negli ultimi 10-15 anni ed arriva ora sul mercato con una certa maturità. Pensa a Kinect, o al tutor sulle autostrade che riconosce le auto.

    5 o 10 anni è un periodo ragionevole per immaginare una rivoluzione tecnologica per i mezzi di trasporto, ma è un tempo brevissimo per una carriere lavorativa o per riorganizzare un sistema economico. Già internet ha causato un bel po' di scossoni, io inizierei a tenermi forte, perchè se nel 2008 siamo quasi andati a gambe all'aria...
    Ecco perchè un anti-trust severo mi pare ancora poco, perchè dovremmo prendere atto che stiamo perdendo del tutto il controllo di un settore chiave interno della nostra economia.
  • > > Espresso così il pensiero mi sta bene, nulla
    > da
    > > aggiungere. Quando si parla di "complicità",
    > in
    > > italiano, non si implica mai qualcosa di
    > > positivo: o c'è un reato, o una
    > > congiura.

    > "Complice la calura, gli Italiani si accalcano
    > sulle spiagge"... Congiura meteorologica? Io ci
    > andrei piano con gli avverbi dopo essere stato
    > tanto
    > preciso.

    È un uso figurato, le figure retoriche si studiano in prima superiore e si impara a riconoscerle. Se alla domanda "com'è il mare oggi?" qualcuno risponde "è un olio", non si risponde "allora non faccio il bagno perché mi ungo". A parte nelle barzellette.Occhiolino

    La tua frase non aveva nulla della metafora o dell'allegoria. Era proprio un'accusa alla Cina.

    > > Una impresa IT e una fabbrica di computer ci
    > sono
    > > anche in Europa, e non sono nemmeno così
    > piccole:
    > > si tratta della SAP tedesca e della Bull
    > > francese.
    >
    > Basta che l'aiuto economico sia comunitario, come
    > si fece per il settore auto.

    Eheheh? Ma di che cosa stai parlando?
    Ma quando mai!


    > > E finito il tratto autostradale si lasciano i
    > > passeggeri sul ciglio dello svincolo a fare
    > > l'autostop. Pratica, questa auto di Google!
    > >Occhiolino
    >
    > Sto parlando di veicoli commerciali, come TIR o
    > anche autobus.

    Formi code chilometriche agli svincoli, o ai caselli, perché gli autosnodati di Google sono arrivati in orario, mentre gli autisti che dovrebbero portarli a destinazione sono in ritardo.
    Da qualsiasi parte la vedi, questa tecnologia monca, cioè guida solo in autostrada, crea più pasticci di quanti intenda risolvere.
    E tra l'altro si parla in linea ipotetica, perché è vero che le sperimentazioni in autostrada sono sostanzialmente terminate con successo, ma non significa che esistano auto Google con libretto di circolazione in regola che possono circolare liberamente.


    > > Tornando al tuo esempio, questa catastrofe
    > > francamente non la vedo. Ammesso che lascino
    > > davvero circolare dei mastodonti di diverse
    > > tonnellate senza nessuno a bordo sulle
    > > autostrade, se i camionisti saranno impiegati
    > > solo sui tratti di statale guideranno più
    > > riposati e non dovranno nemmeno lavorare
    > troppo
    > > distanti da casa come avviene ora. Mi pare un
    > > vantaggio.
    >
    > Certo che lo è. Ma solo per quel 5-10% che ancora
    > serve. Se i camion si guida da solo per il 90%
    > serviranno il 90% di conducenti in meno. E che
    > lavoro fanno questi?

    Sul punto ti ha già risposto Izio01. Io aggiungo solo che nella storia non è mai stato, non è, e non sarà mai il lavoratore al centro degli investimenti degli imprenditori. Gli imprenditori investono al fine di guadagnare di più, e se possibile fare meno fatica, non al fine di salvare dalla disoccupazione i loro concittadini... anche se a questa fiaba della buonanotte qualcuno ci ha creduto davvero.



    > > Non lo è. Sperimentazioni erano già in atto
    > in
    > > Gran Bretagna negli anni Sessanta, vedi
    > questo
    > > video d'annata con una Citroën
    > > DS:
    > >
    > > https://www.youtube.com/watch?v=MwdjM2Yx3gU
    > >
    > > Vedi un pullulare di auto senza guidatore
    > sulle
    > > strade di sua maestà, oggi, nel
    > > 2015?
    >
    > LOL, ma quella è una rail magnetica, non un'auto
    > autonomaSorride Comunque sulle rail di Sua Maestà, a
    > Londra, la DLR si guida da
    > sola.

    Di treni a guida automatica sulle linee urbane ce ne sono un po' ovunque nel mondo. Quando il traffico è costituito esclusivamente da altri treni su rotaia il 99 % dei problemi sono risolti.
    La difficoltà sta nel far muovere questi mezzi in mezzo al traffico di una strada comune, con pedoni, motorini, cani che attraversano la strada e semafori.
    In Olanda c'è già un bus a guida automatica: circola esclusivamente su un percorso in sede riservata, in cui nemmeno i pedoni potrebbero entrare, ed ha una velocità massima di 40 chilometri all'ora. Di più per ora non esiste.

    > Quanto tempi ci ha messo Internet a passare
    > dall'essere un abbozzo tecnologico collegato a
    > qualche centralina telefonica, ad un mezzo
    > essenziale per il lavoro e la quotidianità? 20
    > anni?

    Di meno: il termine internet è stato usato nel senso moderno la prima volta nel dicembre 1974:

    http://tools.ietf.org/html/rfc675

    Nel 1982 c'era già CompuServe Network Services, una ditta che vendeva conettività ai comuni cittadini, negli Usa


    > E facebook, da sitarello a mezzo primario di
    > relazione sociale? 6
    > anni?

    Facebook non è il mezzo primario di comunicazione sociale. È marketing.


    > E gli smartphone, da aggeggio per nerd a mania
    > collettiva? 4
    > anni?

    Non chiederlo a me. Io non ho un telefonino.


    > Possiamo correre il rischio di arrivare
    > impreparati ad un evento del
    > genere?

    Assolutamente sì, perché è tutto fumo e niente arrosto. Non daranno il permesso di circolare alle auto senza guidatore.
    Meglio concentrare i propri sforzi su altro.


    > L'IT da 20 anni ha insegnato che le innovazioni
    > tecnologiche sono travolgenti. Quando si
    > raggiunge la maturità tecnologica il cambiamento
    > è talmente dirompente da esplodere in pochi mesi.
    > Il problema fino ad oggi era la potenza di
    > calcolo e la teorie dietro la visione
    > artificiale. La teoria algebrica del
    > riconoscimento automatico (e.g. le "autofacce")
    > si è sviluppata negli ultimi 10-15 anni ed arriva
    > ora sul mercato con una certa maturità. Pensa a
    > Kinect, o al tutor sulle autostrade che riconosce
    > le
    > auto.

    Hai la bizzarra tendenza a pensare che siccome c'è stato un cambiamento rapido nel passato, ci sarà necessariamente anche stavolta.
    Non è così, stanno cercando di produrre la fusione nucleare da un ventennio e ancora sono in alto mare, stanno sperimentando aeroplani veloci come il Concorde, oramai uscito di produzione, ma che non siano così rumorosi e così assetati di carburante, e per ora nisba.
    Guarda che nel progresso non ci sono solo successi: ci sono anche, e spesso, vicoli ciechi, false piste, cocenti delusioni.
  • > È un uso figurato, le figure retoriche si
    > studiano in prima superiore e si impara a
    > riconoscerle. Se alla domanda "com'è il mare
    > oggi?" qualcuno risponde "è un olio", non si
    > risponde "allora non faccio il bagno perché mi
    > ungo". A parte nelle barzellette.
    >Occhiolino
    >
    > La tua frase non aveva nulla della metafora o
    > dell'allegoria. Era proprio un'accusa alla Cina.

    Si vede che in prima non eri attento. La mia era una metafora, ovviamente.

    > > > Una impresa IT e una fabbrica di
    > computer
    > ci
    > > sono
    > > > anche in Europa, e non sono nemmeno così
    > > piccole:
    > > > si tratta della SAP tedesca e della Bull
    > > > francese.
    > >
    > > Basta che l'aiuto economico sia comunitario,
    > come
    > > si fece per il settore auto.
    >
    > Eheheh? Ma di che cosa stai parlando?
    > Ma quando mai!

    http://www.academia.edu/3495823/La_crisi_del_setto...

    > > > E finito il tratto autostradale si
    > lasciano
    > i
    > > > passeggeri sul ciglio dello svincolo a
    > fare
    > > > l'autostop. Pratica, questa auto di
    > Google!
    > > >Occhiolino
    > >
    > > Sto parlando di veicoli commerciali, come
    > TIR
    > o
    > > anche autobus.
    >
    > Formi code chilometriche agli svincoli, o ai
    > caselli, perché gli autosnodati di Google sono
    > arrivati in orario, mentre gli autisti che
    > dovrebbero portarli a destinazione sono in
    > ritardo.

    No, attrezzo un parcheggio sufficientemente capace nei pressi di alcuni svincoli, dove l'autista attende il mezzo, sapendo da coordinate gps l'ora esatta di arrivo.

    > Da qualsiasi parte la vedi, questa tecnologia
    > monca, cioè guida solo in autostrada, crea più
    > pasticci di quanti intenda risolvere.

    Ti ho detto che sarà così solo al principio.

    > E tra l'altro si parla in linea ipotetica, perché
    > è vero che le sperimentazioni in autostrada sono
    > sostanzialmente terminate con successo, ma non
    > significa che esistano auto Google con libretto
    > di circolazione in regola che possono circolare
    > liberamente.

    I miliardi rendono possibili i miracoli...

    > > > Tornando al tuo esempio, questa
    > catastrofe
    > > > francamente non la vedo. Ammesso che
    > lascino
    > > > davvero circolare dei mastodonti di
    > diverse
    > > > tonnellate senza nessuno a bordo sulle
    > > > autostrade, se i camionisti saranno
    > impiegati
    > > > solo sui tratti di statale guideranno
    > più
    > > > riposati e non dovranno nemmeno lavorare
    > > troppo
    > > > distanti da casa come avviene ora. Mi
    > pare
    > un
    > > > vantaggio.
    > >
    > > Certo che lo è. Ma solo per quel 5-10% che
    > ancora
    > > serve. Se i camion si guida da solo per il
    > 90%
    > > serviranno il 90% di conducenti in meno. E
    > che
    > > lavoro fanno questi?
    >
    > Sul punto ti ha già risposto Izio01. Io aggiungo
    > solo che nella storia non è mai stato, non è, e
    > non sarà mai il lavoratore al centro degli
    > investimenti degli imprenditori. Gli imprenditori
    > investono al fine di guadagnare di più, e se
    > possibile fare meno fatica, non al fine di
    > salvare dalla disoccupazione i loro
    > concittadini... anche se a questa fiaba della
    > buonanotte qualcuno ci ha creduto
    > davvero.

    Appunto, per questo serve una classe politica capace di vedere il problemi con sufficiente anticipo e cercarvi soluzioni, possibilmente arginando gli atteggiamenti nocivi del mercato troppo libero.

    > > Possiamo correre il rischio di arrivare
    > > impreparati ad un evento del
    > > genere?
    >
    > Assolutamente sì, perché è tutto fumo e niente
    > arrosto. Non daranno il permesso di circolare
    > alle auto senza guidatore.
    > Meglio concentrare i propri sforzi su altro.

    Non ho detto di sforzarsi molto, ma di tenere presente che succederà, non è questione di se, ma di quando e non saremo pronti comunque.

    > > L'IT da 20 anni ha insegnato che le
    > innovazioni
    > > tecnologiche sono travolgenti. Quando si
    > > raggiunge la maturità tecnologica il
    > cambiamento
    > > è talmente dirompente da esplodere in pochi
    > mesi.
    > > Il problema fino ad oggi era la potenza di
    > > calcolo e la teorie dietro la visione
    > > artificiale. La teoria algebrica del
    > > riconoscimento automatico (e.g. le
    > "autofacce")
    > > si è sviluppata negli ultimi 10-15 anni ed
    > arriva
    > > ora sul mercato con una certa maturità.
    > Pensa
    > a
    > > Kinect, o al tutor sulle autostrade che
    > riconosce
    > > le
    > > auto.
    >
    > Hai la bizzarra tendenza a pensare che siccome
    > c'è stato un cambiamento rapido nel passato, ci
    > sarà necessariamente anche
    > stavolta.

    Si chiama deduzione induzione, e non la trovo tanto bizzarra.

    > Non è così, stanno cercando di produrre la
    > fusione nucleare da un ventennio e ancora sono in
    > alto mare, stanno sperimentando aeroplani veloci
    > come il Concorde, oramai uscito di produzione, ma
    > che non siano così rumorosi e così assetati di
    > carburante, e per ora nisba.

    Hai detto nulla. La fusione una volta ottenuta sarà la fine di tutti i problemi energetici, se fosse stato facile l'avremmo da un pezzo. Quanto agli aerei supersonici per fini civili, è un problema fisico incolmabile, che comporta costi di gestione e manutenzione insostenibili. Tecnicamente è una cosa facile, ma per renderla economica, beh, abbiamo visto com'è andata.

    > Guarda che nel progresso non ci sono solo
    > successi: ci sono anche, e spesso, vicoli ciechi,
    > false piste, cocenti
    > delusioni.

    Certo, ma la direzione è quella. Non sto mica dicendo di iniziare a mettere in cassa integrazione i camionisti. Dico solo che l'antitrust va considerato anche alla luce dei prossimi sviluppi tecnici, economici e politici.
  • > Si vede che in prima non eri attento. La mia era
    > una metafora,
    > ovviamente.

    E allora riportiamo la "metafora", così i lettori si fanno un'idea:
    " In Europa l'IT è moribondo, con conseguente emorragia finanziaria (miliardi verso gli USA) e di posti di lavoro. Ci hanno abbattuto nokia con l'aiuto della Cina sul versante hardware ".


    > > > Basta che l'aiuto economico sia
    > comunitario,
    > > come
    > > > si fece per il settore auto.
    > >
    > > Eheheh? Ma di che cosa stai parlando?
    > > Ma quando mai!
    >
    > http://www.academia.edu/3495823/La_crisi_del_setto

    Non parla di aiuti di Stato vietati dalla UE. Parla solo di incentivi all'acquisto diretti ai cittadini all'interno dello Stato, incentivi a sbarazzarsi di mezzi che inquinano di più e a sostituirli con nuovi. Se un cittadino non ha bisogno di un'auto o non ha i soldi per comprarla, è chiaro, non serviranno.
    È però vero che indirettamente queste misure aiutano l'industria automobilistica, tutta quanta, non solo la fabbrica della nazione in cui gli incentivi vengono stanziati. A patto che le tasche dei cittadini non siano totalmente vuote. Diversamente non hanno effetto.


    > > Formi code chilometriche agli svincoli, o ai
    > > caselli, perché gli autosnodati di Google
    > sono
    > > arrivati in orario, mentre gli autisti che
    > > dovrebbero portarli a destinazione sono in
    > > ritardo.
    >
    > No, attrezzo un parcheggio sufficientemente
    > capace nei pressi di alcuni svincoli, dove
    > l'autista attende il mezzo, sapendo da coordinate
    > gps l'ora esatta di
    > arrivo.

    Bene, in attesa che questi parcheggi riservati ai TIR a guida computerizzata siano ultimati in corrispondenza di tutti gli svincoli autostradali interessati dal traffico commerciale, l'autorizzazione a circolare non viene emanata.
    Finita la Salerno-Reggio Calabria, la Società Autostrade inizierà questo progetto. Ci risentiamo nel 2085.Sorride


    > > E tra l'altro si parla in linea ipotetica,
    > perché
    > > è vero che le sperimentazioni in autostrada
    > sono
    > > sostanzialmente terminate con successo, ma
    > non
    > > significa che esistano auto Google con
    > libretto
    > > di circolazione in regola che possono
    > circolare
    > > liberamente.
    >
    > I miliardi rendono possibili i miracoli...

    Lo credi tu, non è così.
    Fin dagli anni Trenta fumetti e romanzi di fantascienza prefiguravano le città del futuro percorse da auto volanti, immuni ai problema del traffico e ai semafori troppo lunghi. Ebbene, diversi costruttori queste auto volanti le hanno realizzate davvero, e sembra funzionino. Ma per utilizzarle è necessario un brevetto di volo valido, e in città non si può né atterrare né decollare. Fine del sogno.


    > > Sul punto ti ha già risposto Izio01. Io
    > aggiungo
    > > solo che nella storia non è mai stato, non
    > è,
    > e
    > > non sarà mai il lavoratore al centro degli
    > > investimenti degli imprenditori. Gli
    > imprenditori
    > > investono al fine di guadagnare di più, e se
    > > possibile fare meno fatica, non al fine di
    > > salvare dalla disoccupazione i loro
    > > concittadini... anche se a questa fiaba della
    > > buonanotte qualcuno ci ha creduto
    > > davvero.
    >
    > Appunto, per questo serve una classe politica
    > capace di vedere il problemi con sufficiente
    > anticipo e cercarvi soluzioni, possibilmente
    > arginando gli atteggiamenti nocivi del mercato
    > troppo libero.

    Che vuoi che ti dica? Vota Rifondazione Comunista e commenta sul loro forum. Qui su PI mi pare sia fuori tema.


    > > Assolutamente sì, perché è tutto fumo e
    > niente
    > > arrosto. Non daranno il permesso di circolare
    > > alle auto senza guidatore.
    > > Meglio concentrare i propri sforzi su altro.
    >
    > Non ho detto di sforzarsi molto, ma di tenere
    > presente che succederà, non è questione di se, ma
    > di quando e non saremo pronti
    > comunque.

    E ci abbatteranno un'altra Nokia?Occhiolino

    > > Hai la bizzarra tendenza a pensare che
    > siccome
    > > c'è stato un cambiamento rapido nel passato,
    > ci
    > > sarà necessariamente anche
    > > stavolta.
    >
    > Si chiama deduzione induzione, e non la trovo
    > tanto
    > bizzarra.

    C'è gente che ha bruciato capitali con la "deduzione induzione". Citofonare "bolla dot com".

    > > Non è così, stanno cercando di produrre la
    > > fusione nucleare da un ventennio e ancora
    > sono
    > in
    > > alto mare, stanno sperimentando aeroplani
    > veloci
    > > come il Concorde, oramai uscito di
    > produzione,
    > ma
    > > che non siano così rumorosi e così assetati
    > di
    > > carburante, e per ora nisba.
    >
    > Hai detto nulla. La fusione una volta ottenuta

    Perché tu sei convinto che sarà ottenuta.Sorride
    Hai la sfera di cristallo.


    > Quanto
    > agli aerei supersonici per fini civili, è un
    > problema fisico incolmabile, che comporta costi
    > di gestione e manutenzione insostenibili.

    La sperimentazione c'è:

    http://www.supersonic-business-jet.com/prototypes/...

    Non ti so dire se porterà a qualcosa di concreto, e soprattutto quando. Non sempre la ricerca scientifica incontra i bisogni dell'uomo. La sfera di cristallo non esiste, anche se filosofeggiando alcuni sono convinti di esserne in possesso.


    > > Guarda che nel progresso non ci sono solo
    > > successi: ci sono anche, e spesso, vicoli
    > ciechi,
    > > false piste, cocenti
    > > delusioni.
    >
    > Certo, ma la direzione è quella. Non sto mica
    > dicendo di iniziare a mettere in cassa
    > integrazione i camionisti. Dico solo che
    > l'antitrust va considerato anche alla luce dei
    > prossimi sviluppi tecnici, economici e
    > politici.

    Traduzione in linguaggio corrente: "soffoco una tecnologia sul nascere perché fa perdere lavoro sul territorio del mio Stato". Ma che bella idea da esporre qui su PI!Sorride

    In effetti non è una posizione così peregrina, in Italia in passato l'hanno coltivata. Si spera che un simile atteggiamento sia superato per sempre.
  • - Scritto da: Leguleio

    > E allora riportiamo la "metafora", così i lettori
    > si fanno
    > un'idea

    io sono un lettore, l'idea me la sono fatta, ma se oso dire che ha ragione lui e tu sei in torto marcio, mi fai censurare.
    Quindi perché scrivi "così i lettori si fanno un'idea"? per farti bello?
    non+autenticato
  • Microsoft e il suo Windows proprietario vanno benissimo, Apple con il suo OS altrettanto proprietario e un sistema di app che più chiuso non si può va altrettanto bene, anche Windows phone che tenta di emulare iOS per chiusura va benissimo.
    Ma Android di cui esistono vari fork è open e può essere utilizzato anche senza app google (è una libera scelta del produttore, che Io sappia l'unico obbligo è di accettare il pacchetto completo e di non poter selezionare una per una le app preinstallabili, ossia se vuoi il Google play allora devi preinstallare tutte le altre app di google!).... no! Android no, c'è abuso di posizione dominante ecc ecc...
    Quanto alle controversie sui posizionamenti delle ricerche di certe parole chiave nei motori di ricerca mi sembra che esistano per tutti i motori di ricerca, Yahoo incluso, che colpa fanno a Google? quella di essere il motore di ricerca che ha più successo?
    Perchè non ci provano gli euroburocrati a fare un motore di ricerca migliore?
  • > Microsoft e il suo Windows proprietario vanno
    > benissimo,

    Certo, benissimo: 899 milioni di euro di multa da parte della Commissione UE significa andare benissimo! Più i 561 milioni aggiuntivi perché si erano dimenticati di ottemperare alle ingiunzioni della commissione.
    Ti vedo molto ferrato sulla storia.A bocca aperta


    > Ma Android di cui esistono vari fork è open e può
    > essere utilizzato anche senza app google (è una
    > libera scelta del produttore, che Io sappia
    > l'unico obbligo è di accettare il pacchetto
    > completo e di non poter selezionare una per una
    > le app preinstallabili, ossia se vuoi il Google
    > play allora devi preinstallare tutte le altre app
    > di google!).... no! Android no, c'è abuso di
    > posizione dominante ecc
    > ecc...

    Ma quando mai. C'è solo un'indagine, nessuna accusa per quanto riguarda Android. Nemmeno hai letto l'articolo.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > Microsoft e il suo Windows proprietario
    > vanno
    > > benissimo,
    >
    > Certo, benissimo: 899 milioni di euro di multa da
    > parte della Commissione UE significa andare
    > benissimo! Più i 561 milioni aggiuntivi perché si
    > erano dimenticati di ottemperare alle ingiunzioni
    > della
    > commissione.
    > Ti vedo molto ferrato sulla storia.A bocca aperta
    >

    1.3 miliardi di euro sono nulla dopo quello che ha fatto e continua a fare M$... uno su tutti il suo SO imposto per decenni su qualsiasi PC e anche oggi se vuoi un PC liscio devi sudare sette camicie, senza scordare gli accordi capestro con i produttori (ti do windows a prezzo scontato ma non devi usare niente altro) o ancora il tentativo di imporre IE all'utenza contrabbandandolo da componente indispensabile al corretto funzionamento del suo SO.
    A google per accuse ben più labili minaccino multe di 6 miliardi di euro!!!

    >
    > > Ma Android di cui esistono vari fork è open
    > e
    > può
    > > essere utilizzato anche senza app google (è
    > una
    > > libera scelta del produttore, che Io sappia
    > > l'unico obbligo è di accettare il pacchetto
    > > completo e di non poter selezionare una per
    > una
    > > le app preinstallabili, ossia se vuoi il
    > Google
    > > play allora devi preinstallare tutte le
    > altre
    > app
    > > di google!).... no! Android no, c'è abuso di
    > > posizione dominante ecc
    > > ecc...
    >
    > Ma quando mai. C'è solo un'indagine, nessuna
    > accusa per quanto riguarda Android. Nemmeno hai
    > letto
    > l'articolo.

    "Separatamente, l’esecutivo Ue ha anche aperto un’indagine formale sul sistema Android. Google ha dieci settimane di tempo per rispondere e poi presentare ricorso contro le accuse alla Corte di giustizia Ue, ma nel frattempo la Commissione potrebbe imporre la fine delle pratiche ritenute anticoncorrenziali."
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/15/google-.../
    Qui si parla di indagini formali con 10 settimane di tempo per google per difendersi.... a me sembra un'accusa!
  • > > > Microsoft e il suo Windows proprietario
    > > vanno
    > > > benissimo,
    > >
    > > Certo, benissimo: 899 milioni di euro di
    > multa
    > da
    > > parte della Commissione UE significa andare
    > > benissimo! Più i 561 milioni aggiuntivi
    > perché
    > si
    > > erano dimenticati di ottemperare alle
    > ingiunzioni
    > > della
    > > commissione.
    > > Ti vedo molto ferrato sulla storia.A bocca aperta
    > >
    >
    > 1.3 miliardi di euro sono nulla dopo quello che
    > ha fatto e continua a fare M$...

    Non cambiare discorso. Hai accusato la Commissione europea di non fare nulla per l'abuso di posizione dominante di Microsft: ebbene, non è vero: è stata multata ed è stata imposta la schermata di scelta del browser.
    Ciò che pensi tu della multa inflitta non ha rilevanza.


    > > > Ma Android di cui esistono vari fork è
    > open
    > > e
    > > può
    > > > essere utilizzato anche senza app
    > google
    > (è
    > > una
    > > > libera scelta del produttore, che Io
    > sappia
    > > > l'unico obbligo è di accettare il
    > pacchetto
    > > > completo e di non poter selezionare una
    > per
    > > una
    > > > le app preinstallabili, ossia se vuoi il
    > > Google
    > > > play allora devi preinstallare tutte le
    > > altre
    > > app
    > > > di google!).... no! Android no, c'è
    > abuso
    > di
    > > > posizione dominante ecc
    > > > ecc...
    > >
    > > Ma quando mai. C'è solo un'indagine, nessuna
    > > accusa per quanto riguarda Android. Nemmeno
    > hai
    > > letto
    > > l'articolo.
    >
    > "Separatamente, l’esecutivo Ue ha anche aperto
    > un’indagine formale sul sistema Android".

    Esatto. Io so distinguere fra un'accusa formale e un'indagine formale. E se vuoi ti do il link alle fonti UE, così tocchi con mano anche tu la differenza.
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Microsoft e il suo Windows proprietario vanno
    > benissimo, Apple con il suo OS altrettanto
    > proprietario e un sistema di app che più chiuso
    > non si può va altrettanto bene, anche Windows
    > phone che tenta di emulare iOS per chiusura va
    > benissimo.

    Certo che vanno bene.
    Vendono un loro prodotto, con il loro ecosistema. Ti piace bene, non ti piace ciccia.

    > Ma Android di cui esistono vari fork è open e può
    > essere utilizzato anche senza app google (è una
    > libera scelta del produttore, che Io sappia
    > l'unico obbligo è di accettare il pacchetto
    > completo e di non poter selezionare una per una
    > le app preinstallabili, ossia se vuoi il Google
    > play allora devi preinstallare tutte le altre app
    > di google!).... no! Android no, c'è abuso di
    > posizione dominante ecc
    > ecc...

    Certo che c'è l'abuso.
    I contratti capestro a cui sono sottoposti gli OEM sono oramai pubblici (vedi HTC).
    Se tu hai gli occhi foderati di prosciutto non è colpa nostra.

    > Quanto alle controversie sui posizionamenti delle
    > ricerche di certe parole chiave nei motori di
    > ricerca mi sembra che esistano per tutti i motori
    > di ricerca, Yahoo incluso, che colpa fanno a
    > Google? quella di essere il motore di ricerca che
    > ha più
    > successo?

    Di non essere imparziale e di essere prezzolato.
    E non nella Sense bar di destra ma nel prime search.

    Inoltre la immonda schifezza di AdSense (definirla di stampo mafioso è un eufemismo) deve finire una volta per tutte.

    Con le buone o con le cattive.

    > Perchè non ci provano gli euroburocrati a fare un
    > motore di ricerca
    > migliore?

    Perché invece non ci provi tu.
    No eh? Tanto sai che BigG ti stringerà tra le sue mani fino a strozzarti.
    maxsix
    9891
  • All'inizio pensavo stessi scherzando e invece sei serio!!!!
    LOL! Praticamente mi stai dicendo che dovrebbe essere vietato che un'azienda ponga dei limiti sull'uso dei suoi prodotti! LOL!

    La apple che vieta anche solo il jailbreak? Cos'è? Da condanna a morte?
    non+autenticato
  • Google shopping non è per niente preponderante negli acquisti online (a volte è pure difficile trovarlo tra le tabs)... molto spesso ci finisco come "ultima spiaggia".
    Riguardo ad Android, il dito dovrebbe essere puntato contro i produttori: fino al 2007 stagnavano nel loro mercato di telefonini con schermini, iconcine e tastierine per poi essere brutalmente spiazzati dal successo di iPhone. Sono stati del tutto incapaci di aggrapparsi ad una rivoluzione che si basava sul software più che sull'hardware ma, "fortunatamente", c'era Google che aveva visto lungo ed aveva già pronto l'embrione di quello che sarebbe stato Android. Ora i produttori si sono seduti su quello e, per dare l'idea di essere bravi a fare qualcosa, ci infilano i loro programmi inutili ed impossibili da disinstallare (per un comune utente) e, ci scommetterei, ostacolando volutamente l'installazione di giochi non provenienti dal loro market preinstallato.
    Piuttosto è l'Europa dovrebbe rivedere il monopolio della burocrazia e "tassacrazia" che spesso "protegge", ma altre volte "ostacola"
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 aprile 2015 12.46
    -----------------------------------------------------------
  • > Riguardo ad Android, il dito dovrebbe essere
    > puntato contro i produttori: fino al 2007
    > stagnavano nel loro mercato di telefonini con
    > schermini, iconcine e tastierine per poi essere
    > brutalmente spiazzati dal successo di iPhone.
    > Sono stati del tutto incapaci di aggrapparsi ad
    > una rivoluzione che si basava sul software più
    > che sull'hardware ma, "fortunatamente", c'era
    > Google che aveva visto lungo ed aveva già pronto
    > l'embrione di quello che sarebbe stato Android.

    Spieghiamolo meglio, perché la tua frase non è chiarissima per uno che non conosce la storia. Il sistema operativo Android è stato sviluppato da Andy Rubin, Rich Miner, Nick Sears e Chris White nel 2003, ma ha ottenuto una diffusione modesta. Solo con l'acquisizione da parte di Google nel 2005 è decollato.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Spieghiamolo meglio, perché la tua frase non è
    > chiarissima per uno che non conosce la storia. Il
    > sistema operativo Android è stato sviluppato da
    > Andy Rubin, Rich Miner, Nick Sears e Chris White
    > nel 2003, ma ha ottenuto una diffusione modesta.
    > Solo con l'acquisizione da parte di Google nel
    > 2005 è
    > decollato.

    Per uno che non conosca la storia bisognerebbe dire anche che Android prima della acquisizione da parte di Google era tutta un altra cosa addirittura lo scopo iniziale (alla nascita del prodotto) era la gestione di camere digitali.

    L'attuale codice di Android ha ormai veramente poco o quasi nulla in comune con la "early version" precedente la acquisizione da parte di Google.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andy
    > - Scritto da: Leguleio
    >
    > > Spieghiamolo meglio, perché la tua frase non
    > è
    > > chiarissima per uno che non conosce la
    > storia.
    > Il
    > > sistema operativo Android è stato sviluppato
    > da
    > > Andy Rubin, Rich Miner, Nick Sears e Chris
    > White
    > > nel 2003, ma ha ottenuto una diffusione
    > modesta.
    > > Solo con l'acquisizione da parte di Google
    > nel
    > > 2005 è
    > > decollato.
    >
    > Per uno che non conosca la storia bisognerebbe
    > dire anche che Android prima della acquisizione
    > da parte di Google era tutta un altra cosa
    > addirittura lo scopo iniziale (alla nascita del
    > prodotto) era la gestione di camere
    > digitali.
    >
    > L'attuale codice di Android ha ormai veramente
    > poco o quasi nulla in comune con la "early
    > version" precedente la acquisizione da parte di
    > Google.

    Questo riguarda un po' tutti i sistemi *nix. Essendo facile metterci le mani, il codice è libero, ci si mette le mani.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Questo riguarda un po' tutti i sistemi *nix.
    Linux e Android in particolare non sono sistemi *.nix (ancora meno lo era appunto l'Android pre-Google).

    Al massimo sono sistemi che richiamano l'interfaccia "POSIX" (che non è affatto *nix)

    > Essendo facile metterci le mani, il codice è
    > libero, ci si mette le
    > mani.
    L'unico sistema *nix "libero" è freeBsd coi suoi derivati.
    Che è un vero Unix come codice e come "genesi storica".

    Il codice Kernel di Linux come scrittura è tanto parente di Unix quanto un pollo lo è di un elefante.

    Solo se non lo si conosce lo si può definire "*nix" scambiando però "posix" con *nix che col kernel non ha niente a che vedere.
    non+autenticato
  • Finalmente quello che avevo pronosticato 2 anni fa arriva ad un compimento.

    Saranno botte da orbi che spero abbatta una volta per tutte la Lehman Brothers di internet.
    maxsix
    9891
  • la sibilla cumana ci azzecca sempreSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: spossato
    > la sibilla cumana ci azzecca sempreSorride

    Non direi visto che 2 anni fa i capi di imputazione erano gli stessi di oggi.
    Ma ci sono state priorità più grosse da gestire, elezioni europee comprese.

    Ma il pollo da spennare è troppo grande e le ragioni lo sono ancora di più.

    Quindi, why not?
    maxsix
    9891
  • facciano pure. per quel che mi riguarda, le mega corporazioni possono anche sparire dalla faccia della terra.
    non+autenticato
  • Caspita!
    Deluso
    Dici che ci toccherà "pompare" sulle bisness iunit?
    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • ...di smartphone con Android.

    Serve dire altro? Serve sottolineare l'assurdità di tale situazione?
    ruppolo
    33147
  • quella che tu chiami assurdità, si chiama in realtà libero mercato

    solo perchè hanno lo stesso sistema operativo non dovrebbero essere considerati terminali differenti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > ...di smartphone con Android.
    >
    > Serve dire altro? Serve sottolineare l'assurdità
    > di tale
    > situazione?
    hai omesso un SACCO di roba... cosi' sembra ci siano SOLO 18000 foni... ci sono anche migliaia di dongle/embedded, migliaia di tablet e milioni di motherboard x86 (si c'e' android x86)
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > ...di smartphone con Android.
    >
    > Serve dire altro? Serve sottolineare l'assurdità
    > di tale
    > situazione?

    Ma se a te dà fastidio la libertà di scelta vatti a comprare l'iPhone 6!
    A me il poter scegliere fra migliaia di modelli diversi invece mi piace un sacco!
    Che stiano a fare le pulci a Google per attività anticoncorrenziali, quando i concorrenti sono M$ e Apple è semplicemente un delirio!
  • - Scritto da: ruppolo
    > ...di smartphone con Android.
    >
    > Serve dire altro? Serve sottolineare l'assurdità
    > di tale
    > situazione?

    Non sono sicuro di avere capito, intendi che è assurdo 18.000 modelli con lo stesso sistema operativo o 18.000 modelli e basta?
    Shiba
    4018
  • - Scritto da: Shiba

    > Non sono sicuro di avere capito, intendi che è
    > assurdo 18.000 modelli con lo stesso sistema
    > operativo o 18.000 modelli e
    > basta?


    Intende dire che è già in difficoltà quando deve scegliere tra due possibilità del nuovo iPhone.
    Quindi con 18.000 possibilità di scelta impazzirebbe direttamente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)