Alfonso Maruccia

Microsoft riporta l'open source a casa

Redmond decide di riassorbire la sussidiaria nata con l'obiettivo specifico di realizzare progetti FOSS a beneficio dell'azienda e della community tutta. La nuova Microsoft è oramai innervata di open source, la start-up non serve più

Roma - Microsoft ha annunciato l'intenzione di reintegrare progetti, operazioni e personale di Open Technologies (MS Open Tech), la sussidiaria nata tre anni fa con l'anima di una start-up e l'obiettivo di "accelerare" la collaborazione tra Redmond e la community FOSS. Quell'obiettivo è stato abbondantemente raggiunto, dice ora la corporation, per il futuro una start-up non è più necessaria.

Dopo soli tre anni MS Open Tech può vantare risultati di peso come l'apertura del codice del framework.NET, la virtualizzazione a compartimenti in stile Docker in arrivo con Windows 10, l'engine MSBuild in versione open e molto altro ancora.

In buona sostanza, sottolinea Microsoft, l'iniziativa Open Tech "ha raggiunto i suoi target principali, le tecnologie e le pratiche ingegneristiche dell'open source stanno rapidamente diventando un tratto comune in tutta l'azienda".
Un'azienda che in questi 40 anni è cambiata radicalmente, e che ha con il FOSS un rapporto molto meno problematico anche solo rispetto al recente passato. L'accorpamento di Open Tech permetterà a Redmond di sfruttare ancora meglio le esperienze e i risultati raggiunti dalla start-up, tanto più che oggi la gestione separata dei progetti open servirebbe solo a complicare inutilmente le cose.
Al momento Microsoft è impegnata a collaborare su circa 2.000 diversi progetti open source ospitati su GitHub, CodePlex e altre piattaforme di hosting e programmazione collaborative, e c'è persino chi si è recentemente spinto (Mark Russinovich) a ipotizzare la possibile, ancorché improbabile mutazione genetica di Windows in un progetto pienamente FOSS.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessMicrosoft, spin-off a codice apertoRedmond dedica all'open source una nuova società sussidiaria. L'obiettivo è "costruire ponti" tra il mondo Microsoft e le tecnologie aperte: sul lungo periodo i vantaggi saranno per tutti
  • AttualitàI primi 40 anni di MicrosoftI padri fondatori e il management festeggiano il compleanno della corporation di Redmond, una data da celebrare e da guardare come pietra miliare per il futuro. Un futuro distribuito, cloud, forse persino open source
28 Commenti alla Notizia Microsoft riporta l'open source a casa
Ordina
  • Sembra che Microsoft stia tentando di raccimolare terreno sulle questioni piu' supportate dagli utenti Unix:
    -stabilita' del sistema...ormai non si parla piu' di blue screen...
    -passi avanti sulla sicurezza
    -comincia ad emergere del codice open source

    Insomma, lamentarsi potrebbe richiedere piu' impegno per i fanatici di linux.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco

    > Insomma, lamentarsi potrebbe richiedere piu'
    > impegno per i fanatici di
    > linux.
    tra una decina d'anni, forse.... per ora motivi di lagnanze ce ne sono a centinaiaSorride
    non+autenticato
  • le lagnanze ci sono e saranno sempre. Per entrambi. La questione e' che i luoghi comuni sopra citati ormai sembrano far parte della storia.
    non+autenticato
  • mi spiace ma stai dimenticando un elemento di lagnanza fondamentale, ovvero che windows non è opensource

    se e quando diventerà open, allora potremo spettarla di lamentarci
    non+autenticato
  • allora un admin linux potrebbe modificare il codice open source di microsoft a piacimento?
    non+autenticato
  • - Scritto da: eccomi
    > allora un admin linux potrebbe modificare il
    > codice open source di microsoft a
    > piacimento?

    quale codice open source di microsoft?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco
    > Sembra che Microsoft stia tentando di raccimolare
    > terreno sulle questioni piu' supportate dagli
    > utenti
    > Unix:
    > -stabilita' del sistema...ormai non si parla piu'
    > di blue
    > screen...
    > -passi avanti sulla sicurezza
    > -comincia ad emergere del codice open source
    >
    > Insomma, lamentarsi potrebbe richiedere piu'
    > impegno per i fanatici di linux.

    Semmai è il contrario: sono le distribuzioni basate sul kernel Linux a essersi pericolosamente "avvicinate" a M$...

    Basta pensare anche solo a robacce come interfacce pessime tipo Unity o Gnome3, alle contaminazioni proprietarie e alle minchiate "social" del tipo alla Ubuntu o, peggio di tutto, alla deriva simil-windows di Debian verso systemd, con tanto di contratto sociale che va a farsi allegramente benedire...

    Lamentarsi sarà semmai più facile per chi a ragion veduta desidera un s.o. realmente aperto, libero, efficiente (una parte, piccola, di quelli che chiami "i fanatici di linux")... E l'oggetto delle lamentele saranno purtroppo anche le degenerazioni delle distribuzioni basate sul kernel Linux...
    non+autenticato
  • - Scritto da: firefuck
    > - Scritto da: Marco
    > > Sembra che Microsoft stia tentando di
    > raccimolare
    > > terreno sulle questioni piu' supportate dagli
    > > utenti
    > > Unix:
    > > -stabilita' del sistema...ormai non si parla
    > piu'
    > > di blue
    > > screen...
    > > -passi avanti sulla sicurezza
    > > -comincia ad emergere del codice open source
    > >
    > > Insomma, lamentarsi potrebbe richiedere piu'
    > > impegno per i fanatici di linux.
    >
    > Semmai è il contrario: sono le distribuzioni
    > basate sul kernel Linux a essersi pericolosamente
    > "avvicinate" a M$...
    >
    >
    > Basta pensare anche solo a robacce come
    > interfacce pessime tipo Unity o Gnome3, alle
    > contaminazioni proprietarie e alle minchiate
    > "social" del tipo alla Ubuntu o, peggio di tutto,
    > alla deriva simil-windows di Debian verso
    > systemd, con tanto di contratto sociale che va a
    > farsi allegramente
    > benedire...

    io uso Ubuntu con Unity e mi piace, mi dà tutto quello che mi serve

    > Lamentarsi sarà semmai più facile per chi a
    > ragion veduta desidera un s.o. realmente aperto,
    > libero, efficiente (una parte, piccola, di quelli
    > che chiami "i fanatici di linux")... E l'oggetto
    > delle lamentele saranno purtroppo anche le
    > degenerazioni delle distribuzioni basate sul
    > kernel
    > Linux...

    il bello di Linux non è proprio che non esistono distribuzioni ufficiali e che ogni comunità può farsi la propria?
  • cos'ha che non va la Ubuntu????
    per me e' ottima, ma come e' ottima anche la CentOS, la Fedora...debian...etc...etc...
    ce ne sono decine di distro!!!
    lagnarsi di che ?
    non+autenticato
  • HAHAHA si si, come no... illusi !!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sisko212
    > HAHAHA si si, come no... illusi !!!

    per cosa? il codice di windows open?

    ...mica lo ha detto stallman, lo dice Russinovich, e se sei un vero MS fan dovresti conoscerlo bene (ma mi sa tanto che ti sto sopravvalutando)
    non+autenticato
  • Bisogna vedere quello cosa stanno pensando gli azionisti
    non+autenticato
  • - Scritto da: c1k0
    > per cosa? il codice di windows open?
    > ...mica lo ha detto stallman, lo dice Russinovich

    E' più probabile che Apple adotti android, piuttosto che Microsoft rilasci Windows come open source.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: c1k0
    > > per cosa? il codice di windows open?
    > > ...mica lo ha detto stallman, lo dice
    > Russinovich
    >
    > E' più probabile che Apple adotti android,
    > piuttosto che Microsoft rilasci Windows come open
    > source.

    Non ne sarei cosi' sicuro.
    In fondo se M$ aprisse il suo codice non ci sarebbero conseguenze sul suo business, mentre apple scegliendo android dovrebbe decretare il fallimento della prigione dorata e riconoscere la superiorita' degli ecosistemi aperti e liberi, roba che provocherebbe suicidi di massa tra i loro adepti.
  • Implicando che non possa modificare Android per farsi una propria versione con le stesse restrizioni di prima.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Implicando che non possa modificare Android per
    > farsi una propria versione con le stesse
    > restrizioni di
    > prima.

    In tal caso non si chiamerebbe piu' android.
  • Si chiama andorid, solo che è una versione personalizzata di apple.
  • in passato ho letto che tutte le prossime versioni di windows erano interamente ricreate in .NET

    ora cosa c'entra la programmazione .NET con l'oopen source?

    il codice open source è 100% libero, quindi liberamente programmabile da linux

    se microsoft vuole diverntare open source deve sfornare il prossimo office liberamente installabile da tutti i repository debuan, ubuntu e derivate con un semplice clic del mouse
    non+autenticato
  • - Scritto da: donna
    > in passato ho letto che tutte le prossime
    > versioni di windows erano interamente ricreate in
    > .NET

    LOL! Questa è la barzelletta del secolo. Un sistema operativo scritto tutto in .NET, ma ceRRRRRRRRRRRRto! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: donna
    > > in passato ho letto che tutte le prossime
    > > versioni di windows erano interamente ricreate
    > in
    > > .NET
    >
    > LOL! Questa è la barzelletta del secolo. Un
    > sistema operativo scritto tutto in .NET, ma
    > ceRRRRRRRRRRRRto!
    > Rotola dal ridere

    e se non hai il .NET redistributable nel UEFI, col piffero che lo installiSorride
    non+autenticato