Gaia Bottà

Google Maps e la minzione punitiva

Il robottino di Android avvistato su Google Maps, nell'atto di oltraggiare la Mela di Cupertino. L'affronto non è rivolto ad Apple, ma alle policy di controllo di Mountain View

Roma - In una località del Pakistan, il robottino di Android si produce in un gesto inconsulto: un oltraggio estremo nei confronti di Apple, acerrima rivale per il mobile.


Individuata da Team Android, l'immagine ha fatto di Rawalpindi una delle città più visitate a mezzo Google Maps: questo scontro di marchi potrebbe presto scomparire dalle mappe.

L'origine della modifica, ha chiarito tempestivamente Mountain View confermando le sensazioni dei cittadini della Rete, non è da cercare nel GooglePlex. Solo pochi giorni fa presso la Casa Bianca era comparso l'improbabile store "Edwards Snow Den", posizionato su Google Maps da un utente abbastanza abile da sfruttarne le falle: lo stesso utente che l'anno scorso aveva intercettato le chiamate dirette all'FBI segnalando sul servizio di Mountain View i propri numeri di telefono in luogo di quelli dell'intelligence.
L'aggressività del gesto a mezzo Maps non si rivolge dunque ad Apple, ma alla stessa Google: a pochi chilometri di distanza, la motivazione dell'affronto, anch'essa rivendicata a mezzo Map Maker.
Rivendicazione


Gaia Bottà
Notizie collegate
  • SicurezzaIntercettare l'FBI. Con Google MapsUno sviluppatore si inventa un modo per intercettare le chiamate dirette all'FBI e ai servizi segreti abusando del servizio di mappe offerto gratuitamente da Mountain View. Che risponde eliminando i numeri fasulli
7 Commenti alla Notizia Google Maps e la minzione punitiva
Ordina