Claudio Tamburrino

Android Auto, primo passeggero

Hyundai fa esordire la prima macchina con a bordo il sistema operativo di Google. Con l'idea di montarlo su tutti i suoi veicoli

Roma - Hyundai ha annunciato che Android Auto, il sistema operativo pensato per integrarsi nelle automobili, farà il suo esordio sulle sue macchine.

Ampiamente anticipato, tanto da arrivare in una prima versione già a marzo accompagnata da una radio Pioneer, l'esordio di Android Auto era molto atteso: il primo veicolo che arriverà sul mercato con integrato il SO di Google sarà Sonata, nel modello dotato di sistema satellitare. L'idea di Hyundai è tuttavia quella di renderlo di dotazione per tutti i suoi modelli dotati di tale tecnologia di navigazione.

Il Presidente e CEO di Hyundai Motor America, Dave Zuchowski, ha sottolineato come "Android Auto si allinea perfettamente con l'idea di sicurezza, semplicità e intuitività del design dei comandi offerti da Hyudai". Tecnicamente il sistema funziona integrandosi con i dispositivi Android 5.0 Lollipop ed al primo utilizzo vi sarà il download e l'installazione automatica dell'omonima app.
Una volta nel veicolo l'utente può collegare il proprio device tramite cavo micro USB al computer centrale e tramite Bluetooth al sistema per le chiamate telefoniche di Sonata.

A questo punto lo schermo dello smartphone andrà in blocco, per scoraggiare gli utenti che si distraggono dalla guida per consultarlo, e tutte le informazioni necessarie saranno mostrate sullo schermo centrale del navigatore. Qui saranno offerte le informazioni necessarie alla guida, le indicazioni di navigazione e i comandi - attivabili tramite i relativi tasti, il touchscreen o con comandi vocali - per rispondere ad eventuali comunicazioni (dai messaggi alle chiamate) e controllare app familiari come Google Maps, Google Now, Google Play Music, ma anche altre tra cui iHeartRadio, Spotify, TuneIn, NPR, Stitcher, Skype, TextMe.

I primi commenti sono molto positivi: la semplicità del sistema di controllo, la funzionalità dei comandi vocali e la possibilità di gestire più tipi di dati e servizi (da quelli delle mappe agli appuntamenti ed agli impegni degli utenti raccolti sulle schede di Google Now), lo rendono un sistema-maggiordomo che appare molto funzionale.


Alla fine saranno naturalmente gli utenti ed il mercato i giudici del nuovo prodotto: anche da questo dipenderanno i prossimi sviluppi dei sistemi integrati e dei progetti in chiave Internet of Things di Mountain View, che sembra ora intenzionata a concentrarsi sulla domotica.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle I/O, i nuovi Nexus e Android MAncora indiscrezioni sulle novitÓ che Mountain View presenterÓ nel corso della conferenza per gli sviluppatori, un appuntamento che dovrebbe sancire il debutto di nuovi Android, nuovi terminali e molto altro ancora
  • TecnologiaAutomotive, da Intel a GoogleIntel e Ford provano a "inventarsi il futuro" dell'automotive mentre Google pensa a interfacciare i gadget mobile con il display dell'automobile. In concorrenza diretta con Apple, o forse no
4 Commenti alla Notizia Android Auto, primo passeggero
Ordina
  • Semplice:
    Durante il colloquio tra il CEO di Hyundai e Tim Cook, arrivati al punto della frase qui riportata,
    "A questo punto lo schermo dello smartphone andrà in blocco".
    Hanno dovuto ricoverare Tim Cook in preda a una crisi epilettica, mentre il fantasma di Jobs ululava per tutta cupertino...
    Per Apple (ovviamente) una idea del genere è inaccettabile!!!
    A bocca aperta
    Oppure è accettabile... nel senso di sfasciarla a colpi di accetta!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: 6 giaguar
    > Semplice:
    > Durante il colloquio tra il CEO di Hyundai e Tim
    > Cook, arrivati al punto della frase qui
    > riportata,
    >
    > "A questo punto lo schermo dello smartphone
    > andrà in
    > blocco"
    .
    > Hanno dovuto ricoverare Tim Cook in preda a una
    > crisi epilettica, mentre il fantasma di Jobs
    > ululava per tutta
    > cupertino...
    > Per Apple (ovviamente) una idea del genere è
    > inaccettabile!!!
    > A bocca aperta
    > Oppure è accettabile... nel senso di sfasciarla a
    > colpi di
    > accetta!
    > A bocca aperta

    Pensavo che fosse anche per mantenere il prezzo delle vetture sotto i 30.000 euro.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: 6 giaguar
    > > Semplice:
    > > Durante il colloquio tra il CEO di Hyundai e
    > Tim
    > > Cook, arrivati al punto della frase qui
    > > riportata,
    > >
    > > "A questo punto lo schermo dello
    > smartphone
    > > andrà in
    > > blocco"
    .
    > > Hanno dovuto ricoverare Tim Cook in preda a
    > una
    > > crisi epilettica, mentre il fantasma di Jobs
    > > ululava per tutta
    > > cupertino...
    > > Per Apple (ovviamente) una idea del genere è
    > > inaccettabile!!!
    > > A bocca aperta
    > > Oppure è accettabile... nel senso di
    > sfasciarla
    > a
    > > colpi di
    > > accetta!
    > > A bocca aperta
    >
    > Pensavo che fosse anche per mantenere il prezzo
    > delle vetture sotto i 30.000
    > euro.

    Ho un ottimo coupè Hyundai rigorosamente sotto i 30000 euro: per favore lasciatemelo così, non toglietemi il piacere della guida.
  • - Scritto da: rockroll

    > Ho un ottimo coupè Hyundai rigorosamente sotto i
    > 30000 euro: per favore lasciatemelo così, non
    > toglietemi il piacere della
    > guida.
    E secondo te dipende da me e da P.R.?
    giusto per sapere....
    non+autenticato