Alfonso Maruccia

Windows Store, basta app un tanto al chilo

Microsoft promette di fare pulizia nello store per Windows 10, un'operazione che costringerà gli sviluppatori a impegnarsi un po' di più per realizzare app che abbiano quantomeno una parvenza di utilità

Roma - Microsoft fa lo spazzino della app economy in anticipo sul debutto commerciale di Windows 10, sistema operativo universale e onnicomprensivo che includerà una versione riveduta e corretta del servizio Windows Store per il download di applicazioni.

Redmond dimostra di essere consapevole delle condizioni in cui versa la sua "app economy" annunciando un nuovo sforzo per migliorare l'"esperienza" di Windows Store, un'operazione di pulizia che consisterà prima di tutto nella rimozione di quelle app che non rispettano le policy imposte dalla corporation.

Gli sviluppatori (o gli scammer) poco solleciti a modificare quello che non va in una app vedranno la propria creazione eliminata dallo Store, dice Microsoft, mentre per il futuro le nuove app dovranno avere una utilità o contenuti "unici", icone ben differenziate le une dalle altre, prezzi appropriati rispetto alla funzione e tag descrittivi più precisi.
A parole, Microsoft dice di voler eliminare il fenomeno del bloatware (quando non vero e proprio crapware o scamware) dallo Store di Windows, in passato tollerato per riempire il servizio con un gran numero di app in seguito al debutto assieme a Windows 8.

Per incoraggiare gli sviluppatori, Microsoft ha aggiornato con il supporto a Windows 10 Windows App Studio, un sito Web che promette ai programmatori e agli aspiranti programmatori di creare app in pochi minuti e senza dover scrivere una riga di codice. Il servizio permetterà la creazione di app universali e l'accesso a nuove funzionalità "cloud" proprietarie di Microsoft come il catalogo musicale di Xbox Music, le mappe di Bing e strumenti analitici avanzati.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaBuild 2015: tutti per Windows 10, Windows 10 per tuttiMicrosoft ha aperto l'attesa conferenza per sviluppatori con un keynote incentrato su Windows 10, sistema operativo che a quanto pare andrà bene su tutto - e permetterà di monetizzare gli utenti desktop alla stregua di quelli mobile. La nuova vocazione universale di Microsoft coinvolge anche gli strumenti di sviluppo
52 Commenti alla Notizia Windows Store, basta app un tanto al chilo
Ordina
  • odio a morte l'inventore di ste cagate.
    peccato che è morto dopo averle messe in piedi e non prima.
    non+autenticato
  • Strano che fino a ieri dicevate che "non ha inventato nulla" , che "il concetto di store e app esisteva giá prima con linux" , ecc ecc ecc

    Ma guardo un po' ... se una cosa piace ed é utile non é stata inventata da "lui" e blah blah blah , se non piace l'ha "messa un piedi lui" e blah blah blah ...

    La cosa certa é il vostro minimo comun denominatore , molto "blah blah blah".
  • - Scritto da: aphex_twin

    > Strano che fino a ieri dicevate che "non ha
    > inventato nulla" , che "il concetto di store e
    > app esisteva giá prima con linux" , ecc ecc
    > ecc

    Chissà a chi si sta rivolgendo questo qua, bah...
    non+autenticato
  • Chi ha orecchie per intendere intenda.
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Chi ha orecchie per intendere intenda.

    Non capisco. Non hai meglio da fare che star qui a fare figure di palta? Dai su, basta con queste razzate.
    non+autenticato
  • Bravo , ottime argomentazioni .... come sempre. Annoiato
  • L' amico AxAx sta solo sparando razzate non farci caso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Strano che fino a ieri dicevate che "non ha
    > inventato nulla" , che "il concetto di store e
    > app esisteva giá prima con linux" , ecc ecc
    > ecc
    >
    > Ma guardo un po' ... se una cosa piace ed é utile
    > non é stata inventata da "lui" e blah blah blah ,
    > se non piace l'ha "messa un piedi lui" e blah
    > blah blah
    > ...
    >
    > La cosa certa é il vostro minimo comun
    > denominatore , molto "blah blah
    > blah".

    sai, i non-macachi hanno una cosa che voi non sapete nemmeno cos'è: la diversità di opinioniA bocca aperta
    Il mondo è bello perché è vario, ma il mondo Apple non è per niente vario...
    Funz
    13021
  • - Scritto da: Funz
    > sai, i non-macachi hanno una cosa che voi non
    > sapete nemmeno cos'è: la diversità di opinioni
    >A bocca aperta

    Diversitá di opinioni ???

    ahahah ma li leggi i commenti dei vari Panda Rossa e Etype ???

    Diversitá di opinioni ... ma non farmi ridere Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • - Scritto da: AxAx
    > odio a morte l'inventore di ste cagate.
    > peccato che è morto dopo averle messe in piedi e
    > non
    > prima.

    scusa, ma di chi stai parlando?
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > rimuoverebbe win10!

    Se avessero o avessero avuto mai idea di cos'è il concetto di pulizia sarebbero rimasti ad un WIN XP ottimizzato e con aggiunta di poche funzioni (supporto sata, gestione SSD, USB 3.0, bkup/rest immagine sys, ..., e magari eliminazione registry, FileSystem decente, WinUpdate snellito ed efficiente, ..., ...)
  • Pienamente d'accordo, anche se il registry concettualmente non è male, il problema è che viene gestito male da chi scrive le applicazioni soprattutto quando si disinstalla un software, l'applicazione dovrebbe rimuovere tutte le proprie chiavi... comunque con un sw gratuito come RegFromApp è abbastanza utile per capire cosa fa un'applicazione nel file di Registro.

    http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=RegFromA...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Pienamente d'accordo, anche se il registry
    > concettualmente non è male, il problema è che
    > viene gestito male da chi scrive le applicazioni
    > soprattutto quando si disinstalla un software,
    > l'applicazione dovrebbe rimuovere tutte le
    > proprie chiavi... comunque con un sw gratuito
    > come RegFromApp è abbastanza utile per capire
    > cosa fa un'applicazione nel file di
    > Registro.
    >
    > http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=RegFromA
    non vine gestito male da chi scrive applicazioni è fatto male direttamente da microsoft perché permette a chi scrive applicazioni di gestirlo male.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > - Scritto da: prova123
    > > Pienamente d'accordo, anche se il registry
    > > concettualmente non è male, il problema è che
    > > viene gestito male da chi scrive le applicazioni
    > > soprattutto quando si disinstalla un software,
    > > l'applicazione dovrebbe rimuovere tutte le
    > > proprie chiavi... comunque con un sw gratuito
    > > come RegFromApp è abbastanza utile per capire
    > > cosa fa un'applicazione nel file di
    > > Registro.
    > >
    > >
    > http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=RegFromA
    > non vine gestito male da chi scrive applicazioni
    > è fatto male direttamente da microsoft perché
    > permette a chi scrive applicazioni di gestirlo
    > male.

    Esatto, prova ne è l'installazione di office, che seguendo le linee guida di microsoft lascia un sacco di spazzatura nel registro quando lo disinstalli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > - Scritto da: prova123
    > > Pienamente d'accordo, anche se il registry
    > > concettualmente non è male, il problema è che
    > > viene gestito male da chi scrive le applicazioni
    > > soprattutto quando si disinstalla un software,
    > > l'applicazione dovrebbe rimuovere tutte le
    > > proprie chiavi... comunque con un sw gratuito
    > > come RegFromApp è abbastanza utile per capire
    > > cosa fa un'applicazione nel file di
    > > Registro.
    > >
    > >
    > http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=RegFromA
    > non vine gestito male da chi scrive applicazioni
    > è fatto male direttamente da microsoft perché
    > permette a chi scrive applicazioni di gestirlo
    > male.

    MA LOL
    E' come dire che un qualsiasi file system è "fatto male" perché permette di eliminare file in modo arbitrario.
  • - Scritto da: prova123
    > Pienamente d'accordo, anche se il registry
    > concettualmente non è male, il problema è che
    > viene gestito male da chi scrive le applicazioni
    > soprattutto quando si disinstalla un software,
    > l'applicazione dovrebbe rimuovere tutte le
    > proprie chiavi...

    In realtà il deinstallatore dovrebbe chiedere se rimuovere le chiavi. L'idea è che le chiavi potrebbero essere necessarie per una reinstallazione successiva.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Pienamente d'accordo, anche se il registry
    > concettualmente non è male, il problema è che
    > viene gestito male da chi scrive le applicazioni
    > soprattutto quando si disinstalla un software,
    > l'applicazione dovrebbe rimuovere tutte le
    > proprie chiavi...

    In realtà il deinstallatore dovrebbe chiedere se rimuovere le chiavi. L'idea è che le chiavi potrebbero essere necessarie per una reinstallazione successiva.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: prova123
    > > Pienamente d'accordo, anche se il registry
    > > concettualmente non è male, il problema è che
    > > viene gestito male da chi scrive le
    > > applicazioni
    > > soprattutto quando si disinstalla un
    > > software,
    > > l'applicazione dovrebbe rimuovere tutte le
    > > proprie chiavi...
    >
    > In realtà il deinstallatore dovrebbe chiedere se
    > rimuovere le chiavi. L'idea è che le chiavi
    > potrebbero essere necessarie per una
    > reinstallazione successiva.

    E la prima volta che si è installato come avrà fatto mai ? Magari ha chiesto all'utente di inserire le chiavi a mano...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tox
    > E la prima volta che si è installato come avrà
    > fatto mai ? Magari ha chiesto all'utente di
    > inserire le chiavi a
    > mano...

    L'idea è che tu installi un software, te lo usi, te lo configuri come più preferisci, e quando lo disinstalli lasci nel registro dei pezzi di configurazione così che il giorno che (se) lo reinstalli ti ritrovi con le tue personalizzazioni che ti eri fatto in precedenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: wonderboy
    > - Scritto da: Tox
    > > E la prima volta che si è installato come
    > avrà
    > > fatto mai ? Magari ha chiesto all'utente di
    > > inserire le chiavi a
    > > mano...
    >
    > L'idea è che tu installi un software, te lo usi,
    > te lo configuri come più preferisci, e quando lo
    > disinstalli lasci nel registro dei pezzi di
    > configurazione così che il giorno che (se) lo
    > reinstalli ti ritrovi con le tue
    > personalizzazioni che ti eri fatto in
    > precedenza.

    Quindi ci vorrebbe distinzione tra disinstalla ed elimina completamente.
    non+autenticato
  • Il termine giusto per le app "un tanto al chilo" è "shovelware", che letteralmente significa "roba tirata su col badile"; per ogni sistema operativo un po' diffuso ne esiste (le vecchie raccolte su cd per dos e windows, spesso piene di programmi inutili, o di videogiochi pessimi, ne sono un esempio)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basilisco di Roko
    > Il termine giusto per le app "un tanto al chilo"
    > è "shovelware", che letteralmente significa "roba
    > tirata su col badile"; per ogni sistema operativo
    > un po' diffuso ne esiste (le vecchie raccolte su
    > cd per dos e windows, spesso piene di programmi
    > inutili, o di videogiochi pessimi, ne sono un
    > esempio)

    Sei stato vivo negli ultimi 15 anni? Basta prendere un PC con Windows preinstallato in un qualsiasi "mediacenter" e di "shovelware" te ne ritrovi appunto a badilate, altro che vecchie raccolte CD per DOS e Windows.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basilisco di Roko
    > Il termine giusto per le app "un tanto al chilo"
    > è "shovelware", che letteralmente significa "roba
    > tirata su col badile"; per ogni sistema operativo
    > un po' diffuso ne esiste (le vecchie raccolte su
    > cd per dos e windows, spesso piene di programmi
    > inutili, o di videogiochi pessimi, ne sono un
    > esempio)

    Figurati cosa ne verrà fuori adesso che forniranno agli sviluppatori un "ipotetico" improbabile sistema per tirar fuori App in pochi minuti senza scriver una riga di codice....

    Non un tanto al chilo, sarà un tanto a pallet... o container...
  • "promette ai programmatori e agli aspiranti programmatori di creare app in pochi minuti e senza dover scrivere una riga di codice."

    Crapware come prima, più di prima.

    "Il servizio permetterà la creazione di app universali e l'accesso a nuove funzionalità "cloud" proprietarie di Microsoft."

    Ecco, adesso è tutto chiaro.
    non+autenticato