Gaia Bottà

Megaupload disseminava malware

Dove prima campeggiava il marchio dell'FBI, pornografia e pubblicità truffaldina. Le autorità statunitensi si erano lasciate sfuggire il dominio verso cui sono solite reindirizzare i siti posti sotto sequestro

Roma - Sono trascorsi oltre tre anni dal sequestro di Megaupload, da quando il governo statunitense ha preso il controllo dei domini della piattaforma per ridurli al silenzio: nei giorni scorsi, si presentavano come un ricettacolo di malware, truffe e pornografia.



A segnalarlo, tradendo una certa soddisfazione, è Kim Dotcom: fino all'inizio del 2012 regnava su Megaupload.com e Megavideo.com, prima di rassegnarsi alla chiusura d'ufficio. A ricostruire i fatti, un'indagine di Ars Technica, che spiega come le autorità statunitensi abbiano perso il controllo degli spazi online al centro di un processo che si deve ancora celebrare, e non solo.

Semplicemente, l'FBI ha dimenticato di rinnovare la registrazione di Cirfu.net, il dominio di riferimento della sua Cyber Initiative and Resource Fusion Unit, che si occupa del contrasto alla cybercriminalità online: Cirfu.net era stato registrato nel 2009 per fungere da destinazione per gli utenti che visitassero siti sottoposti a sequestro. Dopo un primo rinnovo nel 2011, eseguito senza adottare servizi di anonimato e rivelando così l'appartenenza alle autorità americane, è stato rinnovato anche nel 2013, ma non alla scadenza ricorrente nel 2015. Dopo l'ordinario periodo di fermo, c'è chi è stato lesto nell'accaparrarsi la nuova registrazione: si tratta di tale Earl Grey, responsabile di Syndk8 Media Limited, azienda apparentemente operativa nell'ambito dei traffici di domini. L'azienda, mantenendo le redirezioni dei domini di valore che puntano a Cirfu.net, avrebbe venduto spazio e traffico ad inserzionisti truffaldini e spammer.

L'FBI, trascorsa una manciata di giorni dalla nuova registrazione da parte di Syndk8, ha avviato un'indagine e ha richiesto la sospensione dei Cirfu.net, ora irraggiungibile insieme ai siti oggetto di sequestro.

Gaia Bottà
28 Commenti alla Notizia Megaupload disseminava malware
Ordina
  • Megaupload è stato sequestrato nel 2012, non nel 2013.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Megaupload è stato sequestrato nel 2012, non nel
    > 2013.

    Infatti siamo quasi a metà 2015 e sono passati oltre 3 anni.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > Megaupload è stato sequestrato nel 2012, non
    > nel
    > > 2013.
    >
    > Infatti siamo quasi a metà 2015 e sono passati
    > oltre 3
    > anni.
    e i danni che l'us.gov ha creato a Carpathia (e Cogent) li ha poi pagati? (seee) ...com'e' andata a finire, si sa?
    non+autenticato
  • "nei giorni scorsi, si presentavano come un ricettacolo di malware, truffe e pornografia"

    E' evidente che quando qualcuno prende in gestione qualcosa per 3 anni è responsabile di ciò che ne fa. Se tre anni fa non sono stati manifestati questi problemi è evidente che è il governo usa il responsabile. Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > "nei giorni scorsi, si presentavano come un
    > ricettacolo di malware, truffe e
    > pornografia"

    >
    > E' evidente che quando qualcuno prende in
    > gestione qualcosa per 3 anni è responsabile di
    > ciò che ne fa. Se tre anni fa non sono stati
    > manifestati questi problemi è evidente che è il
    > governo usa il responsabile.
    >Annoiato
    E cosa cambia?
    Ha SEMPRE distribuito porcheriaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Ha SEMPRE distribuito porcheriaA bocca aperta

    In tre anni non sono ancora riusciti a dimostrare nulla, ma per fortuna arriva Hop ad illuminarci con le sue analisi approfondite
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Hop
    >
    > > Ha SEMPRE distribuito porcheriaA bocca aperta
    >
    > In tre anni non sono ancora riusciti a dimostrare
    > nulla, ma per fortuna arriva Hop ad illuminarci
    > con le sue analisi
    > approfondite
    Se l'FBI l'ha chiuso magari qualcosina più di te ne sapeva...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Se l'FBI l'ha chiuso magari qualcosina più di te
    > ne
    > sapeva...
    Beh sai deve appunto dimostrarlo... allo stato attuale posso dire anche io la stessa cosa anzi che ne sapevo pure di più...
    Il problema è dimostrarlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: hop hop cavallo
    > - Scritto da: Hop
    >
    > > Se l'FBI l'ha chiuso magari qualcosina più di te
    > > ne
    > > sapeva...
    > Beh sai deve appunto dimostrarlo... allo stato
    > attuale posso dire anche io la stessa cosa anzi
    > che ne sapevo pure di
    > più...
    Quindi dovremmo credere a te e non all'FBI?
    ROTFL ROTFL ROTFL
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: hop hop cavallo
    > > - Scritto da: Hop
    > >
    > > > Se l'FBI l'ha chiuso magari qualcosina più di
    > te
    > > > ne
    > > > sapeva...
    > > Beh sai deve appunto dimostrarlo... allo stato
    > > attuale posso dire anche io la stessa cosa anzi
    > > che ne sapevo pure di
    > > più...
    > Quindi dovremmo credere a te e non all'FBI?
    > ROTFL ROTFL ROTFL

    Io credo a ciò che vedo.
    I file venivano rimossi.
    Quindi la storiella che i file non venivano rimossi è una cazzata.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: Hop
    > > - Scritto da: hop hop cavallo
    > > > - Scritto da: Hop
    > > >
    > > > > Se l'FBI l'ha chiuso magari
    > qualcosina più
    > di
    > > te
    > > > > ne
    > > > > sapeva...
    > > > Beh sai deve appunto dimostrarlo...
    > allo
    > stato
    > > > attuale posso dire anche io la stessa
    > cosa
    > anzi
    > > > che ne sapevo pure di
    > > > più...
    > > Quindi dovremmo credere a te e non all'FBI?
    > > ROTFL ROTFL ROTFL
    >
    > Io credo a ciò che vedo.
    > I file venivano rimossi.
    > Quindi la storiella che i file non venivano
    > rimossi è una
    > cazzata.
    Ripeto: dovremmo credere a TE e non all'FBI?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Ripeto: dovremmo credere a TE e non all'FBI?

    FBI non ha dimostrato nulla, ha semplicemente confiscato tutto perché gli è stato detto di farlo. Ed in modo coreografico, sempre perché gli è stato detto di farlo.
    Ancora non l'hai capito che il processo dopo tre anni ancora non è stato fatto?


    questi sono i fatti.. quello che dice l'anonimo 'hop' invece vale molto poco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > Ripeto: dovremmo credere a TE e non all'FBI?

    In questa fase, le opinioni di Luco valgono quanto quelle dell'FBI. Personalmente, vista la storia anche non recente, tendo a credere di più aLuco.
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: hop hop cavallo
    > > - Scritto da: Hop
    > >
    > > > Se l'FBI l'ha chiuso magari qualcosina più di
    > te
    > > > ne
    > > > sapeva...
    > > Beh sai deve appunto dimostrarlo... allo stato
    > > attuale posso dire anche io la stessa cosa anzi
    > > che ne sapevo pure di
    > > più...
    > Quindi dovremmo

    Usa il singolare prego.

    > credere a

    Credere? Che roba è?

    > te e non all'FBI?

    Sono stranieri e fanno i comodi del LORO governo, di cosa ti dovresti fidare? Sono esseri umani fanno schifo come tutti gli altri.

    > ROTFL ROTFL ROTFL

    Ridi, ridi, anche se sarebbe meglio svegliarsi.
    non+autenticato